Cos’è la raffinata tecnologia di produzione di petrolio e come scegliere le proprietà giuste, benefiche e dannose

Il contenuto dell’articolo



Il liquido oleoso ambrato, senza il quale è difficile immaginare di mangiare e preparare molti piatti, è in ogni cucina. La ricca composizione e gli enormi benefici degli oli vegetali spiegano il suo uso diffuso in nutrizione, medicina, cosmetologia. C’è solo uno svantaggio di questo prodotto ideale: quando bolle, alcune sostanze nella composizione vengono convertite in elementi dannosi che provocano neoplasie maligne. Per prevenire il rilascio di agenti cancerogeni durante la frittura e aumentarne la durata, l’olio viene raffinato.

Olio raffinato – che cos’è

L’olio vegetale raffinato è un prodotto ottenuto dalla purificazione da materie prime vegetali pressate e costituito da trigliceridi di acidi grassi. Come materiale di partenza, vengono utilizzati semi di girasole, piante oleose o la base oleosa ottenuta da essi. Il termine raffinazione è stato adottato dalla lingua francese e significa “elaborato”. I grassi vegetali raffinati sono estratti di olio purificati da gruppi indesiderabili di lipidi, impurità e insieme al colore, all’olfatto e al gusto caratteristici.

Qual è la differenza da non raffinato

Entrambi i tipi di olio vegetale (sia naturale che raffinato) fanno bene alla salute umana. La base dell’estratto di olio è il 99,9% di grassi e il potere calorifico di 100 g di prodotto è di 900 kcal. La rimozione di determinate categorie di sostanze grasse durante la lavorazione da una base oleosa lo rende meno calorico. A causa di questa caratteristica, le persone che seguono una dieta la consumano. Esistono altre differenze tra i grassi vegetali non trasformati e quelli che hanno attraversato il processo di raffinazione:

Olio naturaleProdotto raffinato
Consistenza
Grassetto, saturoMeno oleoso
Odore
Profumo naturaleNeutro
Benefici per il corpo umano
Massime sostanze preziosePerdita parziale di proprietà benefiche
Metodo di pulizia
Pulizia meccanica e filtrazioneMetodi tecnologici: chimica (raffinazione alcalina, idratazione) o fisico-chimica (deodorizzazione, candeggio, ecc.)
Tecnologia di produzione
Pressatura a caldo o spremitura a freddoPer estrazione con prodotti chimici (esano o benzina)

Come viene raffinato l’olio

La raffinazione non è un’operazione facile, che consiste in molti passaggi successivi. Lo scopo del processo di lavorazione e purificazione è di rimuovere varie sostanze e impurità da materie prime non raffinate. Metodi moderni di raffinazione dei grassi vegetali: metodo fisico usando assorbenti, tecnologia chimica usando alcali.

Nella produzione moderna, spesso praticano il secondo metodo di raffinazione degli estratti di petrolio dai materiali vegetali. La ragione di ciò è un processo semplificato, una migliore lavorazione, facilità di controllo della qualità dei prodotti finiti. I produttori assicurano ai clienti l’assoluta sicurezza per la salute dell’olio vegetale ottenuto dalla raffinazione chimica. I produttori garantiscono ai consumatori una completa assenza di impurità nocive e affermano che durante la raffinazione usano esclusivamente alcali innocui.

Nelle industrie, la raffinazione del petrolio viene effettuata utilizzando una sostanza chimica chiamata esano. L’idrocarburo saturo appartiene alla classe degli alcani, è parte integrante della benzina sintetica. L’elemento organico incolore non si dissolve in acqua e il suo punto di ebollizione è di 67,7 gradi. Il processo di raffinazione del grasso vegetale prevede le seguenti fasi:

Linee di lavorazione della raffinazione del petrolio

  1. Miscelazione di semi di girasole con esano in questo caso, rilascio di liquido oleoso da materiali vegetali.
  2. Rimozione di idrocarburi saturi con vapore acqueo.
  3. La neutralizzazione consiste nel trattamento della miscela di olio rimanente con alcali..
  4. L’idratazione del grasso vegetale ha lo scopo di rimuovere i fosfolipidi dalla base dell’olio. In un prodotto non raffinato, le sostanze grasse simili in un breve periodo di tempo sono in grado di formare sostanze idratate insolubili che precipitano, provocando l’appannamento della base oleosa.
  5. Il congelamento aiuta ad eliminare le sostanze cerose che influenzano la trasparenza del liquido oleoso.
  6. La raffinazione dell’adsorbimento (candeggio) si ottiene rimuovendo i pigmenti dalla composizione dell’olio di girasole usando carbone e argille candeggianti.
  7. La deodorizzazione lascia il prodotto finale senza aroma e gusto insiti nell’olio magro naturale. Il processo consiste nel far passare il fluido dell’olio attraverso un vuoto di vapore caldo..
  8. Imbottigliamento di olio vegetale finito, etichette adesive e invio a punti vendita.

Perché grassi vegetali raffinati, se ciò non influisce sulla sua composizione benefica, come affermano i produttori? Questo viene fatto per ottenere un olio inodore e insapore, cioè neutro. In cucina, viene utilizzato per preparare tutti i tipi di piatti caldi e freddi. Se per le insalate i grassi vegetali naturali sono più adatti, che conferiscono agli antipasti un gusto e un aroma ricchi, quindi per friggere è meglio usare raffinati.

L’estratto di olio naturale da materiali vegetali per cucinare piatti caldi ad alte temperature può fare più male che bene. Ciò accade a causa della conversione di alcune sostanze in agenti cancerogeni, che sono la causa del cancro. Inoltre, il processo di frittura su non raffinato è sempre accompagnato dalla formazione di schiuma, fumo, bruciore.

Beneficio e danno

I benefici e i danni dell’olio raffinato sono la causa del dibattito in corso tra gli amanti di questo prodotto. Alcuni come l’olio raffinato e chiarificato, altri preferiscono il naturale, pieno di aroma e gusto di frutta o semi di piante oleose. Ogni tipo di estratto di olio ha i suoi vantaggi e svantaggi..

Tratti positiviLati negativi
Non ha un gusto o un odore specifici, il che è un vantaggio per alcuni piatti.Nel processo di lavorazione di sostanze chimiche e alcali, l’estratto di olio dai materiali vegetali perde alcuni dei nutrienti.
Puoi friggere il cibo su di esso, perché il grasso vegetale raffinato non fa schiuma e non forma bruciature e fumo.I grassi raffinati vengono prodotti a una temperatura di circa 200 ° C, a causa della quale quasi tutti gli oligoelementi vengono distrutti.
Se riscaldato a temperature superiori a 100 ° C, non si formano sostanze cancerogene in quanto l’olio di girasole raffinato è stato precedentemente sottoposto a trattamento termico e purificazione da impurità indesiderate.La mancanza di aroma e gusto, naturale per l’olio magro, non è piacevole per gli aderenti alla nutrizione naturale.
La durata di conservazione dei grassi vegetali va da 3 a 10 mesi, a condizione che siano conservati in un luogo fresco, al riparo dalla luce solare diretta. Il prodotto raffinato può essere conservato per 15-24 mesi anche a temperatura ambiente e in un contenitore trasparente.Il prodotto raffinato è inefficace per uso medico, ma è ampiamente usato in cosmetologia.

Quale olio è più sano, raffinato o non raffinato

L’estratto di olio naturale di semi di girasole contiene acidi grassi polinsaturi, che hanno un effetto benefico sul corpo umano. Queste sostanze sono preziose in quanto svolgono un ruolo importante nel metabolismo e costruiscono anche la difesa cellulare per contrastare gli effetti negativi e proteggerli dalla distruzione. La composizione dell’olio di semi di girasole comprende tre acidi grassi principali: linoleico (contenuto di omega 6 dal 45 al 60%), linolenico (omega 3 – 23%), oleico (contenuto di omega 9 dal 25 al 40%).

Questo prodotto naturale è caratterizzato dal più alto contenuto di alfa-tocoferolo, di cui circa 100 milligrammi si trovano in 100 g di prodotto. La vitamina E è nota per la sua capacità di ripristinare la funzione riproduttiva, influire positivamente sulla vista, migliorare la mobilità articolare, elasticizzare i vasi sanguigni e ringiovanire la pelle. Solo due cucchiai al giorno forniranno al corpo molte sostanze utili che attivano la sintesi dell’emoglobina, migliorando la composizione del sangue.

L’uso regolare di olio di girasole naturale nella dieta aiuterà a normalizzare l’attività della cistifellea, i sistemi immunitario e digestivo e sopprimere i focolai di infiammazione nel corpo. Il suo utilizzo riduce il rischio di malattie cardiovascolari, previene lo sviluppo di aterosclerosi. Il fosforo, contenuto nell’estratto di olio nella quantità di 2 mg per 100 g di prodotto, migliora le condizioni di tutti i tessuti ossei, ha un ruolo importante nel metabolismo di proteine, grassi e carboidrati. La carenza di fosforo inibisce il sistema nervoso centrale, influisce negativamente sul cervello, causando ritardo mentale.

L’olio vegetale raffinato sottoposto a lavorazione multistadio non è tanto utile quanto naturale. Il vantaggio principale rispetto all’estratto di petrolio greggio è l’assoluta innocuità quando viene utilizzato per cucinare piatti caldi. La purificazione dalle impurità consente di consumare grassi dai semi oleosi per coloro che soffrono di allergie alimentari.

Olio raffinato e non raffinato in bicchieri

Quale olio d’oliva è migliore – raffinato o non raffinato

Grazie alla sua ricca composizione, l’olio d’oliva naturale è un vero magazzino di sostanze utili (vitamine, minerali, acidi grassi e altri oligoelementi) che contribuiscono alla guarigione e al ringiovanimento di tutto il corpo. Idealmente, è necessario utilizzare l’estratto di olio d’oliva solo spremuto a freddo contrassegnato sull’etichetta Extra Vergine, contiene molte sostanze utili:

  • fenoli e polifenoli prolungano la giovinezza;
  • tocoferoli, alcoli terpenici normalizzano lo zucchero nel sangue;
  • l’acido oleico accelera il metabolismo, rafforza le pareti dei vasi sanguigni;
  • l’acido grasso omega 9 ha un effetto profilattico contro diabete, aterosclerosi e obesità;
  • l’acido linoleico accelera la rigenerazione dei tessuti danneggiati, aumenta l’acuità visiva;
  • La qualificazione impedisce lo sviluppo di neoplasie;
  • La vitamina E (antiossidante naturale) blocca il processo di invecchiamento precoce, combatte i radicali, previene l’intossicazione del corpo;
  • La vitamina A favorisce la formazione di nuove cellule, ripristina la fermezza e l’elasticità della pelle;
  • La vitamina D agisce come profilassi del rachitismo, partecipa alla formazione completa del tessuto osseo.

L’olio di oliva raffinato in uso per il corpo è molto inferiore a un prodotto naturale, perché quando è raffinato perde molti oligoelementi utili. Il più apprezzato è l’olio d’oliva “a goccia” della prima spremitura a freddo. I vantaggi dell’estratto di olio trasformato dai frutti degli ulivi comprendono un aumento della sua conservabilità, la mancanza di sedimenti.

Olive in bottiglia

Come scegliere

È più facile acquistare un buon olio vegetale naturale, perché la qualità è sempre evidenziata dal caratteristico colore ambrato e dall’odore della materia prima, da un gusto ricco di olio senza amarezza e dall’assenza di un residuo pronunciato sul fondo della bottiglia. Per scegliere un prodotto raffinato e di qualità, presta attenzione alle informazioni indicate dal produttore sull’etichetta:

  • Il periodo di validità va da 3 mesi a 2 anni (tempo massimo di conservazione con estratto di olio nitrurato);
  • un marchio sulla conformità a tutti gli standard in conformità con GOST (gli oli prodotti in conformità con TU superano un controllo meno rigoroso);
  • la categoria di grasso vegetale da piante oleose, da cui dipende lo scopo del prodotto (“Premium”, “Premium”, “First grade”, ecc.);
  • le date di produzione e di imbottigliamento devono coincidere.

La bottiglia, l’etichetta o l’imballaggio devono essere privi di danni e macchie. Le varietà più costose e di alta qualità di grassi vegetali vengono versate in bottiglie di vetro di colore scuro con un tappo di metallo o di sughero. Ma ciò non significa che in un contenitore di plastica l’estratto di olio sia necessariamente di scarsa qualità. Al momento dell’acquisto, è necessario leggere sempre le informazioni per il consumatore indicate sull’etichetta.

Prezzo

Il costo dei grassi vegetali raffinati dipende dalle materie prime, dalla categoria e dal grado di lavorazione del prodotto, dalla lontananza del produttore dal luogo di vendita, dalla popolarità del marchio. Durante i giorni delle promozioni per le vacanze in grandi punti vendita, è possibile acquistare tali prodotti a prezzi competitivi. È sempre più redditizio acquistare grassi vegetali da semi di girasole di produzione domestica, poiché i costi minimi di trasporto sono inclusi nel loro costo. Il prezzo dell’olio d’oliva dipende dal paese di origine, principalmente Spagna, Italia e Grecia..

Nome olio raffinatoCosto in rubli (volume 1 litro)fabbricante
“Oleina”101Moscow, LLC “BUNGE CIS”
“L’idea”100Rostov-sul-Don, JSC “ASTON”
“Sloboda”97Regione di Belgorod, JSC “EFKO”
“Oro”78OJSC “MLC Krasnodar”
“Buona”96Krasnodar Territory, LLC “Azienda Blago”
“Capolavoro”89Tula region, LLC “Cargill”
“Avedov”139Krasnodar Territory, LLC “MEZ nel sud della Russia”
“IDEALE”140Voronezh region, LLC BUNGE CIS
“BORGHESE”1220Spagna
MONINI1075Italia
“Iberica”800Spagna
Valuta l'articolo
( Ancora nessuna valutazione )
Condividi con gli amici
Suggerimenti su qualsiasi argomento da parte di esperti
Aggiungi un commento

Cliccando sul pulsante "Invia commento" acconsento al trattamento dei dati personali e accetto la informativa sulla privacy