Come utilizzare in pratica il principio di Pareto 20/80

Come usare il principio Pareto 20/80

Il principio afferma che il 20% degli sforzi fornisce l’80% del risultato e il restante 80% degli sforzi – solo il 20% del risultato.

L’economista e sociologo italiano era guidato dai piselli quando notò che il 20% dei baccelli più vitali produceva l’80% del raccolto. Sulla base di questo, Wilfredo Pareto ha formulato una legge che è diventata applicabile nel campo dell’economia, delle scienze politiche e della gestione.
Gli imprenditori affermano di ottenere l’80% del profitto dal 20% dei clienti o che il 20% dei dipendenti genera l’80% del reddito dell’azienda. E il 20% del valore dell’impresa rappresenta l’80% dei costi. Anche con il tempo – l’80% della produttività impiega il 20% del tempo..

Secondo la legge, le persone spendono la maggior parte delle loro risorse, energia ed energia per compiti secondari, invece di concentrarsi su cose importanti che faranno di più..

Se una persona vuole imparare a suonare la chitarra, deve dedicare molto tempo all’allenamento e non all’ascolto delle canzoni di musicisti famosi. Quando si prepara il caffè naturale, la macinatura e la fermentazione corrette sono più importanti che pensare alla quantità di zucchero in una tazza..

fonti di manifestazione del principio di Pareto

Fonte: ru.wikipedia.org

Pertanto, la legge 20/80 è stata applicata da IBM. Negli anni ’60, i suoi ingegneri identificarono il 20% delle attività che venivano utilizzate nell’80% dei casi con i computer. Hanno cambiato l’algoritmo. L’elaborazione popolare è diventata più semplice, più conveniente e più veloce. Ha dato un risultato: ІВМ ha lasciato indietro i concorrenti.

Come il principio aiuta?

scienziato pareto

Per dedicare tempo alle cose che producono risultati, definire l’attività, piccoli compiti secondari e impostare la priorità del “nodo centrale”. Supponiamo che il tuo compito sia “pubblicare un libro”. In questo caso, il “nodo centrale” è il processo di scrittura..

Conoscere i nodi è più facile misurare l’attività e ottenere feedback. Traccia in quali circostanze, luogo di soggiorno e ora del giorno puoi scrivere più parole. Ad esempio, dando un libro il 20% delle volte al mattino, scrivi meglio e più velocemente e viceversa la sera. Spendi di più con meno parole a causa della fatica. Di conseguenza, è necessario concentrare l’energia al mattino.

Definisci le attività secondarie e prova a delegarle ad altri. Assumi un correttore per correggere gli errori quando ritieni che ciò richieda una parte significativa del tempo e rallenta il “nodo centrale” o il progettista per creare illustrazioni. Se disegni bene da solo e con il 20% del tempo trascorso, ottieni l’80% della felicità da questa lezione, pensa a come riqualificarti come artista.

Analizzando l’attività in questo modo, liberiamo risorse e ci concentriamo sull’azione più produttiva. Il risultato complessivo sta migliorando.


Priorità correlate


La priorità sulla strada verso l’obiettivo non è sempre la stessa; ce ne sono anche altre correlate. Vi è importante e secondario, e talvolta il secondo diventa il primo.

Se scrivi un libro, ma non hai mai mostrato frammenti a nessuno, potrebbe rivelarsi un male e di conseguenza richiederà molta raffinatezza. È importante qui allontanarsi periodicamente dal nodo centrale – “scrivere” sul nodo secondario – “ricevere feedback”.

Per impostare attività, attività secondarie e nodi, analizzare.

Come fare l’analisi di Pareto?

caricatura di informazioni sull'elaborazione del cervello

L’analisi di Pareto è un modo per identificare compiti che sono più degni di tempo e fatica. In altre parole, questo è ciò che dovrebbe essere fatto prima e ottenere la priorità.

1. Crea un elenco di attività e azioni

disegno di un uomo in piedi sulle scale

Raccogli un elenco di tutti i compiti che ti attendono. Indica quelli che colpiscono, sembrano importanti e necessari. Accanto a ciascuna attività, scrivi una serie di azioni necessarie per completarla. Determina quanto tempo dedichi a ciascuno di essi..

2. Definire il “nodo centrale”

disegno di un uomo che vola su un razzo

Quando fai un elenco di azioni e vedi quanto tempo dedichi a ciascuna, capirai se stai trascorrendo le ore correttamente. Supponiamo che ci sia un’attività per guadagnare di più questo mese rispetto allo scorso. Per raggiungerlo, è necessario “delineare” la giornata lavorativa. Scopri quanto tempo dedichi alla comunicazione con i clienti, quanto raccogliere informazioni per lo sviluppo professionale e quanto visualizzare i social network e gli incontri con i colleghi. Già in questa fase, è possibile identificare il “importante” e, per motivi di scopo, abbandonare Instagram e Facebook.

Dai uno sguardo più approfondito a ciascuna di queste azioni. Se noti che la maggior parte del tempo trascorso in contatto con i partner fornisce solo il 20% del risultato professionale, devi ridurre la partecipazione a tali negoziati. Sposta il focus della comunicazione solo sugli argomenti di lavoro e su quei dipendenti che aiuteranno a ottenere di più.

Lo stesso vale per i clienti. Secondo la regola, 2 clienti su 10 daranno l’80% del risultato. Decidi da quale puoi guadagnare di più e concentrati sulla comunicazione con loro..

Col passare del tempo, le priorità cambiano. Pertanto, rivedere periodicamente l’elenco e identificare nuovi “nodi centrali”.

3. Impostare l’ordine di esecuzione

disegno di un uomo che guarda attraverso un telescopio

Dopo aver identificato le azioni importanti, è necessario disporle nella sequenza corretta. Tra questi ci sono quelli che richiedono più risorse rispetto al resto. Lavorare con un appaltatore può essere più importante che interagire con un cliente e, a sua volta, è più importante delle lunghe riunioni o della formazione..


Un altro consiglio


Il principio di Pareto parla del 20% delle risorse che danno il principale 80% del risultato. Ma la proporzione non è sempre così. Cambia e può essere 10/90 o 24/76. Il punto è diventare più produttivi e aumentare la prima cifra. Ma non provare a trasformarlo in 100%. Non dimenticare l’anima, la buona alimentazione e l’incontro con gli amici. Senza completare la parte secondaria, l’obiettivo principale perde rilevanza.

Pianificare una strategia per casi “non importanti”. Se non funziona, “inseriscili” tra quelli “importanti”. Questo distribuirà lo stress mentale e fisico, ti aiuterà a rilassarti e ad essere distratto. Di conseguenza, raggiungerai obiettivi secondari e manterrai l’efficacia delle priorità..

Articoli simili
Valuta questo articolo
( Ancora nessuna valutazione )
Aggiungi commenti

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: