Il futuro dell’intelligenza artificiale

L’intelligenza artificiale ha smesso di essere fantascienza e ora sta entrando completamente nelle nostre vite. Gli scienziati, lavorando sulla tecnologia, fanno sì che si comporti sempre più come un vero cervello. I computer riconoscono i volti, prevedono le condizioni del traffico, avvertono dei problemi di salute.
Ma nonostante vediamo progetti impressionanti che dimostrano che l’integrazione dell’IA rende la vita più comoda e più sicura, il futuro dell’intelligenza artificiale è avanti. Gli ingegneri ritengono che l’attuale livello di utilizzo dell’IA non rifletta neppure da vicino il suo pieno potenziale e che l’industria sia agli inizi.

1. Trasporto automatizzato

il futuro dell'intelligenza artificiale

Siamo testimoni dell’emergere della guida automatica. Sì, la sicurezza richiede ancora la presenza di una persona nella cabina, ma l’industria sta crescendo e sviluppandosi ulteriormente. Ma la teoria e la pratica mostrano che i veicoli senza pilota hanno molte prospettive: il robot commette errori meno spesso degli umani, il che significa che la sua guida è più pratica. Il futuro dell’intelligenza artificiale è principalmente associato ai veicoli che operano con il pilota automatico.

Google ha aperto la strada al settore, la cui divisione dedicata ha fallito il compito delle macchine robotiche nel 2005. Cinque anni dopo, gli stessi sviluppatori hanno creato Waymo e riprovato: le cose sono andate bene e l’interesse per queste tecnologie ha spazzato il mondo intero.

Negli ultimi 10 anni, tutti i principali attori del settore automobilistico e tecnologico sono stati attivi nel settore automobilistico senza pilota:

• BMW è riuscita a fare un grande passo avanti grazie al lancio dei modelli ibridi i3 e i8 nel 2013-2014.

• Tesla promuove contemporaneamente due prodotti tecnologici in uno: oltre alle auto elettriche Tesla convenzionali, all’inizio del 2018, Musk ha presentato un camion a guida autonoma Tesla Semi.

• Nissan sta sviluppando veicoli senza pilota in collaborazione con Renault, con grandi aspettative per i veicoli elettrici Leaf.

• Yandex.Taxi utilizza droni a Skolkovo e ha recentemente annunciato il lancio del primo di questi taxi in Europa.

• Kamaz non è in ritardo rispetto alla tendenza e, insieme a Cognitive Technologies, progetta il suo camion intelligente basato su Kamaz 5350.

Le auto non sono l’unica modalità di trasporto che sta cambiando la robotizzazione, ma una delle più difficili. Ci sono treni senza pilota che operano su e sotto terra. Nei prossimi anni, hanno in programma di lanciarli nella metropolitana di Mosca. I treni sono ancora più facili da “fare amicizia” tra di loro. La loro rete di trasporto funziona nei tempi previsti e ha pochi partecipanti al traffico.

2. Cyborg

il futuro dell'intelligenza artificiale

I ricercatori ritengono che in futuro le persone useranno computer e dispositivi robotici per mantenere e migliorare le capacità del corpo e del cervello. Alcuni disegni verranno rilasciati per il massimo comfort, mentre altri restituiranno importanti funzionalità. Ad esempio, protesi bioniche per le persone con arti amputati.

In quest’area, l’intelligenza artificiale è responsabile per aiutare il cervello e i dispositivi a capirsi. Converte i segnali in entrata, trasmette informazioni sulla posizione degli arti nello spazio e sullo stato dell’ambiente.

• L’Università di Newcastle ha realizzato un modulo aggiuntivo per protesi manuali, dotato di una telecamera. “Esamina” l’oggetto di fronte a lui e aiuta a prenderlo più forte e più conveniente.

• Leader della bioprotesica – Ossur dall’Islanda ha creato protesi robotiche indipendenti che studiano l’ambiente, indovinano le azioni umane e si adattano al loro comportamento.

• Il gruppo Dustin Tyler di Cleveland sta sviluppando protesi per i palmi delle mani per rendere reale l’esperienza degli oggetti e delle superfici.

3. Pericoloso e non solo lavoro

il futuro dell'intelligenza artificiale

I robot stanno già lavorando in luoghi a maggior rischio, ad esempio disinnescare le bombe. È vero, questi non sono veri robot, ma veicoli senza pilota che devono essere controllati a distanza. Il futuro dell’intelligenza artificiale implica che prenderanno decisioni da sole e agiranno in modo indipendente.

Ma vale la pena capire che l’autonomia parziale non è fondamentale per le piante adesso, se i robot lavorano in condizioni normali e sanno come comportarsi quando vengono violati. Per gli ingegneri che creano tali innovazioni, questa è una sfida tecnica, non una sfida futuristica..

I robot industriali con vari gradi di indipendenza lavorano nell’industria alimentare, nell’industria automobilistica e meccanica, nel settore dei servizi e della logistica. Ad esempio, Amazon ha introdotto un nuovo modo di consegnare merci ai clienti entro 30 minuti da Amazon Prime Air utilizzando quadricotteri automatizzati..

Un’area separata sta sviluppando la robotica estrema. Si tratta di dispositivi o complessi che operano dove il lavoro per una persona è pericoloso o impossibile: nello sminamento, ricognizione militare, ricerca subacquea, operazioni spaziali, operazioni di estrazione e ricognizione, operazioni di salvataggio in caso di catastrofi naturali.

4. Clima e ambiente

il futuro dell'intelligenza artificiale

Una delle tecnologie del futuro che utilizza l’IA è la modellistica climatica. L’umanità è impegnata nelle previsioni meteorologiche da oltre un decennio, ma i supercomputer, i big data e le reti neurali hanno appena raggiunto il livello di lavoro approfondito con questo materiale.

Gli scienziati hanno in programma di combinare diversi modelli matematici con l’aiuto dell’intelligenza artificiale, “fornendo” dati reali al sistema. Ciò aumenterà la precisione delle previsioni ed espanderà le opportunità. Ad esempio, è possibile vedere un’immagine dei cambiamenti climatici sulla costa europea dell’Oceano Atlantico per molti anni a venire..

Una profonda comprensione del clima solleva anche problemi di sicurezza. L’intelligenza artificiale aiuterà a preparare l’inizio di una tempesta estrema, piogge di più giorni o tsunami.

Per proteggere l’ambiente con intelligenza artificiale, esistono anche tecnologie. Luogo Orologio da pesca globale mostra l’attività di pesca sul pianeta online, contribuendo così a catturare i bracconieri. Progetto simile Global Forest Watch dimostra attività di deforestazione.

5. Comunicazione e amicizia

il futuro dell'intelligenza artificiale

I robot moderni non sono in grado di provare sentimenti. Gli ingegneri affermano che presto non saremo in grado di raggiungere una reale comprensione tra uomo e macchina. Ma già ora, alcune persone sono abbastanza brave a decodificare le emozioni e il futuro dell’intelligenza artificiale rafforzerà sicuramente la tendenza..

Quindi, nel 2015, in Giappone è stata venduta una diffusione di 1.000 robot sociali Pepper in un minuto. Pepper è in grado di supportare una semplice conversazione. Se una persona sorride, capirà che si sta divertendo. Se si accigliò, Pepper si sarebbe reso conto che qualcosa lo stava disturbando. Questo robot conosce emozioni come gioia, sorpresa, rabbia, dubbio e tristezza. Analizza l’espressione facciale, il linguaggio del corpo e le parole di una persona.

Alla Nanyang (Singapore) University of Technology, puoi incontrare Nadine, il cui aspetto ti consente solo di capire da vicino che si tratta di un robot. Nadine riconosce i volti e le emozioni, mantiene una conversazione, crea autonomamente associazioni per la comunicazione, ma trova difficile comprendere gli accenti e non controlla bene le sue mani.

L’intelligenza artificiale è necessaria affinché i robot sociali si adattino all’utente e prendano decisioni in situazioni insolite o di emergenza. Quindi, la Kirobo Mini in miniatura di Toyota monitora le emozioni del guidatore e non ti fa annoiare o addormentarti mentre guidi, offrendo musica adatta al tuo umore.

6. Aiuto nella vecchiaia

futura intelligenza artificiale

Per molte persone anziane, la vita di tutti i giorni – richiede l’aiuto dei propri cari. I robot assistenti in questo caso sono necessari e possono sostituire i caregiver.

Un famoso esempio di robot per la cura dei malati e degli anziani è il giapponese Robear. Il suo compito principale è quello di aiutare a muoversi. È in grado di sollevare e trasportare delicatamente le persone. Per la “tenerezza” del tocco è il sensore di gomma intelligente altamente sensibile.

Finora, i robot assistenti sono tutt’altro che perfetti. Ma le funzioni a loro assegnate sono pronte per eseguire in modo impeccabile. Non si stancano, non sono distratti e non si discostano dalle regole. Forse la mancanza di emozione in questo senso è persino un vantaggio.

Articoli simili
Valuta questo articolo
( Ancora nessuna valutazione )
Aggiungi commenti

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: