Perché c’è molta acqua nella marmitta: il problema della condensa

Il contenuto dell’articolo



L’umidità nei componenti interni dell’auto è un segno del corretto funzionamento dei suoi componenti principali. Allo stesso tempo, non è necessario stringere la testa e correre alla stazione di servizio più vicina. Dopotutto, non ci possono essere dubbi su alcun difetto qui. Sebbene gli automobilisti alle prime armi siano talvolta scioccati quando questa umidità si accumula in una pozzanghera decente. Una domanda ragionevole: perché c’è molta acqua nella marmitta? Dipende già dalla temperatura ambiente, dalla modalità di funzionamento e dalla qualità del carburante.

Da dove viene l’acqua nel sistema di scarico di un’auto?

La ragione di ciò è la condensa, un liquido che è passato da uno stato gassoso a causa di raffreddamento o compressione. Il suo aspetto è dovuto alla differenza di temperatura: la marmitta riscaldata dall’interno non viene raffreddata intensamente come dall’esterno. In questo caso, l’umidità si forma solo dopo l’arresto del motore. Non appena l’auto si blocca, le gocce di rugiada iniziano a depositarsi nel tubo di scarico. In inverno, anche la condensa accumulata si congela. Quindi le crescite di ghiaccio aumentano gradualmente, formando un tappo nella marmitta dell’auto.

Processi di condensazione fisica

La composizione del carburante è la base da cui appare l’umidità all’interno del tubo di scarico. La benzina è una miscela di idrocarburi leggeri. Alla combustione, formano molte sostanze gassose, incluso il vapore acqueo. Indipendentemente dalla qualità del carburante, ci sarà sempre umidità nella marmitta. Ma la benzina “premium” produce meno acqua che a buon mercato. A una certa temperatura dell’aria, questi vapori si depositano. Questo crea condensa: il tubo di scarico si raffredda rapidamente all’esterno, ma l’aria calda rimane all’interno per lungo tempo.

Condensa nel silenziatore

Perché c’è molta acqua nel silenziatore

Notando la condensa che gocciola dal tubo di scarico, un proprietario di auto inesperto è in panico o è perplesso. Allo stesso tempo, correre alla stazione di servizio più vicina non è l’idea più ponderata. L’accumulo di umidità all’interno del tubo è facilitato da diversi fattori. Devono essere trattati in modo più dettagliato:

  • guida in inverno – la differenza di temperatura all’esterno della marmitta e all’interno si fa sentire;
  • uso raro dell’auto – i viaggi brevi e corti sono pieni di condensa aumentata;
  • moderno trattamento dei gas di scarico – il loro dispositivo comporta effetti collaterali.

Durante la guida in inverno

La stagione fredda è la migliore condizione per la formazione di condensa nel silenziatore. La temperatura dell’aria all’esterno del tubo di scarico è molto più bassa rispetto al suo interno. Quindi l’umidità non evapora, ma si deposita allo stato liquido. Il riscaldamento automatico dell’auto risolve parzialmente il problema con la condensa. Ma l’umidità rimane ancora sui componenti freddi del sistema di scarico, perché il minimo non è così grande da soffiarlo con un flusso di gas. Pertanto, l’acqua si deposita all’interno del silenziatore, accumulandosi con ogni nuovo riscaldamento.

Con raro uso dell’auto

Più breve è il viaggio, peggio si scalda la marmitta, il che significa meno evaporazione intensa dell’umidità. Si sistemerà nel tubo di scarico in volumi maggiori rispetto a un uso prolungato. I proprietari di auto che effettuano lunghi viaggi incontrano meno difficoltà con la condensa nella marmitta. Non si può dire di coloro che usano il cavallo di ferro solo per brevi periodi “casa-lavoro-casa”.

Nelle auto con un moderno sistema di pulizia dei gas di scarico

A causa del catalizzatore (sistema di emissione pericoloso), la condensa può fluire direttamente durante la guida. Molte sostanze emanano dai cilindri e vengono inviate al collettore di scarico. Il processo è accompagnato dal rilascio di ossidi di azoto, monossido di carbonio, idrocarburi incombusti, anidride carbonica, ossigeno e acqua. Solo gli ultimi tre elementi sono innocui per l’uomo. Tutto il resto va al catalizzatore dell’auto, dove viene ossidato dal platino e dal palladio. Questo forma anidride carbonica e vapore acqueo. Quest’ultimo rimane all’interno del silenziatore.

La condensa nelle auto è pericolosa?

L’umidità stabilita nella marmitta è un segno del corretto funzionamento dei sistemi interni del veicolo. Sebbene questo fenomeno non rappresenti un pericolo radicale, sarebbe avventato chiudere gli occhi su di esso. La ragione principale di ciò è la corrosione. Gli specialisti delle stazioni di servizio domestiche sostengono che i gas di scarico non hanno un effetto meno aggressivo della condensa. Ma l’acqua nella marmitta di un’auto è ancora una potenziale minaccia, proprio come qualsiasi fluido metallico. Lo stesso vale per il serbatoio del gas, il motore, l’interno: in questi punti l’umidità si accumula talvolta negli stessi volumi della marmitta.

Oltre al fatto che l’acqua verrà effettivamente spruzzata dal tubo di scarico, il proprietario dell’auto dovrà anche affrontare un banale inconveniente. Durante il viaggio, pochi ignoreranno i suoni gorgoglianti e “sputi” emessi dal silenziatore, e nella stagione fredda c’è un ulteriore fastidio: una marmellata di ghiaccio. La condensa congelata può semplicemente bloccare l’uscita di scarico, impedendo il movimento della macchina.

Se l’acqua scorre dal tubo di scarico su un motore caldo

L’umidità può fuoriuscire dal serbatoio del carburante in altri sistemi di auto. Se il collo del tappo del bocchettone di riempimento dell’olio è sporco con rivestimento bianco, è presente condensa nel motore stesso. Se la guarnizione è danneggiata, accanto alle valvole rimangono segni simili. Anche l’antigelo miscelato con olio può avere lo stesso aspetto. In ogni caso, l’umidità nel motore è un rischio di aumento del calore..

La fonte del problema risiede nelle parti che perdono nell’auto, ma se questi danni non vengono rilevati anche con un’ispezione approfondita, è troppo presto per preoccuparsi. La condensa può verificarsi a causa di una miscela di acqua e olio sul motore. I comuni rimuovitori di umidità aiuteranno a liberarsene. Quando interagiscono con l’acqua, queste sostanze entrano in una reazione chimica. Pertanto, si formano composti che bruciano durante il funzionamento del motore senza danneggiare l’interno della vettura.

Fumo bianco da un silenziatore e acqua

Se il liquido nero gocciola

L’ansia inizia dal momento in cui la condensa che fuoriesce dal tubo di scarico è iridescente con una tonalità insolita. Può essere nero, blu e talvolta giallo-verde. Ma il colore dell’umidità dal silenziatore non deve sconcertare il proprietario dell’auto. Al contrario, questa tonalità darà una comprensione della natura del problema:

  • Alcune parti dell’auto sono molto logore. L’olio potrebbe fuoriuscire o il liquido di raffreddamento macchia l’umidità dalla marmitta in un colore insolito.
  • Carburante di bassa qualità a basso costo con un alto contenuto di additivi. Questi ultimi, di regola, non si esauriscono, ma escono dal silenziatore insieme alla condensa.
  • L’elevata concentrazione di fuliggine nella benzina tinge l’umidità di colore giallo-verde.
  • La fuliggine si è depositata all’interno della marmitta, facendo gocciolare acqua nera dal tubo di scarico.

La causa della condensa colorata viene rilevata solo dalla diagnosi. Le conclusioni preliminari possono essere tratte da un’ispezione indipendente dell’auto:

  1. Controllare la composizione della condensa. Buon riscaldamento del motore, è necessario chiudere il tubo di scarico con carta spessa. Dopo di che questo foglio viene steso ad asciugare al caldo. Se ci sono macchie di grasso, ciò indica una perdita d’olio.
  2. Ispeziona lo spazio sotto il cofano. Tutta l’attenzione dovrebbe essere focalizzata sulla ricerca di film petroliferi. Con un tale guasto, chiunque si trova accanto alla macchina apprende il caratteristico odore oleoso di perdite.
  3. Ispezionare le candele. Uno o più di essi esternamente possono sembrare perfettamente puliti. Questo è un segno sicuro che il refrigerante è caduto su di lei..
  4. Controllare la scala di olio e antigelo. L’uso eccessivo di questi componenti porta a perdite.
  5. Controllare le condizioni del motore. Il suo surriscaldamento può essere associato a una perdita nei sistemi interni di trasporto.
  6. Trova un nuovo fornitore di carburante. La qualità della benzina di un’altra stazione di servizio può essere molto diversa dalla precedente..
  7. Non evitare le visite alle stazioni di servizio. Gli specialisti di un servizio auto decente vedranno qualcosa a cui la maggior parte dei conducenti semplicemente non presta attenzione. L’autodiagnosi delle parti non garantisce alcun risultato; la manutenzione della macchina deve essere affidata a professionisti esperti.

Se c’è del fumo bianco proveniente dal silenziatore e dall’acqua

Questo è un segno di umidità accumulata all’interno del serbatoio del gas. Da lì, il liquido entra nel tubo di scarico, nelle candele e nella pompa del carburante. Allo stesso modo, può essere nel motore dell’auto. La causa del problema è il carburante di bassa qualità, che viene venduto in distributori di benzina vecchi, piccoli o economici. Per evitare ciò, è necessario informarsi sul prezzo della benzina. Se il suo costo in una particolare stazione di servizio è inferiore alla media della città, non tutto è così roseo.

Tale passaggio può essere risolto solo con la fornitura di carburante con un numero di ottano aumentato artificialmente aggiungendo additivi. Le stazioni di servizio collaudate di rinomate aziende sono sicuramente più affidabili. Ma anche la benzina di bassa qualità non è un ostacolo cardinale se la riempi con un serbatoio pieno. Quindi per l’umidità fisicamente non ci sarà posto dove potrebbe formarsi. In caso contrario, il rischio di condensa all’interno dei cilindri aumenta in modo significativo..

Come prevenire la comparsa di fluido nel tubo di scarico

Che si tratti di un’auto di lusso o di un’auto vecchia, non proteggerà dalle leggi della fisica, dalle forme di condensa in tutti. Lo stesso vale per la qualità della benzina: l’umidità sarà presente in tutte le marche, anche se in volumi diversi. Ma se l’acqua entrava nel silenziatore, allora dovresti aderire a raccomandazioni efficaci. Provati dal tempo e dalla pratica, aiuteranno a liberarsi della condensa:

  1. Conservare l’auto all’interno del garage quando fa freddo. Molti proprietari di auto preferiscono lasciare i loro veicoli al freddo, non volendo passare il tempo a camminare da casa al garage – in inverno questa è una grave mancanza di rispetto per la propria auto. Se la parcheggi di notte in una stanza calda (ad esempio in un garage), al mattino ci vorrà meno tempo per riscaldarti.
  2. Riscaldamento automatico. Questa funzione è disponibile nella maggior parte delle auto moderne. È importante configurarlo correttamente in modo che insieme alla macchina si riscaldi il silenziatore. Altrimenti, non vi è alcuna garanzia che, anche con l’attivazione di questo sistema, il tubo di scarico non sia ostruito da condensa ghiacciata. Questo vale per entrambe le auto con iniettori e carburatori, tuttavia questi ultimi si riscaldano più lentamente.
  3. Prestare attenzione al parcheggio. Se l’auto si trova su un pendio verso la marmitta, l’acqua scorre più veloce da essa.
  4. Organizza viaggi lunghi almeno settimanali. Questa è una misura preventiva efficace contro la formazione di tappi di ghiaccio dall’umidità congelata..
  5. Isolare il tubo di scarico dell’auto se non è presente né un garage né una funzione di riscaldamento. Per questo sono adatti isolanti termici non combustibili o riscaldamento a liquido..
  6. Cambia benzinaio. Il carburante scarso contribuisce anche alla condensa all’interno del silenziatore.
  7. Praticare un piccolo foro nella cavità. Il metodo vecchio e ambiguo, che fornisce deflusso gratuito di acqua. Meno metodo: lo stesso foro fungerà da catalizzatore per lo sviluppo della corrosione.

Isolamento del tubo di scarico dell'auto

Valuta questo articolo
( Ancora nessuna valutazione )
Aggiungi commenti

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!:

Perché c’è molta acqua nella marmitta: il problema della condensa
Come risparmiare sull’aria condizionata con uno scambiatore di calore