Indennità per ferie non utilizzate: procedura di liquidazione e tempistica

Il contenuto dell’articolo



Secondo il Codice del lavoro della Federazione Russa, ogni cittadino dipendente ha diritto a una vacanza retribuita annuale garantita. La sua durata è di 28 o più giorni. In determinate circostanze, è possibile un aumento della sua durata. In caso di mancato utilizzo di ulteriori giorni di riposo, il dipendente può redigere un compenso materiale. Le condizioni per la sua fornitura sono regolate dalle leggi federali.

Qual è il risarcimento in contanti per le vacanze non utilizzate

Tutti i cittadini occupati hanno diritto alle ferie annuali, ma non tutti i dipendenti ne fanno pieno uso. I giorni di ferie pagati, il cui numero supera i 28, sono soggetti a trasferimento o rimborso finanziario – a scelta del dipendente. Il codice del lavoro della Federazione Russa suggerisce la possibilità di ricevere pagamenti in contanti solo in cambio di un fine settimana aggiuntivo.

In caso di licenziamento di un dipendente, durante il calcolo, l’ultimo giorno lavorativo, il datore di lavoro deve corrispondergli un indennizzo proporzionale al tempo impiegato nell’organizzazione. Il pagamento del denaro rimanente per il resto della giornata viene effettuato su richiesta scritta del dipendente. La procedura per il pagamento del risarcimento per ferie non utilizzate è regolata da atti normativi e legislativi federali..

Chi non ha diritto a pagamenti compensativi

Vi sono restrizioni nella cerchia delle persone autorizzate a sostituire il periodo di ferie non utilizzato con pagamenti in contanti. L’articolo 126 del codice del lavoro impone il divieto di prevedere indennizzi per parte del periodo di ferie:

  • primaria e secondaria – per donne in gravidanza e lavoratrici di età inferiore ai 18 anni;
  • aggiuntivo – alle persone che lavorano in condizioni difficili, dannose, pericolose.

Ragazza incinta

Ragioni per la formazione di congedo illeso

Se un dipendente ha scritto una domanda per un riposo obbligatorio annuale completo, ma a causa di determinate circostanze non è stato possibile utilizzarlo completamente, sorgono giorni, in cambio dei quali è possibile ricevere un risarcimento monetario. Le ragioni di questa situazione possono essere:

  • malattia – ricevuta di un foglio di invalidità temporanea, con una durata massima di 30 giorni, per il periodo di validità del quale viene prolungato il riposo obbligatorio annuale;
  • la decisione del capo di ritirare il dipendente dalle vacanze per necessità industriale;
  • rinvio del periodo di ferie su iniziativa del dipendente per motivi validi a sua disposizione, ad esempio la morte di un parente;
  • calcolato erroneamente il numero di ferie pagate per il periodo di fatturazione;
  • adempimento durante le festività annuali delle funzioni statali associate al licenziamento.

Regolamentazione legale

Il risarcimento per le ferie non utilizzate è corrisposto nei momenti strettamente previsti dalla legge. La maggior parte delle sfumature sono regolate dal Codice del lavoro della Federazione Russa:

  • Arte. 126 – compensazione monetaria per ferie superiori allo standard 28;
  • Arte. 127 – lo stesso, ma al momento del licenziamento;
  • Arte. 115–120 – la durata delle festività principali e aggiuntive;
  • Arte. 423 – sulla proporzionalità della somma di denaro ricevuta in cambio di giorni di ferie non utilizzati;
  • Arte. 251–351 – caratteristiche della regolamentazione delle condizioni di lavoro e di riposo di alcune categorie di cittadini.

Il diritto dei rappresentanti di determinate professioni di ricevere una compensazione monetaria in cambio di riposo inutilizzato è stabilito dalla Parte IV del Codice del lavoro della Federazione Russa e da lettere ministeriali, ordini. La procedura per il calcolo della durata del servizio, il calcolo del numero di giorni da rimborsare e altre sfumature sono regolate dai seguenti atti normativi:

  • Le regole sulle festività regolari e aggiuntive approvate dal tubo dell’URSS nel 1930, come modificato dal 2010;
  • Lettera del Ministero della salute e dello sviluppo sociale n. 4334-17 del 7 dicembre 2005;
  • Lettera del Servizio federale per il lavoro e l’occupazione n. 944-6 del 23 giugno 2006;
  • Lettera di Rostrud n. 5921-TZ del 31 ottobre 2008;
  • Decreto del governo della Federazione Russa n. 922 del 24 dicembre 2007;
  • Convenzione internazionale sulle festività retribuite n. 132 (ratificata il 1 luglio 2010).

Codice del lavoro della Federazione Russa

In quali casi è richiesto un risarcimento

Nella maggior parte dei casi, l’intero numero rimanente di giorni del riposo annuale previsto è soggetto a rimborso e pagamento al momento del licenziamento. Sono possibili situazioni quando si continua a lavorare in un’organizzazione. La rarità di quest’ultima opzione è dovuta al fatto che dal Codice del lavoro è vietato compensare i 28 giorni di base per la maggior parte della popolazione attiva (ad eccezione di determinate professioni, ad esempio medici, insegnanti, ecc.) E i datori di lavoro preferiscono trasferire il resto al successivo periodo di fatturazione.

Il dipendente ha diritto a fornire un riposo retribuito annuo, della durata di 28 giorni di calendario almeno una volta ogni 24 mesi. La mancata fornitura è una violazione della legge, comporta una punizione amministrativa per il datore di lavoro. Utilizzando metà dei 56 giorni previsti per 2 anni lavorativi, il saldo non può essere rimborsato in contanti, perché Tutti questi sono componenti del nucleo obbligatorio. La sostituzione con denaro è possibile solo in caso di risoluzione del contratto di lavoro. Queste regole si applicano ai dipendenti chiave, interni, esterni a tempo parziale..

Al licenziamento di un dipendente

Il diritto all’uso delle ferie annuali retribuite deriva dal dipendente dopo sei mesi di lavoro. Al momento del licenziamento, tutti i giorni di ferie non utilizzati che fanno affidamento sono soggetti a indennizzo, indipendentemente dalla quantità di tempo impiegato nell’organizzazione. Ad esempio, un datore di lavoro che ha lavorato per 4 mesi deve rimborsare il periodo di riposo annuale obbligatorio in proporzione a tale periodo. Per un calcolo accurato, viene utilizzata una formula speciale..

Senza licenziamento

Quando il dipendente continua a lavorare nell’azienda, i giorni di riposo che non ha utilizzato per l’esercizio contabile sono trasferiti con il suo consenso all’anno successivo o pagati. L’articolo 115 del codice del lavoro della Federazione russa vieta la compensazione delle ferie annuali retribuite di base. Se il dipendente non lo ha spedito completamente, può compensare la parte rimanente, anche se non si ritira, ma è pagabile solo l’importo che supera i 28 giorni di calendario prescritti.

I giorni supplementari sono i giorni supplementari previsti dalla legge, dagli atti normativi locali dell’impresa, dal resto dei giorni di ferie per l’anno di insediamento precedente, ecc. L’articolo 116 del Codice del lavoro della Federazione Russa prevede una durata prolungata del riposo annuale, in cambio del quale è possibile un indennizzo per ferie non utilizzate senza licenziamento, alle seguenti categorie di lavoratori:

  • avere una natura speciale del lavoro – il numero di giorni aggiuntivi è stabilito dal governo della Federazione Russa;
  • impiegato in industrie pericolose – almeno 7 giorni;
  • con orario irregolare – 3 o più;
  • avere condizioni di lavoro pericolose – più di 6;
  • vivere in aree del Nord Estremo e terreno equivalente a loro – a seconda del coefficiente regionale;
  • disabili, pensionati – fino a 14 giorni di calendario;
  • rappresentanti di determinate professioni: medici, educatori, ricercatori, dipendenti pubblici;
  • in caso contrario, se stabilito da atti locali del datore di lavoro.

Risarcimento per giorni di ferie non utilizzati

Calcolo del risarcimento al momento del licenziamento

Un dipendente che ha lavorato per un certo periodo di tempo e non ha esercitato il diritto a ferie annuali retribuite è tenuto a rimborsare in questi giorni in termini monetari al momento del licenziamento. Il motivo della risoluzione del contratto di lavoro – a volontà, scadenza, violazione della disciplina del lavoro, ecc. – non pregiudica il diritto a ricevere il pagamento, è stabilito a tutti. L’indennità per congedi non utilizzati in caso di licenziamento è calcolata:

  1. in proporzione al tempo impiegato;
  2. tenendo conto dei guadagni giornalieri medi.

Quando è richiesto il risarcimento completo

In alcuni casi, un dipendente ha diritto al rimborso dei giorni di ferie non utilizzati per 12 mesi interi, anche se il periodo di lavoro è inferiore. Ciò accade quando un dipendente ha lavorato nell’azienda per un periodo superiore a 11 mesi – 1 anno e 11 mesi, 2 anni 11 mesi. eccetera. o ha un’esperienza di 5,5 mesi o più ed è stato licenziato per motivi:

  • riduzioni del personale;
  • liquidazione, riorganizzazione dell’impresa, unità strutturale;
  • reindirizzamento verso un altro luogo di lavoro;
  • coscrizione per servizio militare;
  • inadeguatezza.

Vacanza dei dipendenti

Le ferie per un periodo di 28 giorni di calendario sono previste per i dipendenti non per l’anno solare che inizia a gennaio, ma per la stima, calcolata dalla data di assunzione. Ad esempio, un dipendente ha ottenuto un lavoro il 02/04/2016, l’anno di calcolo per lui sarà 02/04/2016 – 02/03/2017 (in assenza di periodi che lo sostituiscono). Il diritto di utilizzare fino a 14 giorni di calendario (se concordato con le autorità – altro) sorge per il dipendente dopo 6 mesi di esperienza continua, ad es. nell’esempio sopra – 08/04/2016, e quello completo può essere utilizzato dopo 11 mesi. – 4 gennaio 2017.

In anticipo, è possibile fornire ferie annuali alle seguenti categorie di dipendenti:

  • persone di età inferiore ai 18 anni;
  • incinta
  • avere figli di età inferiore a tre anni;
  • lavoratori a tempo parziale;
  • beneficiari, come pensionati, persone con disabilità, ecc..

Per determinare il numero di giorni non utilizzati a scopo di compensazione, è necessario calcolare l’esperienza di vacanza. I periodi di ferie sono esclusi dal calcolo:

  • senza stipendio, della durata superiore a 14 giorni per 1 anno;
  • assistenza all’infanzia fino a 1,5 o 3 anni.

Ad esempio, un dipendente assunto il 02/04/2016 ha utilizzato 12 giorni del principale e 28 a proprie spese (dal 01/08 al 28/09), quindi in caso di licenziamento il 10/01/2016, è stato compensato per il periodo non utilizzato dal 02/02 al 01/08 e dal 15/08 al 01/10. Per arrotondare i mesi che compongono il periodo di vacanza, viene utilizzato il principio aritmetico: vengono arrotondati 15 o più giorni dell’ultimo mese, una durata più breve è più breve.

Calcolo del numero di mesi lavorati

Formula per il calcolo delle vacanze

Il dipendente può calcolare autonomamente l’importo richiesto per il riposo non speso, utilizzando il calcolatore online, ma è difficile, perché è necessario conoscere il reddito annuo totale, il numero di giorni liberi e il periodo di ferie. L’indennità per ferie non utilizzate è calcolata dai contabili delle imprese secondo la formula:

  • Importo = Numero di giorni non utilizzati? Guadagni giornalieri medi.

L’importo impostato per il periodo di riposo lavorato può essere calcolato in due modi:

  1. Secondo le Regole sulle festività regolari e aggiuntive del 1930, il documento approvato nell’Unione Sovietica, come modificato, è ancora valido. Giorni da compensare = Ore lavorate? Il numero di giorni stabiliti all’anno / 12. Ad esempio, un lavoratore che ha lavorato per 7 mesi riceve una richiesta di 7,28/12 = 16,33 = 17 giorni su sua richiesta. Secondo la prescrizione del Ministero della salute e dello sviluppo sociale, l’arrotondamento non viene eseguito durante il calcolo, ma se necessario, un numero intero viene arrotondato a favore del dipendente, anche se questo contraddice le regole dell’aritmetica.
  2. Secondo gli standard stabiliti dal Ministero della salute e dello sviluppo sociale della Federazione Russa: 2,33? numero di mesi lavorati. Per i 7 mesi lavorati dovrebbe essere 2,33? 7 = 16,31, con arrotondamento verso il dipendente ricevono gli stessi 17 giorni per essere compensati.

I guadagni giornalieri medi sono calcolati dalla formula che tiene conto degli stipendi dell’anno:

  • SDZ = ЗП / 12 / 29.3, dove:
    • ЗП – salari dei dipendenti negli ultimi 12 mesi, esclusi i pagamenti per congedo per malattia, elaborazione per esigenze di produzione, periodo di inattività forzata;
    • 12 – il numero di mesi in un anno;
    • 29.3 – il numero medio di giorni in un mese (tale numero medio mensile è stato introdotto nel TC ad aprile 2014 e rimane rilevante ora).

Se uno o più mesi non sono stati completamente elaborati, il calcolo viene effettuato secondo una formula completamente diversa:

  • SDZ = KPM? 29.3 + NP1 + NP2 + …, dove:
    • KPM: il numero di mesi interi,
    • NP – il numero di giorni lavorati in un mese incompleto (s).

Per i lavoratori stagionali e le persone che hanno stipulato un contratto di lavoro a tempo determinato fino a 2 mesi, il numero di giorni ammissibili di ferie retribuite è specificato nell’Art. 291 del Codice del lavoro della Federazione Russa ed è di 2 giorni per un mese lavorato. Il numero di giorni di ferie dovuti al rimborso a determinate altre categorie di dipendenti è indicato nella parte 4 del Codice del lavoro.

Come ottenere un risarcimento

Per ricevere un rimborso monetario per i giorni di riposo retribuito non utilizzati, è necessario contattare l’ufficio contabilità del luogo di lavoro con una dichiarazione scritta. Sulla base di ciò, viene emesso un ordine per il pagamento di un indennizzo, emesso al dipendente a fronte di una firma, le voci pertinenti vengono effettuate nei documenti del personale – una carta personale, programma ferie.

dichiarazione

Il modulo di domanda per la fornitura del pagamento per ferie non utilizzate non è approvato a livello statale. Un dipendente in forma casuale redige un documento che indica i principali dettagli necessari:

  • nell’intestazione: nome, posizione del dirigente, impiegato;
  • al centro: “dichiarazione”;
  • con azione rossa, testo di esempio: “Per favore, pagami un compenso in cambio di giorni inutilizzati …”;
  • quantità di giorni;
  • periodo di fatturazione;
  • data, firma del dipendente con decrittazione.

Un uomo scrive una dichiarazione

Ordine esecutivo di sostituire le ferie con compensazione monetaria

Dopo aver accettato la dichiarazione del dipendente, il manager la approva, emette un ordine per la contabilità e il dipartimento del personale. Se il direttore è direttamente responsabile della gestione delle risorse umane, si raccomanda di controllare i dati specificati nella domanda del dipendente al fine di evitare errori finanziari nel calcolo. Non esiste una forma unificata dell’ordine, viene creata secondo le norme standard dell’organizzazione, indicando le informazioni necessarie per questo caso: il nome dell’impiegato, il numero di giorni non utilizzati, ecc..

Un’opzione approssimativa (un documento di esempio):

Società a responsabilità limitata Vesna

LLC “Spring”

ORDINE:

No 137 CV del 10/01/2017.

Mosca

Sulla sostituzione di parte delle ferie annuali con compensazione monetaria

Ai sensi dell’art. 126 Codice del lavoro della Federazione Russa

ORDINO:

Tecnologo senior Makarova I.A. sostituire con una parte compensativa monetaria delle ferie supplementari per il periodo dal 12.03.2016 al 11.03.2017 per un importo di 2 (due) giorni di calendario.

Motivo: dichiarazione personale di I. Makarova dal 29.09.2017.

Direttore di Vesna LLC (firma) D. Kryuchkov.

Familiarizzato con l’ordine:

Tecnologo senior (firma) I. Makarova.

10/01/2017 g.

Quando pagato

Il risarcimento in contanti per ferie non utilizzate senza licenziamento viene pagato alla data del libro paga per il mese corrente. Alla risoluzione del contratto di lavoro, il trasferimento viene effettuato l’ultimo giorno lavorativo o il giorno in cui il dipendente presenta i requisiti per il suo calcolo. Il mancato rispetto dei termini di pagamento o l’evasione dell’adempimento di un obbligo legale relativo al pagamento di giorni non utilizzati comporta l’imposizione di sanzioni al datore di lavoro stabilito:

  1. Codice fiscale;
  2. Codice dei reati amministrativi.

Fiscalità e premi

La tassazione del risarcimento per il congedo non utilizzato alla cessazione del rapporto di lavoro è regolata dal Codice Fiscale della Federazione Russa. L’articolo 226 obbliga il datore di lavoro a trasferire l’imposta sul reddito delle persone fisiche entro e non oltre un giorno lavorativo successivo alla data di licenziamento del dipendente. In qualsiasi situazione – al momento del licenziamento o durante il proseguimento dell’attività lavorativa – i contributi assicurativi obbligatori alla Cassa di previdenza sociale e alla Cassa pensione vengono detratti dall’importo versato (Legge federale n. 212, Clausola 2, Parte 1, Articolo 9).

Nei documenti contabili di un’organizzazione (piccola impresa) che non ha un fondo di ferie per ferie, il rimborso di giorni inutilizzati si riflette come una voce di spesa (articolo 225 del codice fiscale della Federazione Russa), pertanto, influisce sul pagamento dell’imposta sul reddito da parte delle organizzazioni che applicano il sistema fiscale delle imposte senza reddito e non influisce sull’utilizzo del solo reddito come oggetto di tassazione.

Codice fiscale russo

Cosa fare se il pagamento della compensazione non è maturato o non è stato pagato in tempo

Il ritardo nel calcolo del risarcimento per i giorni non utilizzati o la sua assenza è il motivo per cui si applicano all’ispettorato del lavoro e al tribunale. Il Codice dei reati amministrativi prevede multe per il datore di lavoro per un importo di:

  • 10-20 mila rubli – per i funzionari;
  • 30-50 mila – per le persone giuridiche;
  • 1–5 mila – per gli imprenditori che operano senza una persona giuridica.

Per la ripetizione di violazioni simili, la pena è aumentata:

  • 20-30 mila rubli o sospensione dall’attività per 1-3 anni – per funzionari;
  • 10-30 mila – per soggetti non legali;
  • 30-50 mila – per le persone giuridiche.

Dopo aver intentato una causa contro il datore di lavoro, il dipendente ha diritto a chiedere un risarcimento non pagato, un pagamento insufficiente, un risarcimento per danni morali, i costi dei servizi legali relativi al contenzioso. Un dipendente ha il diritto di presentare un reclamo alle autorità competenti per recuperare un supplemento dal datore di lavoro entro 3 mesi dalla data del licenziamento.

Valuta questo articolo
( Ancora nessuna valutazione )
Aggiungi commenti

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: