In che modo un’azione è diversa da un’obbligazione e in quali attività investire

Prima di immergerti nel mondo degli investimenti, devi studiare a fondo fondamenti e principi di questo mondo.

Sapere come investire denaro significa innanzitutto capire come uno stock differisce da un’obbligazione: due opzioni di investimento chiave. Sia questo, sia altri, portano profitto e influenzano l’efficienza del portafoglio di investimenti, ma si comportano diversamente..

Ti consigliamo di familiarizzare con semplici consigli per la scelta di titoli promettenti e attività a lungo termine..

In che modo le azioni differiscono dalle obbligazioni

Azioni e obbligazioni: come scegliere il miglior investimento

Prima di immergersi nel mondo degli investimenti, è necessario studiare a fondo le basi e i principi di questo mondo. Sapere come investire denaro significa innanzitutto capire come uno stock differisce da un’obbligazione, due opzioni di investimento chiave. Entrambi portano profitto e influenzano l’efficacia del portafoglio di investimenti, ma si comportano in modo diverso. Ti consigliamo di familiarizzare con semplici consigli per la scelta di titoli promettenti e attività a lungo termine. Come un titolo differisce da un’obbligazione Prima di pensare all’acquisto di azioni in una società, è necessario capire di cosa si tratta. Un titolo è una piccola parte della proprietà di un’azienda. Di conseguenza, acquistare azioni significa diventare uno dei proprietari. Ad esempio, Facebook ha emesso circa 2.905 miliardi di azioni. Avendone acquistati 1000, non diventerai un azionista tanto quanto il CEO Mark Zuckerberg, ma dovrai sostenere profitti e perdite in conformità con la tua partecipazione nella proprietà. Se un’azione è una quota acquisita di una società, che cos’è un’obbligazione? Un’obbligazione è, in sostanza, il contributo di un investitore a una società con un rendimento prestabilito. Cioè, trasferisci alla società un importo pari al valore del titolo e ricevi gli interessi attivi stabiliti e, alla scadenza del legame, ti restituisce l’importo originale. Ora gli investitori hanno accesso a molti tipi di obbligazioni:

  • Tesoro. Rilasciato dal governo e considerato uno degli investimenti più “ferro”.
  • aziendale Rilasciato da singole società. Meno sicuri del tesoro, poiché sono influenzati da un numero maggiore di fattori esterni. Gli investitori obbligazionari sono persone per le quali la sicurezza e la stabilità vengono prima di tutto. Investire in obbligazioni è considerata una strategia di mercato prudente, ma questi titoli presentano anche rischi:
  • Rischio di tasso di interesse. Il valore di mercato di un’obbligazione diminuisce insieme ad un aumento del tasso di interesse chiave della Banca centrale (questo rischio è importante solo se il titolo viene venduto in anticipo).
  • Rischio di credito (probabilità di default). Una situazione può sorgere quando una società che emette un titolo non può ripagarlo. Per capire quale profitto ci si può aspettare acquistando un’obbligazione, gli investitori studiano il rendimento della carta. Può essere misurato nel tasso di interesse dichiarato, nel reddito della cedola e nel rendimento alla scadenza (l’investitore riceve pagamenti di interessi e plusvalenze a condizione che il documento sia mantenuto alla scadenza). Come scegliere l’investimento migliore Prima di impegnarsi attivamente negli investimenti, è necessario analizzare la propria situazione finanziaria e sviluppare una strategia finanziaria in base alla quale gli investimenti sono selezionati. Ecco un elenco approssimativo di condizioni da considerare quando si seleziona un investimento:
  • età;
  • posizione finanziaria, compresi capitale netto e reddito annuo;
  • orizzonte temporale – per quanto tempo prevedi di investire denaro;
  • obiettivi finanziari;
  • capacità di tollerare rischi e fluttuazioni del valore dei titoli;
  • esperienza di investimento;
  • aliquota fiscale;
  • altri investimenti che potresti già avere (incluso il risparmio previdenziale).

In definitiva, il tuo obiettivo di investimento dovrebbe determinare il rapporto tra azioni e obbligazioni nel portafoglio. Ad esempio, mirando ad aumentare il capitale, si diventa investitori nella crescita. In questo caso, è necessario un portafoglio orientato alle azioni. Se sei un sostenitore di un reddito periodico stabile dagli investimenti, sei un investitore redditizio il cui portafoglio è principalmente costituito da obbligazioni. Una valutazione onesta della propria tolleranza al rischio aiuta anche a trovare un equilibrio tra azioni e obbligazioni. Le scorte sono più redditizie a lungo termine, ma il loro valore oscilla notevolmente in brevi periodi. Esiste un’alta probabilità di riparare gravi perdite a breve termine. Ma allo stesso tempo, le obbligazioni non sono una garanzia di reddito. I loro prezzi sono ridotti in base all’aumento del tasso chiave. Poiché nessuno può prevedere con precisione il futuro dei mercati azionari e obbligazionari, molti esperti raccomandano agli investitori di creare un portafoglio bilanciato per la ragione più semplice: la diversificazione riduce il rischio. Quindi, ad esempio, alcuni investitori sono costretti ad aumentare la quota di obbligazioni nel portafoglio non perché desiderano più redditività, ma per diversificare il pacchetto. Come acquistare azioni e obbligazioni Dopo aver compreso il proprio bilancio preferito, è necessario continuare a ricercare opzioni specifiche per i titoli. In questa fase, molti investitori si rivolgono a consulenti finanziari. Questa pratica è molto utile e rilevante per i principianti. Se hai bilanciato il tuo portafoglio, hai svolto gran parte del difficile lavoro necessario per trovare un buon investimento. Un recente studio Wells Fargo afferma che il 96% della performance degli investimenti è determinato dall’equilibrio tattico e strategico, piuttosto che dalla scelta delle singole opzioni di investimento. In poche parole, presta attenzione al rapporto preferito tra azioni e obbligazioni e supportalo. Per iniziare a investire in obbligazioni e azioni, è necessario aprire un conto con un broker. Per un avvio e un’immersione più rapidi nell’ambiente, è possibile usufruire dell’offerta da un broker di ampio profilo, che garantisce sicurezza e fornisce suggerimenti sulla strategia di investimento.

Prima di pensare all’acquisto di azioni in una società, devi capire di cosa si tratta. Un titolo è una piccola parte della proprietà di un’azienda. Di conseguenza, acquistare azioni significa diventare uno dei proprietari. Ad esempio, Facebook ha emesso circa 2.905 miliardi di azioni. Avendone acquistati 1000, non diventerai un azionista tanto quanto il CEO Mark Zuckerberg, ma dovrai sostenere profitti e perdite in conformità con la tua partecipazione nella proprietà.

Se un’azione è una quota acquisita di una società, allora cos’è un’obbligazione?

Un’obbligazione è, in sostanza, il contributo di un investitore a una società con un rendimento prestabilito. Cioè, trasferisci alla società un importo pari al valore del titolo e ricevi gli interessi attivi stabiliti e, alla scadenza del legame, ti restituisce l’importo originale. Ora gli investitori hanno accesso a molti tipi di obbligazioni:

  • Tesoro. Rilasciato dal governo e considerato uno degli investimenti più “ferro”.

    • Corporate. Rilasciato da singole società. Meno sicuri del tesoro, poiché sono influenzati da più fattori esterni.

    Gli investitori obbligazionari sono persone per le quali la sicurezza e la stabilità vengono prima di tutto. Investire in obbligazioni è considerata una strategia di mercato prudente, ma questi titoli presentano anche rischi:

    • Rischio di tasso di interesse. Il valore di mercato di un’obbligazione diminuisce insieme ad un aumento del tasso di interesse chiave della Banca centrale (questo rischio è importante solo se il titolo viene venduto in anticipo).

    • Rischio di credito (probabilità di default). Una situazione può verificarsi quando una società che emette un titolo non può ripagarlo..

Per capire quale profitto ci si può aspettare acquistando un’obbligazione, gli investitori studiano il rendimento della carta. Può essere misurato nel tasso di interesse dichiarato, nel reddito della cedola e nel rendimento alla scadenza (l’investitore riceve pagamenti di interessi e plusvalenze a condizione che il documento sia mantenuto alla scadenza).

Come scegliere il miglior investimento

Azioni e obbligazioni: come scegliere il miglior investimento

Prima di immergersi nel mondo degli investimenti, è necessario studiare a fondo le basi e i principi di questo mondo. Sapere come investire denaro significa innanzitutto capire come uno stock differisce da un’obbligazione, due opzioni di investimento chiave. Entrambi portano profitto e influenzano l’efficacia del portafoglio di investimenti, ma si comportano in modo diverso. Ti consigliamo di familiarizzare con semplici consigli per la scelta di titoli promettenti e attività a lungo termine. Come un titolo differisce da un’obbligazione Prima di pensare all’acquisto di azioni in una società, è necessario capire di cosa si tratta. Un titolo è una piccola parte della proprietà di un’azienda. Di conseguenza, acquistare azioni significa diventare uno dei proprietari. Ad esempio, Facebook ha emesso circa 2.905 miliardi di azioni. Avendone acquistati 1000, non diventerai un azionista tanto quanto il CEO Mark Zuckerberg, ma dovrai sostenere profitti e perdite in conformità con la tua partecipazione nella proprietà. Se un’azione è una quota acquisita di una società, che cos’è un’obbligazione? Un’obbligazione è, in sostanza, il contributo di un investitore a una società con un rendimento prestabilito. Cioè, trasferisci alla società un importo pari al valore del titolo e ricevi gli interessi attivi stabiliti e, alla scadenza del legame, ti restituisce l’importo originale. Ora gli investitori hanno accesso a molti tipi di obbligazioni:

  • • Tesoro. Rilasciato dal governo e considerato uno degli investimenti più “ferro”.
    • Corporate. Rilasciato da singole società. Meno sicuri del tesoro, poiché sono influenzati da un numero maggiore di fattori esterni. Gli investitori obbligazionari sono persone per le quali la sicurezza e la stabilità vengono prima di tutto. Investire in obbligazioni è considerata una strategia di mercato prudente, ma questi titoli presentano anche rischi:
    • Rischio di tasso di interesse. Il valore di mercato di un’obbligazione diminuisce insieme ad un aumento del tasso di interesse chiave della Banca centrale (questo rischio è importante solo se il titolo viene venduto in anticipo).
    • Rischio di credito (probabilità di default). Una situazione può sorgere quando una società che emette un titolo non può ripagarlo. Per capire quale profitto ci si può aspettare acquistando un’obbligazione, gli investitori studiano il rendimento della carta. Può essere misurato nel tasso di interesse dichiarato, nel reddito della cedola e nel rendimento alla scadenza (l’investitore riceve pagamenti di interessi e plusvalenze a condizione che il documento sia mantenuto alla scadenza). Come scegliere l’investimento migliore Prima di impegnarsi attivamente negli investimenti, è necessario analizzare la propria situazione finanziaria e sviluppare una strategia finanziaria in base alla quale gli investimenti sono selezionati. Ecco un elenco approssimativo di condizioni da considerare quando si seleziona un investimento:
    • età;
    • posizione finanziaria, inclusi capitale netto e reddito annuo;
    • orizzonte temporale – per quanto tempo prevedi di investire denaro;
    • obiettivi finanziari;
    • capacità di tollerare rischi e fluttuazioni del valore dei titoli;
    • esperienza di investimento;
    • aliquota fiscale;
    • altri investimenti che potresti già avere (inclusi i risparmi per la pensione).

In definitiva, il tuo obiettivo di investimento dovrebbe determinare il rapporto tra azioni e obbligazioni nel portafoglio. Ad esempio, mirando ad aumentare il capitale, si diventa investitori nella crescita. In questo caso, è necessario un portafoglio orientato alle azioni. Se sei un sostenitore di un reddito periodico stabile dagli investimenti, sei un investitore redditizio il cui portafoglio è principalmente costituito da obbligazioni. Una valutazione onesta della propria tolleranza al rischio aiuta anche a trovare un equilibrio tra azioni e obbligazioni. Le scorte sono più redditizie a lungo termine, ma il loro valore oscilla notevolmente in brevi periodi. Esiste un’alta probabilità di riparare gravi perdite a breve termine. Ma allo stesso tempo, le obbligazioni non sono una garanzia di reddito. I loro prezzi sono ridotti in base all’aumento del tasso chiave. Poiché nessuno può prevedere con precisione il futuro dei mercati azionari e obbligazionari, molti esperti raccomandano agli investitori di creare un portafoglio bilanciato per la ragione più semplice: la diversificazione riduce il rischio. Quindi, ad esempio, alcuni investitori sono costretti ad aumentare la quota di obbligazioni nel portafoglio non perché desiderano più redditività, ma per diversificare il pacchetto. Come acquistare azioni e obbligazioni Dopo aver compreso il proprio bilancio preferito, è necessario continuare a ricercare opzioni specifiche per i titoli. In questa fase, molti investitori si rivolgono a consulenti finanziari. Questa pratica è molto utile e rilevante per i principianti. Se hai bilanciato il tuo portafoglio, hai svolto gran parte del difficile lavoro necessario per trovare un buon investimento. Un recente studio Wells Fargo afferma che il 96% della performance degli investimenti è determinato dall’equilibrio tattico e strategico, piuttosto che dalla scelta delle singole opzioni di investimento. In poche parole, presta attenzione al rapporto preferito tra azioni e obbligazioni e supportalo. Per iniziare a investire in obbligazioni e azioni, è necessario aprire un conto con un broker. Per un avvio e un’immersione più rapidi nell’ambiente, è possibile utilizzare l’offerta di un broker con un profilo ampio, che fornisce sicurezza e fornisce suggerimenti sulla strategia di investimento. “Larghezza =” 815 “height =” 543 “/>

Prima di impegnarsi attivamente negli investimenti, è necessario analizzare la propria situazione finanziaria e sviluppare una strategia finanziaria, sulla base della quale vengono selezionati gli investimenti. Ecco un elenco approssimativo di condizioni da considerare quando si seleziona un investimento:

  • età;
  • posizione finanziaria, compresi capitale netto e reddito annuo;
  • orizzonte temporale – per quanto tempo prevedi di investire denaro;
  • obiettivi finanziari;
  • capacità di tollerare rischi e fluttuazioni del valore dei titoli;
  • esperienza di investimento;
  • aliquota fiscale;
  • altri investimenti che potresti già avere (incluso il risparmio previdenziale).

In definitiva, il tuo obiettivo di investimento dovrebbe determinare il rapporto tra azioni e obbligazioni nel portafoglio. Ad esempio, mirando ad aumentare il capitale, si diventa investitori nella crescita. In questo caso, è necessario un portafoglio orientato alle azioni..

Se sei un sostenitore di un reddito periodico stabile dagli investimenti, sei un investitore redditizio il cui portafoglio è principalmente costituito da obbligazioni.

Una valutazione onesta della propria tolleranza al rischio aiuta anche a trovare un equilibrio tra azioni e obbligazioni. Le scorte sono più redditizie a lungo termine, ma il loro valore oscilla notevolmente in brevi periodi. Esiste un’alta probabilità di riparare gravi perdite a breve termine. Ma allo stesso tempo, le obbligazioni non sono una garanzia di reddito. I loro prezzi sono ridotti in base all’aumento del tasso chiave.

Poiché nessuno può prevedere con precisione il futuro dei mercati azionari e obbligazionari, molti esperti raccomandano agli investitori di creare un portafoglio bilanciato per la ragione più semplice: la diversificazione riduce il rischio. Quindi, ad esempio, alcuni investitori sono costretti ad aumentare la quota di obbligazioni nel portafoglio non perché vogliono più redditività, ma per diversificare il pacchetto.


Leggi anche: 6 errori di base di un investitore alle prime armi


Come acquistare azioni e obbligazioni

come le azioni differiscono dalle obbligazioni

Dopo aver individuato il saldo preferito, è necessario continuare a cercare opzioni specifiche per i titoli. In questa fase, molti investitori si rivolgono a consulenti finanziari. Questa pratica è molto utile e rilevante per i principianti. Se hai bilanciato il tuo portafoglio, hai fatto gran parte del duro lavoro che devi fare per trovare un buon investimento..

Un recente studio Wells Fargo afferma che il 96% della performance degli investimenti è determinato dall’equilibrio tattico e strategico, piuttosto che dalla scelta delle singole opzioni di investimento. In poche parole, presta attenzione al rapporto azioni / obbligazioni preferito e mantienilo..

Per iniziare a investire in obbligazioni e azioni, è necessario aprire un conto con un broker. Per un avvio e un’immersione più rapidi nell’ambiente, è possibile usufruire dell’offerta da un broker di ampio profilo, che garantisce sicurezza e fornisce suggerimenti sulla strategia di investimento.

Articoli simili
Valuta questo articolo
( Ancora nessuna valutazione )
Aggiungi commenti

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!:

In che modo un’azione è diversa da un’obbligazione e in quali attività investire
Fibra di carbonio – il materiale del futuro nella costruzione