Strisce LED per illuminazione: tipi, tipi, connessione

Sezioni dell’articolo



Le strisce a LED sono apparse non molto tempo fa – all’inizio di questo secolo, tuttavia, hanno già ottenuto il riconoscimento come il modo più efficace per decorare le stanze con luce, illuminazione economica e retroilluminazione. Nell’articolo vedremo i tipi di strisce LED e come collegarle..

Strisce LED per illuminazione: tipi, tipi, connessione

Caratteristiche e prestazioni delle strisce LED

Strutturalmente, i nastri sono una striscia di materiale dielettrico, sulla cui superficie sono fissati binari conduttivi su entrambi i lati. Il nastro è diviso in segmenti, in cui tre o più LED sono fissi. I principali parametri del nastro:

  1. Tensione di alimentazione: 6, 12, 24, 36, 110, 220 V.
  2. Efficienza luminosa – 60-100 lm / W.
  3. Lunghezza: 50-500 cm.

Strisce LED per illuminazione: tipi, tipi, connessione

Colore

La versione più semplice dei LED utilizzati nelle strisce monocromatiche:

  • rosso (lunghezza d’onda 610-760 nm);
  • arancione (590-610 nm);
  • giallo (570-590 nm);
  • verde (500-570 nm);
  • blu (450-500 nm);
  • viola (400-450 nm).

Strisce LED per illuminazione: tipi, tipi, connessione

I LED CW bianchi sono un diodo UV rivestito di fosforo. Il principio di ottenere il colore bianco è simile a quello delle lampade fluorescenti.

L’intero spettro della luminescenza è dato dalle strisce RGB. Ogni striscia LED ha cristalli con bagliore rosso, blu e verde. Regolando la luminosità di ciascuna luce, è possibile ottenere una tavolozza completa.

Dimensioni standard

Di seguito sono prese come dimensioni di base per i LED SMD nei nastri:

  • SMD 3528 (3,5×2,8 mm);
  • SMD 5050 (5,0×5,0 mm).

Strisce LED per illuminazione: tipi, tipi, connessione

Nella designazione della dimensione standard dei nastri, ci sono varianti SMD 3528 e SMD 2835, che determinano l’orientamento del diodo rettangolare sul nastro.

La densità dei diodi sul nastro è determinata dal numero di elementi per metro corrente: 30, 60, 72, 120, 240. Insieme alla luminosità, la densità determina il flusso luminoso da un metro del nastro in lumen, da 240 a 2640 lm / metro.

Grado di protezione

Determinato dalla classificazione IP standard:

  1. IP20 – nessuna protezione.
  2. Fino a IP65 – nastro e diodi sono ricoperti da uno strato di silicone. Protezione da umidità elevata e polvere.
  3. IP 67 e oltre – calotta in silicone monopezzo con massima protezione a scapito delle dimensioni del nastro.

Strisce LED per illuminazione: tipi, tipi, connessione

Selezione di strisce LED

È necessario valutare i requisiti per l’illuminazione che saranno implementati dalle strisce LED e, in base a ciò, selezionare l’opzione migliore.

Il grado di protezione è determinato dalle condizioni operative. Per l’installazione nascosta in una scatola di alluminio in una zona residenziale, è adatta la protezione IP20 (27). Con protezione dall’umidità e in parte dalla polvere – IP65. Per l’installazione all’esterno dell’edificio, incluso in una scatola – massima protezione IP67 e superiore.

Colore

Determinato in base alle preferenze personali e ai requisiti di illuminazione, tenendo conto delle seguenti caratteristiche:

  1. I LED monocromatici producono uno spettro ristretto di colori che, in assenza di altre fonti luminose, colora lo spazio illuminato con il suo colore.
  2. Il colore bianco dei LED CW è il risultato dell’emissione di fosforo e può essere caldo, freddo o neutro, con sfumature leggermente diverse rispetto ad altri tipi di lampade.
  3. I nastri con caratteristiche identiche dello stesso produttore, ma di lotti diversi, differiscono per lo più nella tonalità. Questo è importante da considerare quando si organizza l’illuminazione all’interno della stessa stanza o edificio..

Strisce LED per illuminazione: tipi, tipi, connessione

Potenza del flusso luminoso

L’efficienza luminosa è caratterizzata dall’emissione luminosa (lumen) emessa dai LED e dal grado di illuminazione (lux). In questo caso, 1 lx = 1 lm / sq. m.

I fattori chiave per la selezione sono:

  1. Distanza dalla superficie illuminata.
  2. Grado di illuminazione richiesto (lux).
  3. Dimensioni apparecchio di illuminazione, striscia LED.

Strisce LED per illuminazione: tipi, tipi, connessione

Dovrebbe essere basato sui requisiti per l’illuminazione in vari tipi di locali. Per i soggiorni, è prescritto un tasso di illuminazione di 150 lux, mentre 75 lux sono sufficienti per un guardaroba..

Conoscendo la distanza dal sito di installazione del nastro alla superficie illuminata e l’angolo di diffusione della luce dei LED (120-150), è possibile determinare il flusso luminoso totale in lumen. Conoscendo le dimensioni dell’apparecchio di illuminazione, è possibile selezionare il modello di nastro desiderato.

Densità dei LED. Uniformità dell’illuminazione

Per l’illuminazione di contorno, ad esempio, come parte di un controsoffitto o di una superficie illuminata ravvicinata, è importante l’uniformità del bagliore del nastro. La preferenza viene data ai nastri con la massima densità del LED.

Strisce LED per illuminazione: tipi, tipi, connessione

In tutti gli altri casi, il fattore determinante è la distanza dalla superficie illuminata. Già dopo 10-15 cm, il confine tra i punti luce dei diodi con una densità di installazione su un nastro di 30 pezzi / m è insignificante e solo su superfici uniformemente verniciate.

Selezione dell’alimentazione

Il parametro chiave per il funzionamento dei LED è la potenza attuale e la sua direzione. Le strisce LED hanno già resistori di limitazione della corrente (resistenza), quindi, per collegare i nastri, è necessario un alimentatore CC (PSU), stabilizzato in tensione in conformità rigorosa con il valore indicato sul nastro.

Strisce LED per illuminazione: tipi, tipi, connessione

Non è consentito utilizzare la connessione parallela di due nastri della stessa lunghezza o semplici divisori di tensione resistiva. Solo alimentatore con il rating appropriato. Per il collegamento in parallelo di strisce LED, vengono utilizzati amplificatori speciali.

Il secondo parametro dell’alimentatore è la potenza. L’alimentazione determina la lunghezza consentita della striscia LED, che l’alimentatore può alimentare senza problemi. La potenza totale della striscia LED è idealmente inferiore del 10-15% rispetto alla potenza nominale dell’unità selezionata.

Controllo dell’illuminazione di sfondo

Il controller regola la luminosità e imposta le modalità operative delle strisce LED. È collegato tra l’alimentatore e la striscia LED e commuta la tensione fornita, formando un alimentatore ad impulsi ad alta frequenza, dell’ordine di kilohertz. La luminosità dei diodi è impostata dalla pausa tra gli impulsi.

Strisce LED per illuminazione: tipi, tipi, connessione

Per i nastri RGB, regolare la luminosità di ogni singolo colore equivale a cambiare lo spettro e la luminosità dell’intero nastro. Un controller di alta qualità è in grado di eseguire la correzione gamma, senza la quale è impossibile regolare la riproduzione esatta del colore.

Se è necessario solo il controllo della luminosità, senza modalità operative aggiuntive, viene utilizzato un dimmer.

Strisce LED per illuminazione: tipi, tipi, connessione

Quando si sceglie, è importante determinare le seguenti caratteristiche:

  • massima corrente commutata, potenza;
  • numero di canali di controllo;
  • insieme di funzioni;
  • modo di impostare la modalità operativa del controller.

Inoltre, i controller possono supportare diverse opzioni di controllo:

  1. Tattile (pulsanti e controlli direttamente sull’unità controller).
  2. Telecomando IR.
  3. Wi-Fi, portata radio.

Strisce LED per illuminazione: tipi, tipi, connessione

Il controllo tattile è adatto nel caso di una singola sorgente luminosa, per la quale è sufficiente una regolazione singola al momento dell’installazione o raramente sono necessarie modifiche.

Telecomando

Per controllare l’illuminazione a LED, sono stati sviluppati speciali telecomandi, sui quali è possibile vedere chiaramente quale pulsante è possibile selezionare il colore appropriato o regolare lo spettro del bagliore, nonché regolare la luminosità o l’effetto (strobo, musica leggera, ecc.).

Strisce LED per illuminazione: tipi, tipi, connessione

Nel caso del supporto del controller Wi-Fi, è possibile controllare l’illuminazione tramite un’applicazione su uno smartphone, tablet o PC.

Come parte dei sistemi Smart Home

Per integrarsi nel sistema Smart Home, tutti i controller devono essere dello stesso tipo e avere lo stesso protocollo di controllo remoto, ad esempio Wi-Fi wireless o una porta IP cablata.

Valuta l'articolo
( Ancora nessuna valutazione )
Condividi con gli amici
Suggerimenti su qualsiasi argomento da parte di esperti
Aggiungi un commento

Cliccando sul pulsante "Invia commento" acconsento al trattamento dei dati personali e accetto la informativa sulla privacy