Risparmio energetico a casa

Sezioni dell’articolo



In questo articolo: perché hai davvero bisogno di risparmiare energia; tariffe di misurazione dell’elettricità diurna e notturna; il principale spreco di elettricità sono le lampade di illuminazione; controller per il controllo dell’illuminazione e il risparmio di budget; misure che ti permetteranno di risparmiare sulle bollette.

Risparmio energetico a casa

Nonostante chiari segni di progresso tecnologico e un aumento del livello di istruzione della popolazione, molti continuano a credere che l’elettricità provenga esclusivamente dalla presa – basta collegare la spina e funzionerà per sempre. Tuttavia, l’aumento dei prezzi dell’energia non può essere fermato in alcun modo; ogni anno, la suddetta presa elettrica fornirà energia a costi sempre maggiori. Siamo abituati a sprecare energia invano, abituati a prezzi bassi per questo – dovremo imparare urgentemente come risparmiare senza sprecare kilowatt. In che modo il risparmio energetico aiuterà a salvare il bilancio familiare e come si possono ottenere risparmi – studieremo questo problema.

Risparmio energetico – ragioni e obiettivi

Tradizionalmente, la popolazione dei paesi dell’ex Unione Sovietica considera gli europei senza eccezioni ricchi, sperperanti somme di denaro a destra e a sinistra. Questo è il motivo per cui i “nuovi russi” degli anni ’90 acquistarono auto costose e palazzi a più piani, che brillavano di luce elettrica tutto il giorno – cercarono di essere come ricchi europei, indipendentemente dai costi. Nel frattempo, anche gli europei benestanti preferiscono risparmiare su eventuali benefici comuni: praticamente non usano il bagno per fare il bagno – solo la doccia; non lavano mai i loro vestiti o lavano i piatti durante il giorno – solo di notte, programmando la lavatrice e la lavastoviglie per questo (le tariffe elettriche notturne sono più economiche); non utilizzare elettrodomestici in cucina per riscaldare alimenti, ecc., preferendo utilizzare una stufa a gas per questo scopo. Eppure – gli europei non sosterranno mai l’illuminazione elettrica dell’illuminazione esterna dell’area vicino alla casa per tutta la notte, attivandola solo quando necessario. Si scopre che la situazione con il livello di ricchezza della popolazione europea e della CSI dal punto di vista delle bollette è sostanzialmente invertita: i spenditori qui non sono europei, ma i nostri concittadini!

Dalla metà degli anni ’90, il governo russo ha preso provvedimenti nel campo del risparmio energetico, ma il complesso di misure ad esso associate è percepito negativamente dalla popolazione. Perché è necessario risparmiare energia e vettori energetici? Consideriamo questo problema usando l’esempio di misure volte al risparmio energetico.

Risparmio energetico a casa

Dal 1996, un sistema di misurazione dell’elettricità è stato introdotto in Russia a due tariffe: diurna (dalle 7:00 alle 23:00) e di notte (rispettivamente, dalle 23:00 alle 19:00); il consumo di elettricità è registrato da uno speciale contatore elettrico programmato per due tariffe. In base al sistema a due tariffe, un chilowatt di elettricità notturna costa circa la metà del prezzo diurno. La necessità di introdurre questo sistema di contabilità è associata all’irregolarità del carico giornaliero sul produttore di elettricità – la centrale elettrica. Di norma, il picco del consumo di elettricità si verifica ogni giorno al mattino e alla sera, quindi il sistema a doppia tariffa è progettato per indurre la popolazione a trasferire parte del carico al sistema di alimentazione durante la notte, poiché ciò sarà vantaggioso sia per il consumatore che per il fornitore. L’equalizzazione del carico sul sistema di alimentazione a causa dell’uso di elettricità durante la notte ridurrà i costi di riparazione delle apparecchiature delle centrali elettriche, ridurrà il consumo di energia e migliorerà la situazione ambientale (ogni tonnellata di carbone bruciata fornisce circa 2 tonnellate di anidride carbonica).

Tra le misure per il risparmio di elettricità vi è il divieto di produzione e vendita di lampade a incandescenza con una potenza di almeno 100 W in Russia; in futuro saranno vietate anche lampade a bassa potenza. A proposito, nell’Unione Europea è stato introdotto un divieto totale sulla produzione e l’uso delle lampade a incandescenza dal settembre di quest’anno..

Come frenare i ranger elettrici domestici

Il consumo principale di elettricità sulla Terra è per l’illuminazione. Solo la sostituzione di lampadine a incandescenza con lampade fluorescenti e LED a risparmio energetico consentirà un risparmio energetico del 50%. Ad esempio, una lampada a incandescenza da 100 W consuma 1500 kW di elettricità per 15.000 ore di funzionamento (circa 4 anni) e il suo analogo in potenza – una lampada fluorescente da 20 W – solo 300 kW per lo stesso numero di ore di funzionamento. Va notato che in 4 anni circa 5-7 lampade a incandescenza si guastano inevitabilmente e richiedono la sostituzione – tra gli altri tipi di lampade di illuminazione moderne, questo tipo ha la durata più breve e, tra le altre cose, bassa efficienza luminosa.

Risparmio energetico a casa

Per ottenere un completo risparmio energetico, sono necessari vari tipi di controller progettati per accendere e spegnere automaticamente gli apparecchi elettrici: dimmer (dimmer), termostati, sensori di controllo dell’illuminazione.

Risparmio energetico a casa

I dimmer ti permetteranno di controllare l’intensità dell’illuminazione attenuando o amplificando la luce delle lampade in base alle esigenze delle famiglie al momento. I modelli di dimmer programmabili consentono di impostare in anticipo più opzioni di intensità della luce per un facile controllo.

Risparmio energetico a casa

I sensori di controllo dell’illuminazione consentiranno di diseccitare le sorgenti luminose in assenza di membri della famiglia senza la loro diretta partecipazione a questo processo. Tali sensori differiscono nel loro principio di funzionamento; possono essere ottici, infrarossi, acustici, induttivi, capacitivi e combinati. Gli ultimi quattro tipi di sensori sono dotati di un timer, che consente di impostare il periodo di tempo durante il quale l’illuminazione sarà attiva.

Il funzionamento di un sensore ottico (il suo secondo nome è un sensore crepuscolare) si basa su un cambiamento di luce naturale, riconosciuto da un relè di luce incorporato nel dispositivo – durante le ore diurne, tale sensore spegnerà l’illuminazione e riattiverà i dispositivi di illuminazione che controlla al crepuscolo. Tali dispositivi consentono di impostare un’altra modalità operativa oltre a quella diurna – notturna o di mezzanotte, che spegne l’illuminazione a tarda notte per risparmiare energia.

Il sensore a infrarossi rileva la presenza di una persona nella stanza analizzando la radiazione termica nell’area della sua azione: questo dispositivo accenderà l’illuminazione quando appare la famiglia e manterrà i dispositivi di illuminazione funzionanti finché qualcuno è nella stanza. Se le famiglie lasciano la stanza, quindi, in risposta ai cambiamenti della radiazione termica, il sensore a infrarossi disecciterà l’illuminazione. I sensori IR sono progettati per l’uso all’interno di una casa o appartamento.

Percezione delle onde sonore caratteristiche di una persona – suono di chiavi, passi, voce, suono di apertura e chiusura di porte – il sensore acustico attiva l’illuminazione per un breve periodo specificato durante la sua programmazione. L’illuminazione a breve termine sarà sufficiente per una persona di passare al vano dell’ascensore e da esso alla porta dell’appartamento, aprire la serratura della porta, scendere o salire una sezione della scala. Dopo un certo periodo di tempo e in assenza di suoni “umani” nell’area del sensore acustico, l’illuminazione delle scale verrà disattivata. Di conseguenza, il controllo dell’illuminazione con l’aiuto di tali controller viene effettuato nelle trombe delle scale e negli ingressi degli edifici a più piani..

Risparmio energetico a casa

I principi di funzionamento dei sensori induttivi e capacitivi sono simili. Il primo dispositivo reagisce ai cambiamenti nel campo magnetico, il secondo – al campo elettrico nell’area monitorata da loro, la cui intensità cambia quando appare una persona. A causa delle caratteristiche di progettazione – i sensori induttivi sono dotati di induttori e i sensori capacitivi sono dotati di antenne direzionali – tali dispositivi sono progettati per controllare l’illuminazione all’esterno della casa.

Il sensore combinato utilizza diversi metodi per rilevare le persone, che consente di aumentare la velocità di reazione a una presenza umana nell’area monitorata.

Oltre ai sensori di controllo dell’illuminazione indipendenti, esistono sistemi complessi che forniscono un controllo strategico dell’illuminazione in ufficio e in casa, il che consente di ottenere il massimo risparmio energetico possibile senza alcun danno per i consumatori..

Come risparmiare elettricità da soli

Alcune semplici raccomandazioni permetteranno a ciascuno di voi di risparmiare in modo significativo sul pagamento delle bollette dell’elettricità, tuttavia, questo sarà un po ‘più difficile che affidare questa materia ai controllori – è richiesta la partecipazione personale.

Risparmio energetico a casa

Pertanto, è necessario eseguire incondizionatamente le seguenti azioni ogni giorno:

  • spegni la luce nelle stanze dove non ci sono membri della famiglia;
  • spegnere gli elettrodomestici in stand-by da molto tempo;
  • impostare il PC per passare automaticamente alla modalità di sospensione impostando un intervallo conveniente per l’utente;
  • non aspettare fino a quando il sensore per il riempimento del contenitore della polvere nell’aspirapolvere informa della necessità di svuotarlo: più spesso viene pulito, meno elettricità deve funzionare il dispositivo;
  • riempire il cestello della lavatrice solo con la quantità di bucato specificata nelle istruzioni del dispositivo;
  • riscalda nel bollitore elettrico solo la quantità di acqua necessaria al momento (ma non inferiore al livello “min”!)
  • non mettere contenitori con alimenti che devono essere raffreddati a temperatura ambiente in frigorifero – lasciarli sul tavolo o metterli in un contenitore con acqua fredda;
  • non installare il frigorifero accanto a dispositivi di riscaldamento, non mantenendo le distanze richieste dalle istruzioni;
  • usando una stufa elettrica, prova a posizionare pentole e padelle sui “pancake” del bruciatore che hanno un diametro uguale al fondo delle pentole o leggermente più piccoli di esso. Non appena il cibo in cottura bolle, abbassare la temperatura di riscaldamento della piastra di cottura (l’acqua bolle a 100 ° C, riscaldando la piastra di cottura a una temperatura più elevata non si accelera il processo di cottura).

Se aderisci alle regole volte al risparmio energetico, sarà difficile, quindi è molto più facile affidare questo complesso di compiti ai controllori: non hanno bisogno di riposo e non sbagliano mai, perché non ne sono capace.

Valuta l'articolo
( Ancora nessuna valutazione )
Condividi con gli amici
Suggerimenti su qualsiasi argomento da parte di esperti
Aggiungi un commento

Cliccando sul pulsante "Invia commento" acconsento al trattamento dei dati personali e accetto la informativa sulla privacy