Riscaldamento a pavimento elettrico fai-da-te sotto le piastrelle

Sezioni dell’articolo



Quando si installa un riscaldamento a pavimento elettrico sotto una piastrella con le proprie mani, l’importante è seguire l’ordine di lavoro e prestare attenzione ai punti importanti dell’installazione. Il collegamento al riscaldamento a pavimento dell’elettricità non ti causerà alcuna difficoltà. Ti daremo anche alcuni consigli professionali.

Riscaldamento a pavimento elettrico fai-da-te sotto le piastrelle

Selezione della potenza

Il calcolo della potenza del riscaldamento a pavimento non è difficile, ma qui risolveremo questo problema in modo diverso. Non considereremo la potenza in quanto tale, ma la lunghezza richiesta del cavo elettrico da terra. Diamo per scontato che la fase di posa dei cavi è di quindici centimetri. Questo è il valore più ottimale. Supponiamo anche che durante la posa siano necessari circa venticinque centimetri di cavo per un loop. Ora, conoscendo le dimensioni dell’area su cui poseremo il pavimento caldo (larghezza e lunghezza), possiamo calcolare il numero di diramazioni del cavo, il numero di spire e la sua intera lunghezza. Non dimentichiamo di prendere in considerazione parte del cavo per farlo uscire da sotto il futuro massetto alla parete, per collegarlo al termostato. Per determinare correttamente l’area di posa del riscaldamento a pavimento, prendere in considerazione alcune regole per la posizione del cavo nella stanza.

Riscaldamento a pavimento elettrico fai-da-te sotto le piastrelle

Layout della sezione

Dal momento che la conversazione riguarda il riscaldamento a pavimento sotto le piastrelle, molto spesso si tratta di un corridoio, un bagno, una cucina. Ad esempio, si consideri l’installazione di riscaldamento a pavimento elettrico in un bagno. Lo styling in altri casi differirà solo nelle sfumature. Il bagno può essere dotato di sanitari (vasca da bagno, lavabo, ecc.), Lavatrice, comodino. L’area del pavimento occupata da questi articoli deve essere esclusa dall’area di installazione del riscaldamento a pavimento. Ci ritireremo anche di cinque centimetri dalle pareti e dalle soglie. Va bene se l’area non è rettangolare, il cavo flessibile di un pavimento elettrico caldo consente di posare su un’area di qualsiasi configurazione.

Riscaldamento a pavimento elettrico fai-da-te sotto le piastrelle 1 – frizione; 2 – termostato; 3 – tubo corrugato; 4 – sensore di temperatura; Manica a 5 punte; 6 – cavo scaldante; 7 – nastro di montaggio

Quando si eseguono lavori in bagno, è meglio portare le estremità dei fili, non il cavo di riscaldamento stesso, vale a dire i fili di collegamento del pavimento caldo, nel corridoio per la comodità di utilizzare il termostato e impedire all’umidità di penetrare all’interno.

Strumenti e materiali richiesti

  1. Sezione di riscaldamento del riscaldamento a pavimento elettrico (un pezzo di filo con estremità saldate).
  2. Nastro metallico perforato con una tacca per il fissaggio del cavo.
  3. Tubo corrugato (per rimuovere i fili da sotto la fascetta al termostato e la posizione del sensore di temperatura).
  4. Termostato ambiente (viene scelto in base alla complessità richiesta del controllo del riscaldamento). Puoi scegliere il più semplice ed economico disponibile.
  5. Isolamento termico. Di solito, fogli di polietilene espanso rivestiti di alluminio di vari produttori (Folgoizol, Ekofol, ecc.).
  6. Nastro adesivo per l’incollaggio di giunti di isolamento termico.
  7. Un certo numero di tasselli e un punzone per fissare il nastro di montaggio al massetto ruvido.
  8. Martello, cacciavite, coltello.

Riscaldamento a pavimento elettrico fai-da-te sotto le piastrelle

Montaggio

Diamo un’occhiata prima alla base. Meglio se è un massetto ruvido. Dovrebbe essere relativamente piatto, privo di buche profonde, asciutto e pulito. I fori devono essere sigillati con malta cementizia e lasciati asciugare e le sporgenze devono essere abbattute. Successivamente, posiamo l’isolamento. Di solito è posato su tutta l’area della stanza in cui verranno posate le piastrelle, da una parete all’altra. Le giunture dei fogli di isolamento termico sono incollate con nastro adesivo, preferibilmente lamina.

Riscaldamento a pavimento elettrico fai-da-te sotto le piastrelle

La posa del nastro di fissaggio in metallo viene eseguita già nell’area in cui viene posato il pavimento caldo, solo dove si troverà il cavo scaldante. La fase di posa del nastro viene selezionata in base alla sua quantità completa di un pavimento caldo, in modo che il cavo sia fissato in tutta l’area di posa. Attacca il nastro ad alcuni chiodi di centraggio, non troppo spesso.

Riscaldamento a pavimento elettrico fai-da-te sotto le piastrelle

Facciamo un buco nel muro, a livello del pavimento, per condurre le estremità dei fili di collegamento alla superficie esterna del muro del bagno. Passiamo il tubo corrugato nel foro. La sua estremità viene inserita nel futuro massetto a una distanza di circa mezzo metro dal muro. Eseguiremo una sezione della scanalatura lungo la superficie esterna del muro, dove nasconderemo l’estremità del tubo. Lo strobo è realizzato dal foro al sito di installazione del termostato. Successivamente, la scanalatura con un tubo corrugato viene sigillata con mastice di gesso o malta cementizia.

Riscaldamento a pavimento elettrico fai-da-te sotto le piastrelle

Il cavo scaldante viene posato a partire dall’estremità del tubo corrugato passato attraverso il foro nel muro. Il manicotto terminale del cavo scaldante (estremità saldata con fili di collegamento) deve essere posizionato sul taglio del tubo. Durante la posa, osserviamo un passo di quindici centimetri, assicuriamo che i rami del cavo siano piatti, non ci siano pieghe quando si gira il cavo. Fare attenzione a non danneggiare il cavo. Durante l’installazione, il cavo deve essere fissato con ganci speciali sul nastro metallico. Raddrizzare il cavo, ma non stringerlo troppo.

Riscaldamento a pavimento elettrico fai-da-te sotto le piastrelle

Va notato che ci sono versioni di cavo su cui i fili di collegamento escono da entrambi i manicotti terminali. Quindi la posa deve essere eseguita in modo tale che entrambi i manicotti terminali siano all’estremità del tubo corrugato..

Riscaldamento a pavimento elettrico fai-da-te sotto le piastrelle

Passiamo le estremità dei fili di collegamento nel tubo corrugato in modo che escano dall’altra estremità, dietro il muro. Dall’esterno, abbassiamo il sensore di temperatura nel tubo corrugato, fino all’estremità del tubo corrugato, ma in modo che rimanga al suo interno. Avvolgiamo il bordo del tubo con del nastro isolante in modo che la soluzione non penetri all’interno.

Riscaldamento a pavimento elettrico fai-da-te sotto le piastrelle

Dopo aver collegato il termostato e testato brevemente il funzionamento dell’intero pavimento elettrico, è possibile eseguire il massetto. Il massetto deve essere guidato lungo le guide di livello. Per la resistenza del massetto, utilizzare il rinforzo in rete disponibile o, meglio, utilizzare miscele speciali per pavimenti caldi. Lo spessore del massetto è di cinque centimetri. Dopo che il massetto si è asciugato posa delle piastrelle.

Riscaldamento a pavimento elettrico fai-da-te sotto le piastrelle

Connessione elettrica

Avendo deciso il luogo di installazione del termostato, lo fissiamo a parete. I termostati possono essere sia esterni che integrati. Nel secondo caso, sarà necessario installare una scatola presa (scatola di installazione) e installare un termostato al suo interno.

Riscaldamento a pavimento elettrico fai-da-te sotto le piastrelle

Il filo della rete elettrica della casa (dalla scatola di giunzione più vicina) è collegato ai contatti L e N del termostato (linea e zero). Le estremità del filo collegato ai conduttori di riscaldamento del cavo scaldante a pavimento (di solito bianco) sono collegate ai contatti sul termostato 3 e 4. I fili collegati allo schermo protettivo del cavo della sezione di riscaldamento (di solito sono di colore giallo-verde) devono essere collegati al circuito di terra della rete elettrica domestica … Durante l’esecuzione di questi lavori, non dimenticare di spegnere l’elettricità.

Valuta l'articolo
( Ancora nessuna valutazione )
Condividi con gli amici
Suggerimenti su qualsiasi argomento da parte di esperti
Aggiungi un commento

Cliccando sul pulsante "Invia commento" acconsento al trattamento dei dati personali e accetto la informativa sulla privacy