Quali tubi scegliere per un pavimento caldo

Sezioni dell’articolo



I pavimenti con acqua calda hanno da tempo dimostrato il loro valore. Sono coraggiosamente usati come principale fonte di calore e affrontano il compito. Tuttavia, durante la progettazione, rimane la domanda, quali tubi scegliere per un pavimento caldo.

Quali tubi scegliere per un pavimento caldo

Esistono diverse opzioni:

  1. Metallo-plastica.
  2. polipropilene.
  3. XLPE.

Tuttavia, per prima cosa è necessario comprendere quali sono i requisiti per i tubi per il riscaldamento a pavimento e quali saranno le condizioni operative. Di conseguenza, puoi abbreviare l’elenco dei materiali e scegliere una o due opzioni ottimali, di cui rimarrà la scelta più conveniente.

I requisiti naturali sono la durata e l’affidabilità. Tuttavia, con queste parole, le caratteristiche qualitative dei tubi dovrebbero essere considerate senza una generalizzazione così approssimativa..

Requisiti per i tubi per il riscaldamento a pavimento

Nel sistema di riscaldamento a pavimento, per impostazione predefinita, i tubi vengono posati su tutta l’area della stanza riscaldata e riempiti con un massetto. Il massetto è necessario per distribuire uniformemente il calore e accumularlo. Già secondariamente per fornire la forza per l’installazione di pavimenti.

Quali tubi scegliere per un pavimento caldo

Il collegamento alla caldaia viene effettuato attraverso il gruppo collettore. Uno speciale tubo di derivazione con un numero sufficiente di uscite per l’approvvigionamento diretto di acqua calda e ritorno viene chiamato separatamente un collettore o un pettine. Il gruppo di collettori è installato in un punto per piano, meno spesso è diviso in più gruppi separati. Tutte le impostazioni e le regolazioni, oltre a monitorare il funzionamento del sistema di riscaldamento, avvengono precisamente sul gruppo di collettori. Inoltre, la stessa caldaia di riscaldamento controlla la temperatura massima del liquido di raffreddamento nel sistema.

A proposito di temperatura. Per il riscaldamento a pavimento, la temperatura superficiale massima consentita negli alloggi è di +28 ° C. Per le aree non residenziali, il valore è leggermente superiore a +31 ° С. Tuttavia, rispetto al riscaldamento del radiatore, dove il refrigerante può essere riscaldato fino a +95 ° C, i pavimenti caldi sono appena caldi, anche se questo è sufficiente per il riscaldamento. Un importante disclaimer, è la temperatura della superficie del pavimento a essere regolata e non il refrigerante. In caso di forte sbalzo di freddo o significativa perdita di calore, la temperatura del liquido refrigerante per il riscaldamento della casa è necessaria fino a +36 ° C, un valore superiore è semplicemente impraticabile.

Quali tubi scegliere per un pavimento caldo

I tubi sono posati uniformemente su tutto il pavimento. Per evitare meno riscaldamento nel punto in cui si trova la fine, poiché l’acqua ha già perso parte del calore all’inizio, il tubo viene posato in una bobina o spirale al centro con un doppio passo tra i circuiti e quindi indietro lungo lo stesso percorso. Si scopre che in ogni punto il pavimento si riscalda sia dal flusso diretto dell’acqua che dal retro.

Conoscendo tutte queste sfumature, puoi esprimere i requisiti per i tubi per un pavimento caldo:

  1. Mancanza di connessioni all’interno del massetto.
  2. Resistente alla corrosione.
  3. I sedimenti non devono accumularsi sulle pareti, non ci dovrebbero essere insudiciature.
  4. Flessibilità: i tubi devono piegarsi facilmente ed essere posati lungo percorsi difficili.

Metallo-plastica

La base è in polietilene termoplastico estruso, rinforzato con uno strato di rinforzo. Foglio di alluminio o rete metallica viene utilizzato come rinforzo. I principali vantaggi dei tubi in polimero metallico:

  1. Flessibilità, mantiene la sua forma dopo la deformazione.
  2. È abbastanza facile mantenere il diametro interno durante la piegatura.
  3. Resistenza alla trazione e moderata espansione lineare trattenuta dallo strato di rinforzo.
  4. Nessuna diffusione dell’ossigeno.
  5. Consegna in baie di 200 metri.

Quali tubi scegliere per un pavimento caldo

Quest’ultimo punto viene spesso presentato come il principale vantaggio. Dopotutto, è la grande lunghezza dei tubi in metallo-polimero che consente di posare lunghi circuiti di riscaldamento di un pavimento caldo senza utilizzare connettori e giunti. Tuttavia, non meno importante è la superficie perfettamente liscia delle pareti interne e l’assenza di diffusione dell’ossigeno. Data la temperatura piuttosto bassa del refrigerante in presenza di ossigeno, è possibile lo sviluppo di vari batteri anaerobici e, di conseguenza, la siltazione.

polipropilene

Il polipropilene ha guadagnato fiducia sia nei sistemi di approvvigionamento di acqua calda e fredda che nel riscaldamento. I tubi in polipropilene rinforzato possono resistere a pressioni fino a 25–35 bar e temperature del liquido di raffreddamento fino a +95 ° С. Tuttavia, questi vantaggi non sono rilevanti per i sistemi di riscaldamento a pavimento..

Il secondo punto importante sono le pareti eccessivamente spesse di 2,5–3 mm, che non lo rendono attraente, perché per il versamento in un massetto è preferibile avere un diametro esterno il più piccolo possibile.

Quali tubi scegliere per un pavimento caldo

Il materiale è caratterizzato da un’elevata diffusione dell’ossigeno, circa 900 mg / m2·giorno. Considerando la temperatura dell’acqua di +28 ° C, vengono create le condizioni ideali per lo sviluppo di batteri aerobici. Nel corso della loro vita, le pareti sono intasate fino a quando il canale è completamente bloccato..

E il verdetto finale “inutilizzabile” merita tali tubi per una lunghezza massima di 6-12 metri, senza la possibilità di piegarli liberamente per la posa. Raccordi e giunti di saldatura richiesti. Questi ultimi, sebbene si distinguano per una maggiore resistenza, ancor più dei raccordi a pressare in metallo-plastica, tutto dipende dalla qualità dell’installazione. È impossibile fare affidamento interamente sul fatto che le articolazioni non coleranno nel tempo e non dovrebbero neppure essere colate di cemento..

XLPE

I tubi in polietilene reticolato sono per molti versi simili ai tubi in polimero metallico, in assenza di solo uno strato di rinforzo. Sono essi stessi abbastanza forti a causa della reticolazione del polimero a livello molecolare. La temperatura ammissibile è fino a +45 … + 60 ° С, che si adatta ai requisiti per un pavimento caldo e una superficie interna completamente liscia con un valore minimo di rugosità, che aiuta a ridurre la resistenza idraulica e riduce il rischio di lievitazione dei tubi.

Quali tubi scegliere per un pavimento caldo

I tubi sono fabbricati e consegnati in bobine lunghe fino a 150-250 metri, in modo che sia possibile posare i contorni anche su grandi aree senza collegamenti inutili.

Lo svantaggio di XLPE è il suo alto coefficiente di espansione termica. A una temperatura del liquido di raffreddamento di +28 ° C, ciò influisce ancora, sebbene debolmente. Questa caratteristica è compensata dalla flessibilità e dall’elasticità del tubo, limite di compressione elevato.

Quali tubi scegliere per un pavimento caldo

La diffusione dell’ossigeno è leggermente inferiore a quella del polipropilene – 650 mg / m2Giorno e ancora troppo alto.

Scelta

In effetti, nessuna delle opzioni ha specificato la conduttività termica del materiale. Infatti, nei polimeri non è elevato e, logicamente, i tubi in acciaio, sebbene siano soggetti a corrosione, emettono calore molto più attivamente. Solo nel sistema di riscaldamento a pavimento, la velocità di trasferimento del calore non è così importante. L’uniformità del riscaldamento a pavimento è importante, per cui anche un’elevata resistenza termica gioca nelle mani dei materiali polimerici.

Possiamo dire con certezza che il polipropilene non è adatto. Non è possibile eliminare un gran numero di raccordi e connessioni e il polipropilene stesso consente il passaggio dell’ossigeno, contribuendo all’insilamento.

L’opzione migliore è solo tubi di metallo-plastica che possono piegarsi facilmente, non consentire il passaggio dell’ossigeno e avere una grande lunghezza.

Quali tubi scegliere per un pavimento caldo

XLPE è un’alternativa ragionevole, ma solo quando si utilizza un tubo con uno strato barriera aggiuntivo per eliminare la diffusione dell’ossigeno.

Valuta l'articolo
( Ancora nessuna valutazione )
Condividi con gli amici
Suggerimenti su qualsiasi argomento da parte di esperti
Aggiungi un commento

Cliccando sul pulsante "Invia commento" acconsento al trattamento dei dati personali e accetto la informativa sulla privacy