Elimina un RCD o una macchina automatica quando la lavatrice è accesa

Sezioni dell’articolo



Cosa fare se viene attivato un RCD nel cruscotto quando la lavatrice è accesa? La risposta è ovvia: cerca la fonte del problema, ma cosa succede se la ricerca esclude i difetti di cablaggio e indica gli elettrodomestici? Sfortunatamente, anche una nuova lavatrice può provocare arresti di emergenza, quindi capiremo.

Elimina un RCD o una macchina automatica quando la lavatrice è accesa

La connessione è corretta?

Nella maggior parte dei casi, il funzionamento di un interruttore differenziale e persino di un interruttore automatico convenzionale è il risultato di uno schema di cablaggio errato o di una scelta di potenza. Se esiste la possibilità di un errore di questo tipo, deve essere prima escluso..

Lavatrici, lavastoviglie e altri elettrodomestici con elementi riscaldanti attivi devono essere collegati tramite un dispositivo a corrente residua per evitare scosse elettriche alle persone. Poiché tali elettrodomestici appartengono alla categoria dei consumatori di maggiore potenza, sono alimentati da una linea separata: un cavo a tre fili con una presa di corrente, a cui non sono collegati altri apparecchi elettrici. Il conduttore di protezione è collegato direttamente al bus di terra comune, mentre i conduttori di neutro e di fase sono collegati solo ai terminali inferiori dell’RCD con la marcatura corrispondente. Il collegamento di un conduttore neutro a un bus neutro comune garantisce operazioni errate.

Elimina un RCD o una macchina automatica quando la lavatrice è accesa

Si consiglia di selezionare la corrente di dispersione RCD di 30 mA – valori più alti possono essere pericolosi per l’uomo, mentre una soglia di sensibilità più elevata, ad esempio 10 mA, può portare a falsi positivi a causa di perdite in un circuito di alimentazione piuttosto complesso per gli elettrodomestici. Una raccomandazione separata: acquistare un RCD di tipo meccanico come più affidabile.

Elimina un RCD o una macchina automatica quando la lavatrice è accesa

La corrente nominale dell’RCD viene selezionata in base al carico di linea. Poiché la potenza della maggior parte delle lavatrici è nell’intervallo fino a 3 kW, per il dispositivo di protezione sarà sufficiente la capacità di resistere a una corrente di 16 A. Un approccio leggermente diverso si applica quando si sceglie un interruttore di protezione. Il suo compito è prevenire danni al cablaggio durante sovraccarichi o cortocircuiti, ad esempio quando la bobina dell’elemento riscaldante si rompe. La linea di alimentazione della lavatrice è posata con un cavo di rame unipolare con una sezione di almeno 2,5 mm2, per tali conduttori, il limite di corrente è di 25A. È auspicabile che il circuito di alimentazione della lavatrice sia protetto da un dispositivo automatico a due poli, che esclude un’inversione di polarità nella rete CA. È ottimale selezionare la caratteristica di interruzione “B” come la più sensibile per le reti domestiche.

Risposta sistematica

Se durante il controllo è stato riscontrato che lo schema di connessione era corretto, è necessario determinare con maggiore precisione l’origine del problema. Innanzitutto è necessario capire a che punto vengono attivati ​​i dispositivi di protezione: quando la macchina è collegata alla presa, quando si accende l’alimentazione o durante il funzionamento. Quindi, un RCD può funzionare:

  1. Immediatamente dopo il collegamento alla presa – l’isolamento del cavo di alimentazione del dispositivo viene danneggiato o si verifica la bagnatura delle morsettiere nel punto in cui i conduttori sono collegati alla scheda del convertitore;
  2. Quando il dispositivo è acceso – guasto dell’isolamento dell’alimentatore interno all’alloggiamento messo a terra del dispositivo o ingresso di acqua sulla scheda principale;
  3. All’accensione del motore – danni all’isolamento degli avvolgimenti o nel punto in cui i tasti di accensione sono fissati al radiatore di raffreddamento o la scheda si bagna;
  4. Quando l’elemento riscaldante è acceso – violazione dell’integrità della custodia del riscaldatore o guasto al contatto di messa a terra.

Elimina un RCD o una macchina automatica quando la lavatrice è accesa

Per analogia, possiamo distinguere i tipici malfunzionamenti che portano al funzionamento dell’interruttore:

  1. Quando collegato a una presa – cortocircuito sulla scheda del convertitore, rottura dell’isolamento del trasformatore o del cavo di alimentazione;
  2. All’accensione, il convertitore di ingresso è difettoso;
  3. Quando il motore o l’elemento riscaldante sono accesi, gli avvolgimenti o la serpentina di riscaldamento sono chiusi.

Elimina un RCD o una macchina automatica quando la lavatrice è accesa

Va notato che l’attivazione di dispositivi di protezione può avvenire in modo irregolare. Pertanto, l’interruttore può spegnersi a bassa tensione quando la corrente di carico supera il limite impostato. Il funzionamento dell’RCD di tanto in tanto indica un ingresso periodico di acqua su parti in tensione o un malfunzionamento del dispositivo stesso. Vi è un evidente svantaggio delle macchine automatiche differenziali: non è possibile determinare quale tipo di protezione ha funzionato. È possibile raccomandare una connessione in serie temporanea con un diffautomat di un interruttore automatico convenzionale con un rating inferiore..

I dispositivi di protezione sono intatti?

Operazioni errate possono indicare un malfunzionamento dei dispositivi di protezione. Per un RCD, non ci sono problemi speciali per stabilire il fatto di un guasto; in primo luogo, è necessario eseguire un’operazione di prova premendo il pulsante di prova. Il secondo stadio è quello di collegare a una presa di corrente un potente consumatore attivo che non ha un contatto di messa a terra, ad esempio un riscaldatore elettrico convenzionale o un aspirapolvere. Se allo stesso tempo l’RCD viene scollegato, deve essere sostituito o verificare l’integrità dell’isolamento del cavo nella linea di alimentazione.

Elimina un RCD o una macchina automatica quando la lavatrice è accesa

Gli interruttori automatici sono soggetti all’invecchiamento e all’usura del meccanismo di intervento. Il controllo viene eseguito in modo molto primitivo: uno o più consumatori di potenza fissa sono collegati all’uscita della lavatrice. In questo caso, è desiderabile misurare la corrente effettiva usando un morsetto di corrente. Se la macchina si spegne a correnti inferiori alla soglia nominale, è necessario sostituirla.

Elimina un RCD o una macchina automatica quando la lavatrice è accesa

Perdita attraverso contatti bagnati e isolamento

Una perdita nella linea di alimentazione di una lavatrice viene generalmente osservata su parti in tensione esposte dove potrebbe formarsi condensa. Un altro caso particolare è la perdita di proprietà dielettriche dell’isolamento del cavo nella parete o del cavo di alimentazione..

Elimina un RCD o una macchina automatica quando la lavatrice è accesa

Il primo passo per verificare questo tipo di difetti è quello di scollegare la linea di alimentazione nella schermatura e dalla presa. Di conseguenza, ci dovrebbero essere tre core nudi su ciascun lato della linea. Devono essere separati l’uno dall’altro ai lati e misurare la resistenza tra i nuclei usando un multimetro convenzionale impostato in un intervallo di almeno 1 megohm. Di solito le capacità anche di un misuratore economico sono sufficienti per rilevare una perdita, è solo importante che nel multimetro sia installata una batteria nuova. Il cavo di alimentazione è testato in modo simile. È scollegato dai terminali di collegamento all’interno della macchina stessa e viene anche controllata la resistenza ridotta tra i fili.

Elimina un RCD o una macchina automatica quando la lavatrice è accesa

Se la causa della perdita è la bagnatura della scheda o dei terminali di ingresso, il fatto di tale malfunzionamento è determinato dal monitoraggio visivo periodico dello stato di questi elementi al momento dell’intervento dell’RCD. Fondamentalmente, l’ingresso di acqua sulle parti in tensione è possibile se la tenuta dei tubi situati all’interno del corpo della lavatrice è rotta. Se il motivo è la formazione di condensa, è sufficiente rafforzare l’isolamento di parti in tensione e binari sulla scheda con una vernice dielettrica o posizionare il circuito elettrico del dispositivo in un involucro sigillato.

Elimina un RCD o una macchina automatica quando la lavatrice è accesa

Problemi dell’elemento riscaldante

La rottura dell’elemento riscaldante è anche una ragione molto comune per il funzionamento di un interruttore differenziale o di un interruttore. Per accertarsi di questo tipo di malfunzionamento, è necessario aprire il portello di ispezione sul retro della lavatrice per accedere alla fila di terminali del riscaldatore. Dopo aver svitato il dado centrale, è necessario annegare il perno in profondità, allentando la staffa di bloccaggio, quindi rimuovere l’elemento riscaldante insieme al bracciale in gomma di tenuta. Il ridimensionamento della superficie del riscaldatore consente di verificare l’integrità del guscio in acciaio e di stabilire la presenza di crepe. Se l’acqua penetra all’interno dell’elemento riscaldante, questo garantisce l’attivazione dell’RCD. Inoltre, la presenza di un guasto al case può essere determinata con lo stesso metodo utilizzato per misurare la resistenza di isolamento del cavo.

Elimina un RCD o una macchina automatica quando la lavatrice è accesa

La presenza di un cortocircuito nella bobina del riscaldatore viene stabilita misurando la resistenza. La formula di calcolo è abbastanza semplice: dividi il quadrato della tensione per la potenza. Cioè, se secondo il passaporto della lavatrice la potenza è di 1600 W, la resistenza della batteria di riscaldamento non dovrebbe essere inferiore a 30 Ohm.

Valuta l'articolo
( Ancora nessuna valutazione )
Condividi con gli amici
Suggerimenti su qualsiasi argomento da parte di esperti
Aggiungi un commento

Cliccando sul pulsante "Invia commento" acconsento al trattamento dei dati personali e accetto la informativa sulla privacy