Come scegliere un termoconvettore elettrico a parete per il riscaldamento domestico

Sezioni dell’articolo



Un termoconvettore elettrico è un dispositivo di riscaldamento universale. Come riscaldatore aggiuntivo, può aumentare rapidamente la temperatura a un livello confortevole. E l’accuratezza dell’impostazione e della regolazione dei regimi di temperatura consente di creare sistemi di riscaldamento generali efficaci ed abbastanza economici.

Come scegliere un termoconvettore elettrico a parete per il riscaldamento domestico

Il principio di funzionamento e progettazione del termoconvettore elettrico

Qualsiasi dispositivo di riscaldamento utilizza due metodi di trasferimento dell’energia termica: convezione e radiazione di calore. I riscaldatori elettrici non fanno eccezione.

Un termoconvettore elettrico riscalda direttamente l’aria e crea condizioni favorevoli alla convezione naturale e la radiazione termica può essere considerata un fattore concomitante.

Come scegliere un termoconvettore elettrico a parete per il riscaldamento domestico

Più velocemente la stanza si riscalda, più efficiente funziona il riscaldamento (a pari valori di potenza). A questo proposito, i ventilatori termici sono fuori concorso, ma presentano notevoli svantaggi: aumento del livello di rumore, trasferimento della polvere e consumo di energia aggiuntivo. Il termoconvettore elettrico è privo di questi svantaggi e la velocità di movimento dell’aria riscaldata è sufficientemente elevata da riscaldare rapidamente l’ambiente a una temperatura confortevole. Ciò è possibile grazie alle funzionalità del dispositivo.

Il convettore è costituito dai seguenti elementi:

  • un corpo cavo con un’apertura nella parte inferiore per l’immissione di aria fredda e nella parte superiore una griglia di uscita per l’aria calda;
  • un elemento riscaldante;
  • Blocco di controllo;
  • termostato;
  • termometro.

Come scegliere un termoconvettore elettrico a parete per il riscaldamento domestico

L’elemento riscaldante si trova nella parte inferiore, vicino all’ingresso. E la struttura cava del corpo, simile al condotto dell’aria, crea condizioni favorevoli per aumentare la portata del flusso d’aria e riscaldare rapidamente la stanza.

Vantaggi e svantaggi

I convettori elettrici a parete sono facili da installare e mantenere. Se si tratta di un dispositivo di riscaldamento aggiuntivo, è sufficiente che vi sia una presa nelle vicinanze, progettata per un massimo di 2,5 kW (questa è la potenza massima di un prodotto).

Come scegliere un termoconvettore elettrico a parete per il riscaldamento domestico

Per costruire un sistema di riscaldamento autonomo basato su più convettori, è sufficiente installare una linea elettrica dedicata. Ma è più facile ed economico che posare i tubi, installare una caldaia e un camino per rimuovere i prodotti della combustione.

Come scegliere un termoconvettore elettrico a parete per il riscaldamento domestico

In termini di dimensioni e peso, sono uno dei dispositivi più compatti e leggeri. Per fare un confronto: un convettore da 1,5 kW (di medie dimensioni) in termini di potenza termica equivale a un radiatore di riscaldamento dell’acqua di 10-12 sezioni e pesa non più di 7 kg.

La maggior parte dei modelli è progettata per il montaggio a parete e a pavimento. Anche se i piedi non sono inclusi, possono essere acquistati separatamente. Ciò consente di modificare rapidamente lo schema di riscaldamento della casa: basta rimuovere il termoconvettore dalle staffe, installarlo sulle gambe e spostarlo in una stanza (o zona) specifica.

Come scegliere un termoconvettore elettrico a parete per il riscaldamento domestico

Rispetto ad altri riscaldatori elettrici, si possono indicare i seguenti vantaggi:

  • non “bruciare” ossigeno, come i modelli con una spirale aperta;
  • non trasportare polvere e non fare rumore come i ventilatori di calore;
  • bassa temperatura (fino a 65 ° C);
  • modalità operativa delicata della resistenza (temperatura e tempo di funzionamento).

Il termoconvettore presenta un inconveniente: è l’elevato costo dell’elettricità. Ma questo è inerente a tutti i riscaldatori elettrici. Sebbene sia possibile per i convettori risparmiare fino al 25% di elettricità, i moderni termostati e i sistemi di controllo del riscaldamento lo consentono..

Tipi di convettori

Come elemento riscaldante, i convettori utilizzano un elemento riscaldante: un riscaldatore elettrico tubolare.

I modelli più semplici ed economici utilizzano un elemento riscaldante a forma di U. Ma avendo risparmiato sui costi, perdono l’efficienza di riscaldamento. L’area di contatto con l’aria per tale riscaldatore non è elevata, quindi anche il trasferimento di calore diminuisce..

Come scegliere un termoconvettore elettrico a parete per il riscaldamento domestico

I prossimi sono i riscaldatori costituiti da un nucleo in acciaio, su cui è installata una griglia del radiatore. La loro efficacia è molto più elevata, ma anche in questo caso ci sono degli svantaggi. Il principale è la presenza di contatto tra i due componenti (tubo e radiatore). Nel tempo, si deteriora, il che porta a una diminuzione dell’efficienza del trasferimento di calore, alla violazione del regime termico, al surriscaldamento locale e al guasto dell’elemento riscaldante.

I modelli moderni utilizzano elementi riscaldanti monoblocco a forma di X. Non hanno solo una grande superficie di scambio termico: la solidità della struttura e le condizioni termiche ottimali sono la chiave per una lunga durata.

Come scegliere un termoconvettore elettrico a parete per il riscaldamento domestico

Molti esperti ritengono che i riscaldatori combinati siano i più efficaci. Questo è lo stesso elemento riscaldante a forma di X, ma con un rivestimento ceramico. La superficie porosa delle piastre presenta un’area di contatto ancora più ampia con l’aria. Inoltre, parte dell’energia termica “va” nella regione a lunga lunghezza d’onda della radiazione IR, riscaldando gli oggetti circostanti e “collegando” la convezione secondaria, aumentando così l’area di trasferimento di calore.

Separatamente, si possono evidenziare i convettori in vetro con un pannello trasparente da 9 mm, all’interno del quale è posizionato uno speciale gel conduttivo (che funge da elemento riscaldante). Il modello da 0,5 kW più semplice costa oltre 1.000 euro. È costoso costruire un sistema di riscaldamento basato su tali dispositivi, ma come elementi con elevate proprietà decorative in stile high-tech, sono molto attraenti.

Come scegliere un termoconvettore elettrico a parete per il riscaldamento domestico

termostato

Il termoconvettore è controllato da un termostato. Secondo il principio di funzionamento, può essere meccanico ed elettronico.

Un termostato meccanico è il più economico e il più semplice. La sua azione si basa sulle proprietà di una piastra bimetallica. L’impostazione e il controllo della temperatura sono gli stessi di un ferro da stiro convenzionale. Questo spiega anche i suoi svantaggi:

  • la temperatura della custodia è controllata, non l’aria (il “surriscaldamento” di 1 ° C porta al consumo di elettricità aggiuntiva);
  • un clic quando viene attivato il termostato (questo è scomodo per una camera da letto);
  • regolazione manuale (nessuna funzione di programmazione e controllo remoto).

Come scegliere un termoconvettore elettrico a parete per il riscaldamento domestico

Un termostato elettronico controlla la temperatura dell’aria utilizzando uno o più sensori, reagendo automaticamente quando cambia di 1 ° C.

Per posizionamento, i termostati elettronici possono essere integrati e remoti. Un termostato può controllare il funzionamento di più convettori.

Come scegliere un termoconvettore elettrico a parete per il riscaldamento domestico

I modelli semplici sono configurati manualmente. Possono avere un ampio menu con una funzione timer e modalità programmabili. Le unità più “intelligenti” hanno un’interfaccia intelligente e sono controllate a distanza, anche in modalità di risparmio energetico..

Opzioni di utilizzo del convettore

La modalità stand-alone è adatta per piccoli ambienti o per convettori come riscaldatore aggiuntivo.

La modalità gruppo consente di installare un termostato elettronico (incorporato o remoto) per più convettori per il riscaldamento di grandi aree.

Come scegliere un termoconvettore elettrico a parete per il riscaldamento domestico

Il controllo remoto è possibile per termostati collegati al modulo GSM.

Esistono modelli di termostati con la possibilità di integrarsi in un sistema di casa intelligente collegandoli a un controller con accesso a un router.

Valuta questo articolo
( Ancora nessuna valutazione )
Aggiungi commenti

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!:

Come scegliere un termoconvettore elettrico a parete per il riscaldamento domestico
Case con protezione dall’apocalisse di zombi