Come realizzare i giusti cablaggi in casa: pianificare i lavori elettrici

Sezioni dell’articolo



L’articolo è destinato al costruttore medio che è perplesso da domande eterne: dove iniziare questo elettricista complesso e incomprensibile, come accadrà tutto, quando puoi iniziare, dove cercare, chi invitare …

Come realizzare il cablaggio giusto in casa

La disposizione delle comunicazioni elettriche è la fase più importante nella costruzione di una casa privata. È abbastanza ovvio che è impossibile avviare l’installazione di cablaggi elettrici senza una progettazione dettagliata e questa affermazione si applica non solo agli edifici in costruzione, ma anche a quelli che sono in fase di ricostruzione e importanti riparazioni. La qualità della pianificazione e della realizzazione di lavori elettrici dipende non solo dalla funzionalità di tutti i dispositivi volatili e dagli elettrodomestici, ma anche dalla sicurezza delle persone. Il proprietario, come nessun altro, è interessato a un’attenta preparazione, quindi non vale la pena risparmiare tempo o denaro qui..

La soluzione più ottimale, ovviamente, sarebbe quella di ordinare un progetto da un’organizzazione specializzata, soprattutto perché una documentazione ben sviluppata aiuterà a condurre con calma una conversazione con Rostekhnadzor e le entità aziendali, per avviare la struttura. Il progetto di alimentazione è l’unico documento in base al quale è possibile eseguire l’installazione elettrica, il cui scopo principale è garantire la sicurezza e l’efficienza del cablaggio già in fase di sviluppo. In realtà, questo è un intero pacchetto di documenti contenente l’intero numero di informazioni necessarie:

  • schemi elettrici, caratteristiche dei conduttori;
  • metodi di installazione e tipi di connessione di tutti gli elementi;
  • indicazione di tutte le attrezzature, specifica del cliente;
  • posizione e caratteristiche degli accessori di cablaggio;
  • calcoli di carico …

Come realizzare il cablaggio giusto in casa

Anche se il proprietario della casa si è rivolto a professionisti, deve fornire agli ingegneri un incarico tecnico, il che significa che deve prima risolvere molti problemi da solo. Ora non proveremo a fare un progetto elettrico “ufficiale” per una casa di campagna da soli, ma proveremo a delineare tutti i punti principali, la cui sistematizzazione ti aiuterà a:

  • rispondere in modo competente alle domande dei designer;
  • calcolare la capacità richiesta, ridistribuire risorse energetiche limitate;
  • pianificare l’ordine dei lavori elettrici e sincronizzarli con la costruzione generale;
  • prevedere le tue spese;
  • ispeziona con competenza specialisti assunti o mettiti al lavoro da solo.

In generale, il nostro compito è eliminare completamente la possibilità di spiacevoli sorprese e in ogni situazione di mantenere tutto sotto il nostro controllo..

Termini di riferimento: il punto di partenza per la progettazione

Convenzionalmente, l’alimentazione di una casa di campagna è divisa in tre parti principali: cablaggio in un edificio residenziale, organizzazione delle comunicazioni sulla strada, collegamento degli edifici annessi. Ognuna di queste direzioni dovrebbe essere considerata separatamente e avere il proprio circuito elettrico, i propri disegni di lavoro. Per risolvere questo problema, devi impostare te stesso (o i progettisti) un compito tecnico. Questo è il piano iniziale, che raffigura tutti i consumatori di energia della casa e degli annessi, dispositivi di illuminazione, percorsi di comunicazione semplificati. Di norma, la preparazione del mandato è il risultato del lavoro congiunto del progettista, del cliente e dell’appaltatore che esegue i lavori elettrici..

Redigere un incarico tecnico e un progetto per esso consentirà:

  • tenere conto di tutti i punti dei terminali elettrici in modo che ogni elettrodomestico o unità sia alimentato;
  • posizionare prese e interruttori in modo conveniente per l’uso e scatole di derivazione in luoghi accessibili per l’assistenza;
  • calcolare il consumo totale di energia.

Come realizzare il cablaggio giusto in casa

Dobbiamo prima creare disegni separati di ogni piano della casa e di ogni stanza, in cui sono mostrate tutte le pareti divisorie, i blocchi delle porte con la direzione di apertura della tela, gli elementi di mobili, i grandi elettrodomestici fissi (TV, computer, camino elettrico, frigorifero, blocchi interni di sistemi divisi, caldaia, jacuzzi) eccetera.). Un prerequisito è l’associazione dei consumatori alle strutture che la racchiudono, pertanto, è necessario completare l’erezione delle partizioni interne o creare un layout accurato e finale del layout direttamente presso la struttura e determinare il livello del pavimento finito. Solo in seguito, puoi effettuare misurazioni e fare piani completi dei locali, dove contrassegneremo tutte le conclusioni, ciascuna presa, interruttore, lampada.

Particolare attenzione è riservata alle reti a bassa corrente: TV ad alta frequenza, Internet, videosorveglianza, sensori di movimento e presenza, sistemi audio fissi.

Come realizzare il cablaggio giusto in casa

In alcuni casi, vengono realizzati disegni locali per nodi che sono particolarmente caricati nella progettazione e nel piano elettrico (muri di cemento, soffitti a più livelli in stanze separate).

Un punto molto importante. Per la corretta preparazione dell’attività tecnica, è necessario disporre di passaporti di tutti i principali consumatori, questo è l’unico modo per ottenere informazioni affidabili sulle dimensioni dei prodotti, su come collegarli, all’alimentazione, ecc. Ad esempio, vale la pena sapere in anticipo quante posizioni di commutazione avrà il lampadario nel soggiorno (determina il numero di vene conduttore) o, ad esempio, le specifiche del piano di cottura (determina la sezione del cavo, il tipo e la posizione del terminale).

In questa fase, è necessario occuparsi non solo delle comunicazioni interne. Non dobbiamo dimenticare: stazioni di pompaggio; pulizia, aria condizionata, sistemi di ventilazione; illuminazione stradale e prese esterne; sistemi antigelo per grondaie, gradini; sistemi di controllo e automazione; standby / alimentazione autonoma.

Come realizzare il cablaggio giusto in casa

Quando tutti i consumatori sono noti, il carico totale viene calcolato semplicemente sommando le capacità. Se le risorse energetiche assegnate non sono sufficienti, è necessario rivedere l’intero set della casa, per scegliere dispositivi più economici. Come ultima risorsa, è possibile continuare a sviluppare il progetto e, sulla base, richiedere un limite maggiore al fornitore di energia elettrica.

In base ai termini di riferimento, è possibile creare un elenco delle prese, degli switch e dei frame multi-post necessari. Ti consigliamo di creare un elenco generale di tipi di prodotto e diversi piccoli elenchi per completare ogni stanza.

Ancora una volta, notiamo che i termini di riferimento non possono essere redatti seduti al tavolo, più della metà di questo lavoro viene svolto dal proprietario della casa “sul campo” – con un metro a nastro in mano e l’intera famiglia sulla spalla.

Fare un diagramma schematico dell’alimentazione

Il diagramma schematico è una parte molto importante e molto complessa del progetto, che è sviluppato dagli specialisti dei laboratori elettrici. Questo documento è fondamentale nella pianificazione e realizzazione di lavori elettrici, nella stesura di disegni di lavoro.

Il nostro compito è creare uno schema di alimentazione semplificato che ci aiuti a vedere il quadro generale dell’alimentazione a casa. In effetti, può essere un disegno visivo, un disegno con simboli, che assomiglierà ad un albero con una radice sotto forma di un pannello di distribuzione principale e rami che terminano in punti luce o lampade separate. Il tronco è l’autostrada, dove i rami sono separati – questi saranno schermi aggiuntivi o scatole di giunzione (giunzione). I cavi che conducono direttamente dalla scheda al dispositivo possono essere eliminati dall’area di disegno generale. Puoi includere interruttori automatici e dispositivi di corrente residua nel circuito, quindi sarà simile a questo:

Come realizzare il cablaggio giusto in casa

Se l’elettricità a casa è molto complicata, allora ha senso creare uno schema elettrico e il proprio circuito per l’illuminazione, poiché sono sempre allevati separatamente in casa.

Se il cottage è alimentato da tre fasi, allora facciamo tre diversi schemi. Allo stesso tempo, al fine di raggiungere un equilibrio di potenza, sulla base dell’assegnazione tecnica (capacità del consumatore), il carico dovrebbe essere distribuito uniformemente su ciascuna delle fasi – per raggruppare proporzionalmente dispositivi e unità.

Facciamo disegni di lavoro

Il disegno di lavoro è un documento in base al quale l’elettricista sul sito esegue il cablaggio. Se il progetto è più incentrato sulla giustificazione della scelta e sull’accordo su alcune soluzioni tecniche, i documenti di lavoro sono destinati all’attuazione di questo progetto. Questo è un ibrido di disegni di specifiche tecniche e un diagramma schematico. Un disegno di lavoro è sviluppato sulla base di un disegno tecnico e con il rigoroso rispetto dei requisiti del PUE.

Come realizzare il cablaggio giusto in casa

Qui hai bisogno del massimo dettaglio per ogni stanza, a volte creano il proprio disegno di lavoro per un muro specifico. Separatamente, è necessario rappresentare la pianta del piano di lavoro, che mostra le autostrade e gli ingressi a locali specifici.

Cosa dovrebbe essere indicato nel disegno:

  1. Punti di piombo con riferimento a pareti, pavimento, soffitto; prese singole e multipunto; interruttori, lampade.
  2. Le linee indicano i gruppi di illuminazione di cui è responsabile un determinato tasto di commutazione..
  3. Posizioni di scatole di distribuzione e punti di tronco, scudi di gruppo.
  4. Percorsi di fili.
  5. Marchio e sezione dei conduttori.
  6. Collegamento di un gruppo a una fase particolare.
  7. Disposizione dei circuiti a bassa corrente.

Esempio di layout di illuminazioneEsempio di layout di illuminazione

Un esempio di un layout di punti venditaUn esempio di un layout di punti vendita

Non dimenticare di dare il nome esatto della stanza o dell’unità per cui è stato realizzato il piano.

Quando si esegue un disegno di lavoro, applicare l’evidenziazione del colore, etichettare i gruppi e i singoli consumatori con i numeri, prendere appunti e spiegazioni. Le linee delle reti sono tracciate sul piano con linee più spesse rispetto a quelle per disegnare elementi dell’edificio e delle attrezzature fisse. Il numero di conduttori in una riga è indicato da brevi tratti serif obliqui direttamente su di esso. Esiste una serie di convenzioni generalmente accettate, nonché requisiti stabiliti per numeri e iscrizioni utilizzati nei disegni elettrici. Sono mostrati in GOST 21.614–88.

Determiniamo le modalità di posa dei cavi

A seconda della struttura dell’edificio e dei tipi di finiture, è necessario decidere i metodi di posa dei cavi. Per una casa privata, ci sono due opzioni principali:

  • per genere
  • sul soffitto

Come realizzare il cablaggio giusto in casa

Il cablaggio nel pavimento è possibile se il massetto non è stato ancora versato. Il metodo presenta numerosi vantaggi, tra cui si può notare un consumo più economico di cavi. Il montaggio a soffitto è possibile se si utilizzano strutture sospese. Questa opzione di cablaggio consente la perforazione del pavimento in sicurezza durante i futuri lavori di costruzione generali, consente di eseguire l’installazione indipendentemente dal tipo e dalle condizioni del pavimento. Per le case in legno, il cablaggio aperto viene spesso utilizzato nei canali o sugli isolanti, anche lungo le pareti.

Come realizzare il cablaggio giusto in casa

Attenzione! Si consiglia di mantenere comunicazioni a bassa corrente separatamente dall’alimentazione.

Per selezionare il percorso da seguire per ciascuna linea, è necessario:

  • condurre un esame approfondito della struttura e delle condizioni tecniche dell’edificio;
  • pianificare modi per evitare / attraversare ostacoli e comunicazioni tecniche;
  • sviluppare modi per andare in stanze / piani / esterni diversi.

È importante ricordare qui che tutte le comunicazioni elettriche, senza eccezioni, devono girare ad angolo retto con un raggio di curvatura moderato. La discesa del filo dal soffitto o il suo cablaggio dal pavimento alla parete deve essere eseguita rigorosamente in verticale. Per ulteriori informazioni sui tipi di installazione e le regole per l’esecuzione dei cavi, consultare l’articolo “Come posare i cavi elettrici in modo sicuro”.

Contiamo il cavo di alimentazione

Ora che abbiamo la posizione esatta e la specificità dei punti di alimentazione, sono state determinate le rotte di comunicazione, è stata presa una decisione sul metodo di posa, c’è un diagramma schematico e un disegno funzionante a portata di mano (il che significa che sappiamo dove saranno le scatole di derivazione e quali consumatori ne sono alimentati) – possiamo calcolare con precisione la quantità richiesta di ciascun tipo di cavo.

Come realizzare il cablaggio giusto in casa

In una casa privata, ci deve essere la messa a terra – pertanto, deve essere utilizzato un filo a tre fili con un conduttore di rame morbido in doppio isolamento. Per le prese sono adatti cavi con una sezione del conduttore di 2,5 mm2, 1,5 quadrati vengono utilizzati per l’illuminazione, per i consumatori potenti (con collegamento ai terminali) e per l’alimentazione di schede intermedie (piano, per singoli edifici), vengono spesso utilizzati cavi da 4 mm2 o anche 6 mm2. Si noti che i seguenti consumatori sono tradizionalmente collegati direttamente agli schermi, bypassando le scatole:

  • unità e sistemi di ingegneria (stazioni di pompaggio, condizionatori d’aria, pavimenti riscaldati, sistemi di pulizia e antigelo);
  • potenti elettrodomestici (forno, piano cottura, caldaia, lavatrice, lavastoviglie, caldaie elettriche e stufe).

Usando un metro a nastro, misuriamo la lunghezza di ciascun conduttore:

  • dallo schermo alla morsettiera;
  • dal consiglio al consumatore (con collegamento diretto);
  • dalla scatola al consumatore finale, all’interruttore, al dispositivo di illuminazione.

Come realizzare il cablaggio giusto in casa

È necessario tenere conto della fornitura di cavi per l’uscita dalle pareti e dalle scatole di giunzione – da 15 a 25 cm e la fornitura di cavi vicino al quadro elettrico – fino a 1 metro (con un gran numero di cavi, alcuni di essi devono essere inseriti nella scatola dal basso e alcuni dall’alto).

Compiliamo un elenco di tutti i fili per ogni stanza, forniamo il nome del gruppo o del dispositivo in numeri, li designiamo in conformità con i segni indicati nella bozza di lavoro. Il lavoro sembra inutile e noioso, ma deve ancora essere svolto nella fase di preparazione e cablaggio..

Riassumendo gli indicatori, abbiamo la necessità di prodotti di cavi e fili di vario tipo. Le stesse figure mostrano quanto sarà necessario acquistare corrugazione protettiva, tubi isolanti o canaline per cavi..

Progettiamo un centralino

Come abbiamo già detto, in una casa privata potrebbero esserci diversi scudi, questo è il principale dispositivo di distribuzione degli ingressi, nonché scudi semplificati per pavimenti e edifici ausiliari. Ognuno di essi è assemblato secondo approssimativamente lo stesso principio, contiene un insieme simile di elementi.

Come realizzare il cablaggio giusto in casa

Il numero di prodotti per l’installazione qui può essere molto diverso, ma vale sempre la pena dare la preferenza alle scatole con diversi “luoghi” di riserva.

Per una disposizione di alta qualità degli scudi, il loro design deve essere attentamente elaborato. Per questo, viene creato uno schema di cablaggio speciale per ciascun dispositivo di distribuzione degli ingressi. La procedura è la seguente:

  1. Fare un elenco di tutti i fili in entrata.
  2. Indichiamo il carico e la corrente massima per ciascuno di essi.
  3. Selezioniamo l’interruttore di circuito appropriato per tutte le voci di elenco.
  4. Per diversi gruppi di consumatori selezioniamo i dispositivi a corrente residua, ma un RCD antincendio è installato sull’intero sistema.
  5. Facciamo un disegno funzionante.
  6. Fare un elenco dei dispositivi di protezione e degli accessori necessari.

Esempi di schemi elettrici:

Schema del centralino 1 – macchina introduttiva; 2 – contatore; 3 – bus zero; 4 – bus di terra; 5-9 – automi differenziali; 10 – macchina di illuminazione

Schema del centralino 1 – macchina introduttiva; 2 – contatore; 3 – RCD antincendio; 4 – bus zero comune; 5, 6, 12 – macchine per l’illuminazione; 7 – RCD per i consumatori 2, 3, 4; 8, 9, 10 – macchine per consumatori 2, 3, 4; 11 – bus zero aggiuntivo; 13 – macchina differenziale; 14 – RCD per circuiti 5, 6, 7; 15, 16, 17 – macchine per consumatori 5, 6, 7; 18 – bus zero aggiuntivo; 19 – bus di terra (i conduttori dell’illuminazione possono anche venire qui)

Attenzione! La commutazione di reti a bassa corrente non può essere eseguita nei pannelli di potenza, per cui è necessario utilizzare scatole separate.

Pianifichiamo l’installazione di cavi elettrici

Il compito principale di questa fase è coordinare la disposizione dell’alimentazione elettrica con altri lavori di costruzione. Il secondo punto è organizzare logicamente le attività dell’installatore; ottimizzare i processi di fornitura dei materiali, utilizzando strumenti e dispositivi speciali; preparare adeguatamente il posto di lavoro.

I lavori elettrici iniziano nella fase di produzione di ruvide operazioni generali di costruzione, di regola, in parallelo con loro. Ad esempio, il cablaggio sul pavimento viene eseguito prima dell’installazione dei massetti, ma sulle pareti che sono intonacate, sarà più razionale finire la finitura ruvida, tagliare le scanalature – dopodiché, cablare i fili e fissare le scatole a presa. Quando si rivestono pareti e soffitti utilizzando telai, i cavi vengono posati prima dell’installazione del rivestimento e rimangono nella cavità, quindi i fori per le scatole di installazione vengono ritagliati e le estremità vengono estratte. Il cablaggio aperto viene eseguito sulle finiture. I meccanismi degli accessori per il cablaggio sono montati dopo la verniciatura principale e le opere di rivestimento; cornici di prese e interruttori, apparecchi di illuminazione sono installati dopo la finitura.

Come realizzare il cablaggio giusto in casa

I lavori elettrici sono i meno meccanizzati nella costruzione, ma alcuni aspetti possono essere ottimizzati. Ad esempio, è possibile ordinare un dispositivo di distribuzione di input completo fabbricato in fabbrica, eseguire in anticipo una serie di lavori preparatori (marcatura, taglio e marcatura del cavo, trascinamento dei conduttori in un corrugamento protettivo, creazione di strobo, installazione di dispositivi di fissaggio in linea, installazione di scatole di installazione, stripping e aggraffare le estremità). Molti di questi lavori possono essere esternalizzati a personale meno qualificato..

Nella costruzione del capitale, i pezzi di filo misurati da una scatola vengono commutati su una linea di preparazione speciale e quindi trascinati nelle scatole di installazione (metodo nodale). La seconda opzione è “ray”, quando un prodotto per installazione elettrica è collegato al filo preparato (tagliato, spelato e ondulato) sul supporto, quindi il cavo viene trascinato nella scatola di giunzione. Nella costruzione individuale di pochi piani, a causa del volume relativamente piccolo di lavoro, queste operazioni non sono soggette all’industrializzazione, tuttavia, tutte devono essere eseguite in conformità con gli attuali documenti normativi, come PUE o SNiP 3.05.06-85 “Dispositivi elettrici”.

Come realizzare il cablaggio giusto in casa

In una casa privata, le manipolazioni per organizzare l’input saranno obbligatorie. Lo sviluppatore ha molte domande sulla disposizione della messa a terra. Elenchiamo le fasi di installazione dell ‘”interno” in ordine cronologico (alcune operazioni possono essere eseguite contemporaneamente), per gli edifici ausiliari e i consumatori di strada l’ordine della loro attuazione non cambia:

  1. Contrassegnare le posizioni dei prodotti di installazione e i percorsi delle linee.
  2. Taglio di scanalature e nicchie per scatole di installazione e distribuzione, preparazione di canali.
  3. Effettuare passaggi in varie stanze.
  4. Installazione di scatole, scatole prese, scatole per ASP.
  5. Preparazione dei cavi per l’installazione.
  6. Instradamento e fissaggio dei cavi di alimentazione lungo i loro percorsi, marcatura dei conduttori.
  7. Installazione di circuiti di illuminazione.
  8. Layout delle reti a bassa corrente.
  9. Preparazione, commutazione di conduttori in scatole di derivazione.
  10. Assemblaggio di quadri elettrici, commutazione.
  11. Controllo dello stato del sistema.
  12. Installazione di meccanismi di cablaggio.
  13. Secondo controllo, messa in servizio.
  14. Installazione di facciate per prese e interruttori.
  15. Installazione e collegamento di dispositivi di illuminazione, elettrodomestici.
  16. Collegamento di varie unità di potenza, dispositivi di alimentazione autonomi e ATS.
  17. Collegamento di consumatori a bassa corrente (antenne, sensori antincendio e di sicurezza, router e modem, elementi di sistemi audio).

È così che abbiamo visto la pianificazione dei lavori per la progettazione e l’installazione di reti elettriche in una casa di campagna. Naturalmente, non siamo stati in grado di coprire tutte le sfumature, ma speriamo che tu sia stato in grado di raccogliere alcune informazioni utili. Nelle pubblicazioni successive, continueremo l’argomento “elettrico”.

Valuta l'articolo
( Ancora nessuna valutazione )
Condividi con gli amici
Suggerimenti su qualsiasi argomento da parte di esperti
Aggiungi un commento

Cliccando sul pulsante "Invia commento" acconsento al trattamento dei dati personali e accetto la informativa sulla privacy