Combustibili solidi per caldaie: selezione e applicazione

Sezioni dell’articolo



Le slitte devono essere preparate in estate, così come la fornitura di carburante per il riscaldamento. In questo articolo, parleremo dei tipi di combustibile per le caldaie a pirolisi, descriveremo i vantaggi dei materiali pellettizzati e bricchettati, come immagazzinarli e l’uso di tale combustibile nelle caldaie di riscaldamento di vari design.

Combustibili solidi per caldaie: selezione e applicazione

Esistono numerosi tipi di combustibili solidi, nonché opzioni per la riqualificazione dei locali caldaie per diversi combustibili. Eppure, il fattore di massima disponibilità è considerato l’argomento principale nella scelta, ma questo approccio è davvero razionale?

Tipi di combustibile per caldaie a combustibile solido

La maggior parte dei carburanti si basa su materie prime vegetali: la cellulosa. Il legno è quasi il 100% di legno ed è considerato una fonte naturale di carbonio combustibile. Il carbone e il carbone bruno, nonché la torba, sono costituiti da resti di piante che hanno subito una serie di trasformazioni naturali che hanno aumentato la densità, e quindi il contenuto di componenti combustibili per unità di volume. Un principio simile si applica alla creazione di combustibile artificiale: pellet o bricchette..

È consuetudine valutare diversi tipi di combustibile in base a una serie di criteri, tra cui il più interessante è il potere calorifico specifico, altrimenti indicato come potere calorifico. In effetti, cosa potrebbe esserci di più importante della quantità di calore che può essere ottenuta da diversi tipi di carburante? Ma il combustibile solido è molto specifico nell’uso, il ruolo è anche svolto dalla quantità di cenere formata durante la combustione e dalla composizione del gas dei prodotti della combustione, dalla facilità di stoccaggio, dall’uso e dall’indicatore principale – prezzo.

Combustibili solidi per caldaie: selezione e applicazione

La legna da ardere e la torba sono considerate il combustibile più economico e in molte regioni della Russia sono completamente gratuite: nessuno si preoccupa di andare nella foresta o nella torbiera una volta all’anno e fare scorta di combustibile per usi futuri. Il carbone bituminoso e bruno genera una grande quantità di energia durante la combustione e ha un lungo tempo di combustione. È necessario gettare una nuova porzione di combustibile nel focolare 2-3 volte meno spesso della legna da ardere, e questo è abbastanza conveniente.

Allo stesso tempo, tutti i tipi di carbone, se bruciati, lasciano fino al 40% di ceneri della massa originale, il che significa che è necessario un posto per il suo stoccaggio stagionale e un metodo di smaltimento ben ponderato. Il fumo della combustione del carbone è piuttosto caustico, contiene una grande quantità di zolfo, a causa della quale appare un odore molto spiacevole nella stanza. La fuliggine e le particelle solide si depositano sul camino e sui condotti, portando al loro costante inquinamento e alla riduzione del tiraggio.

Combustibili solidi per caldaie: selezione e applicazione

Ma non è solo il carbone che può ostruire il camino. La legna da ardere, a causa della sua elevata umidità, emette una certa quantità di vapore durante la combustione, che interagisce con il fumo e forma catrame, ed è molto più difficile pulire tubi e canali da esso. Grazie al metodo di conservazione aperto, il carbone ha anche un’alta umidità e, sebbene ciò non influisca molto sull’inquinamento del camino, il potere calorifico è in qualche modo ridotto.

Vantaggi di bricchette e pellet

Eurowood – combustibile bricchettato e pellettizzato – è ottenuto a seguito del trattamento di rifiuti di segherie e aziende agricole o altri materiali vegetali. Tutto è usato: dalla segatura e dai rami degli alberi alle bucce di girasole. I componenti iniziali sono pre-frantumati ed essiccati, quindi frantumati a una frazione molto fine e pressati sotto forma di tronchi o granuli.

Combustibili solidi per caldaie: selezione e applicazione

In termini di composizione, le bricchette sono quasi indistinguibili dai pellet; il combustibile sfuso è stato sviluppato per i sistemi di alimentazione automatica nel forno. Il combustibile artificiale ha una densità molto superiore a quella del legno e della torba e leggermente superiore a quella del carbone bruno. Il contenuto di umidità nei pellet è quasi tre volte inferiore a quello del legno essiccato naturalmente.

Combustibili solidi per caldaie: selezione e applicazione

Quando vengono bruciati pellet e bricchette, si formano solo anidride carbonica e una piccola quantità di fuliggine, fino alla metà dei quali si decompone immediatamente a causa dell’alta temperatura di combustione e della mancanza di umidità. Esiste un mito secondo cui il combustibile bricchettato è pericoloso a causa dei prodotti di combustione della colla. Tuttavia, nella produzione non vengono utilizzati altri leganti: il legno stesso rilascia lignina appiccicosa ad alta pressione e temperatura. Con questo trattamento si verificano anche i processi iniziali di pirolisi, attivando parzialmente la cellulosa, ciò rende la combustione di bricchette “più pulita”.

Combustibili solidi per caldaie: selezione e applicazione

Efficienza energetica

Il carburante proveniente da fonti diverse con diverse condizioni di stoccaggio può avere indicatori significativamente diversi, tuttavia, per confrontare l’efficienza energetica, è sufficiente una tabella con valori medi:

CarburanteDensità apparente, kg / m3UmiditàContenuto calorico, kcal / kgContenuto di ceneriTempo di combustione
Legno massiccio350-60020-25%2800-34002,4-3,2%1-1,5 h
Torba400-60028-30%2600-28005-10%1-2.5 h
Carbone1200-140012-18%6500-700025-40%3-5 h
Carbone marrone700-100014-22%3100-360015-27%2.5-4h
Pellet / Bricchette700 / 850-10006-10%4300-47001-2%2-3 / 4.5-7 h

Va notato che le caratteristiche di pellet e bricchette sono le più “stabili” tra tutti i tipi di carburante. Tuttavia, c’è una certa differenza nelle prestazioni da produttore a produttore. Ad esempio, le bricchette di carburante RUF hanno uno dei più alti valori calorici: fino a 5200 kcal / kg, mentre il loro contenuto di umidità può raggiungere il 12%. La forma delle bricchette può anche differire. A differenza dei mattoni RUF rettangolari, le bricchette Pini-Kay sono esagonali con un foro assiale. Per questo motivo, non è così conveniente conservarli, ma si bruciano più velocemente e in modo più uniforme..

Combustibili solidi per caldaie: selezione e applicazione

Regole di stoccaggio del carburante

L’efficienza energetica di qualsiasi combustibile dipende da quanto fossero appropriate le condizioni di conservazione. Il carbone e la torba vengono immersi in deposito solo dopo una settimana di essiccazione in tempo sereno con 2-3 volte di agitazione. La legna da ardere viene immagazzinata in pile accuratamente piegate con trattamento obbligatorio con antisettici e insetticidi. Come puoi vedere, nella maggior parte dei casi, sono importanti solo le regole di conservazione; nel tempo il carburante non perde le sue qualità.

Combustibili solidi per caldaie: selezione e applicazione

Questo non si può dire di bricchette e pellet che, a causa della loro bassa umidità, tendono ad attirare acqua dall’aria. Il posto di deposito per le bricchette dovrebbe essere sistemato all’interno di una stanza chiusa. Di solito le bricchette sono impilate in pile compatte su pallet per mantenere la circolazione dell’aria dal basso. E sebbene la maggior parte dei prodotti abbia un imballo di plastica sigillato, sussiste sempre il rischio di danni e contatto con l’ambiente esterno, con conseguente rigonfiamento e deterioramento del carburante. Pertanto, cercano di mantenere un’atmosfera asciutta nella stanza ed evitano improvvisi sbalzi di temperatura..

Combustibili solidi per caldaie: selezione e applicazione

Utilizzo di bricchette e pellet

Molto spesso, il combustibile bricchettato viene utilizzato nelle caldaie a combustibile solido; l’euro legno è particolarmente efficace nelle unità di pirolisi. Le bricchette per un forno grezzo non sono adatte a causa di una temperatura di combustione insufficientemente elevata, ma possono essere utilizzate con successo per un forno russo. L’uso del pellet è possibile solo se nel focolare sono presenti griglie adeguate..

Combustibili solidi per caldaie: selezione e applicazione

Il combustibile artificiale è ideale per sauna o stufe per sauna, non da ultimo a causa della completa assenza di rifiuti. Nei caminetti, le bricchette sono più efficaci del legno, anche se per motivi estetici, molte persone preferiscono il legno. Ma nella preparazione del barbecue non c’è differenza, tranne per il fatto che ci vorrà un po ‘più di tempo per aspettare che si esaurisca..

Valuta l'articolo
( Ancora nessuna valutazione )
Condividi con gli amici
Suggerimenti su qualsiasi argomento da parte di esperti
Aggiungi un commento

Cliccando sul pulsante "Invia commento" acconsento al trattamento dei dati personali e accetto la informativa sulla privacy