Sistema di videosorveglianza a casa tua

Sezioni dell’articolo



Nel nostro tempo, lo sviluppo della tecnologia dell’informazione è andato così lontano che la videosorveglianza è diventata parte integrante delle precauzioni prese per proteggere la propria proprietà. Più recentemente, l’installazione di sistemi di videosorveglianza è stata praticata solo nelle grandi imprese, negli uffici centrali delle società, ed è stata anche utilizzata come strumento dalle forze dell’ordine, ecc..

Sistema di videosorveglianza a casa tua

Ora il mercato delle apparecchiature informatiche è ampio e diversificato e i prezzi per l’intera gamma sono diminuiti così tanto che quasi tutti i cittadini con un livello di reddito medio possono organizzare un piccolo sistema di videosorveglianza. La videosorveglianza viene utilizzata sia negli appartamenti che nelle case private, aiuta gli ospiti non solo a proteggere la proprietà dai furti, ma anche a controllare il loro territorio per tutti i tipi di situazioni che potrebbero non essere criminali..

Tipi di sistemi e loro elementi

Un sistema di videosorveglianza non è solo una videocamera e una TV, come molti sono abituati a credere fino ad ora, infatti, è una rete che consiste in alcuni elementi comunicati tra loro trasmettendo segnali attraverso un cavo o onde radio.

Si distinguono diversi tipi di sistemi a seconda dei dispositivi utilizzati nella rete di videosorveglianza e delle classi di apparecchiature..

Sistemi analogici

Tali sistemi includono videocamere analogiche, moltiplicatori, videoregistratori, dispositivi di archiviazione e di uscita delle informazioni. Un segnale analogico proveniente da telecamere TVCC viene inviato a un videoregistratore, che consente di configurare le modalità di controllo del sistema, registrare le informazioni, visualizzare le informazioni sui monitor, ecc. Il moltiplicatore viene utilizzato in modo che in una riga sia possibile ricevere e convertire segnali non da una, ma da più telecamere contemporaneamente, il che rende possibile semplificare la struttura della rete. Le informazioni nei sistemi analogici sono registrate su supporti magnetici. A causa dell’elevato numero di dispositivi e comunicazioni, tale implementazione di un sistema di videosorveglianza è poco pratica e ingombrante, pertanto non può essere paragonata a sistemi misti e digitali..

Sistema di videosorveglianza a casa tua

Sistemi misti

La struttura dei sistemi misti di videosorveglianza comprende videocamere e registratori analogici, ma l’uso di schede di acquisizione video consente di convertire un segnale analogico in uno digitale. Tali schede sono montate negli slot PCI dei computer fissi, il che rende il sistema più flessibile in termini di gestione. La registrazione delle informazioni può essere eseguita sia su supporti analogici che digitali.

Sistemi digitali

Tali sistemi sono considerati i più progressivi, convenienti, compatti ed economici. La trasmissione di informazioni può essere organizzata in due modi: tramite cavi e tramite una connessione Wi-Fi. La struttura di questo sistema è costituita da un numero di dispositivi, metà dei quali sono disponibili in quasi tutte le case o appartamenti in cui viene utilizzata la connessione a Internet. Per organizzare un sistema di videosorveglianza digitale, abbiamo bisogno di telecamere IP, uno switch, un router e, nel caso di un’opzione Wi-Fi wireless, un punto di accesso.

Sistema di videosorveglianza a casa tua

Telecamere IP

Questo è uno dei migliori dispositivi fino ad oggi che ti permette di fare video. In termini di dimensioni, una tale fotocamera non supera le dimensioni di un pacchetto di sigarette, che è un punto importante nell’organizzazione delle riprese video nascoste. Questo dispositivo è alimentato da 12–24 V, viene fornito con un alimentatore, la cui dimensione non supera la dimensione di un caricabatterie standard per un telefono cellulare. La fotocamera è dotata di un’interfaccia web, grazie a questa opzione, c’è un’opportunità molto conveniente per configurarla e controllarla. Nonostante le loro dimensioni, le telecamere IP offrono prestazioni eccellenti. La frequenza dei fotogrammi consente di aggiornare l’immagine fino a 30 volte al secondo, la risoluzione media è di 640×480, che è abbastanza per l’osservazione normale. La fotocamera consente di scattare con un’illuminazione minima di 0,5 lux (lux è un’unità per misurare l’illuminazione, un indicatore di 0,5 è quasi l’oscurità assoluta), questo effetto si ottiene utilizzando l’illuminazione a LED a infrarossi. La gamma di riprese video può raggiungere i 50 metri e l’angolo di visione è di circa 180 gradi.

La fotocamera supporta tutti i protocolli di rete standard, incluso POP3, che consente di ricevere informazioni direttamente tramite e-mail. La fotocamera supporta anche la comunicazione 3G, quindi è possibile ricevere immagini sotto forma di MMS sul telefono, che supporta anche questo standard di comunicazione.

Sistema di videosorveglianza a casa tua

TP-LINK si è dimostrato migliore nella produzione di tali fotocamere, i prezzi dei suoi prodotti sono di circa $ 120 per unità.

Interruttore

Uno switch è un dispositivo fisico progettato per combinare più computer in una rete locale. Per combinare switch e computer, vengono utilizzati doppini intrecciati e connettori standard RJ-45. Pertanto, lo switch può essere utilizzato per collegare più telecamere di sorveglianza digitale alla rete. Gli switch sono spesso confusi con gli hub. Un hub è un dispositivo che unisce anche più computer in una rete, ma reindirizza anche il segnale ricevuto da un dispositivo a un altro confrontando gli indirizzi di rete, mentre lo switch invia il segnale ricevuto a tutte le porte senza essere interessato all’indirizzo della scheda di rete. Nel nostro sistema, secondo lo standard, viene utilizzato solo un computer con una scheda di rete, quindi non è necessario un hub e il suo costo è leggermente superiore. Si consiglia di utilizzare gli switch da TP-LINK o ASUS, un piccolo switch a 4 porte ti costerà non più di $ 15.

Sistema di videosorveglianza a casa tua

Punto di accesso

Questo dispositivo viene utilizzato durante la trasmissione di informazioni tramite un segnale radio. Un punto di accesso può svolgere due ruoli:

  1. Ricevitore di informazioni (quando non si utilizza la doppino intrecciato e le informazioni dalla telecamera allo switch vengono trasmesse attraverso il punto di accesso senza fili).
  2. Un ripetitore, in altre parole, è un ponte (se la distanza tra il ricevitore e il trasmettitore del segnale Wi-Fi è troppo grande, puoi posizionare il punto di accesso al centro, trasferirà automaticamente il segnale dalla videocamera allo switch, per questo non è nemmeno necessario eseguire alcuna impostazione).

Sistema di videosorveglianza a casa tua

Molte persone vogliono nascondere il sistema di videosorveglianza da occhi indiscreti, in questo caso il punto di accesso tornerà utile, salverà l’intera struttura dalle connessioni cablate.

I migliori punti di accesso sono presentati da TP-LINK, il cui costo è di $ 40.

Computer e router

Per organizzare il sistema, non è necessario installare software speciali sul computer; tutte le impostazioni vengono effettuate direttamente sulla videocamera stessa tramite l’interfaccia Web. Se non si dispone di un router, ma si dispone di un indirizzo IP dedicato dal proprio provider, non sarà necessario nient’altro che un computer. L’uso di un router è necessario solo se questa è una condizione quando ci si connette a Internet con il proprio provider.

Con l’aiuto di un sistema di videosorveglianza digitale, puoi ispezionare la tua proprietà da qualsiasi parte del mondo, avendo solo accesso a Internet a portata di mano, nonché uno smartphone o un laptop o un computer. Utilizzando i sensori di movimento, puoi configurare il sistema di allarme e di registrazione video in modo tale che le telecamere inizino a girare video solo se gli intrusi entrano nel tuo territorio. Concludendo un accordo con un’organizzazione di sicurezza, è possibile reindirizzare il segnale di allarme alla console del dispatcher centrale, in modo che gli intrusi ignari possano essere neutralizzati e trattenuti in pochi minuti.

Installazione del sistema

Il primo passo è determinare il numero di punti che devono essere ispezionati con l’aiuto delle telecamere; per questo, vengono elaborati un piano dettagliato della topologia di rete e un piano per posizionare le telecamere attorno all’oggetto. La sicurezza del territorio e della proprietà dipende dal loro numero, nonché dal prezzo che dovrai pagare per la costruzione del sistema.

Non devi essere un professionista per l’installazione, un trapano convenzionale o un trapano a percussione è lo strumento più complesso che utilizzerai. Le telecamere sono fissate alla superficie usando speciali staffe, non importa se è orizzontale o verticale. Per la posa del cavo, viene utilizzata una scatola elettrica o morsetti ordinari, che sono fissati alle pareti con incrementi di 1 metro. Quando si posa una coppia attorcigliata, è necessario rispettare rigorosamente una regola: non posizionarla ad angolo retto, è meglio effettuare un leggero arrotondamento, la coppia attorcigliata è molto fragile e può essere facilmente danneggiata e quando la temperatura cambia (a causa del cambio di stagioni) in luoghi in cui ci sarà un angolo retto, il filo potrebbe spezzarsi e compromettere l’integrità del sistema.

Sistema di videosorveglianza a casa tua

In quasi il 90% dei casi, nella posizione della telecamera, non è possibile collegare l’alimentatore alla rete 220 V. Cosa fare in questo caso? Tutto è elementare, una coppia di fili verde e una arancione viene utilizzata per trasmettere un segnale logico, ciò è dovuto al fatto che hanno una migliore induzione a causa della densità delle curve. Le coppie marrone e blu possono essere utilizzate per trasmettere una tensione di 220 V. Questa tecnica funziona solo quando si collegano dispositivi con un basso consumo di corrente (come le nostre telecamere), poiché la sezione del filo è molto piccola, i dispositivi più potenti semplicemente bruciano il filo.

Calcola in anticipo la quantità di filo da utilizzare durante l’installazione del sistema. Ciò sarà necessario in modo che, al momento dell’acquisto, uno specialista possa tagliare i fili nelle sezioni necessarie e aggraffarli con connettori RJ-45. Questa procedura costa un centesimo, ma non sarai in grado di gestire la crimpatrice per la prima volta, ma nel tempo dovrai acquistare tali pinze in modo da poter riparare completamente il tuo sistema di sorveglianza da solo. Puoi acquistare pinze a crimpare in qualsiasi negozio di computer per $ 20- $ 30 e puoi imparare come usarle seguendo le istruzioni da Internet.

Sistema di videosorveglianza a casa tua

Nel caso di un sistema wireless, è innanzitutto necessario esaminare il proprio territorio per la velocità di trasmissione del segnale radio. La linea standard (telecamera / punto di accesso) si trova a 150 metri, ma ciò presuppone uno spazio aperto. Se sulla strada compaiono ostacoli sotto forma di pareti o altri oggetti, la portata del segnale diminuisce, questo deve essere preso in considerazione. Altrimenti, l’installazione del sistema non è diversa, solo il metodo di trasmissione del segnale dalle telecamere a un computer è diverso.

Quando si installa un sistema di videosorveglianza, prestare attenzione alla sicurezza degli elementi del sistema stesso. Le telecamere devono essere dotate di visiere che le proteggeranno da ogni tipo di precipitazione. È meglio imballare i collegamenti dei cavi in ​​una scatola ondulata o elettrica, sono una buona protezione per le comunicazioni. Montare le telecamere a circuito chiuso il più in alto possibile, ciò fornirà non solo una buona visione del territorio, ma non permetterà anche agli intrusi di disturbarle.

Valuta l'articolo
( Ancora nessuna valutazione )
Condividi con gli amici
Suggerimenti su qualsiasi argomento da parte di esperti
Aggiungi un commento

Cliccando sul pulsante "Invia commento" acconsento al trattamento dei dati personali e accetto la informativa sulla privacy