Caratteristiche di installazione di una caldaia a combustibile solido

L’uso di caldaie a combustibile solido come fonti di energia termica richiede di tenere conto di alcune differenze nella loro installazione e funzionamento, rispetto alle controparti elettriche e del gas. Consideriamo in questo articolo i principi di base dell’installazione di questi dispositivi.

Caratteristiche di installazione di una caldaia a combustibile solido

Anche nella fase di acquisto dei dispositivi di riscaldamento, si pone la questione se sia possibile installare la caldaia da soli.

Ci possono essere almeno tre ragioni per prendere una decisione a favore dell’installazione di una caldaia con le tue mani:

  1. L’autoinstallazione di una caldaia a combustibile solido può essere eseguita anche da una persona che non ha mai incontrato tale lavoro, ma che ha alcune competenze tecniche..
  2. L’installazione di un locale caldaie funzionante su legno, carbone o pellet è consentita senza la procedura di approvazione da parte delle autorità di vigilanza. È sufficiente chiamare gli specialisti dopo la fine del lavoro – per l’ispezione e la registrazione.
  3. L’ultimo motivo (forse anche il primo) è un sacco di risparmio di denaro e fiducia nella qualità del lavoro svolto.

L’installazione di caldaie a combustibile solido presenta alcune caratteristiche inerenti a questo tipo di apparecchiatura. L’intero processo di installazione della caldaia è convenzionalmente suddiviso in più fasi..

Il primo stadio è l’organizzazione del locale caldaia, ventilazione e camino

Le caldaie a combustibile solido non possono essere collocate nei salotti (soggiorno, camera da letto, cucina); per questo, una stanza separata è organizzata all’interno della casa o all’esterno sotto forma di estensione. Le dimensioni del locale caldaie dovrebbero garantire la posizione di tutti i dispositivi e l’accesso ad essi durante la manutenzione, l’area minima consentita è di 7 mq. M. C’è anche un posto per conservare il carburante, che deve essere asciutto prima della posa. Le pareti realizzate con materiali combustibili sono protette con intonaco di 25-30 mm di spessore o 8 mm di amianto ricoperto da una lastra di ferro. L’altezza del locale caldaia viene presa in modo tale che dopo l’installazione dell’unità di riscaldamento dalla parte superiore al soffitto non protetto non sia inferiore a 120 cm.

La normale combustione è assicurata da un flusso d’aria costante, che viene effettuato organizzando aperture di ventilazione. Uno di questi (fornitura), che misura almeno 10×10 cm, è posizionato nella parte inferiore della parete di fronte al camino. Il condotto di ventilazione superiore si trova sotto il soffitto: maggiore è il migliore.

Caratteristiche di installazione di una caldaia a combustibile solido

Il sistema di rimozione dei prodotti della combustione gassosa deve fornire una trazione ottimale. Una forza eccessiva rende difficile regolare il processo di combustione e un tiraggio insufficiente riduce le prestazioni della caldaia, aumenta il rischio che i gas di monossido di carbonio entrino nella stanza e congelino il camino. Esistono vari design di questi sistemi: mattone, coassiale, in ognuno di essi è necessario installare un limitatore di tiraggio o almeno un otturatore manuale.

La caldaia è installata su una piattaforma ignifuga: cemento, mattoni. L’installazione su un pavimento di legno è possibile solo attraverso uno strato ignifugo di una fila di mattoni disposti coperti da una lastra di metallo o massetto di cemento. La base è allargata di 10-20 cm rispetto alla caldaia dai lati e dal retro e di fronte al focolare l’area protetta dovrebbe essere di 40 cm o più.

Secondo stadio: collegamento al circuito di riscaldamento

Un sistema di riscaldamento con una caldaia a combustibile solido è dotato di un vaso di espansione di tipo aperto. Il processo di combustione di legna o carbone è di lunga durata, quindi, anche con una completa cessazione della fornitura di aria (che è l’unico modo di regolazione automatica), la temperatura dell’acqua scenderà solo dopo un po ‘.

Nei serbatoi aperti, il liquido di raffreddamento si espande liberamente e con un significativo surriscaldamento si scarica semplicemente, a causa del quale la pressione nel sistema stesso non aumenta. Nella linea adatta per l’espansore, non è consentito installare alcun dispositivo di intercettazione e le dimensioni del tubo devono fornire un rendimento elevato, ad esempio – per una caldaia da 30 kW, è adatto un tubo con un diametro di 25 mm o più.

Caratteristiche di installazione di una caldaia a combustibile solido

In un sistema di riscaldamento chiuso, è possibile utilizzare caldaie a combustibile solido appositamente progettate per questo, che viene visualizzato dal produttore. Il dispositivo di tali dispositivi è progettato per aumentare la pressione e il progetto prevede schemi speciali per assorbire le eccedenze di calore: scambiatori di calore integrati o qualcosa del genere. In un sistema chiuso, è installata una valvola di sicurezza, situata sul collettore di uscita e attivata a una pressione non superiore a 0,15 MPa.

Il primo metro sia dell’uscita del refrigerante caldo che della linea di ritorno è costituito da tubi di acciaio. L’intero sistema di riscaldamento è progettato con il numero minimo possibile di curve e curve. Per garantire la circolazione naturale dell’acqua in caso di mancanza di corrente, la pompa taglia una linea parallela. Un altro metodo di protezione è l’implementazione di un secondo circuito (di riserva) che rimuove il calore in caso di emergenza, ad esempio può essere un serbatoio di accumulo per l’acqua calda.

Caratteristiche di installazione di una caldaia a combustibile solido

La fase finale è il lancio della caldaia – il primo riscaldamento, che include le operazioni di installazione di varie unità dell’apparato.

Nel prossimo articolo, il nostro sito ti dirà come installare una caldaia a combustibile solido per conto tuo. Sarà dedicato a punti pratici e troverai anche suggerimenti su cosa prestare attenzione durante l’installazione, nonché su come impostare e controllare tu stesso la caldaia al primo avvio..

Valuta l'articolo
( Ancora nessuna valutazione )
Condividi con gli amici
Suggerimenti su qualsiasi argomento da parte di esperti
Aggiungi un commento

Cliccando sul pulsante "Invia commento" acconsento al trattamento dei dati personali e accetto la informativa sulla privacy