Un’alternativa economica al bagno. Come scegliere una cabina doccia

Sezioni dell’articolo



In questo articolo: una storia di sistemi doccia tipi di design delle cabine doccia; funzioni e costi; criteri di selezione per cabine doccia.

Un'alternativa economica al bagno. Come scegliere una cabina doccia

Per molti secoli, l’umanità è stata costretta a lavarsi, usando un semplice impianto idraulico sotto forma di un contenitore con acqua calda. Centinaia di anni dopo, è apparsa una nuova opportunità, più conveniente e redditizia per fare un bagno, chiamata doccia. Sono state le cabine doccia e doccia che hanno permesso di ridurre i tempi previsti per le procedure idriche e garantire l’igiene completa del corpo. Come sono state create le installazioni di docce a noi familiari, quali modelli sono offerti da un moderno produttore, un’area di vendita e un negozio di idraulici online, infine – come sceglierli?

La storia dell’acqua che scende dall’alto

I popoli del passato apprezzavano particolarmente il bagno sotto il flusso d’acqua: l’acqua che scorreva dall’alto lavava il corpo in modo molto più efficiente rispetto a quando si lavava in bacini artificiali o naturali rapidamente inquinati. L’unica fonte naturale di acqua che cadeva erano le cascate, e quelle che si trovavano vicino ai villaggi erano costantemente richieste durante la stagione calda tra coloro che volevano lavarsi..

Nella vita di tutti i giorni, c’era solo un modo per riprodurre una “cascata” per fare il bagno: riempire una brocca con acqua e, sollevando il bagnante sopra la testa, versare l’acqua. Questa tecnica di abluzione è stata ampiamente utilizzata dai cittadini più nobili e ricchi della Mesopotamia e dell’antico Egitto, organizzando speciali stanze-docce nelle loro tenute, dove i servitori si riversavano su di loro con acqua calda dall’alto, e l’acqua inquinata usciva attraverso grondaie appositamente realizzate nel pavimento con un pendio verso la strada.

Un'alternativa economica al bagno. Come scegliere una cabina doccia

Il prototipo delle docce moderne fu creato dagli antichi greci intorno al 400 a.C. Le sale delle docce sono state scoperte dagli archeologi durante gli scavi di Pergamo e sono anche raffigurate su vasi di ceramica creati più di 2000 anni fa. Nelle antiche città greche, c’era un sistema di approvvigionamento idrico e fognario formato da acquedotti di pietra e condotte di piombo: l’acqua veniva consegnata nei locali delle docce pubbliche, che venivano utilizzate in egual misura da aristocratici e gente comune. È interessante notare che le antiche docce greche erano molto simili a quelle moderne: avevano persino delle nicchie nelle pareti, dove i visitatori mettevano i loro vestiti prima di fare il bagno..

I romani adottarono l’abitudine di lavarsi sotto la doccia dai Greci, che costruirono e attrezzarono i locali a questo scopo in ogni città dell’Impero Romano. I cittadini dell’impero usavano regolarmente la doccia, facendo il bagno almeno una volta alla settimana. 500 circa d.C. L’impero romano cadde, i sistemi idraulici e fognari creati dai suoi ingegneri presto caddero in rovina e cessarono di funzionare.

La doccia fu reinventata solo nel 19 ° secolo (circa 1810) dagli inglesi – l’installazione della doccia era un insieme di numerosi tubi metallici, l’ultimo dei quali era curvo e dotato di uno spray. L’acqua è entrata nella doccia dalla piscina, pompata a mano, dopo il bagno, l’acqua è tornata al serbatoio e di nuovo pompata nell’impianto: questo ciclo è stato ripetuto più volte, quindi la piscina è stata svuotata, pulita e vi è stata versata acqua fresca. Nel 1850, l’installazione della doccia inglese subì una serie di aggiornamenti, vennero creati modelli con più ugelli e infine apparve un’unità collegata a una fonte d’acqua corrente..

Una completa transizione dai bagni alle docce condivise fu fatta nel 1872 nelle caserme e nelle prigioni dell’esercito francese – il sistema doccia per queste istituzioni fu creato dal medico francese François Delabost. L’esperienza della Francia interessò la Prussia e l’Austria – i tedeschi seguirono il percorso francese, organizzando docce in carceri, caserme e altre istituzioni pubbliche, e gli austriaci andarono oltre, dotando i bagni pubblici di Vienna di docce nel 1887.

Un'alternativa economica al bagno. Come scegliere una cabina doccia

Nonostante l’ovvia comodità delle docce, fino agli anni ’50 del secolo scorso non erano richieste: la popolazione urbana e rurale preferiva i metodi e i mezzi tradizionali per fare il bagno. A metà del 20 ° secolo, l’atteggiamento nei confronti del bagno è cambiato radicalmente: l’igiene del corpo è diventata una norma obbligatoria. E in questo caso, l’installazione della doccia si è rivelata insostituibile, perché permesso di lavare in pochi minuti e con un consumo di acqua significativamente inferiore: il riempimento della vasca richiederà circa 140 litri e il bagno nella doccia richiederà solo 40 litri, ad es. 3,5 volte meno. La crescente popolarità del bagno sotto la doccia ha causato una domanda per tali installazioni, quindi i produttori globali di articoli sanitari hanno iniziato a modernizzarli attivamente, avendo sviluppato cabine doccia di design complesso e attrezzature tecniche, creando allo stesso tempo mobili da bagno incentrati su cabine doccia.

Docce – dal semplice al complesso

In base alla progettazione, le cabine doccia sono suddivise in cabine aperte, chiuse e divisorie. Le cabine di quest’ultimo tipo sono le più semplici nel design e sono destinate a docce pubbliche. Ma esamineremo più da vicino le cabine dei primi due tipi …

Le cabine doccia aperte sono costituite da due elementi: un pallet su cui poggia il bagnante e tende che isolano la cabina dal resto della stanza e impediscono anche all’acqua di entrare nel pavimento. I pallet per cabine aperte sono prodotti nella gamma più ampia, possono essere di forme diverse e realizzati con materiali diversi. I piatti doccia più popolari sono quadrati, rettangolari, pentagonali e radiali (1/4 di cerchio). I materiali di esecuzione includono ghisa smaltata, acciaio, acrilico, ceramica e marmo.

Un'alternativa economica al bagno. Come scegliere una cabina doccia

I recinti per le docce aperte sono incorniciati e senza cornice, e all’esterno sono spesso simili: fogli di plastica o vetro sono inseriti nel telaio e le docce senza cornice sono chiuse solo con vetro temperato. La recinzione senza telaio, va notato, richiede una superficie perfettamente piana della base, delle pareti e del soffitto nel luogo di installazione, altrimenti sarà difficile esporla. Le ringhiere, a seconda del modello, possono avere una forma geometrica regolare o una curva complessa.

Il costo delle cabine doccia aperte dipende dai materiali di esecuzione e dal produttore, i modelli di telaio più economici costeranno all’acquirente circa 8.000 rubli, il prezzo dei modelli senza telaio raggiunge i 100.000 rubli.

Le cabine doccia chiuse sono dotate di una serie significativa di funzioni, rispetto ai modelli aperti, che consentono solo di fare la doccia: pressione e temperatura dell’acqua controllate; numero e posizione regolabili dei getti d’acqua che arrivano al bagnante da tutte le direzioni all’interno della cabina; generazione di vapore (effetto bagno turco); aroma e terapia della luce; idromassaggio; riscaldamento a infrarossi; comunicazione telefonica touchscreen, sistema radio e stereo, monitor video; posti del bagnante. Esistono modelli di cabine chiuse che consentono non solo di fare la doccia, ma anche di trovarsi nella vasca da bagno al loro interno. Ogni cabina di questo tipo è completamente isolata dalla stanza in cui è installata, è sufficiente collegare le comunicazioni ad essa – acqua, fognature ed elettricità. I modelli di cabine doccia chiuse esigono l’altezza dei soffitti nel luogo di installazione: la distanza dalla parte superiore della cabina al piano del soffitto deve essere di almeno 200 mm, la loro messa a terra è obbligatoria. Oltre alle cabine doccia all’aperto, che si trovano ovunque all’interno della stanza, ci sono modelli integrati: sono collocati in una nicchia pre-preparata nel muro, sembrano una stanza. I prezzi per le cabine doccia chiuse partono da 15.000 rubli, le cabine da bagno costano da 60.000 rubli, le cabine integrate costeranno l’acquirente da 90.000 rubli. e più in alto.

Un'alternativa economica al bagno. Come scegliere una cabina doccia

Scegliere una cabina doccia – criteri

La decisione di acquistare l’uno o l’altro modello di una cabina doccia dovrebbe basarsi su diversi fattori, tra cui: l’importo che hai per questo acquisto; funzionalità richiesta della cabina di guida; le sue dimensioni generali; materiali di fabbricazione; caratteristiche del progetto.

Prezzo cabina doccia.I modelli più economici sono aperti, con telaio e pareti in plexiglass – le loro funzioni si riducono a fare la doccia e, nel caso di modelli più costosi dotati degli ugelli necessari, un idromassaggio. I modelli del segmento di prezzo medio (30.000-50.000 rubli) sono rappresentati da cabine aperte e chiuse – le prime sono generalmente senza cornice e recintate con vetro temperato, le seconde combinano vetro e plastica. Le docce di questo gruppo hanno una gamma più ampia di funzioni rispetto ai modelli del segmento di prezzo inferiore: di norma, questa è la funzionalità di regolazione della pressione dell’acqua, della sua temperatura e della direzione del flusso d’acqua.

Un'alternativa economica al bagno. Come scegliere una cabina doccia

I modelli del segmento di prezzo superiore delle cabine doccia hanno il maggior numero di opzioni, tra cui apparecchiature telefoniche integrate, un impianto stereo e una TV. I materiali e le attrezzature utilizzati nella loro produzione e decorazione non sono economici di per sé – legno naturale e pietra, sistema di controllo elettronico.

È importante determinare l’insieme di funzioni davvero necessarie, che ti consentiranno di restringere la ricerca all’interno dei segmenti di prezzo: perché acquistare una cabina doccia a un prezzo elevato, le funzionalità di cui non utilizzerai completamente?

Design della cabina doccia.Le cabine aperte con telaio e recinzione senza cornice devono essere assemblate nel luogo di installazione, più ampie sono le loro funzioni, più difficile sarà il processo di installazione. Le cabine chiuse non devono essere assemblate: le installate all’interno, collegate le comunicazioni e le utilizzate. I modelli integrati sono interessanti – una cabina del genere sembra particolarmente organica in casa, perché consente alla decorazione esterna di abbinare il design generale dei locali.

Un'alternativa economica al bagno. Come scegliere una cabina doccia

Forma e dimensioni.I modelli di doccia radiale risparmiano spazio nel bagno perché installato in un angolo. Non creare punti ciechi in una cabina con porte scorrevoli: assicurarsi che i rulli di scorrimento siano cromati o non ferrosi per una lunga durata. Se c’è abbastanza spazio nel bagno, sentiti libero di scegliere un modello con ante a battente: costerà un po ‘meno. Presta attenzione allo spazio interno della cabina doccia – le dimensioni minime delle cabine sono 700×700 mm, tuttavia, questo spazio sarà molto, molto piccolo per un bagnante, è molto meglio se la lunghezza dei lati è di 900 mm o più. Le dimensioni del box doccia devono essere scelte in base ai dati fisici della famiglia – i suoi futuri utenti.

Materiale per pallet.I pallet in acciaio e ghisa hanno una lunga durata, tuttavia, l’acqua cade su di essi con un rumore piuttosto forte (specialmente nel caso di un pallet in acciaio) e uno strato di smalto alla fine coprirà scheggiature e crepe. Infine, il contatto dei piedi nudi con il metallo freddo è accompagnato da disagio: dovrai riscaldare un tale vassoio con un flusso di acqua calda prima di fare la doccia.

I vassoi in ceramica hanno una sensazione sensibilmente più calda rispetto a quelli in metallo, ma sono soggetti a danni meccanici – anche far cadere la maniglia che disperde acqua può danneggiare la ceramica.

Un'alternativa economica al bagno. Come scegliere una cabina doccia

I pallet acrilici si riscaldano quasi istantaneamente a una temperatura accettabile, in caso di danni alla loro superficie, è possibile ripristinarli con uno speciale kit di riparazione da soli, senza coinvolgere gli specialisti: dureranno a lungo. Il loro svantaggio è associato alla bassa rigidità della plastica, è necessario un telaio di alta qualità per evitare cedimenti sotto il peso del bagnante.

I pallet in pietra artificiale e naturale hanno le più alte caratteristiche tra gli altri: sono resistenti ai danni meccanici, non cambiano forma sotto il peso di una persona, riscaldano rapidamente e trattengono bene il calore. C’è un inconveniente dei pallet di pietra: tra tutti gli altri tipi di pallet, sono i più costosi.

La profondità standard del contenitore per pallet è di 100 mm, il che è abbastanza comodo per la maggior parte degli utenti. Se si desidera che i livelli del pallet e del pavimento del bagno corrispondano, sarà necessario un pallet con una profondità di 50 mm o inferiore. Il pallet poco profondo è adatto a famiglie anziane che hanno difficoltà a superare la soglia della cabina più alta. È indispensabile avere un rilievo nella parte inferiore del pallet, che impedisce a una persona di cadere durante il nuoto.

Recinzioni perimetrali della cabina.Se hai intenzione di installare da solo la cabina doccia, scegli i modelli di telaio: il materiale del telaio migliore per loro sarà leggero, resistente e in alluminio inossidabile. La recinzione in plastica è più economica del vetro, la sua installazione è più semplice, tuttavia la plastica non funzionerà per una cabina con funzione “bagno turco”, solo vetro o legno.

Un'alternativa economica al bagno. Come scegliere una cabina doccia

Produttore della cabina doccia.Nel mercato domestico, in ogni segmento di prezzo delle cabine doccia, ci sono modelli sia russi, ad esempio Aquanet e Radomir, sia produttori esteri – Germania, Spagna, Italia, Finlandia e Cina. Allo stesso tempo, sarà sbagliato considerare i prodotti dei produttori europei di qualità eccezionalmente elevata, e i modelli di produzione russa e cinese sono dubbi, sarà errato: la qualità dell’assemblaggio, la correttezza delle linee e l’assenza di danni, i produttori di riempimento meccanico ed elettronico delle cabine, i termini e le condizioni della garanzia del produttore saranno decisivi.

Valuta l'articolo
( Ancora nessuna valutazione )
Condividi con gli amici
Suggerimenti su qualsiasi argomento da parte di esperti
Aggiungi un commento

Cliccando sul pulsante "Invia commento" acconsento al trattamento dei dati personali e accetto la informativa sulla privacy