Tipi di vetro per facciate vetrate e finestre con doppi vetri

Sezioni dell’articolo



Vetro di sicurezza

Scopo:vetrate di facciate di edifici (piani inferiori e superiori), disposizione delle partizioni interne. È stato utilizzato nella costruzione di strutture urbane: la città di Mosca, il ponte di osservazione della torre della televisione di Ostankino, le fermate dei veicoli. Promettenti campi di applicazione per vetri di sicurezza: piscine e acquari, porte e vari elementi di arredo.

specificazioni

Coefficiente di trasmissione della luce:dall’85 percento.
Caratteristiche:gli occhiali di sicurezza sono principalmente strutture multistrato.
Dimensioni:spessore da 4 a 120 mm, può essere tagliato.

Analisi del consumatore

“Occhiali di sicurezza” è infatti il ​​nome generico di varie strutture di vetro (con il metodo di fabbricazione, il complesso di componenti, le caratteristiche tecniche e persino per scopo). Hanno una cosa in comune: proteggono in qualche modo una persona da influenze esterne aggressive e allo stesso tempo, se non altro, non lo feriscono con i loro frammenti..

Un caso speciale di tale vetro è la protezione antincendio multistrato (quelli che sono “da fuoco, fumo e radiazione di calore”). Indubbiamente, il noto vetro rinforzato con una rete metallica è anche “sicuro” in un certo senso. Ma ci sono materiali sicuri di cui voglio parlare più in dettaglio..

Il modo più semplice per realizzare vetri di sicurezza è applicare una pellicola protettiva, che di solito è composta da colla e uno strato di poliestere. È incollato direttamente sulla superficie del foglio. Se una pietra colpisce un tale “vetro speciale” o un’esplosione tuona nelle vicinanze, non si disperderà in piccoli frammenti, ma, incrinata, rimarrà nella cornice. Inoltre, esistono speciali pellicole protettive che trasformano i normali occhiali in risparmio energetico o ignifughi.

Un altro tipo di vetro di sicurezza è multistrato (laminato). Nella loro produzione, può anche essere usato un film, ma “doppio adesivo”, qui si trova tra gli strati di vetro. Il processo di laminazione è complesso, viene eseguito utilizzando una linea automatizzata in più fasi. L’ultima fase viene eseguita in un’autoclave sotto l’influenza di calore e pressione. Tuttavia, al posto di un film, può funzionare anche uno speciale liquido di laminazione. Una certa composizione chimica viene versata tra gli strati, quindi viene sinterizzata con il vetro, formando un corpo omogeneo. I sistemi di vetro realizzati con tecnologia cinematografica sono generalmente più costosi di quelli “gelatinosi”. Gli strati (dritti o piegati secondo una determinata forma, che viene data loro prima dell’incollaggio) sono fatti di vetro di uno o diversi tipi (semplice, temperato, colorato). I consumatori conoscono il nome “triplex”. Questa è solo la versione più semplice di un sistema multistrato: due lastre di vetro semplice, 3-4 mm ciascuna, e una pellicola da 0,5 mm tra di loro. Triplex non viene utilizzato tanto come protezione contro gli hooligan, ma come elemento del sistema di riduzione del rumore.

Il vetro blindato è un’altra questione. I principi della loro tecnologia di produzione sono gli stessi, ma i loro fogli non solo non si disperderanno in piccoli pezzi dalla pietra caduta, ma a seconda della classe di resistenza diventeranno un ostacolo per le armi reali. Nella produzione di “armature” trasparenti vengono utilizzati vetri float ordinari con uno spessore di 2-8 mm e pellicole (know-how dei produttori) con uno spessore di solito 0,5 mm.

Ad esempio, da un intruso armato di una pistola TT, proteggerà una struttura di 4 bicchieri da 4 mm ciascuno. Questo è il 1 ° grado di protezione: lo spessore totale della struttura è di 18-26 mm (produttori diversi indicano numeri diversi). Il vetro antiproiettile con uno spessore totale di circa 36 mm (2 ° grado di protezione) resisterà al fuoco automatico. Ostacolo per un cecchino – 44 millimetri “vetro” (3 ° e 4 ° grado di protezione). Le strutture multistrato più potenti: 12 strati da 8 mm (spessore totale 120 mm). Tuttavia, gli strati potrebbero non avere lo stesso spessore – variando la configurazione della confezione, i produttori ottengono migliori proprietà di resistenza con uno spessore inferiore.

Vetro stratificato ignifugo e finestre con doppi vetri

Scopo:installazione di pareti divisorie, sistemi di porte e facciate.

specificazioni

Coefficiente di trasmissione della luce:dall’85 percento.
Caratteristiche:i vetri stratificati o i doppi vetri utilizzati per i vetri F proteggono da incendi, fumo, radiazioni di calore.
Dimensioni:Pyrodur, Pyrostop – dimensioni massime 6×3,21 m, spessore del foglio da 7 mm; Pyranova – dimensioni massime 1,5×2,5 m; spessore 16 mm.

Analisi del consumatore

Nel vetro stratificato, il calore viene assorbito dallo strato intermedio di silicato, che contiene acqua allo stato cristallizzato. Durante un incendio, evapora e raffredda il vetro.

Vetro a bassa emissione

Scopo:vetrate di finestre di edifici residenziali e strutture industriali.

specificazioni

Coefficiente di trasmissione della luce:dall’80 percento (per diversi produttori, questo valore oscilla di diversi percento).
Caratteristiche:risparmio energetico, riflette la parte infrarossa dello spettro, mantenendo la normale trasmissione della luce.
Dimensioni:spessore del foglio da 3 a 10 mm.

Analisi del consumatore

Il problema dell’uso economico dell’energia è particolarmente acuto nel nostro tempo. Il vetro ordinario, cosiddetto “grezzo”, parte del calore assorbito dalla stanza si irradia nuovamente sulla strada. Le perdite raggiungono il 50 percento. Pertanto, tutti i maggiori produttori mondiali producono vetri speciali a risparmio energetico. Anche le imprese russe hanno iniziato la sua produzione, mentre, tuttavia, stiamo parlando di piccoli lotti. In futuro, si prevede di aumentare la capacità in modo che ci sia abbastanza produzione per tutti i nuovi edifici..

La superficie del vetro a bassa emissione è ricoperta da uno speciale rivestimento non visibile all’occhio (vengono utilizzati argento e numerosi altri metalli), che consente al calore solare di entrare nella stanza (onde corte), ma impedisce alle radiazioni di calore della stanza (onde lunghe) di uscire all’esterno. Grazie a ciò, l’isolamento termico della stanza è notevolmente migliorato. L’appartamento diventa più caldo in inverno e più fresco in estate senza ulteriori apparecchi elettrici. Alla fine, le bollette dell’elettricità diminuiscono. Va aggiunto che il rivestimento non ha quasi alcun effetto sulla quantità di luce che entra negli ambienti. Naturalmente, il vetro “funziona” solo in combinazione con cornici moderne.

Vengono prodotti occhiali a basse emissioni con rivestimenti duri e morbidi. Il vetro con rivestimento duro (solitamente chiamato “vetro K”, che non è del tutto corretto) può essere utilizzato per vetri singoli (rivestimento interno) o per finestre con doppi vetri. Il vetro con un rivestimento morbido (è possibile trovare il nome “I-glass”, che non è del tutto vero) viene utilizzato solo nelle finestre con doppi vetri, sempre rivestite all’interno. In termini di proprietà di risparmio di calore, un rivestimento morbido è una volta e mezza superiore a uno duro, quindi è preferito in tutto il mondo..

Per quanto riguarda la terminologia, infatti “I-glass” e “K-glass” sono i nomi dei marchi e non il tipo di prodotto (“Xerox” è anche un marchio e non un sinonimo della parola “fotocopiatrice”). Il problema è che diversi produttori hanno i loro nomi “di marca” per gli occhiali a risparmio energetico. In apparenza, il vetro a basse emissioni non differisce dal vetro ordinario. Per scoprire se è incluso nell’unità di vetro, accendi una luce o un accendino e portalo alla finestra. La riflessione sul vetro a bassa emissività differirà nel colore da tutte le altre.

Nelle unità di vetro ignifughe, uno speciale gel “liquido” trasparente si trova tra i normali vetri. Se esposto al fuoco, si scurisce e schiume, formando uno strato protettivo opaco. Il calore passa attraverso il vetro opaco molto più lentamente. Durante un contatto di 30 minuti con il fuoco sul retro del vetro, la temperatura secondo gli standard europei non supera i + 180-200 gradi Celsius. Per fare un confronto, il vetro normale in questo periodo avrebbe già riscaldato fino a 550. In tali condizioni, in una stanza con vetro ignifugo, la temperatura è di soli 45 gradi e con il vetro ordinario – fino a 300 gradi Celsius. Anche durante un forte incendio, il vetro non si sbriciola a causa del fatto che il gel ad alta temperatura si fonde con lo strato di vetro rotto vicino al fuoco e lo tiene.

Vetro borosilicato resistente al fuoco

Scopo:installazione di pareti divisorie, sistemi di porte e facciate, vetri per tetti (in finestre con doppi vetri).

specificazioni

Coefficiente di trasmissione della luce:circa il 90 percento.
Caratteristiche:galleggiante in vetro di sicurezza a lastra singola, ritarda la propagazione di fuoco e fumo (vetri G), trasmette radiazioni di calore.
Dimensioni:il vetro è realizzato su ordinazione, la dimensione massima del foglio è di 160×300 cm, il minimo è di 13×27 cm; spessore – 5, 6, 8 mm.

Analisi del consumatore

Il vetro borosilicato convenzionale si ottiene sostituendo i componenti alcalini nella materia prima con ossido di boro. Il coefficiente di dilatazione termica diventa basso, di conseguenza il materiale è in grado di resistere a temperature elevate. C’è un altro vantaggio: buona resistenza chimica a vari ambienti aggressivi, quindi tale vetro viene utilizzato nella produzione di elettrodomestici, resistente al calore e vetreria di laboratorio..

Sottoponendo il vetro borosilicato a un ulteriore trattamento termico, si ottiene il cosiddetto “vetro borosilicato speciale resistente al fuoco”. Questo materiale è stato appositamente sviluppato come protezione antincendio ed è stato utilizzato in pratica per 20 anni e viene spesso utilizzato per porte vetrate installate su vie di fuga in ospedali, scuole e case di cura. Inoltre, incollando lastre di borosilicato congiuntamente a giunti, continui, senza profili verticali, vengono realizzate partizioni di vetro con un’altezza di 2,2 m. Questa parete funge da barriera al fuoco e al fumo per 50 minuti.

In generale, a seconda dello spessore, il vetro borosilicato ignifugo è in grado di proteggere una stanza dal fuoco e dal fumo per 30, 60 e persino 120 minuti. Inoltre, la sua trasmissione della luce è la stessa di quella dei vetri convenzionali. Il fatto che abbiamo a che fare con la protezione antincendio può essere indovinato solo dai loghi del produttore, che vengono applicati su ciascun lato.

Il vetro borosilicato rimane trasparente anche durante un incendio. Questa importante funzionalità consente alle vittime e ai vigili del fuoco di navigare più velocemente e combattere il fuoco in modo più efficace. Tuttavia, si deve tenere presente che la barriera consente non solo il passaggio della luce, ma anche la radiazione termica, ovvero il calore. Allo stesso tempo, il vetro borosilicato resistente al fuoco è un vetro di sicurezza a lastra singola. Se danneggiato, si sbriciolerà in piccoli pezzi con bordi smussati, senza danneggiare nessuno. Il vetro finito non è soggetto a ulteriori lavorazioni e pertanto viene prodotto rigorosamente in base alle dimensioni ordinate e ai progetti finiti. Può essere utilizzato sia in modo indipendente che in finestre con doppi vetri in combinazione con altri tipi di vetri speciali (calore, rumore, antiurto).

Il vetro borosilicato antincendio di fabbricazione tedesca è certificato in 18 paesi del mondo, la Russia non è ancora uno di questi, anche se questo vetro può già essere ordinato a Mosca. Inoltre, tali vetri sono già installati in alcuni edifici costruiti da appaltatori stranieri..

Vetro protettivo da luce e calore

Scopo:vetratura di edifici, decorazione di facciate, pareti divisorie per uffici, in forma curva (curva) e indurita – produzione di padiglioni commerciali, tetti a trasmissione luminosa, ringhiere per balconi, serre.

specificazioni

Coefficiente di trasmissione della luce:dal 54 all’81 percento.
Caratteristiche:il vetro float a risparmio energetico, colorato in massa, assorbe dal 27 al 70 percento dell’energia solare, rispetto al vetro ordinario ha una trasmissione della luce ridotta.
Dimensioni:1,3×1,6 m; 2,0×1,6 m; 2,5×1,6 m; spessore del foglio – 3, 4, 5, 6, 8, 10 mm.

Analisi del consumatore

Il vetro leggero e termoisolante è stato inventato più di venti anni fa, ma oggi ha acquisito particolare rilevanza, quando il vetro ha iniziato a essere considerato un materiale strutturale del XXI secolo. Durante la produzione di vetro schermante alla luce e al calore, vengono introdotti speciali additivi nella materia prima, a causa dei quali il foglio diventa meno conduttore di calore (il coefficiente di trasferimento del calore corrisponde ai nuovi requisiti SNiP rinforzati) e trasmette meno luce.

Nelle stanze con vetri fatti di vetro resistente alla luce e al calore, le cadute di temperatura (giorno / notte) diminuiscono, l’effetto “accecante” del sole si riduce, i mobili, le superfici verniciate, ecc. Non si sbiadiscono. Soprattutto, i costi di riscaldamento e aria condizionata sono ridotti. L’industria produce vetri resistenti alla luce e al calore nei colori bronzo, verde-blu e grigio. Ci sono anche opzioni architettoniche e modellate progettate per decorare l’interno e l’esterno degli edifici..

Ciò che è particolarmente piacevole è che alcuni marchi (ad esempio “Metelitsa” e “Blues”) sono “know-how” russi che non hanno analoghi al mondo nella loro struttura o nel colore. Tuttavia, ci sono alcune informazioni spiacevoli: ci sono casi in cui i prodotti con vetro russo (ad esempio le porte) vengono distribuiti come prodotti finlandesi o tedeschi. È interessante notare che il vetro leggero e schermante il calore può essere sottoposto agli stessi tipi di lavorazione convenzionali.

limitazioni:ci sono campioni sul mercato che assorbono più del 50 percento del calore. Va tenuto presente che non possono essere utilizzati per vetri esterni: nei giorni caldi, tale vetro si riscalda fino a 80-90 gradi e può scoppiare.

Vetro elettrocromico

Scopo:produzione di pareti divisorie in uffici, uffici, uffici, ristoranti.

specificazioni

Coefficiente di trasmissione della luce:dall’85 percento.
Caratteristiche:finestra a doppi vetri, trasparente quando acceso e opaco opaco quando spento; collegamento elettrico (tensione – 9-12 V).
Dimensioni:dimensioni massime – 1×2,8 m. Spessore film – 0,5 mm. Lo spessore delle unità di vetro dipende dallo spessore del vetro utilizzato.

Analisi del consumatore

Una specie di camaleonte di vetro. Assolutamente trasparente, non diverso dalla solita finestra, può diventare noioso in un istante e attraverso di esso non sarà più possibile vedere anche i vaghi contorni degli oggetti.

Un’unità a doppi vetri è composta da due vetri, collegati con un film speciale (grazie al quale cambia il “colore”) con l’aiuto della colla poliuretanica. Il film stesso è una composizione polimerica contenente piccole inclusioni di cristalli liquidi. Una volta installato, tale vetro viene collegato alla rete mediante un adattatore (tensione da 9 V, il consumo di energia è molto basso). Quando il vetro non è acceso, è opaco, di colore bianco latte, poiché i cristalli liquidi sono disposti in modo casuale e diffondono la luce incidente in tutte le direzioni. Ma non appena arriva una carica elettrica, i cristalli si allineano, la luce passa attraverso il vetro senza ostacoli – diventa trasparente. Il passaggio da uno stato a un altro è quasi istantaneo. E puoi accenderlo e spegnerlo quanto vuoi.

Teoricamente, qualsiasi vetro speciale (risparmio energetico, triplex, ecc.) Può essere inserito in un’unità di vetro. Ma più spesso le lastre elettrocromatiche vengono utilizzate nei vetri interni come decorazione originale che sottolinea l’elevata sicurezza materiale dei proprietari. A proposito, tale vetro può servire da schermo per un proiettore..

Non ci sono problemi con la manutenzione e la pulizia del “camaleonte” elettrocromatico: lo trattano allo stesso modo di una normale finestra. L’unico “ma”: non dovrebbe essere esposto alla luce solare diretta, poiché i cristalli reagiscono e tendono a decadere.

Valuta questo articolo
( Ancora nessuna valutazione )
Aggiungi commenti

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: