Smalti per il bagno

Sezioni dell’articolo



In questo articolo: cause dell’usura dello smalto; GOST per bagni smaltati; durata di vita dei bagni in ghisa; smaltatura industriale; modi per ripristinare i bagni; materiali smaltati per il bagno; quali smalti sono adatti per il ripristino del bagno e quali no; prezzi dello smalto del bagno; raccomandazioni per la riparazione della vasca da bagno.

Quale smalto per i bagni scegliere

Quale smalto per i bagni scegliere

Un secolo fa, un bagno privato era un oggetto di lusso a disposizione di pochi cittadini e in campagna si potevano contare da un lato i proprietari del proprio bagno in ghisa. Oggi questo impianto idraulico è presente in quasi tutti gli appartamenti e in molte case private. Il problema è che dopo una dozzina di anni, il colore del bagno acquisisce una tonalità giallo-marrone, che si intensifica ogni anno. La ragione di ciò è la ruggine, che si manifesta attraverso lo smalto consumato dalle pulizie periodiche..

Il motivo principale dell’usura dello smalto da bagno sono i detergenti abrasivi e contenenti acidi, nonché i reagenti chimicamente attivi utilizzati durante il lavaggio del sistema di approvvigionamento idrico. La superficie interna del bagno diventa così ruvida e arrugginita che è spiacevole usarla, per dirla in modo delicato..

Fodera per il bagno in acrilico

I bagni smaltati sono fabbricati secondo GOST 18297-96, il periodo di garanzia per loro è fino a 2 anni secondo GOST. In media, lo smalto sulle vasche da bagno conserva le sue proprietà per circa 10 anni di utilizzo. La smaltatura dei bagni in modo industriale viene eseguita come segue: dall’esterno, il bagno in ghisa viene riscaldato a caldo, quindi la polvere di smalto viene setacciata uniformemente al suo interno attraverso un setaccio fine, dopo di che il bagno viene riscaldato dall’esterno per fondere lo smalto in polvere e ottenere una superficie lucida. È impossibile ripetere questo processo di smaltatura a casa..

Restauro dello smalto del bagno – metodi

Ce ne sono due: vasche da bagno smaltate o installazione di un rivestimento acrilico. La terza opzione – con un bicchiere – ritengo inadatta per i seguenti motivi: il materiale epossidico del vetro viene letteralmente versato nel bagno, formando uno spesso strato sulle pareti – cioè non c’è un’adesione di alta qualità al bagno stesso e, molto probabilmente, il rivestimento stacril si staccherà come una calza tra un paio d’anni. A proposito, lo stesso stakril non ha certificati igienici, poiché è stato sviluppato per proteggere il lato esterno del fondo di barche e barche, ad es. i suoi produttori non possono raccomandare l’implementazione del restauro di vasche da bagno usando un vetro di vetro.

Smalto da bagno

Il rivestimento acrilico non può essere installato da solo, anche solo per il fatto che è realizzato individualmente per un bagno specifico, ad es. la sua installazione richiede un approccio professionale. Inoltre, se il rivestimento acrilico appena installato si fende o si stacca dalle pareti della vasca da bagno in ghisa, puoi sempre chiedere agli artigiani che l’hanno installato. Il rivestimento acrilico non è riparabile; se danneggiato, deve essere completamente sostituito. Il costo medio di un inserto da bagno in acrilico è di 2.000 rubli, con installazione – circa 4.000 rubli.

Ora sui bagni di smaltatura. Il processo di smaltatura del bagno stesso è descritto qui. La domanda rimane: quali materiali sono necessari per i bagni di smaltatura? La risposta è: è necessaria una soluzione al 10-15% di acido ossalico per rimuovere ruggine, stucco (ad esempio NTs-008), ugello abrasivo per trapano, solvente n. 646, carta vetrata, pennello e smalto bicomponente (il secondo componente è un indurente).

Smalto da bagno

La maggior parte delle aziende che smaltano le vasche da bagno usano smalti più economici e di qualità inferiore rispetto a quelli realmente necessari. Ad esempio, usano smalti della società finlandese “Tikkurila” con i marchi “Temaline FW” (prezzo medio – 100 rubli / kg) o “Temafloor 150” (prezzo medio – 355 rubli / kg) – tutti questi smalti non sono destinati alla pittura la superficie interna dei bagni, il loro uso è causato solo dal desiderio delle aziende di aumentare il proprio reddito. Per gli stessi motivi, viene utilizzato il marchio “tedesco” di smalto per primer “Opal EP-1-158” (prezzo medio – 155 rubli / kg), prodotto dalla fabbrica di vernici e vernici Ufa.

Suggerimenti per la smaltatura delle vasche da bagno

In effetti, ci sono solo due marchi di smalti appositamente progettati per i bagni di smaltatura – “Reaflex 50” bicomponente (prezzo medio – 550 rubli / kg) della società finlandese “Tikkurila” e set per il restauro di bagni “Fantasy” (prezzo medio – 620 rubli) e “Svetlana” (prezzo medio – 750 rubli) prodotti dalla compagnia russa “Random House”. I kit di restauro di “Rand House” sono completati su base “tutto compreso” e includono tutto il necessario per ripristinare lo smalto di una vasca, ad es. istruzioni per la riparazione, soluzione acquosa di acido ossalico, smalto con indurente, ecc. Il set “Reaflex 50” è composto da un barattolo di chilogrammo di smalto e un tubo di indurente. Il prezzo del set “Fantasy” è inferiore al costo del set “Svetlana” a causa della configurazione più piccola del set (non contiene carta vetrata, un pennello e un set di paste coloranti).

In conclusione – alcuni consigli

L’auto-smaltatura del bagno richiederà dispositivi di protezione: guanti di gomma quando si lavora con una soluzione acquosa di acido ossalico, un respiratore durante la verniciatura.

Non cercare di accelerare in qualche modo il processo di essiccazione dello strato di smalto – solo se segui esattamente le istruzioni, otterrai smalto di alta qualità. Fare attenzione quando si inietta l’indurente nello smalto, misurare attentamente il dosaggio. Il tempo di asciugatura completo dello smalto (deve essere di almeno 3 strati!) È una settimana intera (sette giorni). Durante tutto questo periodo, non dovrebbe passare una sola goccia di umidità sul nuovo rivestimento di smalto, altrimenti lo smalto nel punto di contatto con l’acqua si gonfia.

Ripristino della vasca da bagno

Se hai già deciso di non ripristinare il bagno, ma di acquistarne uno nuovo, tieni presente che non puoi evitare di riparare il bagno. La riparazione sarà più piccola in volume se il bagno è in una casa privata e completa se in un appartamento. Nel secondo caso, la ragione per la riparazione completa sarà la necessità di demolire una delle pareti della stanza, altrimenti non sarà possibile installare una nuova vasca (sarà anche difficile rimuovere la vecchia vasca, ma almeno può essere spezzata con una mazza).

Valuta l'articolo
( Ancora nessuna valutazione )
Condividi con gli amici
Suggerimenti su qualsiasi argomento da parte di esperti
Aggiungi un commento

Cliccando sul pulsante "Invia commento" acconsento al trattamento dei dati personali e accetto la informativa sulla privacy