Scegliere un lavandino e un miscelatore per la cucina

Sezioni dell’articolo



Molte cucine moderne sembrano opere d’arte. È ragionevole che gli accessori per loro siano di alta qualità e belli da vedere. Il nostro sito ti dirà quale lavandino e mixer sono più adatti per le tue cuffie e quali funzionalità di installazione potrebbero avere.

Scegliere un lavandino e un miscelatore per la cucina

Fattori di forma dei lavandini moderni

Non molto tempo fa, sul mercato dell’impianto idraulico venivano offerti solo lavelli ordinari in lamiera sottile di acciaio inossidabile, che differivano principalmente per le dimensioni della vasca. Oggi, la sola categoria di lavelli in ferro ha dozzine di diverse opzioni e ci sono anche prodotti realizzati con materiali compositi e pietra artificiale. È estremamente difficile navigare in una tale varietà ed è completamente incomprensibile cosa mettere in primo piano: praticità o aspetto?

Dovresti iniziare scegliendo il tipo di lavandino. I più semplici sono a sezione singola, con una sola ciotola. Le sezioni possono essere diverse, le più grandi ne hanno tre: per lavare i piatti, per il risciacquo e per uno scolapasta per i rifiuti alimentari. Quando si sceglie un tale lavandino, è necessario tenere conto del fatto che richiederà molto più spazio sia sulla superficie del piano di lavoro che all’interno del contenitore. Le dimensioni dell’armadio dovrebbero essere maggiori su ciascun lato con fori di 5 cm sul piano del tavolo.

Doppio lavandino per cucina

Anche la forma e le dimensioni della ciotola contano. I più spaziosi e pratici sono i lavelli rettangolari con un raggio angolare di circa 100 mm: con le stesse dimensioni in sezione di una vasca rotonda, questo assicura la massima area e capacità, non ci sono zone morte negli angoli. Tuttavia, l’aspetto dell’auricolare può dettare le sue regole: per le cucine le cui facciate formano un rigoroso motivo geometrico, i lavandini senza arrotondare gli angoli possono suggerire se stesso, mentre per le cucine in stile inglese o con complesse fresature di facciate, una forma rotonda della ciotola sarà più appropriata.

Lavello tondo in acciaio inox

Le dimensioni dei lavandini con diametro compreso tra 35 e 60 cm, profondità – fino a 30 cm: maggiore è la capacità della vasca, migliore in generale, ma è necessario tenere conto dell’ergonomia generale. Quindi, per le persone di bassa statura con un’altezza significativa del piano di lavoro, un lavandino profondo non sarà molto conveniente. Inoltre, devi sacrificare lo spazio all’interno dell’armadio: un lavandino e un sifone non ti consentono di mettere un secchio, dovrà essere rimosso in una sezione separata.

I lavandini sono semplici e con ali drenanti che, oltre all’uso previsto, presentano altri vantaggi. Ad esempio, le ali offrono una protezione aggiuntiva contro l’ingresso di acqua alle estremità del postforming, c’è un posto per scongelare il cibo e una piattaforma resistente al calore, sulla quale non fa paura rimuovere una padella calda in caso di emergenza. È meglio scegliere un lavandino con le ali inclinate verso la ciotola. Se il foro di troppo pieno viene trasferito sull’ala, ciò non offre alcun vantaggio fondamentale.

Lavello in materiale composito con sgocciolatoio

Ma devi pensare attentamente se vale la pena comprare un lavandino con i parafanghi o è assolutamente possibile farne a meno. Nelle piccole cucine, devi combattere per quasi ogni centimetro del piano di lavoro, mentre l’ala può essere facilmente sostituita con un cestino o un tappeto per il risciacquo e l’asciugatura, che sono installati nella ciotola. Alcuni modelli di lavelli sono disponibili con parafanghi di diverse dimensioni, il che consente di scegliere la parte ottimale della superficie di lavoro che si è disposti a sacrificare. Oltre alle dimensioni, anche la posizione dell’ala può cambiare: alcuni lavandini inizialmente non hanno una foratura sotto il miscelatore, viene fatto a seconda del bordo che si prevede di posizionare l’asciugatrice.

Lavello ad angolo per mobili da cucina

Per le cucine angolari, l’opzione migliore è quella di rifare in anticipo le comunicazioni e installare la cucina in un angolo. Questi hanno una forma a cinque o esagonale e, anche con le ali su tutti i lati, rubano pochissima area utilizzabile da tavolo. Anche se la cucina da un lato confina con il muro, un piccolo lavandino ad angolo è l’opzione più preferibile..

Metodo di installazione e materiale di fabbricazione

La maggior parte dei lavelli nelle cucine moderne sono installati con un metodo di inserimento. Allo stesso tempo, i lati della ciotola si alzano sopra il piano del tavolo di non più di 10 mm, grazie agli smussi lungo il bordo, il prodotto sembra quasi un tutt’uno con il piano del tavolo, se chiudi gli occhi per la mancata corrispondenza del colore. Un’opzione obsoleta per oggi sono i lavelli sospesi, in cui lo spessore del corpo sopra il piano del tavolo è di circa 20-25 mm. In effetti, questi lavandini sono progettati per mobili da appoggio, le cui pareti sono a filo con i lati. Il terzo tipo di lavandini è il sottopavimento, che sono fissati dal basso. Se il materiale del piano di lavoro consente di praticare un foro con un bordo impermeabile, questo tipo di lavandino è preferibile.

Lavello da cucina sottopiano

Suggerimento: prestare sempre attenzione alla completezza e alla qualità dei dispositivi di fissaggio. Ad esempio, nei lavelli da infilare, le alette saldate ai lati dall’interno vengono utilizzate per premere contro il piano del tavolo. La qualità delle connessioni in questi punti nei lavandini del bilancio è scadente, quando si stringono gli elementi di fissaggio, le orecchie spesso si rompono.

Più di 2/3 di lavelli sul mercato sono realizzati in acciaio inossidabile. Questo materiale è il più resistente agli urti e allo sporco. Esistono due tipi di tali prodotti: senza saldatura e saldati. Il primo tipo è costituito da un foglio solido, il cui spessore minimo è 0,12 mm, il massimo può raggiungere 0,7 mm. La superficie di questi lavandini può essere lucida o opaca, ma è soprattutto – strutturata: i graffi saranno meno visibili su di esso. I lavelli a disegno solido di un segmento costoso possono essere anodizzati con rame o ottone, che influisce solo sul colore, ma non influisce sulle proprietà prestazionali del metallo.

Lavelli di rame

I lavelli saldati in acciaio inossidabile appartengono a una categoria separata, di norma sono installati su controsoffitti in acciaio inossidabile. Lo spessore del metallo può raggiungere 2–2,5 mm, il che rende il lavandino pesante ed estremamente resistente, a causa della massiccia vasca, smorza bene il rumore dell’acqua che cade e non è necessario alcun isolamento acustico aggiuntivo come per i prodotti trafilati. Tuttavia, non è sempre possibile giustificare un acquisto così costoso..

Lavello da cucina in acciaio inossidabile

Inoltre, i lavandini sono realizzati in materiali polimerici. I più comuni sono realizzati in pietra artificiale, che è quarzo, marmo o granito mescolato con un composto – resina epossidica o poliestere. Quasi tutti i controsoffitti in pietra artificiale sono realizzati con tali lavelli, il che esclude la presenza di eventuali cuciture e lacune. Tuttavia, per i piani di lavoro postforming è possibile installare un lavandino composito, se il colore del prodotto finito corrisponde il più possibile alla superficie della superficie di lavoro. In termini di qualità dei materiali, i lavandini compositi variano notevolmente, il che provoca una fascia di prezzo da 9.000 a 70.000 rubli.

Piano di lavoro in pietra artificiale con lavandino

I materiali compositi sono più leggeri dell’acciaio e per la maggior parte resistono perfettamente a forti sollecitazioni meccaniche senza la formazione di ammaccature e scheggiature. Solo oggetti caldi e liquidi coloranti rappresentano una minaccia per tali lavandini: è quasi impossibile rimuovere completamente le tracce di succo di barbabietola o colorante alimentare.

Scegliere il mixer giusto

Mentre ci sono molte varietà di rubinetti per rubinetti orizzontali, esiste solo un fattore di forma adatto per la cucina. È un miscelatore monocomando su una colonna bassa con un beccuccio flessibile o regolabile e una disposizione della leva laterale. È un prodotto tale che è garantito per soddisfare le aspettative di elevato comfort e praticità..

Rubinetti da cucina con bocca flessibile

La qualità della lavorazione determina la durata del miscelatore. Si consiglia di acquistare apparecchi idraulici con un corpo a forma di vetro tornito interamente in metallo, plastica o composito, dotato di una cartuccia in ceramica solida. In presenza di un beccuccio flessibile, il costo di un miscelatore semplice ma di alta qualità sarà di circa 2.000-3.000 rubli. Nei modelli più costosi, possono essere implementate funzioni aggiuntive: controllo della temperatura, tubo retrattile, aeratore regolabile, attivazione touch. Il comfort quando si utilizza il lavandino è buono, ma è necessario ricordare che gadget aggiuntivi di altissima qualità sono implementati solo in costosi campioni idraulici.

Rubinetto da cucina touchscreen

Ci sono diversi dettagli tecnici da considerare quando si sceglie un miscelatore per il lavello della cucina. Prestare attenzione al tipo e alla lunghezza dei dispositivi di fissaggio passanti: sui lavandini a trafilatura solida in metallo sottile, è meglio fissare il dado di serraggio sul lato sbagliato del piano del tavolo, altrimenti il ​​prodotto potrebbe essere troppo traballante. Il caso pesante indica che il produttore non ha risparmiato sui materiali e non ha realizzato alcune parti interne con leghe di bassa qualità.

Piano di lavoro in pietra artificiale con lavello bianco e miscelatore effetto bronzo

Numerose raccomandazioni possono essere fatte anche riguardo al design. Tutti i fattori di forma creativa implicano un aumento quasi irragionevole dei costi, mentre il riempimento interno non è diverso dai soli prodotti solidi. Un rubinetto in cucina è l’accessorio visivamente più significativo, quindi è facile rovinare l’aspetto dell’auricolare se si differenzia da maniglie e altri accessori di colore e forma. Si consiglia inoltre di scegliere un rubinetto in base al colore e al tipo di superficie in base al lavandino: cromato e opaco per acciaio inossidabile normale, bronzo tornito o ottone per lavelli anodizzati gialli.

Valuta l'articolo
( Ancora nessuna valutazione )
Condividi con gli amici
Suggerimenti su qualsiasi argomento da parte di esperti
Aggiungi un commento

Cliccando sul pulsante "Invia commento" acconsento al trattamento dei dati personali e accetto la informativa sulla privacy