Pietra liquida: intonaco di pietra per interni ed esterni

Sezioni dell’articolo



Continuando il tema dei materiali di finitura insoliti, introdurremo i nostri lettori all’intonaco di pietra. Può essere utilizzato sia su una facciata o su uno zoccolo, sia all’interno, fornendo al contempo un’elevata variabilità nell’aspetto e facilità di applicazione.

Pietra liquida: intonaco di pietra per interni ed esterni

Proprietà e varietà di materiale

L’intonaco di pietra o la pietra liquida è un tipo speciale di materiali di finitura ad alto valore estetico. Esistono diverse varietà, allo stesso tempo sono tutti minerali naturali frantumati mescolati con un legante polimerico, che di solito è un poliuretano traslucido o adesivo acrilico.

Pietra liquida: intonaco di pietra per interni ed esterni

Come riempitivo minerale, di norma viene utilizzato granito o quarzo, meno spesso marmo, frantumato e setacciato per formare grani di dimensioni variabili da 0,5 mm a 2-3 mm. Affinché le particelle del minerale naturale formino una struttura densa e abbiano un’adesione di alta qualità con il legante, coprono la superficie con uno strato uniforme, durante il processo di produzione vengono accuratamente lavate, ottenendo la completa rimozione della frazione simile alla polvere e quindi miscelate con composti plastici indurenti atmosferici con il metodo delle vibrazioni – in questa forma, il prodotto viene pronto al consumatore finale.

Pietra liquida: intonaco di pietra per interni ed esterni

Questo materiale è piuttosto raro e va notato che nella maggior parte dei casi di utilizzo di tali opzioni di finitura, la miscela viene preparata dagli artigiani da soli. E questo non sorprende: in vendita puoi trovare sia pietre che legante e con un costo completamente democratico. Alla fine, il risultato merita sicuramente lo sforzo: la superficie di finitura assume l’aspetto di una polvere di pietra con un aspetto di alta qualità, eccellente resistenza all’umidità e alle sollecitazioni meccaniche, non perde le sue proprietà estetiche nel tempo.

Pietra liquida: intonaco di pietra per interni ed esterni

Per dare un ulteriore valore decorativo, viene colorata una miscela di scaglie di pietra con un legante polimerico. In questo caso, sono possibili due metodi di colorazione: colorare il riempitivo con l’aspettativa di depositare particelle di un colorante finemente disperso nei pori del minerale o colorare la miscela finita, a seguito della quale viene dato il tono necessario al legante per dare ulteriore profondità di colore.

Auto-preparazione della malta per intonaco

In realtà, una miscela di pietra e colla polimerica, pronta per l’applicazione, è piuttosto rara. Ma la disponibilità di materiali di partenza contribuisce bene all’auto-preparazione della composizione, spesso è questa circostanza che consente di fornire un tipo unico di finitura.

Granito finemente frantumato, shungite, quarzo, talvolta anche giadeite e tormalina sono scelti come riempitivo minerale, che fornisce un alto valore decorativo – tutto dipende dalle preferenze individuali del cliente. Esistono pochi requisiti per la qualità delle materie prime: l’assenza di polvere fine e una dimensione uniforme delle particelle. Abbastanza spesso, i trucioli minerali vengono setacciati e lavati in modo indipendente prima dell’uso, il che non è difficile, ma in questo modo è possibile garantire un’adesione di alta qualità del riempitivo con il legante, oltre a eliminare le opacità della colla, di conseguenza, garantendo un colore brillante e pronunciato del minerale naturale e fornendo un efficace gioco di luce sui bordi delle particelle scheggiate.

Pietra liquida: intonaco di pietra per interni ed esterni

La frazione del minerale frantumato viene selezionata in base alle preferenze individuali, ma va ricordato che i grani più grandi di 2 mm formano una superficie eccessivamente ruvida e, a seconda della qualità del legante, possono avere una maggiore probabilità di spargimento. Allo stesso tempo, una dimensione della briciola troppo piccola (inferiore a 0,5 mm) contribuisce alla formazione di una crosta monolitica e praticamente liscia sulla superficie, in cui le qualità specifiche del minerale naturale sono praticamente indistinguibili. In generale, la scelta di scaglie di roccia e dimensione delle particelle presenta un campo incredibilmente vasto per la creatività..

Per quanto riguarda l’adesivo legante, non ci sono molte variazioni al riguardo. La colla poliuretanica è più adatta, la cui quantità è determinata al tasso del 3-5% della massa di trucioli di pietra, più precisamente, il consumo è determinato dalle istruzioni. La colla può essere monocomponente pronta per l’uso oppure è possibile utilizzare formulazioni che richiedono un indurente. Tutto ciò che serve per cucinare è versare la porzione richiesta di colla in un secchio con riempitivo e mescolare accuratamente con un miscelatore, ottenendo un avvolgimento completo di particelle di pietra. Nel processo di preparazione e utilizzo della miscela, è molto importante prevenire l’ingresso di acqua, da cui la composizione si fissa quasi all’istante.

Pietra liquida: intonaco di pietra per interni ed esterni

Per i lavori interni, un legante a base di acrilico e suoi copolimeri è più adatto. Il suo principale vantaggio è la sua base d’acqua, che impedisce il rilascio di solventi volatili durante il processo di applicazione. Anche l’adesivo acrilico ha una lunga durata: circa un’ora contro 15-20 minuti per il poliuretano. Ecco perché gli acrilati sono ideali per la creazione di composizioni complesse di mosaico in gesso..

Tipi di substrati adatti e loro preparazione

I trucioli di pietra nella forma solidificata hanno una certa elasticità, e quindi la tendenza della base a moderare screpolature non gioca un ruolo decisivo. La forza della mano di sgrossatura e la qualità dell’adesione sono molto più importanti..

Pietra liquida: intonaco di pietra per interni ed esterni

Quando si applicano frammenti di pietra su uno strato preparatorio di gesso o intonaco cementizio, la superficie deve essere pulita da polvere e sabbia fatiscenti, quindi completamente impregnata di un primer universale, che contiene farina di quarzo. Se ci sono irregolarità sulla superficie destinate alla finitura che superano 3-4 dimensioni della frazione di mollica per m2, per ridurre i consumi è necessario un ulteriore livellamento.

L’intonaco di pietra può anche essere applicato al calcestruzzo, ad esempio quando si finisce un plinto. È importante solo rimuovere l’efflorescenza residua e trattare la superficie del calcestruzzo con una spazzola metallica, assicurandosi allo stesso tempo che non vi siano tracce di grasso sul ponte o macchie d’olio. Prima di rivestire con la mollica, è sufficiente trattare la superficie una volta con un primer come “Betonkontakt” e asciugare bene.

Pietra liquida: intonaco di pietra per interni ed esterni

Non ci sono ostacoli per la finitura con strutture in pietra liquida rivestite con materiali in fogli. La superficie può essere rappresentata da fogli di gesso o truciolare, in entrambi i casi è possibile ottenere un’adesione di alta qualità del materiale alla base. È necessario solo eseguire un trattamento preliminare con la colla, che viene utilizzata per preparare la soluzione, diluita a 1/3 della concentrazione iniziale. Prima di finire, la superficie deve avere il tempo di asciugare “al tatto”.

Procedura di applicazione e allineamento

L’intonaco di pietra viene applicato in sezioni di 1-1,5 m2 usando una spatola rettangolare. Inizialmente, una piccola quantità della miscela viene premuta saldamente contro la superficie preparata e leggermente stirata sui lati fino a formare uno strato dello spessore richiesto, che, di regola, è di 2-3 dimensioni della frazione di riempimento. Allo stesso modo, la composizione viene applicata su un’area adiacente, è necessario allungare la miscela verso la parte già rivestita, ottenendo la completa scomparsa del giunto e garantendo l’uniformità del rivestimento.

Pietra liquida: intonaco di pietra per interni ed esterni

Quando una piccola area è completamente coperta di mollica, viene eseguito un livellamento finale. Allo stesso tempo, la cazzuola deve essere mantenuta rigorosamente parallela alla parete e compiere movimenti circolari con essa con una leggera pressione. Se questo si traduce in strisce e strisce, possono essere schiacciate con cotone leggero dopo che la colla si è fissata. La superficie livellata deve essere attentamente esaminata per la presenza di inclusioni estranee e irregolarità locali. Se tutto è in ordine, prepariamo una nuova porzione della miscela e continuiamo a finire l’area vicina.

Pietra liquida: intonaco di pietra per interni ed esterni

Grazie al legante polimerico, l’intonaco di pietra è idrofobo con uno spessore di 3-4 mm. Tuttavia, i piccoli pori sulla superficie tendono ad accumulare polvere, che può degradare l’aspetto della finitura nel tempo. All’interno, questo problema viene risolto con una pulizia periodica con un aspirapolvere, mentre la finitura esterna può essere ricoperta con vernice trasparente poliuretanica dopo che il gesso si è asciugato..

Valuta l'articolo
( Ancora nessuna valutazione )
Condividi con gli amici
Suggerimenti su qualsiasi argomento da parte di esperti
Aggiungi un commento

Cliccando sul pulsante "Invia commento" acconsento al trattamento dei dati personali e accetto la informativa sulla privacy