La scelta di un lavandino in acciaio inossidabile

Nonostante il fatto che oggi in vendita sia possibile trovare lavelli per la cucina di materiali diversi, tra cui pietra artificiale, i lavelli in acciaio inossidabile rimangono i leader nella popolarità. Il nostro sito di consulenza ti dirà quali criteri seguire quando si sceglie un lavello in acciaio inossidabile.

La scelta di un lavandino in acciaio inossidabile

La prima è la composizione

Un lavandino di qualità è composto per il 72% di acciaio inossidabile. Un altro 18% dovrebbe essere il cromo più il 10% di nichel. Il prodotto deve essere marchiato 18/10. Solo in questo caso, il lavandino resiste a urti, temperature estreme e corrosione. La superficie avrà una lucentezza spettacolare, è facile mantenerla pulita. Il miglior grado di acciaio è AISI304 (08X18H10). Non dovresti scegliere un lavandino in acciaio AISI204: non c’è quasi nichel in esso, la durata è notevolmente più breve e l’aspetto è peggiore.

Importante! Il modo più semplice per essere sicuri della qualità del materiale del lavandino è portare un magnete con te al negozio. Se scorre in superficie, va bene. Se si attacca saldamente, l’acciaio inossidabile è di scarsa qualità.

La scelta di un lavandino in acciaio inossidabile

Il secondo è lo spessore

Naturalmente, più spesso è il lavandino in acciaio, migliore è, più resistente, più forte, ma anche più costoso. Per i lavelli a soffitto, lo spessore ottimale è di 1-1,2 millimetri, per i lavelli da infilare – almeno 0,6-0,8 millimetri.

La scelta di un lavandino in acciaio inossidabile

Terzo – metodo di fabbricazione

Tutti i lavelli in acciaio inossidabile sono divisi in due tipi:

  1. Timbrato. Sono letteralmente “spremuti” dalla lamiera di acciaio, non ci sono cuciture. Questo è un vantaggio, ma tali lavandini sono sempre più sottili e più piccoli. Sono superficiali, scomodi;
  2. Saldata. Durevole, più spesso, più silenzioso. La base della ciotola è saldata ai lati per lavelli più profondi e più grandi. Ma in questo caso, è importante prestare attenzione alla qualità delle cuciture..

Importante! Il portale ha già scritto su come scegliere un miscelatore per un lavello della cucina.

La scelta di un lavandino in acciaio inossidabile

Quarto: dimensioni e forma

I lavelli in acciaio inossidabile possono essere molto diversi: rotondi, quadrati, rettangolari, angolari, con “ali” sui lati e senza di essi … Anche le dimensioni sono molto diverse. Tutto dipende da dove esattamente vuoi posizionare il lavandino, da quanto spazio hai sul piano di lavoro. Una cosa è certa: la profondità ottimale di un lavello da cucina è di 16-18 centimetri. Se il lavandino è più basso, l’acqua schizzerà in diverse direzioni. E i proprietari dovranno chinarsi in un lavandino più profondo.

Importante! I lavelli d’angolo sono comodi e di solito hanno “ali” larghe su entrambi i lati. Ma sono installati in speciali moduli pentagonali, il che aumenta il costo del set da cucina.

La scelta di un lavandino in acciaio inossidabile

Quinto – superficie

Può essere liscio, lucido o opaco, strutturato. Tracce di gocce rimangono sulla ciotola lucidata, i graffi sono visibili. Le macchie opache non hanno paura, ma in generale è più difficile prendersene cura: lo sporco indugia meglio su una tale superficie.

Importante! In ogni caso, ogni volta dopo l’uso, un lavandino in acciaio inossidabile deve essere lavato e asciugato..

La scelta di un lavandino in acciaio inossidabile

Sesto – metodo di installazione

Ci sono lavelli sopraelevati e incassati in acciaio inossidabile. I primi sono letteralmente posizionati sul modulo inferiore del mobile da cucina e devono corrispondere rigorosamente alle sue dimensioni. Quest’ultimo può essere installato a filo con il piano del tavolo, sotto o sopra. Se si dispone di un controsoffitto in truciolare, l’unica opzione possibile per l’installazione del lavandino è sulla parte superiore della superficie di lavoro per proteggerlo dall’umidità. È possibile incassare un lavandino sotto o a filo con il piano di lavoro solo se è realizzato in pietra artificiale o naturale. In questo caso, l’installazione può essere eseguita solo da un professionista. I lavelli sospesi sono più economici, più facili da installare, un’ottima opzione per una cucina economica. Ma l’acqua può penetrare nelle fessure tra i mobili della cucina..

La scelta di un lavandino in acciaio inossidabile

La scelta di un lavandino in acciaio inossidabile

Settimo – la capacità di girare il lavandino con l ‘”ala”

Esistono modelli reversibili e non reversibili. Nel primo caso, tu stesso puoi decidere da che parte sarà l’ala del guscio. Nel secondo caso, non c’è scelta.

Importante! È necessario prestare attenzione al fatto che il lavandino abbia un foro per il miscelatore, se si desidera installarlo esattamente in verticale, e non sulla parete sopra il lavandino. In caso contrario, il mixer dovrà essere tagliato nel piano di lavoro, il che non è sempre conveniente e corretto.

La scelta di un lavandino in acciaio inossidabile

Ottavo – protezione dal rumore

I lavelli in acciaio economici e sottili sono rumorosi e il suono dell’acqua che cade può essere fastidioso. Dovrebbe esserci un gommino sul fondo per assorbire il rumore dell’acqua. E, ancora una volta, più è spesso e costoso il lavandino, più è silenzioso.

La scelta di un lavandino in acciaio inossidabile

Nono – garanzie del produttore

I lavelli economici in acciaio inossidabile hanno in genere una garanzia di solo un anno. Se il produttore promette una durata di almeno 5 anni, questo è un buon indicatore. Molto probabilmente, il lavandino durerà significativamente più a lungo.

Valuta l'articolo
( Ancora nessuna valutazione )
Condividi con gli amici
Suggerimenti su qualsiasi argomento da parte di esperti
Aggiungi un commento

Cliccando sul pulsante "Invia commento" acconsento al trattamento dei dati personali e accetto la informativa sulla privacy