Doccia piastrellata fai-da-te

Sezioni dell’articolo



Esiste un’alternativa alle cabine doccia e agli idrobox e quali sono i loro svantaggi? Come risparmiare denaro su una cabina doccia e renderlo più resistente? È possibile fare una doccia in piastrelle con le proprie mani? Troverai le risposte a queste e molte altre domande nel nostro articolo..

Cabina doccia fai-da-te

Installare una cabina doccia anziché un bagno completo è diventata una soluzione popolare negli ultimi 10 anni. È difficile negare la praticità e la producibilità dei prodotti di fabbrica: risparmiano spazio, tempo e, in definitiva, denaro. Tuttavia, hanno tutti un dispositivo piuttosto complicato per gli elettrodomestici: molte parti mobili, sezioni di tubi sotto pressione, a volte controllo elettronico o persino un generatore di vapore. Per coloro che hanno bisogno di “solo doccia” con una durata illimitata, l’opzione di un “box doccia” è adatta.

Cabina doccia in piastrelle

Un dispositivo doccia che utilizza una o più pareti della stanza non è una nuova idea, per dirla in parole povere. Il prototipo di questo disegno fu utilizzato nell’antica Roma. Il fatto che la doccia integrata sia sopravvissuta invariata fino ad oggi parla della “scelta della gente” a suo favore. Rappresenta il massimo della praticità ed è alla portata di tutti. Oggi questo principio di organizzazione rimane popolare nei bagni pubblici – bagni, piscine, palestre, ecc..

I vantaggi di una doccia integrata (rispetto a una fabbrica di plastica):

  1. Durabilità: durata illimitata.
  2. Affidabilità – nessuna parte in movimento (tranne per le porte che possono essere sostituite).
  3. Convenienza: non ci sono fessure, angoli in cui si accumula acqua, il che rende più facile la pulizia.
  4. Durabilità: il materiale decorativo per pareti (piastrelle) è estremamente difficile da danneggiare.
  5. Bellezza: soluzioni di libertà di aspetto grazie alla varietà di piastrelle.
  6. Accessibilità economica: il costo di una doccia integrata è molte volte inferiore rispetto a una cabina di fabbrica economica *.

* I risparmi si ottengono in caso di creazione fai-da-te.

svantaggi:

  1. Funzionalità limitata – solo l’annaffiatoio *.
  2. Sostituzione – solo in fase di revisione.
  3. Connessione fognaria più complessa.

* La struttura di base di una doccia fatta di piastrelle può essere infinitamente complicata incorporando ugelli, annaffiatoi, ecc. Nelle pareti.

Se hai intenzione di realizzare una cabina doccia con le tue mani da piastrelle, troverai istruzioni e video nel nostro articolo. descriverà in dettaglio e mostrerà la procedura di installazione e le sfumature della finitura.

Doccia integrata

Per funzionare, avrai bisogno dello strumento e dell’abilità di un piastrellista. L’intero processo consiste in diverse fasi, che dipendono dal design dell’elemento selezionato. Tipi di doccia incassata:

  1. Angolo con un portale ad arco. Pareti laterali – pareti della stanza – con un angolo di 90 °. Rappresenta il 70% di tutte le piastrelle della doccia.
  2. Angolo con una partizione e un portale dritto. La porta è attaccata alle pareti. Il 20% di tutte le docce è piastrellato.
  3. Separare con due partizioni. È coinvolto un muro della stanza. 10% di docce.

Dopo aver deciso la scelta del design, procediamo ai lavori preparatori.

Piatto doccia

Il pozzetto è un elemento chiave di tutta la cabina in quanto assorbe tutto il carico dalla persona e il flusso di acqua. I pallet sono divisi in base al principio del dispositivo in due tipi: a livello del pavimento e sopra il pavimento. La scelta qui dipende dalla capacità di “affondare” la ciotola nel soffitto. Di norma, ciò non è possibile o richiede troppo tempo. Oltre il 90% dei pallet nei bagni degli appartamenti viene sollevato dal pavimento. In questo caso, il parapetto è organizzato con uno scopo: posizionare un tubo di scarico con una scala al suo interno.

Cabina doccia fai-da-te

Un’altra differenza fondamentale è che un pallet può essere creato sul posto da un parapetto, massetti e uno strato di finitura (piastrella), oppure è possibile installarne uno già pronto in fabbrica. Non c’è alcuna differenza funzionale, ma l’aspetto è molto diverso.

Prima di creare un parapetto, è necessario collegare la fogna e impostare la scala al livello richiesto. La parte superiore della scala (griglia) deve chiaramente coincidere con il livello del pavimento pulito del pallet.

L’organizzazione del drenaggio dell’acqua dovrebbe essere affrontata con particolare attenzione..

Procedura operativa

1. Se si suppone che una partizione laterale sia assemblata da una lastra di gesso resistente all’umidità.

2. Determinare la posizione approssimativa della scala (consigliata in un angolo inaccessibile all’uomo). Installare un tubo di fognatura temporaneo e una scala.

Video collegati:

3. Appoggiare il materiale di riempimento principale (calcestruzzo cellulare, calcestruzzo espanso) sul parapetto, lasciando spazio attorno alla scala.

Cabina doccia fai-da-te

4. Posizionare la scala in un livello e riempirla con una miscela autolivellante (“livellante”).

5. Installare la flangia e riempire il parapetto con una malta con una griglia di rinforzo.

Cabina doccia fai-da-te

6. Nella maggior parte dei casi, disporre un lato protettivo aggiuntivo.

Video collegati:

La base è pronta.

Impermeabilizzazione della cabina doccia

L’impermeabilizzazione della doccia è la fase più importante del lavoro. Per questo vengono utilizzate miscele sia asciutte che pronte. Le sezioni angolari, i giunti delle pareti e dei pavimenti sono rinforzati con nastro non tessuto e la fornitura di acqua e l’uscita delle fognature – con speciali guarnizioni e cerotti a base di elastomero.

Video collegati:

Video su come realizzare un’impermeabilizzazione della doccia

Questo deve essere fatto a causa della suscettibilità delle articolazioni al crack. La sigillatura affidabile di “zone umide” non è solo un comfort di utilizzo, ma anche una garanzia di calma e buoni rapporti con i vicini.

Finitura della doccia

La posa della ceramica, e in particolare delle tessere di mosaico, è un compito specifico e che richiede tempo. È difficile descrivere questo processo a parole, ma è meglio vederlo una volta.

Video collegati:

Video con una lezione di piastrellatura con piastrelle doccia

Grande attenzione dovrebbe essere prestata alla stuccatura. Scegli una malta epossidica bicomponente: è più resistente all’umidità rispetto all’acrilico o cementizio.

Installazione del portale

Questo articolo deve essere selezionato insieme al layout e acquistato prima di iniziare i lavori. Può diventare uno “schema” perché difficilmente cambia dimensione. A seconda della posizione delle pareti, è possibile installare sia un portale ad arco che semplici porte diritte. Sarà utile ricordare che le porte scorrevoli non sono affidabili come le porte a battente. Ogni portale ha un’istruzione, con la quale puoi installarlo facilmente da solo.

Collegamento di alimentazione dell’acqua e collegamento degli accessori

Resta inteso che questi elementi sono anche selezionati nella fase di determinazione del design e dell’aspetto del box doccia. Ora resta da montare il miscelatore, installare il supporto e gli scaffali dell’annaffiatoio. Un altro vantaggio di una doccia integrata rispetto a una di plastica è la possibilità di cambiare i rubinetti. In molti modelli di fabbrica, sono integrati.

Durante la riparazione o la ricostruzione di un bagno, la fase di installazione di nuovi impianti idraulici è inevitabile. I desideri normali di ogni proprietario sono economici, affidabili e belli. Le priorità secondarie sono veloci, sicure e durature. Chiunque abbia deciso di sbarazzarsi della vasca da bagno, che è così non redditizia “dispone” della modesta piazza della sala sanitaria, dovrà sicuramente affrontare le complessità della progettazione e del funzionamento del box doccia. Come puoi vedere dall’articolo, il dispositivo è estremamente semplice e l’operazione non causa molti problemi..

Valuta l'articolo
( Ancora nessuna valutazione )
Condividi con gli amici
Suggerimenti su qualsiasi argomento da parte di esperti
Aggiungi un commento

Cliccando sul pulsante "Invia commento" acconsento al trattamento dei dati personali e accetto la informativa sulla privacy