Come posare le piastrelle su un pavimento di legno

Sezioni dell’articolo



La disposizione del pavimento in legno su tutta la pianta sembra molto allettante: il rivestimento è caldo, regola naturalmente l’umidità e ha un aspetto chic. Ma non abbiate fretta di rallegrarvi: vi aspettano difficoltà nel posare il rivestimento in cucina e in bagno, dove le piastrelle sono tradizionalmente utilizzate..

Come posare le piastrelle su un pavimento di legno

Quali sono le difficoltà nel posare le piastrelle su una base di legno

Le piastrelle di ceramica sono rivestimenti duri che non subiscono restringimenti ed espansione lineare durante il funzionamento. Il principio generale della combinazione di materiali da costruzione e di finitura è garantire il massimo grado possibile della loro omogeneità. Pertanto, il comportamento e le proprietà fisiche e meccaniche della piastrella devono essere ereditate dalla base su cui è posata..

Piastrelle nella cucina di una casa in legno

Il legno non soddisfa questi requisiti. Con i cambiamenti di temperatura e umidità, l’albero è soggetto a restringimento – un cambiamento nelle dimensioni e nella forma lineari. Anche tavole molto strette sono in grado di “giocare” entro 1,5–2 mm, il che è assolutamente inaccettabile per la piastrellatura. Tuttavia, è possibile posare le piastrelle su un pavimento di legno, per questo è necessario proteggere il legno dall’influenza dell’ambiente in tutti i modi possibili e creare una sorta di strato smorzante in grado di assorbire le vibrazioni della base e fornire un piano fisso rigido per la posa delle piastrelle.

Piastrelle in ceramica nel bagno

Di solito, la necessità di posare le piastrelle su un pavimento di legno viene evitata con ogni mezzo. Ciò si ottiene disponendo una parte del pavimento utilizzando una tecnologia diversa, ad esempio versando un massetto sul terreno. Tuttavia, la combinazione dei sistemi di pavimentazione causa difficoltà nel realizzare collegamenti tra loro, il ritmo dei lavori di costruzione rallenta. Quindi, una conclusione importante: preparare un pavimento in legno per piastrelle dovrebbe essere fatto solo se è giustificato da un punto di vista pratico ed economico..

I modi principali per risolvere il problema

Esistono tre tecnologie abbastanza ben sviluppate e studiate per disporre una base di piastrelle su un pavimento di legno. Tutti hanno uno svantaggio significativo: di conseguenza, il livello di copertura è più elevato rispetto ad altre stanze, mentre in realtà è richiesto l’effetto esattamente opposto. Un pavimento piastrellato è di solito disposto in cucina o in bagno, in quest’ultimo caso, gli standard di costruzione richiedono un eufemismo del pavimento finito di 50 mm. Questa funzione deve essere presa in considerazione in anticipo, utilizzando registri più grandi quando si installa il sistema di supporto in altre stanze e in stanze sotto piastrelle – un pavimento grezzo di pannelli di spessore minimo.

Il primo modo per costruire una base per una piastrella è riempire un massetto preparatorio. È particolarmente buono in quanto consente un dispositivo di riscaldamento a pavimento completo. Dal punto di vista della vita utile, il massetto si dimostra dal lato migliore, la sua durata è di 20–35 anni. Il problema principale è una tecnologia piuttosto complicata del dispositivo e la necessità di eseguire lavori di costruzione “a umido”.

Massetto in una casa di legno

Gli altri due metodi sono molto simili. Il primo è applicabile a pavimenti in legno relativamente stabili e consiste nella posa di diversi strati di materiali in lamiera sopra il pavimento grezzo della plancia, che non sono soggetti a restringimento e deformazione. OSB, compensato resistente all’umidità e truciolato possono essere utilizzati come tali materiali, mentre alzare il segno del pavimento è il minimo possibile. La terza opzione implica la presenza di uno strato di materiale sfuso di spessore arbitrario tra il pavimento in legno e la guaina. Ciò è necessario nei casi in cui la mobilità del pavimento grezzo è estremamente pronunciata e non ci sono altri modi per compensarlo. Lo svantaggio degli ultimi due metodi è l’impossibilità pratica di organizzare il riscaldamento a pavimento e un grande consumo di materiale.

Rinforzo con materiali in fogli

I materiali in fogli di grande formato aiutano a stringere in modo affidabile la passerella, fornendo la rigidità e l’immobilità necessarie della base. Il miglior risultato si ottiene posando due o anche meglio tre strati di basso spessore. Compensato di betulla resistente all’umidità, OSB di classe 3 e 4, truciolare e varie combinazioni di questi materiali sono adatti per tali applicazioni. È possibile ottenere una compensazione di alta qualità dei movimenti nella base utilizzando lastre di vetro in magnesite nello strato inferiore. Lo spessore totale di tutti gli strati non deve essere inferiore a 25 mm.

Posa di fogli di compensato su un pavimento di legno

Tutti gli strati del pavimento devono essere uniti saldamente. Per questo, vengono utilizzate normali viti autofilettanti nere, che vengono avvitate senza preforatura. È ottimale se la filettatura sul dispositivo di fissaggio è realizzata con un “collo” di 15-20 mm. Il primo strato deve essere fissato in modo tale che i fogli siano disegnati su ciascuna tavola lungo il bordo e ad una distanza di 25-30 cm nella parte centrale. Tutti gli strati successivi sono attratti dai precedenti con un passo di 150-200 mm lungo i bordi e circa 300-400 mm nella parte centrale. Quando si posano i fogli tra loro, è necessario lasciare uno spazio per l’espansione termica dell’ordine di 3-5 mm.

Metodo di preparazione del massetto

Il massetto viene versato per immobilizzare la superficie a causa del peso e della rigidità della massa del calcestruzzo. In precedenza, non sarebbe superfluo valutare (almeno a occhio) il grado limite di deformazione del pavimento della plancia. Dipenderà sia dal gradino che dalla sezione del ritardo, nonché dallo spessore e dalla qualità dei pannelli da posare. Secondo i dati ottenuti, deve essere indicata la massima deflessione consentita del massetto, che può essere calcolata utilizzando il metodo di calcolo della deformazione di una lastra di cemento su una base elastica.

Tipicamente, le vibrazioni di un sottofondo ben posato non superano 3-5 mm / me 8-10 mm in generale. Per contrastare efficacemente tali curvature, è necessario uno strato di massetto sufficientemente spesso (35-40 mm, lo spessore ottimale per un pavimento caldo) o l’introduzione del rinforzo: una rete saldata in acciaio di filo di 4 mm con una cella di 150×150 mm o più fine.

Dispositivo di massetto in una casa di legno

Quando si installa un massetto su un pavimento in legno, il primo passo è l’impermeabilizzazione affidabile. Innanzitutto, lungo il perimetro della stanza, un nastro di compensazione in polietilene espanso con uno spessore di 5-6 mm è puntato sulle pareti. Se si prevede di includere elementi riscaldanti nel massetto, le piastre in polistirene espanso vengono incollate alle schede. Inoltre, l’intera superficie del pavimento è coperta da un film di polietilene con uno spessore di 250 micron, i bordi sono piegati sulle pareti con una sovrapposizione di 10-15 cm, piegandosi delicatamente negli angoli. È ottimale se un’intera tela viene posata su tutta l’area, altrimenti il ​​film dovrà essere saldato o incollato con nastro adesivo su entrambi i lati con una sovrapposizione di 25-30 cm. Se necessario, è possibile girare il film sul pavimento, ma ogni staffa deve essere coperta con un pezzo di nastro adesivo.

Dispositivo di massetto in una casa di legno

Se viene presa la decisione di utilizzare l’armatura, viene posizionata sui distanziali. La percezione dei carichi flettenti sarà ottimale quando si posiziona la rete di rinforzo nella fila inferiore con uno spessore minimo dello strato protettivo, cioè 5-7 mm. Dopo aver disposto il rinforzo con un gradino di 1,3-1,5 metri, i fari vengono installati lungo il lato lungo della stanza, livellandoli sul segno zero desiderato del pavimento finito meno lo spessore della piastrella e la giuntura adesiva. I fari devono essere fissati su grumi della stessa malta che verrà utilizzata per il versamento. Per accelerare l’impostazione, è possibile aggiungere fino al 15-20% di alabastro alla miscela. Dopo l’indurimento e il controllo della corretta installazione dei fari, viene versato un massetto, la miscela viene disegnata dalla regola lungo i fari. Questi ultimi vengono rimossi nei giorni 2-3 di esposizione, i solchi vengono sigillati con una soluzione del marchio usato.

Tecnologia del pavimento galleggiante

L’essenza del terzo metodo è la creazione di uno strato di smorzamento da un materiale non comprimibile sfuso, seguito da un rivestimento duro. Quest’ultima può essere sia una pavimentazione in lamiera, tra cui MGL e GVL, sia un massetto in cemento armato sabbia. Il metodo ha un ulteriore vantaggio: un grado sufficientemente elevato di isolamento acustico.

Lo strato di massa non deve essere troppo spesso, sono sufficienti 4-5 cm, il riempitivo può essere perlite, argilla espansa di una frazione di 4-6 mm o vetro espanso granulato. Riempitivo più leggero – meno carico sul sottofondo e, di conseguenza, barra più alta del carico operativo ammissibile sul pavimento finito. Il riempitivo per pavimenti deve essere asciutto e trattato con agenti insetticidi e battericidi, è possibile aggiungere calce spenta in una quantità del 3-5% in peso.

Pavimento in argilla espansa

Il riempimento viene effettuato in uno strato, che è allineato con i fari regolabili ed è ben compattato. Sopra l’argine livellato deve essere coperto con un involucro di plastica e, una volta completato il livellamento, spostarsi solo lungo le scale fatte di materiale in lamiera rigida.

Posa di GVL su argilla espansa

La scelta di una base galleggiante è relativamente libera. Un massetto con cemento sabbia di classe B22.5 di almeno 30–35 mm di spessore con rinforzo in polimero fornirà un carico operativo di circa 150 kg / m2. Quando si utilizzano materiali in fogli, la durezza del pavimento è determinata dai dati del passaporto e dal numero di strati. Quest’ultimo, a proposito, dovrebbe essere almeno due, posato con giunti di fasciatura di almeno 30-35 cm.

Massetto con argilla espansa

Posa di piastrelle

La fase finale della pavimentazione non è meno importante di tutte le precedenti. Per il miglior risultato e la durata della piastrella, si possono raccomandare due aggiunte alla tecnologia di installazione standard. Prima di procedere con il rivestimento, è necessario garantire un’adesione di alta qualità dell’adesivo alla base, per la quale il pavimento viene aperto più volte con un primer adesivo. La composizione viene selezionata in base allo scopo per il tipo di materiale utilizzato.

Posa di piastrelle su un pavimento di legno

La prima importante aggiunta è pulire il pavimento con una miscela adesiva con rete in fibra di vetro incassata per lavori di facciata. Darà ulteriore rigidità alla superficie ed eliminerà il movimento dello strato adesivo..

Posa di piastrelle su un pavimento di legno su una rete in fibra di vetro

La seconda sfumatura può essere definita obbligatoria: è necessario utilizzare tipi speciali di adesivo per piastrelle. Una buona opzione sarebbe elastica Ceresit CM 16 o CM 17 per supporti critici.

Valuta questo articolo
( Ancora nessuna valutazione )
Aggiungi commenti

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!:

Come posare le piastrelle su un pavimento di legno
Carote per dimagrire: i benefici e le ricette dei piatti dietetici