Come installare piastrelle su superfici curve

Sezioni dell’articolo



Come installare piastrelle su superfici curve

Sembra che sia impossibile piegare la ceramica o la pietra, ma ci sono tecniche e tecniche semplici che ti consentono di implementare i progetti più impensabili che chiunque può padroneggiare. È su di loro che la storia è raccontata in questo articolo..

Come installare piastrelle su superfici curve

Sono comuni le situazioni in cui è necessario posare le piastrelle sul pavimento non in una linea retta, ma in un cerchio con un certo raggio o unire due o più parti del pavimento, eseguite da piastrelle diverse, lungo una linea elaborata che non ha una descrizione in nessun libro di geometria, foto (foto 1) … Le transizioni “laminato – piastrelle” sono molto di moda, che appaiono solo quando sono realizzate nel modo più bizzarro (foto 2).

Posa di piastrelle

Queste situazioni sono un caso speciale, poiché coinvolgono l’intersezione sullo stesso piano. Un caso comune è la creazione di strutture volumetriche da piastrelle che hanno forme non lineari. Questi possono essere archi, nicchie per specchi, gradini, piatti doccia, fatti da te. Quando si lavora su di essi, è necessario non solo mantenere la forma data della curva, ma anche completare la parete laterale, che è spesso fatta in contrasto con la piastrella principale. Tutti questi tipi di lavoro richiedono un’attenta preparazione delle superfici e l’uso di speciali tecniche di lavoro, senza le quali è impossibile adattarsi con precisione e formare le superfici della forma richiesta..

Preparazione della superficie del pavimento per la piastrellatura

È un dato di fatto, la preparazione della superficie del pavimento dovrebbe iniziare molto prima della piastrellatura. I metodi per ottenere persino i massetti che esistono oggi sono molto diversi. Può essere una malta autolivellante, un massetto semi-secco e un tradizionale cemento sabbia, realizzato su fari. Esistono anche massetti non convenzionali: su OSB, su compensato impermeabile, anche su metallo, che può anche essere piastrellato. Non è il materiale con cui è realizzato il massetto ad essere importante, ma la sua resistenza e precisione superficiale. Se il piano del pavimento deve essere realizzato in senso orizzontale, le deviazioni dal livello non devono superare i 3 mm per metro lineare della superficie in qualsiasi direzione, se il piano deve avere una pendenza in una determinata direzione, non può superare i valori determinati nel progetto.

Inoltre, la preparazione del massetto per la piastrellatura significa che le comunicazioni definite nel progetto sono già state poste in esso e non sarà più necessario macinarlo per posare cavi o tubi dimenticati. Immediatamente prima di posare le piastrelle sul pavimento, è necessario rimuovere dalla superficie degli straripamenti del massetto (soprattutto spesso trovati attorno al perimetro vicino alle pareti), i resti di stucchi e malte (intonaco, malta per muratura), allineare con attenzione l’abutment alle aperture delle tubazioni fognarie dal pavimento. Quindi spazzare tutto con un massetto o aspirapolvere con un aspirapolvere professionale e adescare il pavimento con il terreno corrispondente al tipo di massetto. Per cemento sabbia standard o autolivellante, è adatto un primer acrilico a penetrazione profonda. La superficie preparata è mostrata nella foto 3.

Preparazione della superficie del pavimento per la piastrellatura

Se c’è un pavimento caldo…

Oggi, nessuno ha bisogno di una campagna per pavimenti caldi. Dove i pavimenti sono fatti di piastrelle, è vitale. Almeno in bagno. Oggi ci sono quattro disegni di pavimenti caldi:

  • pavimenti riscaldati ad acqua (riscaldamento con un portatore di calore che circola attraverso tubi di un design speciale posato in un massetto);
  • riscaldamento a pavimento, eseguito con un cavo scaldante (il cavo viene posato nello spessore del massetto prima di versare e rimane al suo interno, senza uscire all’esterno);
  • riscaldamento a pavimento con un tappetino riscaldante (il tappetino viene posizionato sopra il massetto prima di posare le piastrelle);
  • riscaldamento a pavimento, eseguito con un film che emette nella gamma IR (il film è installato secondo il principio di un tappetino riscaldante);

Ogni costruzione di riscaldamento a pavimento è conveniente a modo suo e la fattibilità della sua installazione è determinata dalle capacità disponibili nella casa o nell’appartamento. Quindi, il riscaldamento a pavimento dell’acqua è buono dove ci sono fonti di riscaldamento autonome. La cosa buona di un cavo scaldante incorporato è che la superficie del massetto rimane pulita e completamente pronta per la piastrellatura. Un tappetino elettrico o un film IR sono buoni dove hai dimenticato di installare il riscaldamento a pavimento in anticipo o hai deciso di sistemarlo in una stanza che non era precedentemente dotata di un pavimento caldo.

Ci sono due peculiarità quando si piastrellano i pavimenti riscaldati. Innanzitutto, è necessario utilizzare una colla progettata per funzionare in un ampio intervallo di temperature; in secondo luogo, il riscaldamento a pavimento può essere attivato non prima di tre settimane dopo la piastrellatura. I pavimenti caldi con riscaldamento dell’acqua e cavo sono un vincitore qui. Possono essere testati in anticipo a piena capacità. Il resto dei sistemi può essere verificato per manutenibilità solo tramite alimentazione a breve termine e valutazione della capacità di riscaldamento tramite tocco prima di essere incollato al massetto..

Cosa sono gli elementi non lineari?

A rigor di termini, gli elementi non lineari possono essere considerati qualsiasi superficie o transizione da una superficie all’altra, la cui forma differisce da una linea retta. La diffusa introduzione degli interni in cartongesso nella pratica ha notevolmente ampliato le possibilità di creare forme completamente inusuali. Questo vale non solo per i famosi soffitti a più livelli, ma anche per altre superfici. I muri ora possono essere realizzati non solo con nicchie, ma anche cambiando la loro configurazione. Possono essere rotondi e ondulati, si fondono uniformemente nel soffitto e nel pavimento. Le aperture possono essere realizzate non solo sotto forma di archi, ma possono avere qualsiasi forma (ad esempio un buco della serratura gigante o una mela).

Le ampie possibilità di decorare con elementi non lineari non potevano passare dai bagni. Figure complesse che incorniciano specchi, tavoli rotondi o ovali originali fatti di mosaici o piastrelle per lavelli, intricati gradini per la vasca idromassaggio o la piscina, cabine doccia realizzate nel pavimento: sono tutti elementi non lineari.

La creazione di una superficie originale di una forma insolita consiste in due fasi: fabbricazione di un telaio o struttura portante e successivo rivestimento. Inoltre, tutto ciò che riguarda i pavimenti dovrebbe essere non solo bello, ma anche affidabile. E per i bagni è importante anche l’impermeabilizzazione. Come esempio pratico di lavoro con superfici curve quando si piastrellano i pavimenti con piastrelle, considerare il piatto doccia mostrato nella foto 3, fuso sotto il livello del massetto principale, che ha un arrotondamento su un lato con un raggio di 90 cm.

Da dove iniziare la posa per elementi non lineari

Se, nello schema classico di disposizione delle piastrelle sul pavimento, tendono a disporre intere piastrelle lungo i punti più visibili della stanza e rimuovono i tagli a quelli poco appariscenti, quindi è necessario posare le piastrelle nel caso in cui vi siano superfici curve sul pavimento nella stanza da loro.

La foto 4 mostra il layout delle piastrelle “a secco”. Il primo sono le piastrelle dal pallet. Viene preso con una sovrapposizione all’interno del pallet, in modo da poter successivamente incollare la parete laterale. La piastrella è disposta tenendo conto delle cuciture. In questo caso, il taglio è adatto per la parte visibile del muro. Considerando che con un layout normale, un’intera piastrella avrebbe dovuto provenire da esso.

Da dove iniziare la posa per elementi non lineari

La foto mostra che tutti i pezzi che cadono all’interno del pallet sono grandi. Sarà conveniente lavorare con loro.

Dopo che l’immagine della prossima sequenza di lavori diventa chiara, è necessario rimuovere tutte le tessere tranne la prima e contrassegnare la sua posizione con una matita sul massetto. Questo momento è mostrato nella foto 5.

Piastrella

L’adesivo per piastrelle ora può essere miscelato. In questo esempio è stata utilizzata la “Plitonite B”, poiché la stanza è dotata di un pavimento caldo. Il cavo scaldante è posato in un massetto. Anche il pallet è riscaldato. L’adesivo viene applicato sia sulla superficie del pavimento che sulle piastrelle. Quindi viene tirato insieme con una spatola dentata in direzioni reciprocamente perpendicolari, dopo di che la piastrella viene posizionata sotto il livello. L’intero processo è mostrato nella foto 6-8. Con un tale schema di incollaggio, abbiamo un buon margine per la correzione e le scanalature reciprocamente perpendicolari, quando schiacciate, si penetrano a vicenda e forniscono un contatto molto migliore. E la forza del legame adesivo, dato che il pavimento è riscaldato, è molto importante.

Posa di piastrelle in bagno

Come posare le piastrelle

Come posare le piastrelle

La foto 8 mostra che la prima piastrella ha già una superficie non lineare. Da dove proviene? Consideriamo questo processo in dettaglio. Ma prima devi trovare della buona carta..

Pietra, forbici, carta – modelli e loro applicazione

Perché hai improvvisamente bisogno di carta quando hai posato le piastrelle? La risposta è semplice: è necessario creare modelli. Cioè, copie cartacee di piastrelle della stessa dimensione, su cui verrà eseguita la marcatura preliminare. Quindi, in base alla marcatura, ritagliamo i motivi in ​​base ai quali viene tagliata la piastrella reale.

Per i modelli, è possibile utilizzare qualsiasi tipo di carta tranne il cartone da sotto le scatole. La cosa migliore è quella che è ben tagliata con le forbici e su cui è facile stampare il contorno. In questo esempio, è stato utilizzato un interlining di riparazione. I modelli devono essere ritagliati immediatamente in modo che ci sia abbastanza per tutto. La foto 9 mostra modelli già pronti per il lavoro..

Piastrelle del bagno

Per ottenere il contorno della curva per la prima piastrella, è necessario collegare il modello al markup, che è stato menzionato in precedenza e che è visibile nella foto 9. Quindi è necessario far scorrere le mani lungo il bordo della parete laterale del pallet in modo che rimanga un’impronta evidente sul modello, da cui è necessario fare un passo indietro di 2-2.5 cm per la tolleranza per le piastrelle laterali, tracciare una linea parallela al contorno e tagliare l’eccesso lungo di esso con le forbici. Ora resta da trasferire il contorno sulla piastrella e rimuovere l’eccesso. La procedura è mostrata nella foto 10-12..

Dopo che la prima piastrella è stata installata sulla colla al suo posto e ha la forma richiesta, viene attaccato un secondo modello, su cui tutto viene ripetuto di nuovo. Questo momento è catturato nella foto 13.

Suggerimenti per la posa di piastrelle

Assistenza per la piastrellatura

Posiamo le piastrelle da soli

Posa di piastrelle fai-da-te

Quindi tutte le piastrelle vengono incollate come al solito. In questo esempio viene utilizzato il metodo della doppia colla. È anche meglio incollare immediatamente i profili che sono usciti contro il muro. Anche se non sarebbe una violazione della tecnologia se installato in seguito. La prossima difficoltà ci aspetta. C’è un tubo di fogna nell’angolo, che deve essere bypassato con piastrelle. Il modello aiuterà anche in questa materia. Nella foto 14, puoi vedere che tutte le tessere, tranne quella che dovrebbe andare nell’angolo sul tubo, sono già incollate. E la foto 15 mostra il markup del modello. Il principio è lo stesso. Innanzitutto, un’impronta del contorno, quindi delineare con una matita con una tolleranza e tagliare con le forbici. Il modello finito deve essere provato sul posto e se qualcosa non va, correggilo.

Piastrelle del bagno

Piastrella

Resta da copiare il contorno sulla piastrella e ritagliarlo con una smerigliatrice con un disco diamantato. L’unica difficoltà in questo caso è che il foro si trova su una piastrella ed è abbastanza grande di diametro. Per tagliarlo, devi prima tagliarlo trasversalmente di diametro, tagliare un quadrato dai punti di intersezione con il cerchio, quindi rimuovere tutto ciò che non è necessario dall’interno con una smerigliatrice dalla parte anteriore e interna. Dopodiché, resta da incollare le piastrelle in posizione. Le foto 16-19 mostrano il processo di tagliare un tale buco passo dopo passo..

Come tagliare le piastrelle

Come fare un buco in una tessera

Taglio di piastrelle

Piastrella ritagliata

Quindi tutto viene ripetuto secondo lo stesso principio. Utilizzando i modelli, è facile ottenere i contorni non solo delle curve interne, ma anche esterne. Ad esempio all’interno del pallet. È molto difficile farlo usando metodi convenzionali, ma usando questa tecnica, tutto risulta rapidamente e senza problemi. Alla fine, il pallet rivestito e il piano superiore adiacente assumono la forma mostrata nella foto 20. Lungo la strada, vale la pena ricordare che tutte le piastrelle all’interno del pallet devono essere posizionate con una pendenza verso la scala in modo che l’acqua non ristagni. Ora resta da incollare il muro laterale. E qui ci sono trucchi.

Fori in piastrelle

Fianchi: impossibile da piegare, dividere!

Il modo più semplice per realizzare una parete laterale è qualcosa di flessibile, come un mosaico su una rete. Ma non c’è sempre un’opportunità del genere e con un mosaico non è così semplice. Pertanto, dovrai creare il muro laterale dalle piastrelle più ordinarie. A proposito, per evidenziare la differenza di livello, è meglio prendere una piastrella a contrasto per i montanti e le pareti laterali in modo da non inciampare. In questo esempio, è stata utilizzata una piastrella da rivestimento arancione.

La piastrella per il fianco deve essere tagliata a strisce larghe circa 3,5 cm, tagliate a misura unica con un tagliapiastrelle. Il principio è che più piccolo è il raggio, più strette sono le strisce. Ma non provare a tagliare strisce più piccole di 12 mm. Anche un tagliapiastrelle professionale non può farlo. Il numero di piastre può essere calcolato misurando la lunghezza della curva con un metro a nastro e dividendolo per la larghezza delle strisce. Va tenuto presente che è possibile ritagliare due parti da ciascuna striscia. I campioni finiti di pezzi grezzi per le parti del fianco sono mostrati nella foto 21.

Piastrelle scheggiate

Successivamente, è necessario ritagliare due parti dagli spazi vuoti. Sono installati su un abbondante strato di colla e occorre prestare particolare attenzione a riempire di colla la parte superiore della parete laterale. Altrimenti, se c’è un vuoto lì, la tessera superiore si spezzerà prima o poi. Questo principio è comune a tutti i passaggi piastrellati. Ogni dettaglio della parete laterale deve essere misurato con cura con un metro su entrambi i lati. È meglio se si adattano perfettamente. Ciò aumenta significativamente la forza della struttura. Incollare le parti senza spazi vuoti, uno a uno lungo l’intera lunghezza. La fase iniziale è mostrata nella foto 22 e la foto 23 mostra una vista generale del pallet dopo aver terminato il lavoro con la parete laterale e la parte del seminterrato.

Tagliamo le piastrelle

Tagliare le piastrelle

Conclusione. Consigli utili

Per non calcolare i millimetri quando si lavora con pareti laterali (leggere – con qualsiasi montante per scale), è necessario prendere in anticipo una tolleranza di almeno il doppio dello spessore delle piastrelle utilizzate per loro.

Prima di iniziare a posare una nuova fila di piastrelle, è necessario proporre questo posto con un tappetino. Polvere e sabbia appaiono dal nulla.

Non tagliare le piastrelle con una smerigliatrice al chiuso. Meglio andare fuori o sul balcone.

Eventuali curve sulla piastrella possono essere tagliate con una macchina per taglio a umido. Per non lavare le linee di marcatura, è necessario coprire il contorno con nastro in PVC.

Per evitare che le piastrelle si diffondano, devono essere unite con del nastro adesivo. Lo scotch non può essere utilizzato per questo scopo, le sue tracce sono scarsamente lavate.

La foto 19 mostra il momento di lavorare con le croci. Per impostare accuratamente la distanza tra le tessere, non salvarle.

Valuta questo articolo
( Ancora nessuna valutazione )
Aggiungi commenti

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!:

Come installare piastrelle su superfici curve
Tubo metallico per cavo elettrico: selezione e installazione