Soffione a pioggia: soffione con pioggia vera

Sezioni dell’articolo



Possiamo parlare a lungo dell’attrattiva di una doccia a soffitto fissa, ma è molto più facile sentire il comfort e l’effetto antistress del suo utilizzo almeno una volta. Se la scelta è caduta nella direzione di un annaffiatoio tropicale, trattiamo le complessità dell’installazione e il dispositivo di impianto idraulico ruvido per la sua corretta connessione.

Soffione a pioggia: soffione con pioggia vera

Qual è l’essenza di una doccia a pioggia

A differenza di un semplice soffione che emette flussi d’acqua sottili e continui, una doccia a pioggia funziona in modo diverso. Grazie al design speciale, l’acqua si mescola con l’aria e viene immediatamente espulsa. A causa dell’aerazione, il flusso è diviso in molte piccole goccioline sature di bolle d’aria, la cui direzione è solitamente strettamente verticale.

Soffione a pioggia: soffione con pioggia vera

Non confondere le testine e le cuffie multimodali con le docce a pioggia. Nonostante l’effetto simile, ci sono alcune differenze significative. Innanzitutto, la differenza di dimensioni è notevole: l’annaffiatoio tropicale è molto più grande di quello combinato, crea una densa cortina di gocce che praticamente non si dissipano. La larghezza di una tale colonna di pioggia può raggiungere mezzo metro e talvolta anche di più. È anche impossibile non notare che la maggior parte degli “zakos” per una doccia a pioggia non hanno aerazione, e questo è un fattore molto significativo di comfort.

Soffione a pioggia: soffione con pioggia vera

Un’altra caratteristica è il consumo d’acqua relativamente basso. Nonostante il fatto che l’annaffiatoio copra un’area molto ampia, il flusso è rappresentato da piccole goccioline, la cui densità è ridotta dalle bolle d’aria. Si scopre che quasi tutto il corpo è in contatto con una sospensione dispersa di acqua nell’aria, ma il flusso è inferiore a quello di un normale annaffiatoio con un’area di dispersione e densità di flusso simili.

Le sottigliezze della disposizione della cabina doccia

Ma concentriamoci sulle sfumature del montaggio. La pianificazione dell’installazione di una doccia a pioggia deve essere effettuata in anticipo, garantendo nel contempo la forma e le dimensioni richieste del vano doccia. Qui, un grosso problema sta nel fatto che un tubo di collegamento sufficientemente lungo corre tra il miscelatore e la doccia. Per questo motivo, l’impostazione della temperatura, anche con un termostato, si verifica con un ritardo significativo, rispettivamente, è quasi sempre necessario allontanarsi da “pioggia” troppo calda o fredda.

Soffione a pioggia: soffione con pioggia vera

Nella sua forma più semplice, un annaffiatoio tropicale può far parte di un’installazione esterna – un supporto con un miscelatore che ha un canale interno per fornire acqua all’annaffiatoio. Tuttavia, questo metodo di installazione richiede ancora più spazio all’interno della cabina doccia, poiché l’installazione richiede già un rientro aggiuntivo dal muro. Un metodo di installazione alternativo prevede la posa del canale di collegamento nascosto sotto la finitura, rispettivamente, è necessario prevedere in anticipo scanalature o i corrispondenti valori degli spazi vuoti quando si finisce la doccia con pareti false.

Soffione a pioggia: soffione con pioggia vera

Va notato che non ha senso utilizzare un’installazione nascosta, se alla fine i raccordi non sono completamente nascosti dietro i bordi decorativi dell’impianto idraulico di finitura. Pertanto, è importante garantire la corretta sporgenza degli ugelli per il fissaggio del miscelatore e del soffione stesso. Idealmente, se il kit di installazione per doccia viene acquistato in anticipo: questo saprà in modo affidabile il gioco condizionale condizionato richiesto, il diametro delle connessioni filettate e altre condizioni necessarie per una corretta installazione.

Posa di comunicazioni

Per l’installazione nascosta, la testa di irrigazione tropicale è collegata tramite un miscelatore da incasso, ad esempio un iBox Hansgrohe o uno qualsiasi dei suoi analoghi. Richiede la disposizione di una nicchia o cavità di falso muro con una profondità di circa 35-50 mm. Questo tipo di rubinetto è ideale per l’installazione in bagno: oltre allo scarico principale per una doccia tropicale, ne ha uno aggiuntivo, al quale è possibile collegare un normale soffione doccia o una bocca del bagno. La necessità di uno scarico aggiuntivo è comprensibile, perché è impossibile lavare una certa parte del corpo o pulire sotto la doccia senza un annaffiatoio aggiuntivo.

Soffione a pioggia: soffione con pioggia vera

L’approvvigionamento idrico del miscelatore viene solitamente eseguito dal basso e da uno dei lati. Con l’installazione nascosta, l’opzione più preferibile per il sistema di approvvigionamento idrico saranno i tubi in polipropilene sui raccordi a pressione come i più durevoli. I tubi di alimentazione calda e fredda vanno nella nicchia del miscelatore dal basso, quindi uno dei tubi viene ruotato per il collegamento laterale. Dall’altro lato libero del miscelatore, viene posato un altro tubo, che collega l’uscita aggiuntiva con il tubo di derivazione a parete per il collegamento di un tubo doccia.

Soffione a pioggia: soffione con pioggia vera

Nella versione da superficie, la cuffia per la pioggia tropicale ha una connessione standard con una distanza di 150 mm tra gli ugelli. Tale installazione è collegata come un normale mixer e allo stesso tempo ha punti di attacco aggiuntivi alla parete. Molto spesso, una biella (gander) a montaggio aperto è appositamente nascosta nella parete invece di un tubo di collegamento a tiraggio. Ciò è spiegato dall’elevata rigidità dell’installazione e dalla capacità di eseguire l’installazione senza un sistema di fissaggio aggiuntivo e numerosi collegamenti filettati. Il miscelatore e l’annaffiatoio sono collegati con un normale tubo dell’acqua se quest’ultimo è installato su un’uscita filettata fissata al soffitto.

Installazione di un miscelatore nascosto

Il cosiddetto “ibox” ha uno schema di connessione incrociata. Il meccanismo interno può essere ruotato in qualsiasi modo per cambiare la destinazione degli ugelli. Di norma, l’approvvigionamento idrico viene effettuato dal fondo e da uno dei lati, l’uscita del beccuccio aggiuntivo è collegata sul lato posteriore e l’annaffiatoio tropicale stesso è in cima..

Il corpo del miscelatore è un vetro cilindrico, che è attaccato alla parete con quattro perni di regolazione. Per facilitare il raggiungimento del piano finale della decorazione murale, l’impianto idraulico di alta qualità ha un anello incrociato sulla parte esterna del corpo, che funge da arresto posteriore per il rivestimento della falsa parete. Alla fine, uno strato di rivestimento e rivestimento è stretto strettamente tra questo anello e la lunetta. Se il miscelatore è fissato a una parete solida, l’anello viene rimosso.

Soffione a pioggia: soffione con pioggia vera

Il collegamento del miscelatore è realizzato su raccordi filettati, che sono imballati con sigillante anaerobico. Il diametro delle connessioni è di solito 1/2 “, rispettivamente, non è evidente la necessità di utilizzare una tubazione con un foro nominale più ampio. Dopo il collegamento, il miscelatore viene infine regolato con perni per portare il lato anteriore nel piano di finitura, quindi viene eseguita la muratura o il rivestimento. In quest’ultimo caso, lo spazio rimanente tra il corpo e la guaina è densamente riempita di silicone sanitario, quindi un manicotto impermeabilizzante si trova sul sigillante attorno ai lati sporgenti.

Soffione a pioggia: soffione con pioggia vera

L’installazione è completata dopo che la piastrella della doccia è stata piastrellata. I dettagli del meccanismo interno sono coperti da un pannello sovrapposto, che per molti produttori presenta fino a una dozzina di variazioni nell’aspetto e nell’ergonomia dei comandi. La protezione dell’interno del miscelatore dall’ingresso di acqua è fornita da uno o più circuiti di guarnizioni o guarnizioni a ghiandola lungo il contorno del pannello. Il pannello stesso è fissato ruotando le maniche decorative delle maniglie o usando clip nascoste.

Soffione a pioggia: soffione con pioggia vera

Installazione e collegamento di un annaffiatoio

La parte finale dell’installazione è l’installazione dell’annaffiatoio stesso. Il meno problematico è l’installazione su una barra che esce dal muro. Basta inserire una guarnizione di tenuta nella connessione filettata e avvitare lo stesso annaffiatoio. Dopo aver stretto il collegamento a vite, il soffione viene posizionato per il suo corretto orientamento (particolarmente importante per i soffioni quadrati) e la posizione orizzontale. Entrambe le attività vengono eseguite con un adattatore per giunto sferico.

Soffione a pioggia: soffione con pioggia vera

L’installazione del soffione doccia all’uscita del soffitto filettata è leggermente più difficile a causa dello spazio limitato. Questo problema può essere parzialmente risolto da un inserto decorativo che funge da prolunga. La sua installazione non è sempre possibile, in alcuni casi l’altezza del soffitto è una limitazione, sebbene una prolunga lunga anche 20-30 mm faciliterà notevolmente l’installazione.

Parametri operativi del sistema di approvvigionamento idrico

Una doccia a pioggia non è adatta per tutti i sistemi idraulici. Il primo e più importante criterio è la pressione di esercizio del sistema: per un corretto funzionamento, sia la soglia superiore che quella inferiore sono limitate. Per i diversi modelli di doccia, i valori specifici possono variare leggermente, ma la media è tra 3 e 4,5 atmosfere.

Per risolvere il problema della sovrapressione, è possibile utilizzare riduttori d’acqua. Per gli appartamenti con fornitura di acqua calda, ne occorreranno due, ciascuno sul montante affinché il miscelatore funzioni correttamente. La mancanza di pressione è più difficile da eliminare, mentre a bassa prevalenza l’aerazione potrebbe non verificarsi affatto. È possibile aumentare la pressione utilizzando una pompa dell’acqua a basso rumore con un sistema di avvio graduale o un singolo controller dell’acqua.

Riduttore di pressione dell'acqua

Oltre al rumore proveniente dal funzionamento della pompa stessa, gli shock di pressione durante l’avvio e l’arresto possono essere un ostacolo significativo, quindi dovrai occuparti della corretta impostazione del pressostato e dell’aggiunta di un accumulatore idraulico del volume appropriato al sistema – 5-7 volte più dello spostamento dell’intero sistema di distribuzione dell’acqua. L’installazione di valvole di ritegno all’ingresso e all’uscita dell’unità di pompaggio aiuterà anche a eliminare il colpo d’ariete..

Valuta l'articolo
( Ancora nessuna valutazione )
Condividi con gli amici
Suggerimenti su qualsiasi argomento da parte di esperti
Aggiungi un commento

Cliccando sul pulsante "Invia commento" acconsento al trattamento dei dati personali e accetto la informativa sulla privacy