Bene approvvigionamento idrico del cottage

Sezioni dell’articolo



L’organizzazione dell’approvvigionamento idrico di un cottage o di una casa estiva da fonti sotterranee richiede la costruzione di una catena tecnologica completa, dalla perforazione di un pozzo ai sistemi di trattamento delle acque.La fase iniziale di questo processo è determinare il contenuto idrico del tuo sito.

Immagine

Esistono due tipi principali di ubicazioni sotterranee:

  • sabbioso – acquifero di sabbia e ghiaia del Quaternario e del Cretaceo (sabbioso);
  • Calcare – falde acquifere del periodo carbonifero.
  • Profondità sabbiose:

    – pozzi 10-15 m,
    – Quaternario 15-30 m,
    – Cretaceo (sopra-giurassico) 30-50 m.

    Profondità calcaree – da 30 a 230 m – sono chiamati artesiani. Nella regione di Mosca, i primi orizzonti artesiani si trovano in modo non uniforme:

    – direzione sud 30-60 m,
    – direzione nord 90-180 m,
    – direzione ovest-est 60-90 m.

    Grandi portate d’acqua forniscono pozzi con una profondità da 20 a 200 metri, a seconda della presenza di acque sotterranee. Le acque superficiali nei pozzi ordinari non sono in grado di far fronte al compito di fornire un consumo d’acqua fino a 500 litri all’ora. Sono affidabili per un consumo d’acqua fino a 100 litri all’ora, ma la qualità sanitaria dell’acqua di pozzo è naturalmente molto bassa. I rifiuti degli impianti industriali raggiungono anche i livelli più profondi del suolo. Nitrati e nitriti, metalli pesanti, inquinamento batterico: la fonte di molti problemi per la salute umana entra nel corpo insieme all’acqua.

    In termini di costi totali, il pozzo è molto più costoso del pozzo, ma il rischio di ottenere acqua di scarsa qualità con la corretta tecnologia di trattamento dell’acqua è minimo.

    I pozzi “sabbiosi” forniscono acqua per una casa di campagna con due punti di presa d’acqua: un rubinetto in cucina e un rubinetto per l’irrigazione. Per fornire un cottage con un livello europeo di comfort, con diversi bagni, lavatrice, lavastoviglie, piscina, è necessario un pozzo artesiano. La durata di un pozzo “sabbioso” è determinata dalle proprietà dei materiali strutturali e dal livello professionale degli installatori e in media dai 5 ai 15 anni. La resa idrica dipende dalla ricarica stagionale della falda acquifera – durante i periodi asciutti il ​​pozzo può “asciugarsi”.
    Lo stato considera le acque artesiane un deposito e, di conseguenza, regola il loro consumo autorizzando tali pozzi. Un pozzo artesiano costruito con competenza tecnologica funziona senza intoppi fino a 50 anni.

    Per garantire la pulizia dell’apertura e l’isolamento della falda acquifera usata, è necessario uno speciale design del pozzo. Dovrebbe avere un involucro per prevenire il crollo delle pareti quando si attraversano sedimenti sfusi e per isolare le falde acquifere non bersaglio. Sono apparse nuove sostanze speciali per l’isolamento: le compactoniti, che vengono versate nella sezione isolata del pozzo sotto forma di compresse. Quindi, sotto l’azione dell’acqua, si trasformano in una massa di plastica impermeabile, che forma una presa affidabile all’ingresso dell’orizzonte bersaglio e non provoca contaminazione. Tubi e materiali interni contribuiscono alla purezza dell’acqua consumata. Recentemente sono stati utilizzati materiali plastici resistenti in PVC o HDPE. I tubi in cloruro di polivinile sono leggeri e resistenti, resistenti e non soggetti a corrosione. La pulizia ambientale e igienica dei tubi in PVC è stata dimostrata da test e requisiti adeguati per le materie plastiche per uso alimentare.

    Perforazioni speciali eseguono il processo di perforazione di un pozzo. Tubi di acciaio a pareti spesse vengono inseriti nel pozzo finito. Una pompa profonda 3-4 pollici di diametro viene sommersa attraverso di essi. La conduttura di pressione dalla pompa va in superficie e viene condotta in casa. Se la parte superiore del pozzo con il tubo di aspirazione viene approfondita di 1,5–2 metri nel terreno, viene escluso il congelamento dell’acqua in inverno. Per impedire alle acque sotterranee di entrare nel pozzo, sopra la testa del pozzo è installato un cassone, una sorta di pozzo sotto forma di una camera di metallo sotterranea, che serve per la comodità del funzionamento della pompa e della manutenzione del sistema di approvvigionamento idrico.

    Inoltre, l’acqua entra in un serbatoio a membrana con una capacità da 100 a 500 litri, a seconda delle prestazioni del dispositivo di pompaggio, situato al primo piano della casa (seminterrato) attraverso un filtro grossolano. Questo serbatoio è necessario per ottimizzare il funzionamento della pompa sommersa immagazzinando una fornitura di acqua in pressione. L’acqua entra nel rubinetto aperto non dalla pompa, ma sotto pressione da questo serbatoio. La vita utile della pompa aumenta, poiché funziona in una modalità che garantisce l’attivazione automatica solo a flussi d’acqua elevati o quando la pressione nel sistema scende a un limite inferiore. Allo stesso tempo, pompa l’acqua nel serbatoio fino a quando la pressione al suo interno raggiunge il valore massimo.

    La perforazione del pozzo richiederà da tre a sette giorni, a seconda della sua profondità e complessità. Solo un trapano professionista può determinare dove c’è acqua sotterranea. La consultazione con specialisti ti aiuterà a scegliere l’opzione migliore che assicurerà il funzionamento del sistema di approvvigionamento idrico per molto, molto tempo.

    Successive fasi di lavoro con il pozzo: pompaggio a lungo termine dell’acqua per valutare le sue capacità operative, analisi chimica completa per concludere che l’acqua soddisfa i requisiti di GOST. Il proprietario deve ottenere un passaporto per l’unità di sollevamento dell’acqua indicante le sue caratteristiche principali. Questo documento è richiesto sia per le autorità locali sia per le operazioni di riparazione e restauro..

    I singoli pozzi possono essere suddivisi in due tipi (convenzionalmente): superficiale e profonda.

    Poco profondo

    Di norma, i pozzi poco profondi vengono perforati su falde acquifere di orizzonti sabbiosi a una profondità di 15–35 metri. La perforazione viene eseguita con coclee, che in apparenza rappresentano la parte di lavoro del cavatappi.

    Layout tipico dei pozzi poco profondi:

  • testina sigillata con blocco e input-output per il tubo dalla pompa
  • cassa (acciaio 20, diametro 127-159 mm, attacco filettato)
  • livello dell’acqua
  • elettropompa sommergibile per uso domestico
  • filtro (maglia galloon in acciaio inossidabile, 52-72 fori per 1 cm2)
  • letto di ghiaia
  • falda acquifera (sabbia)
  • impermeabilizzazione (argilla)
  • Tubi senza saldatura laminati a caldo (acciaio 20) con un diametro di 127-159 mm vengono utilizzati come una stringa di involucro, il tipo di connessione è filettato. Il filtro è un tubo di acciaio perforato dotato di una rete galloon in acciaio inossidabile o ottone n. 52, 56, 68. Il pozzo viene azionato mediante pompe a vibrazione (“Kid”, “Aquarius”, ecc.). La sua produttività è di 0,3-0,5 m3 / ora. A causa della loro bassa capacità produttiva, i pozzi di questo tipo non sono molto adatti per l’approvvigionamento idrico e vengono utilizzati principalmente per l’irrigazione di giardini. Tuttavia, a volte possono essere utilizzati per fornire acqua a piccole case di campagna, mentre viene utilizzato un serbatoio di riempimento. Di norma, l’acqua di tali pozzi appartiene alla categoria delle acque tecniche ed è di scarsa utilità per le necessità domestiche e il consumo di acqua. Inoltre, tale acqua è caratterizzata da alte concentrazioni di ferro, a volte – manganese..

    Bene bene

    Per l’approvvigionamento idrico autonomo, l’opzione migliore è un pozzo artesiano con una profondità di oltre 30 metri (falde acquifere calcaree). La perforazione in questo caso viene eseguita con lavaggio con installazioni di tipo rotativo più potenti e successiva cementazione dello spazio anulare. I fluidi di perforazione e gli additivi rispettosi dell’ambiente, che hanno un certificato di qualità ed escludono la possibilità di contaminazione delle falde acquifere esposte, sono usati come fluidi di lavaggio. Per la cementazione dell’anulus vengono utilizzate miscele di cemento di alta qualità, che forniscono un isolamento affidabile ed escludono la probabilità di contaminazione dalla superficie delle falde acquifere esposte.

    L’uscita da un pozzo profondo può raggiungere 5 m3 / ora. Equipaggiandolo con l’apparecchiatura idonea per l’approvvigionamento idrico, è possibile creare un sistema di consumo idrico confortevole.

    I tubi (acciaio 20) con un diametro di 133 mm fungono da stringa di involucro, il cosiddetto conduttore. Direttamente nell’intervallo della falda acquifera, è possibile installare una colonna perforata.

    Esistono diverse varianti di disposizione corretta. Ad esempio, JSC “Gidroinzhstroy”, secondo la sua tecnologia, utilizza tubi in polivinilcloruro (PNDTU 273) con uno spessore delle pareti di 12 mm e un diametro di 135 mm come involucro di produzione, che soddisfano i requisiti per le materie plastiche per alimenti. Inoltre, il gusto dell’acqua, a differenza del metallo, non è influenzato.

    Configurazione tipica per pozzi profondi:

  • involucro (involucro – acciaio 20, diametro 159-219 mm)
  • colonna di produzione (acciaio 20, diametro 133 mm, attacco filettato)
  • livello dell’acqua
  • filtro (canna aperta con un diametro di 90 mm)
  • argille nere (aquiclude regionale)
  • calcare fratturato – falda acquifera
  • impermeabilizzazione inferiore
  • Il costo totale del lavoro presso la struttura dovrebbe includere il viaggio verso il sito di perforazione, le prestazioni di lavoro, il costo dei materiali, il pompaggio e una garanzia per un pozzo trivellato fino a diversi anni.

    Pozzi industriali

    Il contratto per la produzione di lavori sulla perforazione di pozzi industriali di produzione per l’approvvigionamento idrico centralizzato è concluso solo se il cliente ha una licenza per il diritto di utilizzare il sottosuolo (uso dell’acqua), che è emesso dall’ente di gestione territoriale del fondo del sottosuolo e l’oggetto della Federazione sul territorio di cui verrà effettuata la perforazione … I lavori di perforazione per l’approvvigionamento idrico centralizzato vengono eseguiti rigorosamente secondo i progetti con un’autorizzazione per la perforazione di pozzi.
    A seconda della posizione e delle condizioni geologiche, i pozzi di produzione industriale sono perforati con potenti impianti di perforazione come la falda acquifera industriale Podolsko-Myachkovsky o Oksko-Protvinsky .

    Materiali e attrezzature

    Quando si installa l’approvvigionamento idrico del pozzo, si consiglia di utilizzare materiali certificati ecocompatibili prodotti da importanti aziende nazionali e occidentali, come: GRUNDFOS, WILLO (Germania), PEDROLLO (Italia), ecc..
    La fornitura di controllo automatico di una pompa sommersa, come menzionato sopra, viene effettuata utilizzando un serbatoio a membrana, ma allo stesso tempo vengono utilizzati un pressostato e un sistema di controllo, che, interagendo, sono in grado di mantenere una pressione costante nel sistema.

    Sistemi di depurazione delle acque

    Nella moderna tecnologia di approvvigionamento idrico sono implementati numerosi dispositivi che consentono di risolvere quasi tutti i problemi con l’acqua. Tutti questi sistemi complessi possono essere chiamati filtri. Possono essere classificati in base alla loro applicazione, ovvero in base alla funzione specifica..

    Devono essere affrontate le seguenti proprietà dell’acqua:

    – la presenza di impurità meccaniche irrisolte;
    – la necessità di regolare il livello di pH;
    – ferro e manganese disciolti in acqua;
    – rigidità;
    – presenza di gusto, olfatto, colore;
    – contaminazione batteriologica.

    Filtri e attrezzature richiesti:

    – filtro sedimenti;
    – filtro per la rimozione del ferro;
    – ammorbidente;
    – serbatoio disoleatore;
    – filtro a carbone;
    – sterilizzatore a ultravioletti;
    – sistema di trattamento dell’acqua potabile.

    Sistemi sedimentari:

    Progettato per rimuovere particelle meccaniche, sabbia, sospensioni, ruggine e sostanze colloidali dall’acqua. Per rimuovere particelle relativamente grandi (oltre 20-50 micron), vengono utilizzati sistemi a maglie o dischi. Lo svantaggio è la capacità di trattenere lo sporco relativamente bassa. Se l’acqua è fortemente contaminata o se la capacità è elevata, richiedono lavaggi frequenti. In questi casi, è consigliabile utilizzare sistemi di ricarica automatizzati. L’alluminosilicato principalmente disidratato viene utilizzato come mezzo filtrante, fornendo una filtrazione di particelle da 20 micron. Per una pulizia più fine, utilizzare un riempimento realizzato con ceramiche speciali.

    Sistemi correttori PH:

    La necessità di regolare il livello di pH sorge quando è necessario combattere la corrosione, poiché l’acqua con pH basso (inferiore a 6) e alto (superiore a 8) ha un effetto corrosivo aumentato. D’altra parte, per garantire il funzionamento ottimale dei sistemi di purificazione dell’acqua, poiché alcuni tipi di media filtranti richiedono un certo livello di pH per il normale funzionamento.
    Per modificare il livello del pH, i materiali da otturazione vengono utilizzati sulla base di calciti naturali che, dissolvendosi gradualmente, aumentano il pH. Utilizza anche un’aggiunta misurata all’acqua di sostanze chimiche che abbassano il livello di pH..

    Sistemi di rimozione del ferro:

    I sistemi di questa classe sono destinati principalmente alla rimozione di ferro e manganese dall’acqua, che sono presenti lì in uno stato disciolto. Varie sostanze naturali sono usate come mezzo filtrante, incluso il biossido di manganese (Birm, Filox, Greensand, ecc.). Il biossido di manganese funge da catalizzatore per la reazione di ossidazione, in cui ferro e (o) manganese disciolti in acqua si trasformano in una forma insolubile e precipitano, che viene trattenuto nello strato del mezzo filtrante e viene successivamente lavato nel drenaggio durante il lavaggio. Nel processo di ossidazione del ferro e del manganese, alcuni sistemi rimuovono efficacemente l’idrogeno solforato disciolto nell’acqua. Alcuni dei media filtranti richiedono la rigenerazione con permanganato di potassio. Ad alte concentrazioni di ferro e (o) manganese, vengono utilizzate tecniche speciali per promuovere la loro ossidazione più intensa. La direzione più promettente in quest’area è l’ozonizzazione.

    Sistemi di addolcimento:

    Un’ampia classe di dispositivi progettati per ridurre la durezza dell’acqua. Grazie all’utilizzo di speciali riempimenti, sistemi di questo tipo possono avere un effetto complesso e sono anche in grado di rimuovere determinate quantità di ferro, manganese, nitrati, nitriti, solfati, sali di metalli pesanti, composti organici dall’acqua.
    Il carbone attivo è stato a lungo utilizzato nella purificazione dell’acqua per migliorare le proprietà organolettiche dell’acqua (per eliminare il gusto, l’odore, il colore estranei). Grazie alla sua elevata capacità di adsorbimento, il carbone attivo assorbe efficacemente il cloro residuo, i gas disciolti e i composti organici. Tuttavia, poiché la materia organica accumulata è difficile da rimuovere dal carbone durante il controlavaggio, è possibile uno scarico salvo di contaminanti nella linea di uscita. Per prevenire questo fenomeno, il riempimento di carbone attivo richiede una sostituzione periodica. Attualmente, per aumentare la durata di servizio, viene utilizzato carbone attivo da gusci di cocco, la cui capacità di adsorbimento è 4 volte superiore a quella del carbone ottenuta con metodi tradizionali (ad esempio legno di betulla). Per combattere la crescita eccessiva biologica vengono utilizzati anche carboni speciali con additivi batteriostatici e sistemi di controlavaggio..

    Sterilizzatori a ultravioletti:

    Il metodo più comune per affrontare l’inquinamento batteriologico (presenza di microbi e batteri nell’acqua) è l’irradiazione dell’acqua con luce ultravioletta. I parametri di radiazione sono selezionati in modo tale da garantire una sterilizzazione quasi completa dell’acqua. Come sterilizzatori di questo tipo, sono ampiamente utilizzate speciali lampade a raggi ultravioletti, montate in una custodia rigida, all’interno della quale scorre l’acqua, essendo esposte alle radiazioni ultraviolette.

    Sistemi di trattamento dell’acqua potabile:

    I sistemi più avanzati per la preparazione dell’acqua potabile sono attualmente i sistemi di osmosi inversa. L’acqua ottenuta con l’aiuto di tali impianti ha un gusto eccellente e le sue proprietà sono vicine all’acqua di fusione glaciale. Il componente chiave di tale sistema è una membrana semipermeabile, la cui qualità e materiale determina il grado di purificazione dell’acqua, raggiungendo il 98-99%. Per garantire il normale funzionamento, il sistema è dotato di filtri a cartuccia preliminari, una pompa, ecc. a seconda dei parametri dell’acqua di fonte. Tali sistemi sono installati, di regola, in cucina e vengono utilizzati solo per ottenere acqua utilizzata a fini alimentari. Possono anche essere utilizzati sistemi commerciali di trattamento dell’acqua potabile.

    Selezione di attrezzature di pompaggio

    Uno dei meccanismi chiave dell’approvvigionamento idrico del pozzo è una pompa. Le pompe per pozzi profondi sono in grado di sollevare acqua da una profondità fino a 300 m, creando al contempo la pressione dell’acqua richiesta in casa con una portata fino a 15 m3 / ora. In questo caso, a portate sufficientemente elevate, vengono utilizzati accumulatori con una capacità di almeno 300 litri. Il calcolo e la selezione delle apparecchiature in fase di progettazione di un sistema autonomo di approvvigionamento idrico si basa sui dati iniziali sulla fonte di approvvigionamento idrico. Nel caso di utilizzo di un pozzo, il requisito principale per l’apparecchiatura di pompaggio è l’affidabilità. Pertanto, le pompe delle principali aziende occidentali hanno diversi gradi di protezione: da “prosciugamento”, interruzioni di corrente, piccole pietre che entrano nella presa d’acqua, ecc..

    In ogni caso, l’opzione della pompa ottimale viene selezionata tenendo conto di parametri quali il diametro interno dell’involucro del pozzo, la profondità della superficie dell’acqua, la portata richiesta e la pressione dell’acqua.

    Valuta l'articolo
    ( Ancora nessuna valutazione )
    Condividi con gli amici
    Suggerimenti su qualsiasi argomento da parte di esperti
    Aggiungi un commento

    Cliccando sul pulsante "Invia commento" acconsento al trattamento dei dati personali e accetto la informativa sulla privacy