Impianto idraulico elettronico

Il progresso scientifico e tecnologico è onnipresente. Ogni anno cosa c’è – quasi ogni mese ci sono molti nuovi prodotti progettati per semplificarci la vita. Ci siamo appena abituati a fax, modem e altre apparecchiature come bam, un telefono cellulare. Solo con un peccato a metà ho imparato a usare le vasche idromassaggio, come un applauso – procurati un bagno con musica o nessuna cisterna.

Andresti, per caso, in qualche ufficio in bagno – e non sai nemmeno come drenare l’acqua, come lavarti le mani: né tu il nostro caro miscelatore con valvole sempre rotte, né il serbatoio dolorosamente familiare. Cosa fare? Non chiedere alla prima persona che è venuta “per necessità” come utilizzare tutto questo.


Rubinetto elettronico: quando le mani cadono nel raggio infrarosso, l’acqua scorrerà

Quindi prepariamoci in anticipo. Sappiamo già molto, ma c’è ancora molto da imparare. Ad esempio, parliamo di impianti idraulici elettronici. È vero, farò subito una prenotazione che questa invenzione è più applicabile nei luoghi pubblici. Ma dopotutto, la nostra rivista è progettata per tutti coloro che effettuano o stanno subendo riparazioni. E chi ha detto che ce la fanno solo a casa? Tuttavia, l’elettronica è adatta anche per la casa..

Cominciamo con l’elettronica per il rubinetto del lavandino. Il corpo del rubinetto di un tale miscelatore esternamente praticamente non differisce da una convenzionale leva singola. C’è solo … una leva che “accende” o “spegne” l’acqua, e c’è un piccolo schermo sul corpo. Un sensore a infrarossi con radiazione costante è installato dietro lo schermo, che reagisce al movimento della mano. E nel caso c’è anche una “presa” per la batteria che alimenta il dispositivo elettronico.

Un tale mixer funziona in questo modo: non appena avviciniamo le mani al rubinetto, cadono nel raggio del raggio. Il raggio “dà” un segnale al dispositivo, il dispositivo “capisce”: è tempo di accendere l’acqua. E dopo un paio di secondi, il sensore, dopo aver reagito, apre l’acqua. Quando rimuoviamo le mani, il sensore reagisce di nuovo e l’acqua smette di scorrere.


Mixer elettronico

Ma come impostare la temperatura dell’acqua se non ci sono leve o valvole? Molto semplice. Esistono tre opzioni di regolazione. Innanzitutto, ci sono rubinetti elettronici, sul cui corpo c’è una leva speciale (così piccola che alcuni venditori lo chiamano affettuosamente un arco). Con esso, puoi regolare la temperatura. Tale design, ovviamente, è più adatto per la casa, dove tutti possono “avviare” l’acqua alla temperatura necessaria.

E ci sono miscelatori, in cui una certa temperatura viene impostata immediatamente all’interno della custodia (sia in fabbrica che durante l’installazione). Di norma, il più comodo per una persona è + 38 ° С. Questi miscelatori si trovano comunemente nei servizi igienici negli aeroporti o negli snack bar. Ad ogni modo, in tali luoghi, dove il visitatore ha solo bisogno di lavarsi le mani, è del tutto possibile fare con acqua calda..

C’è un altro modello. Tuttavia, non è nemmeno un miscelatore, ma un rubinetto dell’acqua dotato di un dispositivo elettronico. Un tale rubinetto può “distribuire” acqua a qualsiasi temperatura, perché l’acqua viene riscaldata da un miscelatore termostato.

Il termostato è impostato a una certa temperatura e lo mantiene sempre. Tuttavia, se improvvisamente un po ‘d’acqua viene interrotta nella rete idrica centrale, non verserà solo acqua fredda o calda, ma semplicemente si spegnerà. Tuttavia, questa modifica viene utilizzata principalmente negli edifici pubblici. È molto conveniente: ad esempio, sono installati 10 rubinetti di questo tipo e un solo miscelatore termostato che “fornirà” acqua calda. A proposito, tali rubinetti sono significativamente più economici dei miscelatori..

Tuttavia, esiste un avvertimento: la temperatura dell’acqua fornita può variare a seconda della temperatura nelle tubazioni “caldo” e “freddo”. I tubi, ovviamente, vengono posati nel terreno e si scaldano in modo diverso, a seconda della stagione. Ad esempio, se in estate l’acqua fredda ha una temperatura di + 18-20 ° C e in inverno è di circa + 5 ° C, l’acqua calda è più calda in estate che in inverno. E questo significa che la temperatura finale della nostra acqua può essere diversa..

I rubinetti elettronici sono programmabili: è possibile regolare la distanza dalla quale verrà attivato il sensore elettronico, nonché il tempo di “fuoriuscita” dell’acqua.

Alcuni produttori utilizzano un telecomando per questo scopo. E per altre aziende, il pannello di controllo è universale: può essere utilizzato per regolare sia i miscelatori che i dispositivi di drenaggio per l’orinatoio. L’elettronica di una delle aziende è sintonizzata con l’aiuto di … mano. Per fare ciò, è necessario portare la mano ad un certo tempo e distanza dalla finestra a infrarossi. Ad esempio, è necessario lavare il lavandino. Tu stesso capisci che non sarà facile farlo, poiché l’acqua scorrerà ad ogni movimento. Tuttavia, se porti la mano alla finestra di 2 cm e la tieni premuta per 3 secondi, prima scorrerà l’acqua, ma poi il suo flusso si fermerà per 3 minuti. Il segreto è che la distanza è di soli 2 cm – fuori dagli schemi (nessuno avvicina le mani per lavarli). Pertanto, in questo caso, il dispositivo è programmato per chiudere temporaneamente l’acqua. No, ovviamente, ci sono valvole speciali che chiudono l’acqua. Tuttavia, sono sotto il lavandino. Penso che sia molto più conveniente agitare la mano davanti al “naso” del sensore in modo casuale che strisciare sotto il lavandino ogni volta.

D’accordo, succede che quando laviamo, diciamo, i pavimenti, possiamo buttare uno straccio o una grande spugna nel lavandino. Si sono arresi. E cosa succede in questo caso? Il sensore funzionerà? Sì, ma l’acqua scorrerà per pochi secondi. Quindi il flusso si fermerà. Perché? E poiché il sensore del mixer è progettato in modo tale da reagire solo ai movimenti. Quindi se “l’oggetto” rimane fermo (lo straccio viene lanciato e giace nel lavandino), il mixer si chiuderà. A proposito, anche se avvicini le mani al rubinetto, ma, come indicato nelle istruzioni, “non intraprendere alcuna azione”, l’acqua viene chiusa. D’altra parte, è improbabile che saremo in grado di lavarci le mani senza “eseguire” proprio queste “azioni”.

E come lavare non solo sapone?


È molto facile sostituire il push drive del dispositivo di scarico con uno elettronico..
È necessario svitare la “testa” del Drukspühler e sostituirne un’altra

Oltre ai rubinetti elettronici, sono stati progettati anche dispositivi elettronici per l’orinatoio. Inoltre, sia integrato (nascosto dietro un muro o una partizione) che esterno (ovvero, appeso al muro). Come con il rubinetto, l’orinatoio stesso rimane standard. Solo ora è installato un sensore a infrarossi. Funziona, tuttavia, in modo diverso dal mixer. Nel senso che se l’acqua inizia a fuoriuscire immediatamente dal miscelatore, il dispositivo per orinatoi inizia a funzionare solo dopo 7 secondi di permanenza di una persona davanti all’orinatoio, e quindi davanti al sensore.

Questo trucco è stato programmato, devo dire, apposta. In primo luogo, in modo che un uomo possa fare tutte le cose “a secco”, cioè, in modo che, scusate, i suoi luoghi causali non siano irrigati con acqua nel momento più inopportuno. Se una persona è rimasta nel raggio infrarosso per 7 secondi, il dispositivo “lo riconosce” come utente e funzionerà solo dopo che si è allontanato dal dispositivo idraulico (gli esperti lo chiamano “principio dell’azione inversa”).

È vero, i sensori della cosiddetta prima generazione erano primitivi “con un occhio solo”: un tale dispositivo elettronico aveva solo un “occhio” da cui proveniva il raggio. La sensibilità di questo design non era alta, poiché la riflettività dell’abbigliamento dipende direttamente dal suo colore. L’abbigliamento scuro assorbe completamente i raggi e non li riflette all’occhio ricevente dell’elettronica. In altre parole, il dispositivo non poteva semplicemente “identificare” una persona in abiti scuri e non drenare l’acqua dopo di lui. Tuttavia, l’anno scorso la società svizzera Geberit ha iniziato a produrre sensori migliorati e più sensibili. Ora hanno un emettitore a più occhi che sembra un nido d’ape. Quindi, nonostante il colore dei vestiti, un tale dispositivo funzionerà correttamente. A proposito, il sensore “multi-eye” ha un ulteriore vantaggio. Il fatto è che se uno specchio pende davanti all’orinatoio, prima che i raggi riflessi dallo specchio ricadessero sul dispositivo di drenaggio, e “impazzisse”. Per evitare che ciò accada, la distanza dal dispositivo di emissione allo specchio doveva essere di almeno due metri. La nuova elettronica ha ridotto questa distanza a 90 cm, il che è particolarmente adatto per spazi ristretti..

In tal caso, infezione, tirare la maniglia del water!

Infine, ora è possibile risolvere l’eterno “mal di testa” dei nostri processi pubblici russi – tutti noi, ahimè, sappiamo come, per qualche ragione, i nostri compatrioti non amano drenare l’acqua per se stessi. Quindi, sul nostro mercato è apparso un dispositivo elettronico per WC. È vero, è destinato solo alle cisterne integrate. Comprensibilmente, il principio del suo funzionamento non è diverso dall’elettronica per gli orinatoi. Questo dispositivo è particolarmente popolare nei bagni pubblici. Perché in tali luoghi, devi essere d’accordo, non vuoi toccare nulla con le tue mani. Inoltre, l’elettronica svolgerà autonomamente il lavoro di “drenaggio” per i cittadini negligenti e dimentici.


Dispositivo elettronico di scarico per montaggio esterno (1) e incorporato (2, 3)

In effetti, inizialmente, apparivano dispositivi elettronici quando si presentava la necessità di automatizzare i bagni pubblici. Ma questo dispositivo è anche conveniente per un bagno di casa, specialmente se ci sono bambini piccoli, disabili o anziani in casa, che a volte semplicemente non riescono a far fronte a un rubinetto dell’acqua o un dispositivo di scarico. Inoltre, immagina, ad esempio, di avere le mani molto sporche. Quindi, prima di lavarli, avrai tempo di sporcare il rubinetto. Questo è particolarmente vero in cucina..

Anche i dispositivi elettronici aiutano a risparmiare acqua. Secondo i test effettuati, l’elettronica è cinque volte più economica di un miscelatore a leva singola. Questa dignità sarà particolarmente evidente in quelle case in cui sono già installati contatori d’acqua..

A proposito, per risparmiare denaro. Ad essere onesti, bisogna dire che i dispositivi elettronici non sono affatto economici. E non tutti possono cambiare immediatamente miscelatori e dispositivi di scarico convenzionali per quelli elettronici. I produttori di elettronica lo comprendono. Pertanto, viene prodotto un singolo elemento di montaggio per gli orinatoi (sia elettronici che a pressione), un alloggiamento integrato nel muro. In questo modo è possibile montare sia unità push (chiamate anche Drukspühlers) che elettroniche. Pertanto, la testa di pressione del Drukspühler può essere facilmente sostituita con una elettronica. È vero, come abbiamo scoperto, un singolo elemento di assemblaggio non è stato ancora inventato per la toilette..

Come risolverli?

Sorge una domanda equa: questi dispositivi si rompono facilmente e, in tal caso, possono essere riparati? Mi affretto a rallegrarmi: soprattutto non c’è nulla da rompere in loro. In primo luogo, poiché la maggior parte dei dispositivi elettronici è realizzata in modo tale da non poter rompere nemmeno una mazza. Naturalmente, puoi smontare i miscelatori o i dispositivi di scarico. E facilmente, con un cacciavite. Ma questo non è più un guasto, ma lo smantellamento. Le batterie, sai, si guastano nel tempo. Per fare ciò, è sufficiente aprire una copertura speciale (come su qualsiasi telecomando domestico), rimuovere quella vecchia – e inserirne una nuova. Tutto, puoi usarlo di nuovo.

La finestra dell’emettitore a infrarossi non ha assolutamente “paura” dell’acqua. Nello showroom di una delle aziende, è appositamente conservato in un barattolo d’acqua. E niente. La luce non si spegne, il che significa che il dispositivo funziona. Tuttavia, se hai ancora paura di “bagnare” il dispositivo, ad esempio, quando lavi il corpo del rubinetto, ti preghiamo di acquistare un pannello speciale che copre la finestra. È vero, non tutte le aziende ce l’hanno..

L’unica cosa che può davvero influire non sul modo migliore, e nemmeno sul sensore a infrarossi, ma sul rubinetto stesso, è la qualità della nostra acqua. Pertanto, è meglio installare i filtri protettivi in ​​anticipo in modo che la ruggine e la calce non penetrino all’interno. Senza speciali filtri protettivi, qualsiasi dispositivo si guasta molto più velocemente – questo è un dato di fatto..

Cosa devono sapere gli idraulici?

Preparati: quando chiami l’idraulico dall’ufficio degli alloggi, è del tutto possibile che si rifiuterà di installare “un rubinetto così elegante”. Si gratterà la testa e dirà, dicono, la padrona di casa, “Temo di essere coinvolto in un meccanismo così geniale!” Quindi, non ci credo. E ragiona con l’idraulico. Un mixer elettronico viene installato in modo abbastanza semplice, come il più comune. Inoltre, ora non è necessario condurre appositamente i cavi elettrici..

1 – tempo minimo di risposta a 230 V = = 4 sec; a 9 V = 10 sec;
2 – lavaggio preliminare solo quando alimentato da una rete elettrica a 230 V;
3 – scarico principale;
4 – risciacquo sanitario 24 ore dopo l’ultimo utilizzo

Un tempo, i modelli della prima generazione funzionavano solo dopo che il rubinetto era “collegato a una presa elettrica”. Quindi i produttori tedeschi ci hanno offerto dispositivi elettronici alimentati da una batteria da 6 volt. E oggi è diventato ancora più semplice: praticamente tutti i mixer sono “alimentati” da una batteria da 9 volt del tipo “Krona” o “Korund”. Tale batteria dura per 200-300 mila usi o, più semplicemente, per 2-3 anni. E per il prezzo è abbastanza economico.

I dispositivi elettronici di scarico per orinatoio e servizi igienici sono gestiti principalmente da una rete a 220 volt. Ma questo non è pericoloso, poiché all’interno è installato un trasformatore che converte la tensione in tensione. Tuttavia, l’elettronica dell’orinatoio può anche essere alimentata da batterie da 6 e 9 volt. Tutti i dispositivi elettronici funzionano a una pressione dell’acqua compresa tra 0,5 e 10 bar. Per chi non lo sapesse, dirò: nelle nostre case, anche a più piani, c’è sempre una pressione di 1,5 bar.

Capisci se acquistare o meno dispositivi elettronici è una questione personale. Una cosa che posso dire a loro favore: in completa assenza di carenze (non importa quanto duramente ci abbia provato, non le ho trovate) hanno molti vantaggi: convenienti, igienici e persino risparmiano acqua.

Valuta l'articolo
( Ancora nessuna valutazione )
Condividi con gli amici
Suggerimenti su qualsiasi argomento da parte di esperti
Aggiungi un commento

Cliccando sul pulsante "Invia commento" acconsento al trattamento dei dati personali e accetto la informativa sulla privacy