Docce semplici

Per tutta la vita ho sognato di avere una cabina doccia nel mio bagno. Amici e conoscenti non hanno approvato il mio sogno: sei sbalordito, hai un meraviglioso bagno in ghisa a casa! Che dire di queste cose nuove? E un amico si è lamentato: qui a casa mia – un bagno sitz. Non ci si può sdraiare, né fare il bagno ai bambini, né lavare la biancheria. Sii contento di averlo senza problemi!

Ma i loro argomenti non hanno funzionato per me. Lavo la biancheria in lavanderia o in lavatrice, non ci sono ancora bambini e il medico non ordina di fare il bagno – la mia salute non lo consente. E inoltre. Sostituendo la mia vasca da bagno di grandi dimensioni con una doccia, avrei finalmente lasciato spazio alla lavatrice. Di questi tempi non si adatta a un bagno minuscolo. Ecco perché si trova nel corridoio. Immagina una foto: un corridoio, un cappotto appeso a una gruccia, una cassettiera con le scarpe – e accanto ad essa: una lavatrice. E se anche lei non andasse in cucina? Oh, avrei incontrato l’architetto che, in un quadrilocale (anche se piccolo), ha progettato una cucina delle dimensioni di un armadio – 5,9 mq … Questo nostro guardaroba non è come una lavatrice – una stufa a gas con un frigorifero a malapena adatta.

E mio marito e mia madre possono cenare solo al primo arrivato, primo servito, quindi, dopo aver riflettuto un po ‘, sono giunto alla conclusione finale che la cabina doccia è l’ideale per me. No, non voglio offendere i produttori e ancor più i proprietari di vasche da bagno. Questo è un dispositivo davvero notevole. Ma, ahimè, non per tutti noi infelici. Dirò subito: oggi ogni cittadino può permettersi una tale sottigliezza idraulica. Sottolineo, esattamente ciascuno. Guardando al futuro, dirò che la gamma di design e prezzi è più che ampia. Ma, stranamente, è stato il problema della scelta che mi ha lasciato perplesso. Tra gli altri dettagli non familiari di questo dispositivo, non mi era chiaro da quale cabina comprare, da cosa iniziare. Ma i sogni devono diventare realtà.

E mi sono precipitato senza paura nella ricerca. Senza ulteriori indugi, prima di tutto sono andato al negozio di ferramenta più vicino. Le cabine sono state trovate lì. Ma ci sono solo tre tipi. Inoltre, esternamente non erano molto colpiti. Quando ho chiesto come sono sistemate queste cabine, quale è meglio, e se meglio, allora come, una ragazza chiamata assistente alle vendite ha semplicemente scrollato le spalle. E il prezzo! La mano non si è alzata per dare tali soldi, e non è chiaro il perché. Bene, se vuoi, vai nei negozi più grandi, – la commessa ha cercato inutilmente di consigliare e, dopo una pausa, ha aggiunto in seguito: O alla fiera. – Ah! – Ho provato a rallegrare. – Devi cercare.

Più vicino a casa c’era la mostra Expostroy su Nakhimovsky. Sono andato lì e non posso dire che la gamma di cabine doccia che ho visto lì ha superato le mie aspettative. Ma si potrebbe già scegliere tra qualcosa. Personalmente, avevo diversi desideri. Innanzitutto, l’abitacolo non dovrebbe essere molto grande. Ma, come si è scoperto, non tutti i modelli si adatteranno al mio piccolo bagno. Ad esempio, le cabine doccia con sauna, vasca e idromassaggio integrate non mi sono adatte. Quindi, devi cercare qualcosa di più compatto, semplice ed economico. Ma è desiderabile una buona qualità. Quindi, stavo camminando attraverso la sala espositiva e improvvisamente ho visto: c’era un bagno. Ma con alette. Ecco qui! – Sono stato felice. – Opzione perfetta. E poi non devi rinunciare al bagno. Non si sa mai, improvvisamente è davvero utile. E la lavatrice, Dio la benedica, lasciala stare nel corridoio.

Mi sono precipitato dal venditore.

– Quanto costa questa cabina? – Ho chiesto.

Si accigliò e mi lanciò uno sguardo perplesso: – Cosa sei, ragazza, questo è un bagno normale. È solo che le porte sono vendute sotto forma di una fisarmonica invece della solita tenda. E la cabina è qualcosa in cui non puoi fare il bagno sdraiati ”, ha detto il mio interlocutore esperto edificante..

Quindi cosa succede? Si scopre che la presenza di porte non dimostra ancora che si tratta di una cabina doccia di fronte a te. Quindi andiamo avanti.


Questo design ha porte a battente

I venditori hanno gareggiato tra loro per offrire i loro prodotti, convincendomi che, dicono, le loro docce sono le migliori. E le loro porte sono le più comode e i pallet sono semplicemente meravigliosi. Tuttavia, alla mia richiesta: dicono, cosa dimostrerai – non sono seguiti argomenti convincenti. Come puoi distinguere una cabina buona da una cattiva? Nessuno lo sapeva: bene, come disse una volta il leader del comunismo, andremo dall’altra parte..

Ho deciso di capire con fermezza: come scegliere la cabina giusta e quali sono le opzioni alternative per organizzare il mio bagno in linea di principio?

– Voglio una doccia, un piccolo bagno, ancora meno soldi ”, sbottai nella mia solita scaletta, essendo apparso nel prossimo salone.

La risposta è arrivata immediatamente: – Se il bagno è piccolo, acquista una cabina doccia.

– Quale angolo? – Non ho capito. E solo dopo guardò la sua controparte. Il manager si è rivelato un ragazzo molto simpatico. (Solo il mio tipo, biondo alto: però mi sono distratto.)

E poi finalmente è diventato chiaro che l’attuale box doccia è chiamato un prodotto finito. Nel senso che oltre alle porte stesse, ha una parete laterale e una parete posteriore. Tale struttura può essere posizionata ovunque (purché sia ​​presente una presa d’acqua), collegata e utilizzata per un’anima dolce. Ma è chiaro che quasi nessuno installerà una cabina nel mezzo del bagno. Tuttavia, di solito è installato nell’angolo della stanza. Pertanto, è del tutto possibile acquistare un pallet con ante, quindi è più corretto chiamare tali modelli un angolo doccia. E questa è, in linea di principio, la versione più elementare della cabina doccia. Anche se non sempre il più economico.


Box doccia con ante scorrevoli e piatto angolare

– Una cabina doccia è un vassoio di una certa forma e una porta, il direttore mi ha instancabilmente illuminato. – Puoi acquistarli sia insieme che separatamente. La porta, a sua volta, può essere costituita da più settori o da due ante angolari. Naturalmente, l’angolo può essere posizionato contro un muro già piastrellato. Questo può essere di interesse per coloro che riqualificano il bagno. Se c’è un angolo libero nella stanza, puoi usarlo: realizzato impermeabilizzazione, appeso un mixer, installato un angolo – e per favore, puoi usare.

– Ma ho visto porte trasparenti e opache. Voglio capire in che modo differiscono e, soprattutto, quali sono migliori? – Ho insistito.

– Le porte ad angolo sono in acrilico o vetro, rispose il mio consulente. – Inoltre, il vetro è più costoso perché è realizzato in vetro resistente agli urti. Le porte in acrilico possono essere trasparenti, opache, colorate o stampate. E di conseguenza, stanno scivolando e oscillando. Una porta scorrevole, di nuovo, può consistere in due o tre ante. All’apertura, nel primo caso, una metà corre sopra l’altra e nel secondo due terzi ne chiudono una.

In ogni caso, con porte scorrevoli, una parte del passaggio verrà chiusa. Ma, naturalmente, non così tanto che era impossibile uscire dalla cabina. Quindi non c’è modo di dire con certezza quale versione delle porte sia migliore, inoltre, come si è scoperto, le porte in acrilico differiscono, per dirla in modo non molto elegante, nel modo in cui guidano lateralmente. Sono disponibili due opzioni: con rotelle o con ganci. In effetti, qualunque cosa il negozio ti dica, sappi che il sistema hook non è il migliore. E le porte non si muovono così bene, e si rompe più spesso. Naturalmente, le porte a rullo sono molto più convenienti.

Ma c’è un’altra cosa importante che ho imparato..

– Affinché tutto funzioni correttamente, prima di tutto, prestare attenzione al telaio, – ha specificato il venditore..

– Non deve essere morbido.

– In che senso – morbido? – Sono stato avvisato.

– Bene, il tuo box doccia non dovrebbe tremare, cioè ondeggiare.

– Dal vento o cosa? – Scherzavo.

– No, basta oscillare, il direttore non ha apprezzato il mio umorismo. – È molto facile da controllare. E, misurandomi con uno sguardo non molto affettuoso, ha aggiunto:


Box doccia con ante scorrevoli e base quadrata

– Anche tu. Fai questo. Arrivando al negozio, vai al modello già assemblato, afferra i bordi delle porte con entrambe le mani e prova a dondolarlo. Se fallisci, la cornice è dura, bene. E a causa di un telaio scadente, possono apparire crepe sulle porte di plastica.

Infine, siamo passati alla discussione sui pallet. Sono acciaio acrilico, ceramico e smaltato. Sono anche lisci e scanalati. Mi è stato detto che è meglio comprare quelli ondulati: il fondo del pallet è coperto da tali croci, o <raggi> (divergono dal sifone in tutte le direzioni). Questo disegno non è stato realizzato per la bellezza, ma per ottenere un rivestimento antiscivolo. Perché questo è necessario, e quindi è chiaro: mentre fai la doccia e ti trovi in ​​acqua saponata su un vassoio liscio, puoi facilmente cadere. Ma ti consiglio anche di acquistare telai e sanitari con rivestimento anti-plug. Questo è un rivestimento idrorepellente così speciale, l’acqua non indugia su di esso, ma scorre rapidamente verso il basso. Anche un dettaglio molto importante: la cabina non sarà troppo umida e soffocante..

– E quale, per esempio, sceglieresti personalmente? – Ho interrotto l’interlocutore.

– Voglio dire, da quale materiale? ”“ Forse acrilico ”, rispose senza esitazione. – La ceramica e il metallo sono materiali freddi, quindi devi riscaldare la stanza prima di fare la doccia. Voglio dire, ovviamente, il box doccia. E l’acrilico si riscalda all’istante non appena accendiamo l’acqua calda. – Dopo queste parole, il mio interlocutore per qualche motivo è diventato triste e ha pensato a qualcosa. Forse il nostro tema della doccia lo ha ispirato con qualcosa di personale?

– Mmm-sì: Ma sai, signorina, il materiale e il disegno non sono ancora la cosa più importante, – improvvisamente il mio interlocutore è stato rattristato di nuovo. – L’abitacolo deve ancora adattarsi. Questa svolta dell’argomento è stata piuttosto inaspettata..


Box doccia attaccato al bagno

No, certamente non sono 90 x 60 x 90. Nel senso che non sono Cindy, sono Crawford e non sono un maglione, magro come un gancio, una top model. Ma non nella stessa misura in cui il box doccia non si adatta. Mi accigliai. Il diavolo mi ha attirato su queste stupide cabine per assillarlo, – ero offeso, – e lei avrebbe capito senza questo giovane ragazzo intelligente. Basti pensare che è stato trovato Leonardo Di Caprio! Il manager, a quanto pare, ha capito il suo errore e, arrossendo, ha detto:

– No, tu, ragazza, mi hai frainteso. È solo che i pallet angolari non sono le dimensioni di maggior successo. Ad esempio, non potevo lavarmi in una cabina, i cui lati sono 70-80 cm. Cioè, puoi starci dentro. Ma dopo tutto, facendo la doccia, usiamo anche una salvietta per girarci, alzare le mani. Quindi, in questo caso, personalmente, mi imbatterò sempre nella fascia.

– Okay, – dissi amichevolmente, – come pensi che dovrei controllare questo nel negozio? Con un asciugamano o qualcosa del genere, vieni e con una bacinella?

– Ovviamente no. Fai un test sul campo a casa: immagina di lavarti, allarga le braccia ai lati e chiedi a qualcuno di misurare quanto spazio occupi. Questa è la larghezza che dovrebbe essere il tuo futuro box doccia, ed è meglio se con un margine E un’altra cosa: quando acquisti una cabina, prendi un piano del tuo bagno con le dimensioni esatte. Quindi il venditore non solo ti dirà quanto spazio occuperà la cabina doccia selezionata, ma ti consiglierà anche quale fascia è meglio scegliere e quanto spazio, a loro volta, occuperanno all’apertura. A proposito, le aziende manifatturiere, di regola, realizzano pallet e porte per loro. Ma ciò non significa affatto che sia necessario acquistare sia l’anta che il pallet della stessa azienda. Pertanto, alcuni produttori affidabili forniscono un elenco completo di quali porte si adattano a quali pallet di altre società. Quando vai a comprare, chiedi al venditore un tale elenco: sarà molto utile.

– Chiaro. Ma il mixer, ad esempio, è incluso nel kit.?

– No, il mixer deve essere acquistato separatamente. Tranne, ovviamente, le opzioni più costose, lì è già integrato in anticipo. Ma hai chiesto una cabina più economica? Quindi, ripeto, comprerai separatamente.

E poi mi sono ricordato di come mio marito, imprecando, ha montato il tubo sulla lavastoviglie. E ha chiesto delle pipe: ho pensato che probabilmente avrebbero dovuto essere modificate in qualche modo per il mio acquisto. Fortunatamente, si è scoperto che non dovevi fare nulla di super complicato. Il venditore ha spiegato che ora molti tipi di tubi flessibili vengono venduti ovunque, possono essere trascinati in 4-5 metri da qualsiasi luogo e luogo. Puoi andare. E qui il mio interlocutore ha posto una domanda per il riempimento:

– Hai intenzione di fare una riqualificazione per caso? Bene, combina un bagno con una toilette…

– Che cosa? – Sono stato avvisato.

– No niente. In effetti, non è necessario acquistare un box doccia. E basta costruire.

Questo chiaramente non faceva parte dei miei piani, ma semplicemente non potevo fare a meno di sentir parlare di tali miracoli. Si scopre che puoi costruire una cabina, come si suol dire, dentro e fuori. Cioè, disponi l’area richiesta con le piastrelle, costruisci un sifone nel pavimento in cui l’acqua defluirà, fai due pareti (dopotutto, si presume che tu ne abbia una terza) da qualsiasi materiale di parete (muro a secco o mattoni), inoltre piastrellale, fai un lato e appendi miscelatore doccia.


Schemi di apertura della porta della doccia

Quindi devi solo comprare una porta a battente senza telaio. A proposito, ho dimenticato di dire: il telaio dovrà essere lavato di tanto in tanto, altrimenti polvere, i resti di schiuma di sapone e altri detriti vi si riempiranno. Quindi, una porta a battente è molto più conveniente in questo senso. Ai lati della porta sono presenti speciali strisce di gomma che garantiscono una perfetta tenuta.

L’unica cosa che dovrà essere eseguita più o meno regolarmente è la sostituzione delle guarnizioni di gomma ogni 5-10 anni. Pertanto, ti avverto: se il venditore ti dice che, dicono, il periodo di garanzia per le loro guarnizioni è di 30 anni, non ci credo. Nessun materiale morbido in un ambiente umido può durare più di dieci anni in uno stato normale. Tuttavia, tutto ciò che è stato detto non significa affatto che in pochi anni la gomma diventerà completamente inutilizzabile. E se le sue condizioni ti soddisfano completamente, per favore non cambiare.

C’è un’altra opzione. Puoi fare a meno di questi trucchi di costruzione. La tecnologia è semplice: di nuovo, seleziona un angolo nel bagno e installa una parete di vetro vuota e una porta al suo interno. Naturalmente, in questo caso, anche il pavimento deve essere preparato: stendilo con piastrelle, costruiscilo in una scala (se prima non era nell’angolo). In questo caso, la credenza non può essere eseguita affatto: sia l’anta che la porta per una cabina doccia del genere sono realizzate abbastanza saldamente.


Opzioni del piatto doccia

E infine, puoi renderlo ancora più semplice. Nello stesso angolo (ovvero, dove ci sono già due pareti piastrellate vuote), puoi creare due porte che si aprono l’una verso l’altra. Inoltre, possono essere sia a battente sia scorrevoli su rulli..

Qui il mio DiCaprio era distratto, ma, tuttavia, quasi tutto mi era già chiaro.

Grazie! – Ho avuto solo il tempo di dirglielo dopo. Il piacere è tutto mio! Vieni di nuovo! – Penso che abbia detto. O forse mi è sembrato. No, sembra non essere nulla, davvero carino, – pensai, scuotendo il filobus sulla strada di casa. – Ma perché sono io? Non è affatto questo il punto. Il punto è davvero diverso.

La cosa principale che ho capito: tutte queste opzioni sono per me o per persone come me, il cui obiettivo e compito principale è quello di costruire un semplice box doccia nel mio bagno, senza impegni e costi speciali. Per ogni evenienza, ti ricordo che quando acquisti una normale cabina doccia:

  • prestare attenzione alla forma e alle dimensioni, nonché al rivestimento del pallet;
  • controllare la forza del telaio dell’anta;
  • porta con te un piano del bagno con le dimensioni esatte e consulta il gestore quale cabina doccia dovresti scegliere.
  • E dopo, sentiti libero di comprare. È chiaro che i proprietari di bagni spaziosi hanno maggiori probabilità di trovare grandi cabine multifunzionali. Ma ne parleremo la prossima volta. I redattori desiderano ringraziare il negozio “Konzept – impianto idraulico tedesco” per l’aiuto nell’organizzazione delle riprese

    Ekaterina Achkasova

    Valuta l'articolo
    ( Ancora nessuna valutazione )
    Condividi con gli amici
    Suggerimenti su qualsiasi argomento da parte di esperti
    Aggiungi un commento

    Cliccando sul pulsante "Invia commento" acconsento al trattamento dei dati personali e accetto la informativa sulla privacy