Come mettere le piastrelle in bagno

Piastrelle del bagno

Prima di iniziare i lavori, è necessario eseguire una serie di operazioni preparatorie: pulire accuratamente le superfici di imbiancature e vecchie pitture, rimuovere il rilassamento, fare tacche su aree lisce, preparare l’attrezzatura necessaria e l’inventario. Guarda attentamente la piastrella, metti da parte gli scarti e i trucioli (ti serviranno comunque per tagliare e sigillare aree poco appariscenti). Mettere da parte separatamente i bordi (fregi) e le piastrelle destinate alla decorazione e alla decorazione.

Conoscendo tutti gli “incantesimi” della costruzione domestica, è inutile sperare che almeno una parete della stanza sia strettamente parallela all’altra. Concordiamo subito: non faremo affidamento su alcun “orizzontale” e li scegliamo come guide, ad esempio uno zoccolo o un livello del soffitto. Misureremo accuratamente tutte le pareti in lunghezza e altezza, noteremo gli angoli da cui inizieranno le file di piastrelle. Tieni presente che le piastrelle tagliate sono posizionate meglio nell’area di minore attenzione (ad esempio, sopra la porta d’ingresso) o negli angoli in cui saranno posizionati i mobili e alcune attrezzature. È preferibile distribuire le piastrelle in altezza in modo che vi sia un’intera piastrella sul pavimento. Se hai intenzione di installare dal livello del bagno, l’intera fila di piastrelle dovrebbe iniziare dal livello superiore della vasca. Nel caso in cui venga fornito un grembiule intorno alla vasca, quindi prima lo disponiamo e poi un’intera fila di piastrelle. Cerca di far convergere le file orizzontali di piastrelle anche nei punti meno evidenti. Se hai intenzione di decorare le pareti con bordi e inserti decorativi, non dimenticare di contrassegnare la loro posizione..

Come disporre le piastrelle

Supponiamo che una vasca sia già installata nella nostra stanza. Sulla base del bagno, abbiamo impostato un binario piatto rigorosamente in orizzontale in piano, la cosiddetta regola. Idealmente, la larghezza della regola corrisponde alla larghezza del fregio, che si trova tra il bagno e la matrice principale di piastrelle. Per un migliore fissaggio, fisseremo la nostra guida con viti autofilettanti. Posiziona un’altra tavola perpendicolare alla guida orizzontale sul bordo dell’area da impiallacciare: questa sarà la guida per la fila verticale. Non saremo pigri e installeremo guide orizzontali e verticali su tutte le pareti di lavoro. Iniziamo a posare le piastrelle. Prendiamo una spatola larga e, partendo dall’angolo formato dalle guide, applichiamo uno strato di soluzione adesiva alla parete leggermente più dell’altezza della prima fila. Quindi prendiamo una spatola a pettine e livelliamo la malta, premendo i denti bene contro il muro. Cerchiamo di usare la stessa forza in modo che i denti abbiano la stessa altezza.

Prendi la prima tessera, sostieni il suo bordo su una barra orizzontale e, allineandola verticalmente, premila contro la malta. E così installeremo tutte le tessere della fila orizzontale. Facciamo lo stesso sul muro adiacente. Si noti che uniamo le piastrelle con sporgenze di divisione e per le piastrelle con bordi uniformi utilizziamo i distanziatori. In questo caso, è necessario assicurarsi che la piastrella sia piatta, senza distorsioni e affondamenti. Il più spesso possibile, controlla con il livello dei piani delle file disposte orizzontalmente e verticalmente. Se una tessera “cade” dalla riga generale, deve essere corretta toccando delicatamente e spostandosi nel posto giusto. Dopo aver steso la prima fila, stendi le piastrelle negli angoli delle pareti. Se necessario, metti un angolo di plastica. Assicurarsi che la dimensione della scanalatura angolare sia leggermente più grande dello spessore della piastrella.

Posa di piastrelle

Quindi continuiamo dagli angoli al centro del muro e così via fino alla cima. Si noti che le guide verticali devono essere rimosse prima di posare le piastrelle terminali. Misura e segna attentamente ogni piastrella prima di tagliarla. Per tagliare le piastrelle, puoi usare una macchina a piattaforma o puoi farlo manualmente. Quando si posano le piastre terminali, non stendere sul muro, ma sul retro della piastrella..

Di solito, le piastrelle non sono disposte per l’intera altezza di un muro in un giorno. Si consiglia di dare il tempo alle piastrelle di “afferrare” il muro. Pertanto, un giorno puoi impostare la regola e posare le piastrelle dal livello del bagno, comprese le pareti adiacenti, e il giorno successivo puoi rimuovere le guide, riorganizzarle su altre pareti e spostarle su di esse, e dove le regole sono state rimosse, spostiamo giù il muro. Se la soluzione arriva sulla superficie frontale della piastrella, è consigliabile rimuoverla immediatamente con un panno umido – sarà molto più difficile “combattere” con una asciutta.

Ristrutturazione del bagno

Alla fine del lavoro, pulire le cuciture dai resti della soluzione, estrarre i distanziatori, sigillare accuratamente i giunti con sigillante. Consiglio di utilizzare sigillante siliconico acrilico per riempire i giunti delle piastrelle. Non aderisce con forza a piastrelle, mani e strumenti ed è facile da lavare con acqua. Considera, quando usi un sigillante, più sottile è il giunto tra le piastrelle, meglio, quando usi la malta, si applica la regola opposta. Spero che il mio consiglio ti aiuti a organizzare correttamente il tuo lavoro e ad emergere vittorioso nella difficile lotta per una vita confortevole..

Valuta questo articolo
( Ancora nessuna valutazione )
Aggiungi commenti

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!:

Come mettere le piastrelle in bagno
Tendenze per l’illuminazione stradale e mobili da giardino 2020