Come scegliere l’adesivo per piastrelle, miscele secche per piastrelle. Risposte alle domande

Sezioni dell’articolo



Come scegliere l’adesivo per piastrelle giusto?Tuttavia, le piastrelle o le pietre decorative non sono il materiale più economico e non voglio davvero che questo materiale si sgretoli nel momento più inopportuno. E la complessità del lavoro, a differenza della carta da parati, ad esempio, non consente di sostituire regolarmente l’intera piastrella. Pertanto, quando acquisti piastrelle per pareti, non dimenticare di conciliare il tuo budget con la necessità di acquistare e materiali correlati. Tuttavia, questa tesi si applica a tutti gli altri tipi di materiali costosi, è irragionevole spendere soldi per una finitura di buona qualità e allo stesso tempo risparmiare sui mezzi della sua implementazione.

Quindi, quali strumenti sono necessari per disporre piastrelle in ceramica, gres porcellanato, mosaici, pietre artificiali o naturali per rivestimento? Oltre agli strumenti standard – una spatola dentata e una cazzuola, una spatola di gomma, croci, un secchio o una depressione, un miscelatore, non necessariamente una spatola, un tagliapiastrelle, una livella, un martello di gomma, abbiamo anche bisogno di colla per piastrelle e malta per giunti.

Adesivo per piastrelle

Ogni produttore ha nomi diversi per gli adesivi, quindi introdurremo una divisione condizionale, ad esempio, prendiamo marchi di due o tre produttori.

Adesivo per piastrelle primario(Eunice 21, Plitonit A, base Petromix) – di solito il più economico dell’intera linea, adatto per rivestimenti di piccolo formato 20×20, 20×30.

Adesivo per piastrelle rinforzato, il secondo della linea (Eunice 2000, Plitonit B, Petromix K) – ottimo per piastrelle ceramiche di grande formato e pavimento, per gres porcellanato di piccole e medie dimensioni, anche per uso esterno. Non esiste un confine di destinazione rigoroso tra questi adesivi, ma è meglio attenersi alle raccomandazioni.

Adesivo per piastrelle per superfici difficili(Petromix KU, Plitonite S) è necessario per substrati molto difficili: legno, vecchie piastrelle, superfici molto lisce e persino vetro.

Adesivo per piastrelle molto forti e pesanti, pietra naturale (granito Eunice), ad esempio, per la posa di piastrelle sul pavimento di un concessionario automobilistico, finitura di pietra su un basamento.

Adesivi specializzati– possono essere utilizzati per la finitura ordinaria, ma per le loro proprietà sono molto costosi:

Adesivo per piastrelle per la finitura di stufe e caminetti(Plitonite W) – resistente alla temperatura fino a 600 gradi. Qui vorrei chiarire subito – molti chiedono, e non poco, dicono che ci sono adesivi fino a 1000 gradi. A questo proposito, sorge la domanda: poserai le piastrelle sul camino dall’interno? Temo che su qualsiasi superficie nelle condizioni di “casa” non raggiungerai questa temperatura con tutta la tua volontà..

Adesivo per piscina (Eunice-pool) – lo scopo segue dal nome.

colla bianca(Belfix) – per la posa di mosaici trasparenti e traslucidi, in modo da non rovinare il colore finale e la tonalità del materiale di finitura.

Isolamento aggiuntivo(Eunice-teplokley) per la posa di mattoni, cemento espanso, ad esempio, e tappeti – riduce significativamente la conduttività termica. Per designazione più vicino alle miscele di muratura.

Inoltre può essere livellatore adesivo per piastrelle per pavimenti e altri.

Inoltre, quasi tutti i tipi di adesivi possono essere utilizzati sia per interni che per esterni, anche se per esterni è preferibile preferire miscele di adesivi asciutti, a cominciare da quelli rinforzati. Inoltre, quasi tutti gli adesivi per piastrelle sono adatti per l’uso con un sistema a pavimento caldo, sebbene questa informazione non sia indicata in grandi lettere su tutti i pacchi. Alcune formulazioni consentono l’uso di posa di piastrelle dall’alto verso il basso, mentre nella versione classica di posa dal basso verso l’alto, questa proprietà è molto conveniente per la disposizione di raccolte complesse senza sottosquadri superiori.

Consumo di colla

Il consumo della composizione adesiva dipende dalla colla stessa e dal suo produttore, ma in misura molto minore rispetto alla professionalità del master e alle basi dell’applicazione. In condizioni ideali – una superficie completamente livellata, piastrelle con una buona geometria, un artigiano professionista, colla di alta qualità di un noto produttore, diluito nella proporzione corretta – è sufficiente uno strato di applicazione di soli 4 mm. La miscela di colla viene applicata sulla superficie di base, tuttavia, i buoni artigiani raccomandano ancora di “macchiare” la piastrella per una migliore adesione, ma solo una leggera macchia sulla superficie e in nessun caso applicare.

In media, quando si acquista la colla per piastrelle, il consumo è considerato 5 kg di miscela secca per quadrato, ad es. borsa di 5 metri quadrati. Questo calcolo può essere guidato solo da, tuttavia, un eccesso significativo di tale consumo dovrebbe avvisare l’utente, in questo caso uno o più parametri delle suddette “condizioni ideali”, si è significativamente “zoppi” e ciò influirà sicuramente negativamente sulla qualità dello stile. Il pre-livellamento della superficie è obbligatorio per ulteriori lavori con le piastrelle, tuttavia, così come per qualsiasi altro materiale di finitura, l’atteggiamento verso questo problema “a caso” e “livello con colla per piastrelle” comporterà un aumento esponenziale del consumo della miscela secca e in futuro e possibile sbucciatura e / o screpolatura delle piastrelle.

Malta sigillante

La malta serve a proteggere e rafforzare l’articolazione, dandole un’estetica. Fondamentalmente, la stuccatura di diversi produttori non è molto diversa, contengono tutti additivi resistenti all’umidità e antifungini, anche se ovviamente ci sono quelli specializzati, ad esempio per le piscine. In base ai colori della malta, vengono scelti per abbinare la piastrella, al contrario, contrastanti o universali – bianco e grigio. Per le piastrelle del pavimento, è meglio non utilizzare colori pastello chiari, nel tempo il colore andrà perso, scurito e “sbiadito”.

Valuta l'articolo
( Ancora nessuna valutazione )
Condividi con gli amici
Suggerimenti su qualsiasi argomento da parte di esperti
Aggiungi un commento

Cliccando sul pulsante "Invia commento" acconsento al trattamento dei dati personali e accetto la informativa sulla privacy