Sistemi di archiviazione

Infine, le mani dei designer hanno raggiunto design così conservativi come gli armadi. D’ora in poi, la varietà di tipi è completata da una varietà di materiali, forme e decorazioni. Una famiglia eterogenea di mobili “per ordine” – scaffalature, armadi e cassettiere – ha ricevuto il titolo più alto – “sistemi di stoccaggio”.

Mobili per “ordine”

Se all’alba degli anni Novanta il minimalismo richiedeva di buttare via spietatamente, ripulendo la casa da oggetti inutili e non affrettandosi ad acquistarne di nuovi, ora conserviamo sempre più spesso le cose accumulate negli anni. Un moderno abitante di una metropoli è obbligato a leggere libri alla moda, tenersi aggiornato sulle novità musicali, guardare tutte le prime sensazionali film, fare sport e viaggiare molto.

Di conseguenza, diventa sempre più difficile risolvere tutti questi tomi, dischi, scarponi da sci, pattini a rotelle e bigiotteria esotici. Inoltre, non vuoi ingombrare l’interno con noiosi disegni geometrici di scaffalature. Fortunatamente, ora c’è una vasta selezione di mobili “ordine”. Per altri cinque anni, tutto fu limitato a un tavolino da caffè, un paio di mensole modestamente avvitate in una nicchia scura e un armadio voluminoso nascosto nella camera da letto..

Ora scaffali, librerie, biblioteche, scaffali, armadi, cassettiere e vetrine rivendicano un posto d’onore nei migliori posti dell’appartamento e non si nascondono negli angoli e nelle nicchie. Quasi ogni designer con il nome, da Ron Arad a Tom Dixon, ha creato la propria versione dello spazio di archiviazione perfetto. Nella città francese di Strasburgo, si prevede addirittura di aprire un intero negozio dedicato esclusivamente a mobili e accessori simili – scatole, scatole di cartone, cestini, scatole, scatole e cassapanche. L’industria del mobile non tiene il passo con il boom dei consumi che sta trasformando le nostre case in magazzini.

Maestro Bibliotecario

La processione trionfale di sistemi di archiviazione di design è iniziata nel 1993. Fu allora che Ron Arad, un guru del design moderno, creò la sua biblioteca Bookworm per il settore dei mobili Kartell. Questa tavola flessibile poteva essere fissata al muro, poi si stendeva come un verme o una virgola pigra, quindi si torceva come un guscio di lumaca. Quante fotografie di “Bookworm” esistono, come suona la traduzione del nome di questo oggetto di culto, così tante opzioni per la posizione dello scaffale sono visibili. Non solo attirò gli occhi sul muro su cui si trovava, ma accolse perfettamente anche i libri..

Successivamente, Arad inventò una versione “terrestre” di questa biblioteca chiamata “This Mortal Coil” (“This death coil”). La sagoma somigliava a un’anaconda che aveva appena ingoiato un elefante, visto di profilo. Da allora, Kartell ha venduto ogni anno 40 mila metri di Bookworm. Sebbene, ovviamente, non siano ancora riusciti a superare l’unità di scaffalatura Billy, i classici della scaffalatura del gigante svedese IKEA. Dal 1979 ha venduto 29 milioni di copie. Tuttavia, è stato il “verme” che ha rivoluzionato i capi di architetti e consumatori di novità alla moda: si è scoperto che una cosa secondaria, puramente utilitaria, può combinare la sua funzione con uno scopo puramente decorativo..

Apriamo gli armadi, signori

Il motto di un guardaroba moderno è l’apertura. Maniglie e chiusure delle portiere scompaiono dalle soluzioni di design. Le porte, se presenti, sono traslucide, pronte per aprirsi al minimo tocco del palmo. Questo disciplina i proprietari della casa: non mettono più le cose in un mucchio disordinato sugli scaffali. Vorrei disporre maglioni, magliette e gonne in pile ordinate, smontarle per colore, taglia, trama. Con la tendenza verso la trasparenza, il plexiglass viene sempre più utilizzato, un nuovo materiale che consente di sperimentare il colore e il motivo della superficie.

Se il sistema di archiviazione non è trasparente, deve essere brillante senza compromessi. Arancione, viola, verde lime, scarlatto, blu e nero: gli scaffali sono accattivanti con i loro colori vivaci. Se non riesci ad intrigare con il colore, si rivelerà sicuramente – una forma bizzarra. Tom Dixon ha inventato la Torre&Block “e la cosa è pienamente all’altezza del suo nome. È una piramide asimmetrica di blocchi quadrati e rettangolari che sembra stia per crollare. Il duo di Domenique Jacob e Brendan MalFarlane ha creato una libreria a forma di gigantesca alga viola – e gli scaffali in essa sono scolpiti con imprevedibili fogli arrotondati.

Un sistema di archiviazione alla moda deve semplicemente essere mobile. Lei, come una beduina, si muove attraverso un appartamento o una casa, seguendo obbedientemente il proprietario. I designer italiani Antonio Citterio e Olivier Lowe hanno ideato i contenitori mobili “Mobil”, che sono già entrati nei classici del design moderno. Sono un contenitore in plastica traslucida su ruote che può essere facilmente spostato da una stanza all’altra, utilizzato come deposito per la biancheria, come tavolo mobile o come contenitore per giocattoli per bambini.

I rack sono sempre più composti da moduli aperti leggeri che non richiedono fissaggi rigidi. È come una casa fatta di blocchi per bambini, che possono apparire ogni volta diversi. Se vuoi spostarti in un altro posto, è facile da smontare. I moduli assomigliano spesso a cornici di contenuti ordinate e presentano libri in piedi come opere d’arte.

Se prima il legno o i materiali che lo imitavano venivano usati più spesso per scaffali, biblioteche e armadi, ora vengono utilizzate le trame più moderne: polietilene, corian, plastica, alluminio laccato. Il francese Hubert le Gaulle ha inventato una scaffalatura di gomma bianca come la neve che sembra più un pupazzo di neve tagliato a metà. La prima copia arrivò nell’appartamento, dove l’interno era fatto solo di legno – e tuttavia, i proprietari erano contenti del contrasto creato.

Gli armadietti sono diventati uno spazio per la sperimentazione del design. Vogliono essere tenuti nel posto più onorevole e mostrati agli ospiti come un’opera d’arte. Ilya Piganov applica collage fotografici di tale bellezza ai suoi mobili da mettere facilmente in ombra tutto il resto della stanza. Più è grande l’armadio, più è bello. Il famoso designer di auto e moto, Sasha Lukich, ha commissionato a una grande azienda di mobili la creazione di una serie di armadi e cassettiere che assomigliano soprattutto al lato aerodinamico di un’auto sperimentale. Con linee immacolate e colore argento metallizzato, queste casseforti possono ospitare un home theater o un centro di calcolo.

Combatti per metri

Quando cerchi spazio di archiviazione, non trascurare nulla. Sentiti libero di guardare sotto il letto ed esplorare lo spazio sotto il soffitto. Gli scaffali che corrono lungo il perimetro dell’intera stanza sotto il soffitto sono già un dispositivo decorativo. Le passerelle, così amate dai designer russi, sono piene di metri preziosi, dove puoi mettere libri, lenzuola e attrezzature sportive. Ciò è particolarmente pratico per le stanze dei bambini. L’unico inconveniente di questa soluzione è la sua immobilità. Una volta installato il podio, è difficile spostarlo a piacimento. Il lato della scala è solo per sperimentare scaffalature. La cosa principale qui non è esagerare, perché anche la scala stessa è decorativa.

Cinque segreti della biblioteca della moda

1. Vestibilità ampia. Una libreria elegante può essere creata senza i classici ripiani orizzontali. Basta semplicemente impilare libri con rilegature bellissime su un armadio adatto. O crea colonne di libri sul pavimento. I libri hanno un aspetto migliore su un solido sfondo bianco o pastello. La sensazione verrà creata come se fosse disposta in una vetrina o cornice trasparente. La tentazione di allineare l’intera parete con i libri è fantastica, ma lascia uno spazio vuoto attorno a questi pilastri: questo creerà l’effetto di una cornice..
2. Eclettismo. Libri, collezioni di vasi, DVD, piatti, souvenir – sono di moda biblioteche eclettiche. Secondo i progettisti, esiste una formula per le proporzioni di riempimento di maggior successo. La metà dello spazio è per i libri. Un quarto è per immagini e suoni, ovvero cassette e dischi. Un altro quarto per piatti e soprammobili.
3. Mobilità. Nel 90% dei casi quando l’appartamento non ha una stanza separata per la biblioteca, viene installato nel soggiorno. Di recente, tuttavia, tutti i confini del suo dominio sono stati spazzati via. I designer consigliano di sperimentare ciò che è necessario, scaffali e scaffalature nel corridoio, nella camera da letto (appena sopra la testata del letto) e persino in cucina. Alcuni addirittura consigliano di unire la biblioteca e la sala da pranzo insieme. I libri creano un’atmosfera nobile per una cena di gala e, in orari normali, il tavolo diventa facilmente un posto di lavoro o un angolo lettura.
4. Costruttore. Fino a vent’anni fa non esisteva una tale varietà di dimensioni di librerie pieghevoli. Ora, con l’aiuto dei moduli, puoi sia comporre una sala di lettura di dimensioni XS, sia oscillare su XL. È facile creare un’unità di scaffali minimalista alla moda dalle attuali scatole e assi cavi in ​​alluminio. Se lo si installa su un piedistallo e si collegano le ruote, si ottiene una struttura mobile intelligente.
5. La conoscenza è luce. L’illuminazione integrata è sempre più utilizzata in tali progetti. E per niente in modo da poter estrarre il volume necessario di Dostoevsky di notte. La luce semplicemente attenuata o fluorescente accentua ulteriormente gli oggetti di design.

Valuta questo articolo
( Ancora nessuna valutazione )
Aggiungi commenti

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: