Lo stile della tua cucina

La cucina è una delle stanze più importanti della casa, dove passiamo molto tempo, quindi tutto in cucina dovrebbe essere conveniente e razionale.

Prima di andare a comprare i mobili della cucina che ti piacciono, devi misurare la tua cucina, disegnare il suo piano e capire cosa e dove metterlo. Qualunque sia la forma e le dimensioni della tua cucina, al momento della progettazione, devi tenerne conto e sfruttarne al massimo..

Il tuo stile di cucina può essere qualsiasi cosa – dal classico al moderno. Tuttavia, più la cucina ha un aspetto espressivo e più il suo design è all’avanguardia, maggiori sono le possibilità che passi rapidamente di moda..

Colori della cucina dovrebbe aiutare a rilassarsi o, al contrario, ad avere un effetto stimolante. In una cucina che si surriscalda costantemente, i toni freddi sono buoni: sfumature di blu, grigio e verde. Nelle cucine scure, è meglio usare i colori pastello: limone, rosa, pistacchio, albicocca, pesca.

Cerca di evitare tonalità intense, colori contrastanti e motivi complessi su piani di lavoro e piccole aree di pareti.

La durata delle attrezzature da cucina è determinata da anni. Le fabbriche tedesche sono guidate per 15-20 anni, finlandesi – per 10-15 anni, quelle ceche garantiscono circa 10 anni di attività. I produttori russi, anche quando usano componenti importati, parlano solo di 8-10 anni. Gli italiani propongono di cambiare l’ambiente ogni 5-6 anni, ma non per la qualità dei mobili, ma per combattere lo stress e la monotonia. Il tempo di funzionamento dei mobili da cucina dipende anche dai materiali utilizzati nella sua fabbricazione..

Come materiale del corpo per la produzione di cucine, vengono utilizzati legno, multiplex, MDF e truciolare (in ordine decrescente di prezzo).

Più di 40 tipi di legno sono utilizzati per la produzione di mobili. Viene accuratamente essiccato e trattato con composti speciali per proteggerlo dalle influenze ambientali.

Anche il materiale multiplex naturale si è dimostrato valido – incollati in diverse direzioni sottili strati di legno di varie specie. Questo materiale è meno esposto all’acqua rispetto al legno massiccio e non si deforma.

Molto spesso, i moderni pannelli di truciolato, MDF e altri tipi di piastre sono utilizzati per la produzione di cucine. Se i fondi lo consentono, è meglio preferire l’MDF come materiale più durevole e rispettoso dell’ambiente. Quando acquisti una cucina in truciolare, chiedi al venditore un certificato di igiene, che dovrebbe indicare il livello di emissione di formaldeide.

Di recente, il metallo è diventato sempre più diffuso nella produzione di attrezzature da cucina. Pannelli frontali, incl. ante dell’armadio, più spesso più morbide dell’acciaio, alluminio con rivestimento anodizzato (aumentando la sua resistenza all’usura). L’acciaio satinato dona alla cucina un aspetto spettacolare, ma richiede un’attenta manutenzione..

Le ante e gli scaffali dei mobili sono realizzati in moderno vetro ad alta resistenza, poiché il vetro dei mobili può resistere non solo a un peso elevato, ma anche a impatti.

Poiché vengono utilizzati materiali per superfici di lavoro, controsoffitti, oltre ai materiali elencati, pietre naturali, sintetiche e artificiali. Il granito è forte e resistente, leggermente sensibile agli acidi; Il travertino e il marmo sono resistenti al calore ma porosi e spesso macchiati di grasso e vino. Ma il piano di lavoro in marmo può essere scelto tra una varietà di colori..

Le pietre sintetiche – cristallite, axilan, varicor, corian e altri – non sono in alcun modo inferiori alle controparti naturali e spesso le superano nella praticità.

La base di pietre artificiali è sabbia, quarzo, acrilico, fibre di vetro, bauxite e leganti forti. La pietra artificiale è più leggera del naturale, facile da maneggiare, igienica, duratura e resistente al calore (resiste al riscaldamento fino a 230 gradi).

Le impiallacciature – naturali e sintetiche e i polimeri – il laminato e la melamina sono spesso utilizzati come materiali di rivestimento per la produzione di cucine. Quando si coprono superfici con impiallacciatura naturale, il legno viene tagliato in uno strato sottile e quindi incollato su una base standard. Con l’aiuto di impiallacciature sintetiche, non solo è possibile imitare il legno, ma anche molti altri materiali e uno speciale film protettivo sostituisce la vernice e altri metodi di finitura.

Laminato e melamina sono usati come rivestimenti artificiali per truciolare e fibra di legno. La melammina viene utilizzata per coprire superfici non progettate per carichi meccanici elevati, mentre il laminato è più spesso, più forte e più durevole, quindi anche i controsoffitti sono realizzati con pannelli laminati.

Valuta questo articolo
( Ancora nessuna valutazione )
Aggiungi commenti

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!:

Lo stile della tua cucina
Perché i cetrioli sono amari?