Applicazione di adesivi. Cosa deve sapere uno specialista di piastrellatura

La gamma di adesivi nei negozi specializzati è molto ampia, ma come scegliere quella giusta? In effetti, scegliere un adesivo non è un compito così difficile come potrebbe sembrare a prima vista. La cosa più importante è conoscere la composizione delle piastrelle per le quali viene selezionata la colla. Se è argilla, allora la colla è appropriata. Gres porcellanato – una miscela speciale per la posa, ecc..

Anche le condizioni per l’ulteriore funzionamento della piastrella sono importanti. All’esterno, ambienti umidi, riscaldamento diverso – per tutto questo ci sono adesivi speciali, che devono essere utilizzati.

Si consideri, ad esempio, un produttore di miscele secche così popolare come Henkel. Questa azienda produce adesivi di varie marche adatti a diversi tipi di posa di piastrelle:

  1. Ceresit CM10 – adatto per normali piastrelle a base di argilla.
  2. Ceresit CM11 è una colla per il fissaggio rinforzato.
  3. Ceresit CM14 – caratterizzato dalla sua elasticità.
  4. Ceresit CM12 – utilizzato per la posa di gres e lastre di grande formato.
  5. Ceresit CM16 – per la posa di piastrelle su supporti problematici (ad esempio pavimenti caldi).
  6. Ceresit CM115 – adatto per la posa di mosaici.

Dirò alcune parole sul consumo di adesivi. Naturalmente, la superficie delle piastrelle dovrebbe essere perfettamente piatta. Di conseguenza, il consumo di colla sarà minimo, circa 1 sacco (25 kg) per 4-5 m2.

Ma non è raro nei casi in cui lo spessore della colla deve essere eliminato nell’intonaco o nel massetto. È qui che il consumo di materiale può aumentare in modo significativo. 25 chilogrammi potrebbero non essere sufficienti per un metro quadrato.

È noto che la miscela secca è diluita con acqua e miscelata con un miscelatore da costruzione. Questo evita i grumi e facilita la preparazione della colla. E non dimenticare di lasciare “chiudere” la soluzione, vale a dire, attendere per circa 5 minuti. Quindi dovrebbe essere nuovamente miscelato accuratamente e il gioco è fatto – è pronto per l’uso..

Naturalmente, molti hanno sentito che la colla per piastrelle viene applicata sulla superficie con una speciale spatola dentata (pettine), ma non tutti sanno dove, come e quanto applicarla..

In precedenza, come sapete, le piastrelle venivano posate su malta di cemento-sabbia, bitume, bustilate, ecc. Ma questo metodo richiedeva molto tempo e non si giustificava in molti modi. Ad esempio, quando si sostituiscono le piastrelle e si cambia il rivestimento non è così raro, affrontiamo il problema dello smantellamento.

Se la piastrella viene posata sulla malta, rimuoverla è problematica. Devi usare uno strumento speciale e impegnarti molto. E inoltre, le pareti dopo lo smantellamento devono essere nuovamente intonacate.

Bitume e bustilate sono generalmente un argomento separato. Per rimuovere queste composizioni, devi provare molto..

Quindi, la composizione adesiva è stata inventata principalmente per facilitare la rimozione della vecchia piastrella, senza danneggiare la superficie del cuscinetto.

Esistono tre modi principali per applicare l’adesivo per piastrelle:

  • applicando un pettine sulla piastrella stessa
  • applicazione della superficie del cuscinetto
  • applicazione su entrambe le superfici contemporaneamente

Cosa succede quando l’adesivo si sviluppa sulla superficie? Eseguendo una spatola dentata lungo il piano di supporto e applicando uno strato di adesivo, semplicemente strofiniamo l’adesivo nei micropori del materiale. Dopo l’essiccazione, tale connessione diventa molto forte. Ma quando premiamo la colla sulla superficie, questo effetto non si ottiene..

Da qui la conclusione. Nel primo caso (distribuzione della colla sulla piastrella), durante lo smantellamento, la piastrella, insieme alla colla essiccata, si attaccherà facilmente dietro le pareti portanti e possiamo facilmente cambiare il nostro interno con uno più moderno, senza costi di manodopera elevati.

Il secondo caso è l’applicazione di una composizione adesiva sulla superficie del cuscinetto. Piuttosto adatto a coloro che vogliono mantenere intatto il vecchio materiale dopo lo smantellamento. Infatti, dopo aver rimosso le piastrelle, tutta la colla rimarrà sul muro o sul pavimento e il materiale stesso sarà pulito e adatto per la posa altrove..

E il terzo è l’applicazione su entrambe le superfici. Questo metodo viene utilizzato per l’installazione più duratura di piastrelle di ceramica. Ad esempio, pavimenti in garage o aree ad alto traffico.

La rimozione del vecchio adesivo da una parete o da un pavimento a volte può richiedere molto sforzo. Manualmente, se anche il volume è grande, è praticamente impossibile farlo. Pertanto, raccomando di utilizzare uno strumento speciale come una tecnica di rettifica. Naturalmente ci sarà molta polvere, ma la superficie rimarrà uniforme e liscia..

A volte devi pulire la colla secca dalla superficie della piastrella stessa. Inoltre, una condizione importante non è quella di danneggiare il materiale stesso. E qui la smerigliatrice angolare ci viene in aiuto e, naturalmente, precisione.

Valuta l'articolo
( Ancora nessuna valutazione )
Condividi con gli amici
Suggerimenti su qualsiasi argomento da parte di esperti
Aggiungi un commento

Cliccando sul pulsante "Invia commento" acconsento al trattamento dei dati personali e accetto la informativa sulla privacy