Idrorepellenti – dove vengono utilizzati, caratteristiche, caratteristiche

Idrorepellenti - dove vengono utilizzati, caratteristiche, caratteristiche

Idrorepellenti– composti speciali, sostanze utilizzate per proteggere superfici e materiali dall’umidità. Le proprietà idrofobiche (idrorepellenti) sono un’importante caratteristica dei materiali da costruzione, soprattutto se utilizzate in condizioni esterne o in ambienti umidi..

Particolarmente importante è l’idrofobizzazione, ovvero il trattamento con idrorepellenti, per materiali da costruzione porosi come calcestruzzo aerato, calcestruzzo espanso, mattoni, legno.

Perché è pericoloso che l’umidità penetri nei pori dei materiali da costruzione:

  • Quando l’acqua si congela, si espande, distruggendo i materiali da costruzione dall’interno. Se la temperatura cambia più volte durante il giorno, l’acqua si congela e si scongela più volte, influenzando in modo molto negativo, ad esempio, la facciata in mattoni della casa;
  • l’acqua dissolve i sali, l’efflorescenza appare sul mattone;
  • i microrganismi si moltiplicheranno attivamente in materiali umidi, che possono causare la comparsa di funghi e muffe.

Idrorepellenti - dove vengono utilizzati, caratteristiche, caratteristiche

Se le superfici sono trattate con idrorepellenti, non vengono praticamente bagnate con acqua. L’umidità non viene semplicemente aspirata nei capillari, non penetra nel materiale. Di conseguenza, la vita utile, ad esempio, delle lastre per pavimentazione e delle facciate in mattoni è notevolmente aumentata, le superfici sembrano migliori.

Esistono due opzioni per eseguire l’idrofobizzazione:

  1. Volume. Questo processo viene eseguito direttamente durante la creazione di materiali da costruzione, vengono aggiunti idrorepellenti alla soluzione, una miscela per formare mattoni. Cioè, idrorepellenti servono come uno degli additivi utili nel processo di produzione. Tegole, pannelli di truciolato e pannelli di fibra di gesso, altri materiali vengono normalmente lavorati, impregnati di idrorepellenti durante la produzione. Nelle condizioni di costruzione di una casa privata, è possibile utilizzare l’idrorepellenza volumetrica quando si crea una soluzione per la posa di mattoni, colando una fondazione;
  2. Superficie. Questo tipo di idrofobizzazione è già utilizzato nella costruzione e nella decorazione. Ad esempio, una facciata in mattoni finiti è trattata con idrorepellenti..

L’idrofobizzazione volumetrica non diventa sempre una garanzia di protezione affidabile e duratura. Gli additivi a una soluzione concreta o una miscela per formare mattoni, ovviamente, aumenteranno le qualità idrorepellenti dei materiali, tuttavia, per una protezione aggiuntiva, gli esperti consigliano di utilizzare l’idrofobizzazione della superficie.

Idrorepellenti - dove vengono utilizzati, caratteristiche, caratteristiche

I principali vantaggi dell’idrofobizzazione:

  • la facciata, il marciapiede o la recinzione in mattoni si prosciugheranno all’istante anche dopo forti piogge, non appariranno punti bagnati;
  • se trattate le piastrelle sotto il portico, il percorso del giardino in pietra con idrorepellenti, ciò riduce significativamente il rischio di formazione di ghiaccio, che può causare lesioni;
  • la facciata, il marciapiede o la recinzione, la superficie trattata con idrorepellenti, conserva il suo aspetto originale più a lungo, sembra più attraente;
  • la superficie sarà protetta dall’aspetto di muschio, muffa, sviluppo di microrganismi;
  • lo scambio d’aria naturale viene mantenuto, la superficie continua a “respirare”;
  • la vita utile dei materiali aumenta;
  • il rischio di efflorescenza è ridotto.

Inoltre, le facciate trattate con idrorepellenti resistono molto meglio a polvere e sporco e sono più facili da pulire. Anche la resistenza al gelo dei materiali e le loro proprietà di isolamento termico aumentano..

Idrorepellenti - dove vengono utilizzati, caratteristiche, caratteristiche

Come puoi vedere, ci sono davvero molti benefici dai idrorepellenti. Per quanto riguarda la composizione, gli idrorepellenti possono essere basati su:

  • alchilsiliconati di potassio (solubili in acqua);
  • alcossisilani;
  • silossani contenenti acqua (silossani H);
  • silossani contenenti idrossile (si tratta di gomme, silanesilossani, che consentono di ottenere l’effetto di una pietra bagnata e penetrano in profondità nella superficie).

Vorremmo sottolineare che oggi quasi tutti gli idrorepellenti sono prodotti sulla base di composti organosiliconici, cioè siliconi o silossani..

Idrorepellenti - dove vengono utilizzati, caratteristiche, caratteristiche

Quando si sceglie una composizione per l’idrofobizzazione, prestare attenzione a quale superficie è destinata. Esistono composti universali, ma gli esperti consigliano di scegliere quelli specializzati: per mattoni, superfici in calcestruzzo, piastrelle in ceramica o clinker e così via. Questo è il criterio di selezione principale, inoltre, ci sono idrorepellenti solo per l’uso come additivo alla soluzione, cioè per l’idrofobizzazione volumetrica, per impregnare legno e altri materiali, per applicazioni superficiali. Questo è il secondo parametro più importante nella scelta di un idrorepellente.

Presta attenzione anche agli indicatori di consumo della composizione e della durata della sua azione: i produttori possono offrire una garanzia per un periodo da 5 a 15 anni.

Per quanto riguarda il costo dei idrorepellenti, differisce a seconda del tipo, della composizione, del produttore. Ad esempio, Ceresit CT 10, un idrorepellente a base di silossano con un volume di 3 litri, costa circa 290 rubli e Ceresit CT 11 a base di silanesilossilano dello stesso volume avrà un costo di circa 700 rubli. Un litro di agente idrorepellente a base d’acqua “Sophexil-40” viene venduto per 280 rubli.

Idrorepellenti - dove vengono utilizzati, caratteristiche, caratteristiche

Le regole per condurre l’idrofobizzazione superficiale sono semplici:

  • la superficie della facciata, il percorso del giardino da una piastrella o recinzione è lavata da sporco e polvere;
  • viene rimossa tutta l’efflorescenza, se necessario, è necessario rimuovere anche muschio, muffa, funghi se necessario;
  • dopo che la superficie si asciuga, viene applicato un idrorepellente. Per fare ciò, è conveniente usare uno spray, su piccole superfici – pennelli, su una parete piana, ad esempio un rullo è utile.

Gli esperti consigliano di eseguire l’idrofobizzazione due volte dopo un breve periodo di tempo per migliorare l’effetto protettivo.

L’utilizzo di idrorepellenti presenta un solo inconveniente: un costo piuttosto elevato, soprattutto quando si tratta della necessità di elaborare, ad esempio, l’intera facciata di una casa di mattoni o una recinzione lunga e alta.

Valuta l'articolo
( Ancora nessuna valutazione )
Condividi con gli amici
Suggerimenti su qualsiasi argomento da parte di esperti
Aggiungi un commento

Cliccando sul pulsante "Invia commento" acconsento al trattamento dei dati personali e accetto la informativa sulla privacy