Rivestimento a mosaico

Le piastrelle di ceramica sono state a lungo considerate un materiale di finitura versatile, che è ancora ampiamente utilizzato nella costruzione e nella ristrutturazione. Tutto è coperto di piastrelle: piscine, pareti e pavimenti di bagni e cucine, facciate di edifici, scale, ecc. Eppure, nonostante l’amore per le piastrelle di ceramica, la gente cercava un’alternativa. Purtroppo la ceramica è ancora fragile e porosa. Inoltre, le “dimensioni” piuttosto grandi delle piastrelle (la dimensione più piccola è 10 x 10 cm) non consentono di ottenere un’immagine con una “alta risoluzione”, come affermano gli informatici.

Come risultato di queste ricerche, un mosaico, noto all’umanità da tempo immemorabile, è di nuovo entrato nella nostra vita. Tuttavia, come sai, tutto ciò che è nuovo è ben dimenticato. Ancora una volta puoi essere convinto della validità di questa idea quando conosci questo materiale interessante e originale come il mosaico “bizazza”, che recentemente è diventato sempre più popolare in tutto il mondo..

Il nome “Bizazza”, che è già diventato un nome familiare, è in realtà il nome della più grande azienda che produce tessere di mosaico di vetro. La società Bisazza è stata fondata dall’imprenditore Renato Bisazza nel 1955 nella città italiana di Alta (provincia di Vicenza). Inizialmente questa impresa si chiamava Vetricolor (ora una delle linee di produzione della fabbrica porta questo nome).

Nel 1960, una linea tecnologica è stata lanciata ad Hong Kong, negli anni ’80, la produzione è stata stabilita in Medio Oriente, Nord e Sud America. 1975 – Viene aperto Artwork Technology Center.

Fino ad ora, le principali strutture produttive dell’azienda Bisazza si trovano nella città di Alta, e il laboratorio artistico di soffiatura del vetro a Venezia.

In effetti, i mosaici di vetro sono prodotti in molti paesi, tra cui Francia e Turchia. Tuttavia, l’Italia è il leader riconosciuto in questo settore. E tra le fabbriche italiane, lo stabilimento Bisazza è considerato il migliore dei migliori..


Il mosaico Bizazza è un materiale molto resistente. Puoi facilmente appoggiarlo sul pavimento

Quasi tutti coloro che hanno avuto a che fare con i suoi prodotti notano l’eccellente qualità del materiale, il segreto per farlo conoscere solo ai suoi creatori. È vero, la produzione di un mosaico di così alta qualità è costosa. Dopotutto, la materia prima – sabbia di quarzo fine e assolutamente bianca, che viene portata dalla costa meridionale della Francia – non è economica. Pertanto, “bizazza” è uno dei materiali di rivestimento più costosi. Ad esempio, un semplice mosaico “bizazza” (senza aggiunte, di cui parleremo più avanti) costa $ 24 al metro quadro! Ma gli esperti dicono che ne vale la pena.

Aggiungerò che le “piastrelle” del mosaico “bizazza” hanno dimensioni standard – di solito 2 x 2 cm, meno spesso – 1 x 1 cm e 5 x 5 cm. E la gamma di colori è più ampia di quella di altri produttori di mosaico di vetro – 62 colori! Una tavolozza così ricca ti consente di creare vere e proprie opere d’arte, splendidi dipinti e pannelli della “bisazza”.

Oltre al solito mosaico di vetro colorato, Bisazza produce anche prodotti esclusivi, che è il suo know-how: mosaici con l’aggiunta di avventurina artificiale (la collezione Little Adventure) e mosaici con lamina d’oro.


La stessa “bizazza” con avventurina della collezione “Little Adventure”

Come sapete, l’avventurina è una pietra semipreziosa con chiazze punteggiate luccicanti. Un’avventurina artificiale viene utilizzata per la produzione della collezione “Little Adventure”. Il processo di produzione è molto complicato e anche con l’osservanza più esatta di tutte le condizioni, non porta sempre il risultato desiderato. Questa è una questione di fortuna. Ecco perché la collezione ha un nome così strano. Nel senso di “fortunato – non fortunato”. A proposito, solo sette cicli produttivi su dieci di avventurina hanno successo, il che significa che si ottengono molti rifiuti. Da qui l’alto prezzo della collezione “Small Adventure” – $ 146 al metro quadrato.

A proposito, la società Bisazza ha acquisito il segreto della produzione di avventurina artificiale dagli artigiani muranesi, gli abitanti della piccola isola di Murano a Venezia. Erano conosciuti come eccellenti soffiatori di vetro che conoscevano i segreti del vetro. Ma solo la società Bisazza è riuscita a mettere in moto la produzione di avventurina artificiale. Fino ad oggi, Bisazza è l’unico produttore di questo materiale al mondo..

Ecco come accade questo sacramento. Gli “ingredienti” necessari per creare la pietra, che sono il segreto dell’azienda, sono collocati in vasche di grandi dimensioni. Quindi, per cinque giorni, la materia prima viene cotta nei forni fino a quando non è completamente sciolta. Al momento giusto, l’ossido di rame viene aggiunto alla massa. Passano circa altre dodici ore. Il forno viene quindi sigillato e lasciato raffreddare per dieci giorni. E solo dopo è possibile determinare se l’aventurina è risultata o meno. Se tutto è andato bene, l’avventurina finita (sembra una resina congelata) viene macinata in polvere, miscelata manualmente nella massa del vetro e sciolta. La composizione finita viene versata negli stampi.

Domanda: Dove posso acquistare il mosaico Bisazza?

Risposta: Non viene venduto nei negozi, e ancora di più nei mercati delle costruzioni. Il mosaico Bisazza può essere ordinato solo da ditte specializzate. Lì, su richiesta del cliente, selezioneranno e realizzeranno i disegni.

La fabbrica Bisazza ha anche un’altra collezione originale – quella “d’oro”. Questo mosaico è fatto a mano dall’inizio alla fine, con una vera lamina d’oro a prova di 99 tra due strati di vetro. Di conseguenza, il prezzo risulta essere piuttosto elevato – $ 2 per una cosa. Ma c’è qualcosa da pagare: il mosaico “dorato” sembra fantastico.


Il mosaico Bizazza resisterà al test e diventerà più caldo

Tuttavia, l’aspetto è l’aspetto, ma parliamo delle proprietà del mosaico di vetro “bizazza”. Dopotutto, grazie alle sue incredibili qualità – forza, resistenza all’acqua, resistenza al calore, resistenza al gelo, resistenza alla luce solare – “bizazza” ha conquistato il mondo. In effetti, è in grado di sopravvivere a qualsiasi avversità. Nonostante il fatto che il mosaico bisazza sia fatto di vetro, è molto più forte del vetro normale. Dopo tutto, dopo che il vetro fuso per mosaico viene versato negli stampi, viene cotto nei forni..

Bisazza è assolutamente impermeabile. Pertanto, può essere utilizzato per coprire bagni, vasche da bagno, piscine e altri ambienti umidi. Ad esempio: il coefficiente di assorbimento d’acqua (WRC) più basso di un mosaico ceramico è dell’1%. Un mosaico di vetro KVP – meno dello 0,1%.

Il mosaico di vetro è un materiale resistente al calore, cioè resiste perfettamente a temperature fino a + 150 ° C. Ecco perché possono essere utilizzati per affrontare caminetti e stufe. A proposito, è il rivestimento dei caminetti con il mosaico “bizazza” che ora è considerato un cigolio.

Domanda: Se confrontiamo le proprietà dei mosaici in vetro e ceramica, quale rivestimento è migliore?

Risposta: La ceramica e il vetro sono due materiali completamente diversi e non ha senso confrontarli. La ceramica è un materiale poroso e fragile, il vetro è più resistente e assolutamente impermeabile. Per la loro installazione vengono utilizzati diversi adesivi: per la ceramica è sufficiente una malta cementizia e per il vetro è necessario il lattice.

Un’altra notevole qualità di “bizazza” è la resistenza al gelo. È in grado di resistere a qualsiasi brutto tempo e freddo fino a -30 ° C. Pertanto, “bizazza” è eccellente per il rivestimento di facciate.

Inoltre, Bisazza produce un diverso tipo di mosaico specifico per il pavimento: il cosiddetto smalt. Smalt si differenzia dal normale mosaico di vetro per la sua forza speciale. Il vetro viene macinato in polvere, pressato a forma di mosaico, cotto nei forni e si ottiene un materiale opaco (mentre il normale mosaico è trasparente).

Smalt è realizzato con una dimensione di 1,2 x 1,2 cm e uno spessore di 8 mm (lo spessore di un normale mosaico è di 4 mm). Il vantaggio principale è che è perfetto per il rivestimento di pavimenti in aree con traffico intenso: scale e pianerottoli, corridoi e corridoi. Anche se ci sono clienti che vogliono sdraiarsi sul pavimento non smaltire, ma una semplice “bizazza”. Ecco come, ad esempio, è decorato il pavimento nella hall del rinnovato cinema Strela a Mosca.

A proposito, per lo styling. Come si è scoperto, i mosaici non sono disposti dal pezzo, come inizialmente pensavo. Anche in fabbrica, è incollato su una carta densa o su una base a rete (matrice) che misura 322 x 322 mm. Va in vendita con questi fogli. Quindi questa matrice viene applicata sulla superficie trattata con la colla, con il lato in cui non c’è carta. Successivamente, la base di carta viene rimossa inumidendo leggermente con acqua. Cioè, risulta una sorta di “traduttore”.

Ma attenzione: nonostante l’apparente semplicità di installazione, il processo di rivestimento è piuttosto complicato. Questo scrupoloso lavoro può essere affidato solo a professionisti! Un normale maestro “piastrellato” non ce la farà. Dopotutto, è necessario che tutte le cuciture coincidano idealmente e che la distanza tra i fogli della matrice fosse la stessa del “vetro”.

Anche la colla, una speciale massa di cemento-lattice che trattiene bene la superficie del vetro, viene applicata in modo speciale. Ciò richiede una spatola dentata, la cui lunghezza dei denti non superi i 3,5 mm (per smaltare – 7,5 mm). Quindi, durante la posa del mosaico, la colla in eccesso non striscia fuori dalle cuciture. Tutto ciò deve essere calcolato fino al millimetro. Di conseguenza, il mosaico dovrebbe formare una superficie piana insieme alla colla..

Ma non è difficile prendersi cura del mosaico. Può essere lavato con acqua e quasi tutti i detergenti tranne gli abrasivi.

Fino ad ora, abbiamo parlato principalmente delle caratteristiche tecniche e delle proprietà del mosaico “bizazza”. Ma rivolgiamo la nostra attenzione alle possibilità artistiche di questo meraviglioso materiale di rivestimento. Esistono varie tecnologie per la creazione di un motivo a mosaico: dal più semplice, geometrico, molto complesso, basato su computer, che consente di “disegnare” anche una riproduzione di un dipinto di un artista famoso.

La tecnologia geometrica è considerata relativamente semplice: quando si crea un motivo, non è necessario tagliare il mosaico in pezzi più piccoli. Le composizioni sono ottenute mediante una semplice corrispondenza dei colori. Quindi il master posiziona manualmente l’ornamento desiderato sulla griglia della matrice. Pertanto, ordinando una tale composizione, il cliente può disegnare in modo indipendente una griglia, indicando i colori dell’immagine.

Ma un lavoro più complesso viene eseguito su un computer utilizzando la tecnologia bizazza brevettata. Come succede? Il disegno, la fotografia, la pittura vengono scansionati e il programma suddivide l’immagine in celle. Quindi viene selezionata una combinazione di colori con diverse tonalità, a seconda della complessità dell’immagine. Ci sono, ovviamente, alcune sfumature. Ad esempio, è necessario considerare da quale distanza apparirà il pannello. Maggiore è la dimensione del futuro “disegno”, maggiore dovrebbe essere la distanza da esso.

Ecco come le moderne tecnologie informatiche riportano l’arte antica nelle nostre vite. A proposito, l’immagine su schermi e monitor TV non è altro che miliardi di quadratini. Cioè, un mosaico.

Valuta l'articolo
( Ancora nessuna valutazione )
Condividi con gli amici
Suggerimenti su qualsiasi argomento da parte di esperti
Aggiungi un commento

Cliccando sul pulsante "Invia commento" acconsento al trattamento dei dati personali e accetto la informativa sulla privacy