Pannelli murali in PVC

Il pannello di particelle e il pannello di fibra non sono gli unici materiali con cui sono realizzati i pannelli a parete. Questa volta abbiamo deciso di sottoporre a una seria analisi i pannelli in PVC (polivinilcloruro) o, altrimenti, in plastica. E siamo diventati particolarmente curiosi di capire come stanno le cose con la sicurezza antincendio di questo materiale..

“… Quindi le pareti triangolari erano affrontate con lastre di calcare bianco abbagliante. Era impossibile inserire anche una lama di coltello tra loro – i loro bordi erano così ben aderenti. Le lastre erano lucidate a una lucentezza a specchio. Questo è stato fatto usando dure pietre abrasive. Come testimoniarono testimoni oculari, al sole e anche al chiaro di luna la piramide di Cheope scintillava come un enorme cristallo che brillava dall’interno … “- La voce persino vellutata di Sienkiewicz emanava da qualche parte a causa della piramide formata sullo schermo. E lo abbiamo ascoltato durante il tè e la torta della domenica.

“E perché non sono un faraone? .. – si lamentò la suocera, posando il quarto pezzo per sé. – Sarei un faraone, vivrei in condizioni decenti e il tuo stupido sfondo non mi cadrebbe in testa.” – “Mamma, ma sicuramente i servi del Faraone non facevano le pulizie generali tutte le volte che facevi tu, e ancor meno lavavano le pareti con detersivo”, mio ​​marito cercò di obiettare, ma in quel momento gli occhi di mia madre espressero un dolore così universale che lo considerò è meglio non continuare la conversazione.

Mia suocera ritiene che tutto “decente” dovrebbe essere pulito e lavato. Assolutamente tutto, compresi soffitti e pareti. Dopo alcune discussioni, abbiamo deciso di darle un regalo entro l’8 marzo, al fine di in qualche modo avvicinare le sue condizioni di vita a “decente”.

– Ascolta, – ho detto, – andiamo a fare shopping, probabilmente puoi comprare qualcosa di “decente”.

Detto fatto. E il prossimo fine settimana ci precipitammo nei negozi.

…Andare nei negozi e nei mercati è un’attività per le persone con nervi saldi. Mio marito si è rotto il secondo giorno dell’epopea dell’acquisto di un regalo. Ma non mi arresi, anche se anche la mia pazienza si stava esaurendo. Mi girava la testa dalla bellezza e dall’abbondanza di beni. E ciò che è necessario – bello, non molto costoso e, soprattutto – materiale resistente all’umidità per pareti e soffitti – non è stato trovato tutto.

In primo luogo, ho gettato tutte le mie forze nella ricerca di carta da parati lavabile. Ne ho anche scelti alcuni piuttosto carini e, molto probabilmente, li avrei acquistati se non avessi visto i pannelli a parete nel prossimo negozio di materiali di finitura.

E ha iniziato a interrogare il venditore con passione. Di cosa sono fatti? Sono resistenti all’umidità? Questi pannelli sono dannosi per la salute? Cosa succederà loro durante un incendio? Il venditore è stato paziente e flessibile. Ho cercato di rispondere a tutte le mie domande nel modo più dettagliato possibile. Ma, ahimè, non sapeva molto. Ma ha consigliato: “Tu, ragazza, è meglio che tu vada in azienda, ti diranno di più lì”.

Ho iniziato a convincere mio marito ad andare dove avevano ordinato. Ma si comportava quasi come un faraone, si riposava e sembrava minaccioso. Di nuovo, mi stai lanciando in una sorta di avventura … Rimaneva poco tempo prima delle vacanze, il regalo non è mai stato acquistato … Ma ho deciso di andare fino in fondo alla verità e sono andato in alcune aziende che vendono pannelli a parete.

Come sono disposti i pannelli? Fibra di legno o truciolare?

La prima cosa che mi è stata spiegata è che i pannelli a parete in termini di forma e metodo di fissaggio sono divisi in pignone e cremagliera. Il “fisico” del pignone e della cremagliera del tipo è simile alle schede ordinarie. Solo che non sono fatti di legno. E sul lato di ogni pannello c’è un picco (sporgenza) e una scanalatura (rientranza). Tali pannelli sono collegati tra loro inserendo un picco in una scanalatura. I pannelli in fogli, come suggerisce il nome, non sono altro che grandi fogli a motivi geometrici. Le loro dimensioni sono diverse (ne parlerò più dettagliatamente in seguito). Attaccali al muro sulla cassa o semplicemente incollali.

Ma la differenza principale tra i pannelli a parete è ciò di cui sono fatti. E sono realizzati in truciolare (truciolare), fibra di legno (fibra di legno) e PVC (polivinilcloruro, cioè plastica). Questo è quello che ho dovuto capire per capire cosa è meglio comprare come regalo per mia suocera.

Come ho detto, ero interessato a quanto segue. Ad esempio, cos’è il pannello truciolare o il truciolato? Quindi, il truciolato è trucioli di legno incollati con resine di formaldeide e vari adesivi e compressi ad alta pressione. Mi è stato avvertito che quando si scelgono i pannelli di truciolare, è necessario fare molta attenzione: la formaldeide rilascia sostanze nocive, soprattutto durante la combustione. È meglio acquistare pannelli incollati con lignina (una sostanza naturale che fa parte del legno). Questi pannelli hanno paura dell’acqua? Le mie peggiori paure sono state confermate. Si è scoperto, sì, non tollerano l’acqua. E questo non faceva parte dei miei piani. Ma mi è piaciuto molto il colore: sabbia con macchie blu. Forse dovrebbero decorare il balcone? Ho scoperto che è impossibile: non resisteranno ai cambiamenti di temperatura e umidità. Crollare.

I pannelli di fibra (pannelli di fibra), come il truciolato, hanno una base di legno. Le rendono solo diversamente: i trucioli di legno vengono spezzati in fibre, inumiditi e pressati. Le lastre risultanti vengono tagliate nella dimensione desiderata e viene applicato un rivestimento decorativo su di esse. Rispetto al truciolato, questo materiale è più ecologico. Ma in caso di incendio, il pannello di fibra, proprio come il pannello di particelle, brucia (a una temperatura di +250 ° C).

Ma a differenza del truciolare, i pannelli in fibra non temono le stanze bagnate (i bagni sono spesso rifiniti con pannelli in fibra di legno). Ma sono stato avvertito: è ancora indesiderabile strofinare questi pannelli con acqua (e ancora di più con detersivo). Ciò significa che anche la fibra di cartone scompare. Cosa rimane?

C’è una via d’uscita?

In una di quelle aziende che ho attaccato, mi hanno mostrato una collezione di un’azienda belga. Esternamente, questi pannelli praticamente non differivano dai pannelli di truciolare e fibra di legno. È vero, tra questi non c’erano fogli, ma solo rack di impostazione del tipo (larghezza da 10 a 30 cm, lunghezza da 2,5 a 6 m, spessore da 0,8 a 1,2 cm). Molto leggero, molto più leggero del legno. Mi è stato anche mostrato loro nella sezione. Come si è scoperto, i pannelli all’interno non sono monolitici, ma sono costituiti da cellule. Ecco perché sono così leggeri! E, soprattutto, possono essere lavati almeno cinque volte al giorno e non accadrà loro nulla..

Di cosa sono fatti i pannelli che non temono affatto l’umidità? Ed è possibile installarli non solo nella stanza e nel corridoio, ma anche nel bagno, sul balcone e persino sulla strada?


I pannelli in PVC sono molto leggeri. Se li guardi nella sezione, puoi vedere che sono costituiti da celle

Ti sto dicendo. Sono realizzati in polivinilcloruro (PVC) o, più semplicemente, in plastica. Non sono certo un chimico e potrei sbagliarmi. Ma questo mi ha allarmato: la plastica nella stanza non è probabilmente l’opzione migliore. Si scopre che la fibra di legno è “più naturale”.

Mi hanno spiegato che il PVC è un polimero universale. Tubi d’acqua, tubi flessibili, linoleum sono fatti da esso. Ma l’argomento più convincente a favore del PVC si è rivelato essere questo: a quanto pare, le bottiglie per l’acqua potabile e le siringhe monouso sono realizzate con lo stesso materiale. Sono stato anche contento del fatto che non ci siano pori sulla superficie dei pannelli di plastica delle pareti, in cui i microbi di solito “nidificano”. Questo è probabilmente il motivo per cui anche un’organizzazione così esigente come SES (stazione sanitaria ed epidemiologica) consente l’uso di pannelli in PVC non solo in locali residenziali, ma anche in ospedali.

Ora vediamo come vengono realizzati i pannelli murali in PVC. Gli esperti mi hanno detto che la “pasta” di plastica viene prima impastata. Quindi viene inserito in una macchina speciale: un estrusore. Ne escono “spaghetti” di plastica infinitamente lunghi. Sono tagliati in pezzi di 2,5 – 6 m ed esaminati attentamente per il matrimonio: sembrano in modo che non ci siano flussi, urti, graffi.

I pannelli selezionati sono colorati con coloranti organici, disegnando per stampa. I pannelli superiori sono verniciati. Li protegge dai raggi UV, dall’umidità e dai danni. Inoltre, la vernice è antistatica e quindi i pannelli non attirano la polvere..

La mia luce, specchio, dimmelo…


I pannelli a specchio in lamiera si piegano bene

Ho già deciso che ora so quasi tutto sui pannelli di plastica. Dio, quanto mi sbagliavo! È bello che, per ogni evenienza, sono andato a un paio di aziende. E ho visto QUESTO lì! La mia immaginazione è stata semplicemente colpita dai pannelli a specchio della compagnia americana “Cadillak Plastic” (Kadillak Plastiс). Anche loro, come mi hanno detto gli esperti, appartengono alla “famiglia di plastica”, ma sono fatti di acrilico (prodotto chimico resistente alla luce e all’acqua) e vetro. I pannelli a specchio non temono l’acqua e le alte temperature e non si preoccupano del freddo (questi pannelli possono resistere a cadute da -500 a +500 gradi C). A differenza dei pannelli in PVC, non sono a doghe, ma in fogli di dimensioni 124 x 246 x 0,3 cm, che costano $ 100 per foglio.

Inoltre, i pannelli a specchio sono sette volte più resistenti del vetro dello stesso spessore. E allo stesso tempo sono molto leggeri, dieci volte più leggeri dei normali specchi. Possono essere colorati e persino olografici (“luccicanti”). Possono essere verniciati come vuoi, usando pistole a spruzzo, spazzole, rulli. La cosa principale è che le vernici che usi possono essere applicate sulla superficie acrilica. I pannelli a specchio sono facili da tagliare con una sega, un seghetto alternativo o un plexiglass.

A proposito, possono essere montati non solo sulle pareti, ma anche sul soffitto. (Pertanto, vengono acquistati attivamente per decorare discoteche e complessi di intrattenimento.) E altro ancora. I pannelli in lamiera si piegano bene. Pertanto, sono adatti per “avvolgere” le colonne in casa o in ufficio (se presenti). Ma l’opzione più originale, secondo me, è decorare le pareti interne della piscina con tali pannelli. Riesci a immaginare quanto sia bello? Ti immergi e ammiri il tuo riflesso sott’acqua!

Ma non è tutto


Pannelli in polistirolo: una manna per i designer

Ma mi sono distratto. Non abbiamo una piscina e non è ancora previsto. Ma volevo comunque piacere a mia suocera. Devo dire personalmente che sarei felice se mia nuora mi regalasse pannelli di prodotti dell’azienda austriaca Siro Burg. Quello che non hanno! E pannelli specchiati e colorati, e rigati, a coste, e con un motivo in rilievo, e come se fossero composti da piccoli pezzi di vetro multicolore. Questi pannelli possono essere incollati su tutto ciò che il tuo cuore desidera: da un vaso e gambe di un tavolo alle stesse colonne, pareti e soffitto. Inoltre, possono essere facilmente tagliati con le forbici o un coltello. Segui i maestri se acquisti tali pannelli: devi tagliarli dalla parte anteriore in modo che il rivestimento dello specchio non si stacchi..

Ma i pannelli in lamiera di questa azienda sono leggermente diversi da quelli della “Cadillac”: in primo luogo, in termini di dimensioni (ci sono 266 x 88 x 0,1 cm; 98 x 98 x 0,1 cm; 200 x 100 x 0,1 cm; 130 x 100 x 0,1 cm), e in secondo luogo, sono realizzati con un materiale diverso. Questi pannelli sono realizzati in polistirene (sostanza sintetica vetrosa dura). E inoltre. Come mi è stato detto, non tollerano la luce solare diretta (svaniscono rapidamente al sole) e temperature superiori a + 60 ° C. E hanno anche paura dell’umidità, perché lo strato decorativo può staccarsi. In una parola, il loro scopo è puramente decorativo, non è stato consigliato di ripararli in bagno o in cucina.

Prova del fuoco

Ma basta, basta. Qualcosa che mi ha portato via dal lato estetico della questione e ho completamente dimenticato che il mio obiettivo principale è quello di acquistare un rivestimento resistente all’umidità e sicuro. E ho anche ricordato le parole di separazione di mio marito: “Non dimenticare di scoprire che cosa è l’infiammabilità? I pannelli in PVC lampeggeranno come fiammiferi?” Ricordo ancora come a scuola abbiamo dato fuoco a righelli di plastica e palline da ping-pong. Bruciarono per un’anima dolce!

È stato scoperto quanto segue. Mi è stato detto che se i pannelli sono realizzati con materiali riciclabili, specialmente quelli di bassa qualità, bruceranno con una fiamma blu. Questo mi ha completamente confuso. “Stanno bruciando o no?” – Non riuscivo a capire in alcun modo.

E ho chiamato mio padre. Ho dimenticato di dire: sono la figlia di un pompiere. Papà ha rapidamente compreso l’essenza del problema e gli ha consigliato di andare in un laboratorio di test indipendente per la sicurezza di incendi e esplosioni. Sono andato, ed è quello che mi hanno detto lì. Sì, i pannelli in PVC stanno bruciando, appartengono al gruppo di materiali da costruzione combustibili. Se i pannelli non si illuminano da una partita, ciò non significa affatto che si comporteranno anche in un incendio, dove la temperatura dell’aria è molto più alta e la fiamma è molto più grande..

Ma c’è una sfumatura interessante qui. Come dimostrato dai “test di infiammabilità, infiammabilità, generazione di fumo e tossicità dei prodotti della combustione” condotti nello stesso laboratorio, i pannelli in plastica sono meno pericolosi dal punto di vista del fuoco rispetto ai pannelli a parete a base di pannelli di particelle e fibra di legno. Si è scoperto che i pannelli in PVC possono prendere fuoco se la temperatura dell’aria “ambiente” è di circa +370 gradi C. Mentre i pannelli in truciolare e fibra di legno, come ho detto, si illuminano a circa +250 gradi C.

Sono emersi anche altri fatti interessanti. Se si danno fuoco a pannelli di truciolare, fibra di legno e PVC contemporaneamente nelle stesse condizioni, quindi quando il pannello di legno è completamente bruciato, il pannello in PVC è solo la metà. Inoltre, durante la combustione, i pannelli in fibra di legno e truciolare emettono quasi il doppio di fumo rispetto a quelli in plastica. Nei test di tossicità dei prodotti della combustione in modalità fumante, la fibra di legno e il truciolato “hanno vinto”: sono 1,5 volte più tossici dei pannelli di PVC.

Secondo me, tutto è molto chiaro. In qualche modo ho persino rianimato, ringraziato il consulente e continuato la mia ricerca. Ora era necessario capire come attaccare tutta questa economia al muro.

Come risolverli correttamente?


Una combinazione molto audace di pannelli murali in PVC all’interno

Ho già detto che i pannelli a parete del rack sono anche chiamati impostazione del tipo. E per una buona ragione. Questa parola riflette perfettamente il modo in cui sono attaccati. Esistono due opzioni per il fissaggio dei pannelli di assicelle di impostazione del tipo: “groove-groove” e “groove-tenon”. Nel primo caso (“groove-groove”), i pannelli hanno incavi su entrambi i lati. Viene inserito un cosiddetto giunto (una guida che collega le scanalature di entrambi i pannelli). I giunti sono inclusi nel kit e hanno lo stesso colore dei pannelli stessi. Se vuoi decorare gli interni con un contrasto, acquista un compenso in altri colori a pagamento. Nella seconda variante (“groove-thorn”), c’è un incavo (groove) su un lato del pannello e una sporgenza (spina) sull’altro. Durante l’assemblaggio, il tenone del pannello precedente viene inserito nella scanalatura del successivo. Assicurati che i maestri non confondano nulla, altrimenti nulla funzionerà.

E inoltre. In ambienti con bassa umidità, i pannelli possono essere incollati direttamente al muro. Ciò richiede un silicone neutro o il cosiddetto adesivo acrilico neoprene. Ma in questo caso, il muro deve essere piatto e asciutto..


Così semplicemente e con gusto puoi decorare un bagno con pannelli di plastica

In stanze più umide (o in stanze con pareti curve), è meglio fissare i pannelli al tornio con chiodi, viti con teste piatte, una cucitrice meccanica o la stessa colla. Per chi non lo sapesse: la cassa è costituita da blocchi di legno che vengono avvitati al muro ad una distanza di 40-60 cm l’uno dall’altro. Come vengono riparati? Quasi come preferisci: orizzontale, verticale, inclinato, a spina di pesce, rombi o qualsiasi altra cosa ti piaccia. Sono convenienti in quanto non è necessario alcun pretrattamento delle pareti nel senso di un allineamento particolarmente attento..

Per quanto riguarda i pannelli a specchio, possono essere “piantati” su cemento, avvitati o incollati. È meglio incollare i pannelli su superfici non verniciate: metallo, cemento, muratura, legno, cartone, ecc. Quindi aderiranno meglio. C’è un altro dettaglio importante. Se vuoi riflettere in questi pannelli senza distorsioni, i costruttori dovranno pre-allineare le pareti. Altrimenti, vivrai nel “regno degli specchi storti”.

Tratti per il ritratto

Ma aspetta. Questo non è tutto. Quando i pannelli sono già attaccati al muro, scoprirai che avvitarli e incollarli è ancora metà della battaglia. È possibile vivere bene in una stanza in cui le viti sporgono negli angoli e una sorta di disgrazia sta succedendo alle articolazioni tra la parete e il soffitto (o il pavimento) ?! Come nascondere tutte queste “rugosità”? Qui sono disponibili comodi angoli, battiscopa e cornici, che le aziende producono appositamente per il colore dei pannelli..

Così così. Il profilo “inizio” o “fine” è necessario per sigillare i bordi sporgenti. Non puoi fare a meno di uno zoccolo: a proposito, con il suo aiuto puoi non solo coprire il giunto tra il muro e il pavimento, ma anche nascondere i fili elettrici o telefonici. Il giunto tra la parete e il soffitto sarà sigillato con un bordo del soffitto o cornice. In una parola, studia attentamente i prodotti correlati e scegli ciò di cui hai bisogno.

Bene, quello sembra essere tutto. Ora mia suocera ha (o meglio, presto) pareti meravigliose. Mio marito ed io abbiamo comprato i suoi pannelli in PVC – una crema così morbida con un elegante motivo grafico. Mi guarda con affetto, mi chiama “figlia” e promette di andare da sua sorella per tutte le vacanze. “Perché devi cucinare qui con una vecchia?” La mia suocera non ancora condanna generosamente. Qui la abbiamo a malapena dissuasa dall’installare questi stessi pannelli da soli. No davvero. Le vacanze passeranno – chiameremo i maestri per ripararlo alle pareti.

E, soprattutto – questi pannelli non hanno paura dell’acqua (che è importante per la suocera), sono praticamente innocui per la salute (che è importante per me) e belli (che è importante per tutti noi). In generale, vivremo davvero come i faraoni.

Valuta l'articolo
( Ancora nessuna valutazione )
Condividi con gli amici
Suggerimenti su qualsiasi argomento da parte di esperti
Aggiungi un commento

Cliccando sul pulsante "Invia commento" acconsento al trattamento dei dati personali e accetto la informativa sulla privacy