La scelta di piastrelle in ceramica: dimensionamento per pareti e pavimenti

La scelta di piastrelle in ceramica: dimensionamento per pareti e pavimenti

Una piccola piastrella è considerata un prodotto, la cui dimensione di un lato non supera i 150 mm. Queste tessere, ovviamente, includono un mosaico, solo piccoli “quadrati” e maiali – tessere come un mattone. Per quanto riguarda i maiali, va chiarito che di solito sono prodotti nelle seguenti dimensioni: 10 per 20, 10 per 30 e 7,5 per 15 cm.

La scelta di piastrelle in ceramica: dimensionamento per pareti e pavimenti

La scelta di piastrelle in ceramica: dimensionamento per pareti e pavimenti

I progettisti consigliano di utilizzare piccole piastrelle per i grembiuli da cucina, scegliendo la malta giusta per giunti in grado di resistere agli effetti della pulizia di prodotti chimici e acqua. Nei bagni abbastanza grandi, i mosaici solidi possono apparire fuori posto e schiacciare, quindi è meglio abbinarli a piastrelle più grandi o pareti semplicemente dipinte. Inoltre, i mosaici su tutte le superfici del bagno sono costosi. Lascia che sia un accento decorativo luminoso sullo sfondo di una piastrella semplice più grande..

La scelta di piastrelle in ceramica: dimensionamento per pareti e pavimenti

La scelta di piastrelle in ceramica: dimensionamento per pareti e pavimenti

Per quanto riguarda il backsplash della cucina, di solito ha un’altezza di 60 cm, uno standard generalmente accettato che consente di posizionare comodamente la fila inferiore e superiore di armadi e di organizzare un’area di lavoro. Affinché le piastrelle non debbano essere tagliate, è consigliabile scegliere dimensioni come 20×30 cm o 20×20 cm per i grembiuli da cucina in modo che tutto si adatti perfettamente allo spazio.

La scelta di piastrelle in ceramica: dimensionamento per pareti e pavimenti

La scelta di piastrelle in ceramica: dimensionamento per pareti e pavimenti

Per quanto riguarda le dimensioni più richieste e richieste delle piastrelle del bagno, gli esperti notano quanto segue: 25×35, 20×40, 30×30, 20×45, 30×40, 25×25 cm. Sono queste le dimensioni che trovi più spesso negli ipermercati delle costruzioni. Le piastrelle in ceramica quadrate e rettangolari hanno i loro fan. Qualcuno ritiene che i “quadrati” siano troppo noiosi e che i rettangoli offrano una grande opportunità di sperimentazione, consentendo inoltre di aumentare visivamente o espandere la stanza (a seconda del metodo di installazione). Altri sono dell’opinione che non ci possa essere una forma quadrata migliore. Qui, piuttosto, una questione di gusti, entrambe le dimensioni presentate da noi sono considerate standard e sono ampiamente rappresentate da molti produttori.

La scelta di piastrelle in ceramica: dimensionamento per pareti e pavimenti

La scelta di piastrelle in ceramica: dimensionamento per pareti e pavimenti

Separatamente, vale la pena evidenziare una piastrella di dimensioni non standard come 36,5×12 cm, imita una tavola di parquet ed è apprezzata per il suo aspetto classico. Di solito è destinato alla pavimentazione, quindi ha un’altissima resistenza, che si ottiene con una speciale procedura di cottura..

La scelta di piastrelle in ceramica: dimensionamento per pareti e pavimenti

Sul pavimento, viene spesso utilizzata una piastrella quadrata standard di 30×30 cm. Gli esperti notano che questa è la dimensione ottimale che può essere utilizzata in bagno, in corridoio e in cucina. Tuttavia, nelle grandi stanze, è ancora meglio disporre piastrelle di grandi dimensioni, che sono spesso chiamate senza soluzione di continuità. In effetti, ci sono, ovviamente, cuciture, sono quasi invisibili a causa della rettifica dei bordi e della corretta installazione. Le piastrelle di grandi dimensioni sono considerate più grandi di 60×60 cm. Si noti che le piastrelle rettificate sono più costose del solito.

La scelta di piastrelle in ceramica: dimensionamento per pareti e pavimenti

La scelta di piastrelle in ceramica: dimensionamento per pareti e pavimenti

Separatamente, si dovrebbe menzionare piastrelle non standard come, ad esempio, “scale” o “favi”. La forma di una simile piastrella, ovviamente, sembra insolita e quindi attira l’attenzione, ma dobbiamo avvertire immediatamente che non tutti i piastrellisti intraprenderanno tale lavoro. In generale, questa opzione può costare significativamente di più rispetto alle piastrelle di dimensioni standard..

La scelta di piastrelle in ceramica: dimensionamento per pareti e pavimenti

La scelta di piastrelle in ceramica: dimensionamento per pareti e pavimenti

Ora tocciamo un fattore così importante come lo spessore delle piastrelle di ceramica. Ora molti produttori europei stanno iniziando a produrre piastrelle ultrasottili con uno spessore di soli tre millimetri. Ma finora questa opzione è rara. I rivestimenti standard hanno uno spessore da quattro a sette millimetri e quelli da 6 a 12 mm. Nel calcolare lo spessore, non dimenticare che ci sarà uno strato di colla sotto le piastrelle. Può variare da quattro a otto millimetri. Anche cambiamenti così piccoli, apparentemente, nelle dimensioni dello strato di colla e piastrelle sono importanti se è necessario inserire chiaramente un bagno o una lavatrice in un angolo, quindi non dimenticarlo.

Valuta l'articolo
( Ancora nessuna valutazione )
Condividi con gli amici
Suggerimenti su qualsiasi argomento da parte di esperti
Aggiungi un commento

Cliccando sul pulsante "Invia commento" acconsento al trattamento dei dati personali e accetto la informativa sulla privacy