Intonaco caldo: caratteristiche e vantaggi del materiale

Intonaco caldo: caratteristiche e vantaggi del materiale

I cerotti caldi, come i normali cerotti, sono venduti come miscele secche diluite con acqua nella proporzione indicata dal produttore. La principale differenza tra intonaci caldi è l’assenza di sabbia nella composizione. Invece, esiste un materiale che ha migliorato le proprietà di isolamento termico..

Invece della sabbia, i cerotti caldi possono includere:

  • materiali di origine vulcanica – perlite o vermiculite;
  • segatura;
  • trucioli di argilla espansa;
  • mollica e polvere di pomice;
  • schiuma di vetro;
  • trucioli di quercia da sughero. Abbiamo scritto in dettaglio su questa opzione per coprire la facciata, quindi non ci fermeremo più;
  • granuli di polistirene espanso.

Importante! L’intonaco caldo con segatura può essere utilizzato solo per lavori interni. Il resto delle composizioni può essere universale, ma gli esperti consigliano di scegliere miscele per lavori esterni per la facciata, poiché sono più resistenti agli agenti atmosferici.

Intonaco caldo: caratteristiche e vantaggi del materiale

Altrimenti, la composizione di tutti i cerotti caldi è la stessa: il noto cemento Portland funge da elemento legante, ci sono anche vari modificatori che migliorano la plasticità e la permeabilità all’aria. Di solito ci sono idrorepellenti nella composizione. A volte vengono aggiunte fibre di rinforzo per una maggiore resistenza..

A seconda del componente principale, cambia anche il costo dell’intonaco caldo. Ad esempio, 7 kg di una miscela a base di perlite costeranno circa 100-200 rubli. Una confezione da 18 kg di una miscela con vetro espanso costa circa 600 rubli. Anche il marchio del produttore influisce sui costi. I principali marchi di intonaco caldo diffusi nel nostro paese: Knauf, Terralit, Teplover, VarmMix.

Intonaco caldo: caratteristiche e vantaggi del materiale

I vantaggi dell’utilizzo di intonaco caldo includono:

  • Durante l’applicazione, non è necessario pre-allineare le pareti;
  • Il processo di applicazione in sé non è in genere diverso dal lavorare con normali cerotti in gesso, se lo si desidera, un professionista non professionale può gestire;
  • I cerotti caldi hanno un alto tasso di adesione, aderiscono bene a vari materiali per la costruzione di pareti, ma per una maggiore resistenza, è possibile utilizzare una rete di rinforzo. Inoltre, vengono prodotti speciali intonaci per blocchi di calcestruzzo aerato;
  • L’intonaco caldo “respira”, cioè permette all’aria di passare attraverso, e questo evita l’umidità;
  • Sulla parte superiore dello strato di intonaco, è possibile utilizzare la vernice per facciate, preferibilmente acrilica;
  • L’intonaco mantiene le sue proprietà di isolamento termico più a lungo della lana minerale e, a differenza dell’EPS, è un materiale ecologico che soddisfa tutti gli standard sanitari. L’eccezione sono le miscele, che includono granuli di polistirene espanso..

Intonaco caldo: caratteristiche e vantaggi del materiale

Se si confronta l’intonaco caldo con l’intonaco normale, i vantaggi sono abbastanza evidenti. La versione calda è quattro volte più leggera (in forma secca), perché non contiene sabbia densa, ma materiali porosi. Inoltre, in termini di risparmio energetico e isolamento termico, uno strato di 2,5 mm di intonaco caldo può sostituire uno strato del solito spessore di 10 mm..

Rispetto alla lana minerale e alla schiuma, anche l’intonaco caldo presenta dei vantaggi. Ad esempio, i roditori sicuramente non inizieranno in esso, non è necessario un ulteriore strato di barriera al vapore, può essere utilizzato su superfici irregolari, giunti, vari elementi di decorazione della facciata.

Intonaco caldo: caratteristiche e vantaggi del materiale

Tuttavia, l’intonaco caldo ha i suoi svantaggi. Innanzitutto, il consumo della miscela è piuttosto elevato – circa 8-12 kg per uno strato con uno spessore di due centimetri per un metro quadrato. Si consiglia di realizzare due di questi strati per raggiungere il livello ottimale di isolamento termico. Di conseguenza, il prezzo della finitura superficiale risulta piuttosto elevato, non è necessario parlare di risparmio.

Inoltre, non puoi applicare immediatamente uno spesso strato di intonaco, dovrai fare tutto in almeno due fasi. Il rivestimento stesso risulta essere più pesante che nel caso dell’uso di lana minerale e schiuma, che, cosa molto importante, hanno un coefficiente di conducibilità termica inferiore, cioè trattengono meglio il calore.

Intonaco caldo: caratteristiche e vantaggi del materiale

Dichiariamo: l’intonaco caldo ha tutte le ragioni per essere considerato una buona scelta per la decorazione esterna e l’isolamento della casa. Soprattutto stiamo parlando delle miscele più moderne ed ecologiche a base di perlite e vermiculite. Sì, il prezzo alla fine non sarà inferiore a quello di altre opzioni, ma la casa risulta essere bella e il rivestimento stesso è resistente e ti consente di stare al caldo.

Valuta l'articolo
( Ancora nessuna valutazione )
Condividi con gli amici
Suggerimenti su qualsiasi argomento da parte di esperti
Aggiungi un commento

Cliccando sul pulsante "Invia commento" acconsento al trattamento dei dati personali e accetto la informativa sulla privacy