Dispositivo di riscaldamento a pavimento

In alcune stanze: nella camera da letto, nella scuola materna, nel bagno, non sarà superfluo installare un pavimento caldo.

È di due tipi: elettrico e acqua. Sul massetto primario è posato su tutta l’area della stanza, rispettivamente, un cavo elettrico speciale o una tubazione collegata al sistema di alimentazione dell’acqua calda e il massetto finale è realizzato dall’alto.

Riscaldamento classico Pavimento caldo

I pavimenti elettrici ci sono arrivati ​​dall’Europa e da lì vengono forniti anche cavi speciali. Il cavo scaldante è l’elemento principale del pavimento caldo. Fondamentalmente, è un conduttore ad alta resistenza che si riscalda quando una corrente elettrica lo attraversa. Inizialmente, causarono insoddisfazione tra gli ambientalisti, poiché il campo elettromagnetico che avevano creato aveva, sebbene non eccezionale, ma comunque un effetto dannoso sulle persone. Ora questo problema è stato rimosso: la radiazione elettromagnetica dei cavi moderni è minima e non ha effetti dannosi..

Per la possibilità di espandere le funzioni per garantire economia e comfort ottimali, vengono utilizzati termostati: dispositivi con elevata precisione .

Ma il riscaldamento a pavimento elettrico ha anche una serie di altri inconvenienti: consuma elettricità da 250 a 400 kW all’ora. Inoltre, è possibile effettuare una prova di accensione del pavimento caldo solo dopo che il massetto si è completamente asciugato, ad es. dopo 45 giorni. Se si scopre che il pavimento caldo non funziona, è necessario rompere il massetto, correggere il malfunzionamento e riempirlo di nuovo. La stessa procedura lunga e costosa dovrà essere utilizzata in caso di guasto del riscaldamento a pavimento durante il funzionamento..

Il fondo dell’acqua, in questo senso, è più economico: quanto hai pagato per l’approvvigionamento di acqua calda, così tanto pagherai ulteriormente. L’unico problema è che i tuoi vicini potrebbero avere un calo della temperatura dell’acqua calda nel rubinetto e, se capiscono qual è il problema, potrebbero darti problemi. Le tubazioni del pavimento dell’acqua possono essere realizzate in tubi zincati o in rame. Tuttavia, è meglio utilizzare tubazioni in plastica rinforzata monopezzo. Infatti, durante la posa di qualsiasi tubazione metallica, i giunti dei tubi appariranno inevitabilmente sotto il rivestimento del pavimento. Quindi, prima o poi, si verificherà una perdita e dovrai eliminare l’intero piano per eliminarla. Con una conduttura in metallo-plastica monoblocco a pavimento, sarai assicurato al 100% da un tale disastro..

Istruzioni per la posa del cavo scaldante

Regole generali per la posa di cavi scaldanti per impianti di riscaldamento a pavimento
1. Il cavo scaldante deve essere utilizzato secondo le raccomandazioni del produttore.
2. Il cavo di riscaldamento deve essere collegato da un elettricista qualificato..
3. È necessario osservare la potenza consigliata per 1 mq. Genere.
4. Il cavo di riscaldamento non deve essere soggetto a sollecitazioni meccaniche e stiramenti. Il cavo di riscaldamento non deve essere accorciato o allungato..
5. Prestare attenzione a non danneggiare il cavo durante l’installazione.
6. È necessario prevedere la possibilità di spegnimento automatico del cavo scaldante. Per questo consigliamo di utilizzare un termostato.
7. Il cavo di riscaldamento deve essere collegato a terra in conformità con le attuali norme di PES e SNiP.
8. La posa del cavo a basse temperature crea qualche inconveniente. La guaina in PVC del cavo scaldante diventa rigida. Questo problema può essere risolto con l’attivazione a breve termine del cavo svolto..
9. È vietato includere un cavo svolto.
10. Non è consigliabile posare il cavo scaldante a temperature inferiori a -5 oС..

La procedura per la posa del cavo scaldante per il sistema “pavimento caldo”

1. Redigere un disegno dell’area riscaldata, indicando la posizione del cavo scaldante, i giunti di estremità e di collegamento, il sensore di temperatura e il luogo di connessione alla rete elettrica. Se il cavo scaldante viene danneggiato durante l’installazione o durante i lavori di costruzione, ciò faciliterà notevolmente la ricerca della posizione danneggiata.
Quando si redige il disegno, è necessario determinare la distanza tra le linee del cavo. È determinato dalla formula:

Distanza (cm) = area libera (mq) x 100 / lunghezza cavo (m)

Il sensore di temperatura è posizionato tra le linee del cavo di riscaldamento sul lato aperto del circuito ad una distanza di 50-100 cm dalla parete.

2. Tagliare una scanalatura nella parete con una sezione di 20 x 20 mm per la posa del sensore di temperatura e del filo di collegamento freddo e per la scatola a parete del termostato.

3. Pulire la base su cui è posato il cavo da detriti e oggetti appuntiti..

4. Collegare il nastro di montaggio al pavimento.

5. Posare uniformemente il cavo scaldante in anelli su tutto il pavimento, scavalcando i tubi e le aree destinate a bagni, armadi, ecc. Fissare il cavo al nastro di montaggio utilizzando speciali dispositivi di fissaggio situati ogni 3 cm.
Le linee del cavo di riscaldamento non devono toccarsi o incrociarsi.

6. Dopo aver installato il cavo, misurare la resistenza ohmica. La resistenza ohmica dovrebbe corrispondere a quella indicata sul giunto -5% – + 10%.

7. Collocare il sensore della temperatura del pavimento in un tubo di plastica con un diametro di 16 mm, collegato a un’estremità per evitare che penetri all’interno del calcestruzzo e posizionarlo tra le linee del cavo scaldante secondo il disegno disegnato. Il diametro di curvatura del tubo non deve superare i 6 cm.

8. Versare il cavo in modo uniforme con una soluzione che non contenga pietre appuntite. Il cavo di riscaldamento e il manicotto di collegamento devono essere completamente sigillati. Il massetto non deve superare i 5 cm.
Un riempimento errato o una soluzione di scarsa qualità possono formare sacche d’aria attorno al cavo, che possono portare al superamento della temperatura consentita sulla superficie del cavo e, di conseguenza, al suo danneggiamento..

9. Dopo aver sigillato il cavo, misurare nuovamente la resistenza ohmica..

10. Non accendere il cavo scaldante finché la soluzione non si è completamente indurita. Di norma, lo strato versato della soluzione si indurisce completamente entro 30 giorni. A seconda della soluzione utilizzata, il periodo può essere ridotto.

11. Collegare il cavo di riscaldamento attraverso il termostato alla rete elettrica. Non prima di un giorno, il pavimento si riscalda completamente alla temperatura impostata.

Valuta l'articolo
( Ancora nessuna valutazione )
Condividi con gli amici
Suggerimenti su qualsiasi argomento da parte di esperti
Aggiungi un commento

Cliccando sul pulsante "Invia commento" acconsento al trattamento dei dati personali e accetto la informativa sulla privacy