Designazioni di pitture e vernici

I nomi (marchi) di pitture e vernici sono unificati. All’inizio del marchio, vengono inserite due lettere, che indicano una base simile a un film.

Dopo le lettere, vengono inseriti uno o due numeri, che indicano l’ambito:

1 – resistente alle intemperie,
2 – resistente all’interno,
3 – per la conservazione di prodotti metallici,
4 – resistente all’acqua calda,
5 – speciale (per pelle, gomma, ecc.),
6 – resistente ai prodotti petroliferi,
7 – resistente agli ambienti aggressivi,
8 – resistente al calore,
9 – isolamento elettrico,
0 – vernice, primer, semilavorato,
00 – stucco.

Il numero dell’applicazione è seguito dal numero di serie della vernice..

Ad esempio, KO-1112 è uno smalto in cui la base filmogena è una resina siliconica organica, resistente alle intemperie, numero di serie 112; lacca NTs-228 – base di nitrocellulosa, resistente all’interno, numero di serie 28; vernice BT-577 – base bitume, passo, speciale, numero di serie 77.

I colori ad olio pronti all’uso non sono contrassegnati in base alle regole adottate per tutte le pitture e vernici. Ad esempio, il marchio “Paint MA-15, blue” è decifrato come segue: pittura ad olio, blu, per uso esterno (numero 1) su un olio di essiccazione combinato (numero 5). Se la prima cifra è 2, ciò significa che la vernice viene utilizzata solo per lavori interni. Il secondo numero indica l’olio di essiccazione su cui viene preparata la vernice: 1 – olio di essiccazione naturale, 2 – ossolo, 3 – olio di glyphthalic, 4 – olio di pentaphthalic e 5 – olio di essiccazione combinato.

Per indicare vernici densamente sfregate, viene aggiunto uno zero prima della prima cifra, il resto dei numeri ha lo stesso significato delle vernici pronte per l’uso.

Designazione: annuncio
Base filmogena: poliammidi

Designazione: AK
Base filmogena: poliacrilati

Designazione: АС
Base filmogena: copolimeri poliacrilici

Designazione: AC
Base filmogena: acetato di cellulosa

Designazione: BT
Base filmogena: bitume e altezze

Designazione: VA
Base filmogena: polivinilacetali

Designazione: VL
Base filmogena: polivinilbuterali

Designazione: VN
Base filmogena: vinili e acetati di vinile

Designazione: ВС
Base filmogena: copolimeri di polivinil acetale

Designazione: ГФ
Base filmogena: resine di glifi

Designazione: IR
Base filmogena: resine idiencumarone

Designazione: QC
Base filmogena: colofonia

Designazione: KO
Base filmogena: resine organosiliconiche

Designazione: KP
Base filmogena: copale

Designazione: KS
Base filmogena: copolimeri di carbinolo

Designazione: KCH
Base filmogena: gomme

Designazione: MA
Base filmogena: olii vegetali

Designazione: ML
Base filmogena: melominoalchidi

Designazione: MS
Base filmogena: alchidica e a base oleosa

Designazione: МЧ
Base filmogena: resine urea-formaldeide

Designazione: NC
Base filmogena: nitrocellulosa

Designazione: PF
Base filmogena: resine pentoftaliche

Designazione: pe
Base filmogena: poliesteri saturi

Designazione: UR
Base filmogena: poliuretani

Designazione: FA
Base filmogena: fenolalchidi

Designazione: FL
Base filmogena: Cresol-formaldeide

Designazione: FM
Base filmogena: resine di olio di fsnol

Designazione: FP
Base filmogena: fluoroplastica

Designazione: ХВ
Base filmogena: poli e perclorovinili

Designazione: XC
Base filmogena: copolimeri di cloruro di vinile

Designazione: SHL
Base filmogena: gommalacca

Designazione: EP
Base filmogena: resine epossidiche

Designazione: ET
Base filmogena: polietilene e poliisobutilene

Designazione: EF
Base filmogena: resine epossidiche

Designazione: CE
Base filmogena: etil cellulosa

Designazione: YAN
Base filmogena: ambra

Solventi e diluenti

Lo scopo principale di questi materiali è dissolvere e diluire le pitture e le vernici. Conoscendo la composizione e lo scopo di solventi e diluenti, è possibile utilizzarli con successo per altri scopi, ad esempio per la produzione di adesivi, materiali sgrassanti, ecc..

Solventi semplici

Acetone – scioglie resine naturali, oli, polistirolo, resine epossidiche, copolimeri di cloruro di vinile, poliacrilati, gomma clorurata.

Benzina (“Galosha”, B-70) scioglie le gomme a caldo – polietilene.

Benzene dissolve oli, grassi, cere, gomme, eteri di cellulosa, alcune resine di organosilicio, polietilene caldo.

Acetato di butile dissolve eteri di cellulosa, oli, grassi, gomma clorurata, copolimeri di vinile, resine di carbinolo.

dicloroetano dissolve dammaru, cou-maron, polimeri vinilici, acrilati, polistirolo.

xilene dissolve i polimeri di stirene alchidico e divinilacetilene (vernice etinolica).

Acetato di metile – analogo dell’acetone.

Alcool metilico (metanolo) scioglie nitrati di cellulosa, polivinilacetato, resine novolac.

Trementina dissolve copale, dammaru, colofonia. Diluente per colori ad olio, a base di alcool ed epossidici (vernici).

Solvente scioglie oli, bitumi, gomme, oligomeri di urea-formaldeide, poliesteri di acido tetroftalico, poliammidi e polieterimidi.

toluene dissolve la gommalacca, il copale, gli esteri di cellulosa, il polistirolo, le resine organosiliconiche. In una miscela con altri solventi (è il componente principale) dissolve i polimeri epossidici, vinilici e acrilati, la gomma clorurata, gli alchidi magri. Scioglie il polietilene a caldo.

Spirito bianco (frazione pesante di benzina) dissolve alchidi grassi, butil e ciclo-gomma, polibutilmetacrilato, esteri epossidici.

cicloesano dissolve etil cellulosa, oli, grassi, cere, gomme.

Cyclohexanone dissolve esteri di cellulosa, grassi, oli, polimeri più naturali e sintetici, poliuretano.

Acetato di etile dissolve la maggior parte dei polimeri.

Ethyl cellosolve dissolve oligomeri di urea formaldeide, resine carbinoliche, polivinil formaldeide (vinilflex).

Valuta l'articolo
( Ancora nessuna valutazione )
Condividi con gli amici
Suggerimenti su qualsiasi argomento da parte di esperti
Aggiungi un commento

Cliccando sul pulsante "Invia commento" acconsento al trattamento dei dati personali e accetto la informativa sulla privacy