Tetto di tegole

Sezioni dell’articolo



Scopo tetto di tegole– non solo protezione da pioggia, neve e altre manifestazioni esterne, ma anche un oggetto di valore architettonico che trasforma favolosamente l’edificio.

I vantaggi dei tetti di tegole sono la durabilità, la facilità di installazione e l’incapacità di prendere fuoco. La struttura del tornio dovrebbe avere una grande massa, poiché le piastrelle non sono un materiale leggero. La pendenza del tetto consigliata è di 40 – 45 gradi. La tornitura di un tetto di tegole è realizzata con travi di legno.
Prima che le piastrelle siano posate, le barre o le assi sono disposte lungo la grondaia. Nelle righe orizzontali e verticali, il numero di riquadri deve essere un numero intero. Le barre sono attaccate verso la grondaia dalla cresta.
Dopo aver realizzato una cassa, le assi di 15 cm di larghezza sono disposte lungo il bordo della grondaia, quindi le piastrelle vengono sollevate e disposte con un margine di 2-3 file. Successivamente, il roofer inizia a lavorare..

Tecnica per la posa di piastrelle piatte a nastro

Esistono due modi di styling scandole di nastro piatto– in due strati e con scale. In entrambi i casi, la posa inizia con le pendenze principali, quindi sulle costole dell’anca e termina con una cresta. Le tessere sono disposte in file parallele, con la fila superiore di tessere sovrapposte a quella inferiore. La posa viene eseguita dalla grondaia alla cresta. Le righe dispari devono terminare con un’intera tessera, anche con metà. Di conseguenza, i mattoni si spostano leggermente l’uno dall’altro. Nella prima fila, le tessere si aggrappano al bordo interno delle stecche con punte. La prima fila è attaccata alla cima delle tegole nella prima fila. I mattoni nelle file successive sono collegati come il primo, vicino alla cresta – il secondo.

Le piastrelle disposte lungo le sporgenze sono attaccate alle stecche della guaina, nelle altre file sono fissate la seconda e la terza piastrella. Le tegole piatte sono fissate in coppia con morsetti e chiodi martellati. Per cominciare, le piastrelle sono fissate con pneumatici alla cassa, i morsetti sono installati lungo la fila. Il lembo orizzontale del morsetto dovrebbe essere sulla parte superiore della piastrella in modo che un altro mattone possa cadere liberamente sotto il lembo sinistro.
I risvolti sporgenti verso l’esterno sono coperti dalle file in cima. Dal lato dell’attico, le estremità dei morsetti sono fissate alla cassa.
La ghiaia più comune è “coda di castoro”. Giace fianco a fianco su una soluzione speciale. La soluzione viene preparata come segue: sabbia, calce, cemento vengono setacciati in un rapporto di 5: 1: 1 e tutto viene riempito con acqua. Mescolare accuratamente. Una soluzione troppo grassa si romperà una volta indurita, quindi è necessario prestare molta attenzione alla consistenza. Troppo cemento renderà il processo di riparazione estremamente dispendioso in termini di tempo. Il consumo di piastrelle di questo tipo è di 32 pezzi / mq Vengono anche utilizzate piastrelle olandesi, che vengono posate con squame e fissate con morsetti o chiodi alle travi del rivestimento.

Tecnica per la posa di piastrelle a nastro scanalate

A differenza del piatto scandole di nastro scanalato ha una scanalatura longitudinale con cui il materiale è tenuto insieme.
Le piastrelle a fessura vengono utilizzate in tetti a falde semplici e semplici. Fissato in uno strato dal frontone alla cresta in file parallele. Durante la posa, è importante sovrapporsi con la larghezza della scanalatura e la lunghezza di 0,8 cm.

Tecnica per la posa di piastrelle stampate scanalate

NEL tegole stampate, oltre a quelli longitudinali, ci sono chiusure trasversali. Allo stesso tempo, i mattoni sono fissati con pieghe, che non consentono all’umidità di penetrare sotto il tetto.
La posa è a strato singolo dalla grondaia alla cresta, la sovrapposizione in larghezza o lunghezza è uguale alla lunghezza o alla larghezza della piega, rispettivamente. È attaccato alla cassa con un filo che passa attraverso l’occhiello del mattone. Un chiodo viene spinto nella barra di tornitura, a cui è legato il filo.
Alla fine della muratura, i giunti devono essere coperti con malta di argilla o cemento per impedire al vento di soffiare sul tetto.

Valuta l'articolo
( Ancora nessuna valutazione )
Condividi con gli amici
Suggerimenti su qualsiasi argomento da parte di esperti
Aggiungi un commento

Cliccando sul pulsante "Invia commento" acconsento al trattamento dei dati personali e accetto la informativa sulla privacy