Tegole in composito termoplastico

Composito termoplastico – materiale da costruzione chimicamente resistente realizzato sulla base di polimeri termoplastici e riempitivi solidi tradizionali con l’aggiunta di una vasta gamma di coloranti che conferiscono qualità estetiche aggiuntive ai prodotti che ne derivano.

Immagine

Le materie prime per la produzione di piastrelle composte termoplastiche sono: sabbia di quarzo (circa il 70%), polimeri (circa il 28%), coloranti e additivi speciali contro la combustione e le radiazioni ultraviolette (circa il 2%).
Il vantaggio principale di un composito termoplastico è il possesso di proprietà fisiche e chimiche di un riempitivo (quarzo) e un polimero legante. Cioè, è forte come il quarzo e chimicamente resistente come un polimero..

I compositi termoplastici vengono utilizzati per produrre materiali da costruzione come piastrelle, piastrelle resistenti agli acidi, pali stradali, ecc..

Immagine

Principali caratteristiche tecniche dei compositi termoplastici:

Assorbimento d’acqua: 0,06%
Resistenza a compressione: 15 MPa
Resistenza alla flessione: 10 MPa
Abrasione: 0,2 g / cm2
Densità: 1500 kg / m3
Coefficiente di resistenza all’acqua: 0,8
Rapporto di resistenza acida: 0,8
Resistenza al gelo: non inferiore a 200 cicli
Resistenza agli urti: resistente agli urti
Durata: almeno 50 anni

Proprietà delle tegole in composito termoplastico

facilità. La massa di un metro quadrato è di 20 kg, che è 1,7 volte inferiore al peso della ceramica o 2,4 volte inferiore al peso del calcestruzzo.

Forza. Non si rompe quando cade dal 5 ° piano, non si spezza durante il taglio, non si rompe durante il trasporto, la movimentazione e l’installazione. L’elevata precisione dimensionale delle piastrelle è dovuta al metodo di stampaggio di produzione con una pressione di 250 tonnellate. Questo fatto garantisce inoltre un’installazione di alta qualità di un tetto composito termoplastico, in contrasto con le piastrelle di argilla che presentano alcuni errori di forma e dimensioni..

Resistenza al gelo. Tollera bene i cambiamenti climatici e di temperatura, durata garantita di 200 cicli (al contrario di 50 cicli per argilla).

Resistenza chimica. Il materiale viene utilizzato per pavimenti speciali in impianti chimici e allevamenti per la sua elevata resistenza agli ambienti aggressivi. Il composito termoplastico non è assolutamente adatto alla riproduzione di escrescenze fungine, il che garantisce anche una lunga durata (a differenza delle piastrelle di argilla, che dopo 3-5 anni iniziano a scurirsi in alcuni punti, ciò è dovuto alla comparsa di funghi, a causa dei pori all’interno delle piastrelle). Inoltre, il problema principale delle piastrelle di ceramica è la presenza di calce nelle rocce argillose, assorbe l’umidità durante il funzionamento, si gonfia e “spara” in questo luogo e inizia la crescita di funghi, a seguito della quale si verifica la distruzione della ceramica. Ciò non accade con il composito termoplastico..

Resistenza all’acqua. Assorbimento d’acqua inferiore allo 0,06% (per confronto: per argilla – dallo 0,12% allo 0,18% o per calcestruzzo – fino allo 0,20%).

Alto isolamento acustico e termico. Grazie alla sua composizione, le piastrelle composte termoplastiche hanno un alto assorbimento acustico e una bassa conduttività termica, che le distingue favorevolmente dalle piastrelle metalliche. La condensa è tre volte inferiore all’argilla e 10 volte inferiore al metallo.

Resistenza all’invecchiamento fotoossidante. La resistenza alla luce solare è dovuta alla presenza di un riempitivo al quarzo, che protegge gli strati inferiori del polimero dal burnout. Si prega di non confondere il composito termoplastico con la Bielorussia ucraina (un composto di segatura e polimeri, operazione – non più di 5-10 anni e sembra materiale in fogli 1,5×1 m).

Uniformità di fuoco di Sant’Antonio. L’herpes zoster composito termoplastico, a differenza dell’argilla, ha uniformità di colore. La solidità del colore è garantita anche durante il processo di produzione dall’introduzione nella massa di coloranti persistenti di aziende tedesche.

Facilità di installazione. Le scandole composte termoplastiche possono essere inchiodate. È facile da tagliare, più veloce di quello montato in terra (un metro quadrato contiene solo 10 pezzi e non 13 come in un metro quadrato di terracotta). La pendenza del tetto può essere di 15o invece del tradizionale 25o. Tale tetto è riparabile, cioè puoi camminarci sopra, cosa impossibile quando si usano altri materiali di copertura.

Pulizia ecologica. Il composito termoplastico è un materiale assolutamente atossico. Non emette sostanze per tutta la sua durata (il polietilene si decompone per oltre 200 anni o più).

Sulla base di quanto sopra, le scandole in composito termoplastico sono superiori sotto tutti gli aspetti a qualsiasi altro materiale di copertura simile (comprese le scandole “ungheresi”). L’unica cosa è che è più pesante di piastrelle metalliche e scandole. Ma, come il fuoco di Sant’Antonio, il composito termoplastico appartiene al 3 ° gruppo di infiammabilità (nella costruzione è consentito l’uso di materiali diversi dal 5 ° gruppo di infiammabilità).

Valuta questo articolo
( Ancora nessuna valutazione )
Aggiungi commenti

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: