Sistema di travi del tetto a padiglione: funzionalità di progettazione e installazione con le tue mani

Sezioni dell’articolo



Oggi il portale RMNT.RU ti parlerà di come si presenta un tetto a padiglione e in che cosa consiste. Imparerai i vantaggi e gli svantaggi di questo tipo di sistema di travi e le caratteristiche di installazione. L’articolo fornisce una guida dettagliata per la creazione di un sistema di rafter dell’anca fai-da-te.

Sistema di travi del tetto a padiglione

Il tetto a padiglione o, in altre parole, il sistema di travi a quattro falde è una soluzione di tetto popolare e ben studiata che consente la costruzione di grandi tetti a mansarda. Una caratteristica di progettazione è una pendenza aggiuntiva che sostituisce il frontone. Questa rampa ha una forma triangolare ed è chiamata anca. Un caso speciale di una tale pendenza è una mezza anca, quando la pendenza non raggiunge il bordo degli armopoya.

L’introduzione di una pendenza aggiuntiva (anca) nella struttura di un tetto a due falde offre i seguenti vantaggi rispetto al layout tradizionale:

  1. Distribuzione del carico su tutte e quattro le pareti. Il tetto a due falde poggia solo su due. Questo è vero nei vecchi edifici, le cui mura sono state erette in condizioni di economia forzata (da marna, adobe, mattoni su malta di argilla).
  2. L’assenza di un frontone riduce il carico del vento (windage) sul sistema di travi. È una proprietà vitale nelle zone ventose e per le case unifamiliari. La sezione del tetto invece del frontone non fornisce un carico significativo sulla fondazione. Inoltre, la sua costruzione è più veloce ed economica..
  3. Migliore accesso alla luce solare. Una cresta di lunghezza inferiore è un’ombra più piccola della “vela” dell’intero tetto. Ciò è utile per gli edifici adiacenti e il settore privato.

Sistema di travi del tetto a padiglione

Sullo sfondo di evidenti vantaggi, il tetto a padiglione presenta alcuni svantaggi:

  1. Uso inefficiente dello spazio sottotetto nelle case con un rapporto di parete non superiore a 3: 1 (una parete non è più di tre volte più lunga dell’altra). Negli edifici a più piani, questo è invisibile a causa della notevole lunghezza dell’edificio..
  2. Costruzione più complessa. Questa è una doppia proprietà, poiché la complessità del sistema di travi implica più elementi, il che lo rende tecnicamente più perfetto – forte e rigido.
  3. Maggiore consumo di materiale di copertura: il lato negativo del risparmio sul timpano.

In termini di composizione e qualità del materiale, il tetto a più falde non differisce dalle altre opzioni. Ad oggi, sono rilevanti le seguenti dimensioni delle sezioni degli elementi del sistema di travi per anca (puoi trovare i termini e i nomi specifici degli elementi nell’articolo precedente):

  1. Mauerlat. Tavola con uno spessore da 60 a 100 mm e una larghezza da 150 a 250 mm. Trave: da 100×100 a 200×200 mm.
  2. Cremagliera centrale (paletta). Tavola da 60 a 100 mm di spessore e da 150 a 200 mm di larghezza. Trave: da 100×100 a 150×150 mm.
  3. Travi, cresta, nervature, cremagliere, sbuffi di travi – una tavola con uno spessore da 50 a 75 mm, una larghezza da 100 a 180 mm.
  4. Si consiglia di utilizzare prodotti di supporto e rinforzo in metallo: staffe, piastre, aste, ancore, turbopropulsore, accessori di fabbrica fatti in casa o stampati. Spessore del metallo – da 2,5 mm.

Tetto all’anca fai-da-te

Calcolo dello schizzo principale

Nota.Verrà presa in considerazione una variante del tradizionale tetto a padiglione (classico) con un angolo di 45 ° rispetto all’orizzonte e verticale. L’installazione richiederà abilità avanzate del carpentiere.

Sistema di travi del tetto a padiglione Anca classica con supporto a = b: 1 – corsa in cresta; 2 – l’altezza dell’attico; 3 – cremagliera centrale (paletta); 4 – pendenza dell’anca; 5 – un numero di mogli; 6 – punto di proiezione della connessione delle nervature e della cresta; 7 – letto; 8 – trave del pavimento (serraggio)

L’introduzione di un’anca in un tetto a due falde implica l’installazione di pattini aggiuntivi per questa pendenza. Si chiamano costole o travi. Il resto delle travi dell’anca sono chiamate travi. In conformità con le leggi della geometria, la lunghezza dei polsini dipenderà dall’altezza dell’attico (soggetto ad un angolo di 45 °).

Sulla base dell’indicatore 45 °, è possibile calcolare facilmente le dimensioni proporzionali di base del tetto. Il punto più importante quando si crea uno schizzo e lo si trasferisce sul terreno è il punto di proiezione della giunzione dei bordi e della cresta (di seguito – il punto di proiezione).

Procedura operativa

1. Installare il Mauerlat sulla cintura corazzata usando ancore ad una profondità di almeno 1,5 volte lo spessore del Mauerlat. Angoli di taglio – mezzo albero.

2. Installare i letti e preparare i bignè.

3. Contrassegnare i punti della proiezione e installarli sui supporti (con un margine di altezza) rigorosamente in verticale su robusti montanti temporanei.

Sistema di travi del tetto a padiglione

4. Determinare l’altezza della cresta rispetto ad un piano orizzontale fisso – sovrapposizione o cintura corazzata, segnare e tagliare le cremagliere in altezza.

5. Collegare i rack con una pista di cresta (tavola) con un legame affidabile e slacciare il telaio centrale con pendenze e cinghie (il telaio centrale è il nome condizionale (fila) di rack, pista di cresta e montante, interconnessi da aste e pendenze aggiuntive).

Sistema di travi del tetto a padiglione

6. Installare le gambe della trave di due rampe parallele secondo il disegno. Fissare con un tornio temporaneo e installare le travi (traverse).

Sistema di travi del tetto a padiglione

7. Se la distanza tra le travi di supporto è superiore a 2,2 metri, un arresto intermedio chiamato sprengel viene posto sotto di esso. Questo è un palo verticale montato su una trave orizzontale, fissato al Mauerlat..

Sistema di travi del tetto a padiglione

8. Tagliare in posizione, installare e allentare le costole dell’anca. Si presume che la grondaia sia stata approvata..

Sistema di travi del tetto a padiglione

9. Montare le travi dell’anca delle pendenze parallele principali sulle costole dell’anca.

10. Installare le parentesi graffe dell’anca, fissando in modo sicuro tutti i nodi usando i metodi disponibili: viti autofilettanti, turbopropulsori, elementi di fissaggio filettati. Sotto ogni gamba della trave, è necessario effettuare tagli nel Mauerlat.

Sistema di travi del tetto a padiglione

11. Se la sporgenza della parte di lavoro delle travi è lunga più di 1,5 m, è necessario installare pali intermedi.

Il tetto a padiglione presenta due casi speciali comuni. Entrambe le varietà influenzano in qualche modo il design del giunto della trave del colmo e delle travi..

Il primo caso Tetto a padiglione

Questo è un tipo di tetto costituito da quattro fianchi, cioè non ha coppie parallele di pendenze di diverse dimensioni. Tutti i raggi sono esattamente gli stessi. Fondamentalmente, tali tetti sono utilizzati su gazebo o torri. L’avanzamento del lavoro consisterà nei punti 2, 3, 7, 8, 9 delle precedenti istruzioni. Per le loro dimensioni ridotte e la rigidità strutturale, possono essere fabbricati in una discarica o in un’officina e quindi montati con una gru.

Sistema di travi del tetto a padiglione

Sistema di travi del tetto a padiglione

Il secondo caso Tetto a padiglione senza supporti interni

Questa opzione è adatta se è necessario massimizzare l’uso dello spazio sottotetto, ad esempio nelle costruzioni commerciali. In questo caso, è meglio rendere l’angolo di inclinazione dell’anca più piatto – 22,5 ° o meno rispetto alla verticale, abbassato al punto di proiezione o 67,5 ° o più verso l’orizzonte. Ciò è necessario per evitare un carico eccessivo di neve..

Questo tipo di copertura rende utile fino al 90% della superficie del pavimento. Inoltre, la sua installazione richiede molta esperienza e ingegnosità. L’intera essenza della costruzione di questo tipo di sistema di travi è ridotta alla costruzione su supporti temporanei, che vengono smantellati dopo il rilascio finale. Il telaio è tenuto in posizione a causa della rigidità e della tensione uniforme di tutti gli elementi: un tale tetto fatto di un tubo profilato è un ordine di grandezza più affidabile di un legno.

Di particolare importanza quando si crea un tetto a padiglione non supportato è la pulizia dell’adattamento (precisione del taglio) degli elementi e l’affidabilità delle articolazioni. Qui è necessario utilizzare il più possibile elementi metallici, colla e barre filettate..

Quando si installa qualsiasi sistema di travi, prestare attenzione alla qualità del legname. Alcune larve di un tarlo o di uno scarabeo di corteccia sono sufficienti per la distruzione di qualsiasi sistema di travi in ​​legno entro 10 anni. Assicurati di trattare il legno con composti speciali..

Valuta l'articolo
( Ancora nessuna valutazione )
Condividi con gli amici
Suggerimenti su qualsiasi argomento da parte di esperti
Aggiungi un commento

Cliccando sul pulsante "Invia commento" acconsento al trattamento dei dati personali e accetto la informativa sulla privacy