Intonaco decorativo per facciate reso semplice

Sezioni dell’articolo



In questo articolo considereremo le questioni relative alla scelta del giusto rivestimento protettivo e decorativo per facciate. Scopriamo quali proprietà degli intonaci per facciate li rendono indispensabili in alcuni casi. E, naturalmente, discuteremo della tecnica di utilizzo di tali materiali da costruzione specifici..

Intonaco decorativo per facciate reso semplice

L’origine dell’intonaco della facciata

L’Europa ha da tempo imparato come risparmiare efficacemente le risorse energetiche e prendersi cura di migliorare la situazione ambientale, il che ha portato all’adozione di rigorosi standard per l’isolamento termico degli edifici. È proprio come elemento protettivo e decorativo dei sistemi di isolamento delle facciate che utilizzano il metodo di isolamento incollato, di cui abbiamo parlato nell’articolo precedente “Isolamento di facciate fai-da-te con schiuma”, che ci sono venute in mente tecnologie innovative di intonaco per facciate a strato sottile. Come sapete, in Russia da molto tempo si pensava che “non è necessario isolare, la cosa principale è che le pareti sono più spesse e belle”, quindi qui è possibile trovare spesso intonaco decorativo per facciate su una base di supporto spoglia. Ma il tempo passa e gli sviluppatori russi hanno iniziato a capire molto sul risparmio energetico, i cerotti per la finitura delle facciate si sono saldamente affermati nei cantieri del paese, hanno iniziato ad essere utilizzati esattamente per lo scopo previsto – come materiale di sistema che protegge i pannelli isolanti termici.

Cosa può intonacare la facciata

L’intonaco della facciata è un materiale da costruzione molto specifico che determina in gran parte l’esterno, la “faccia” dell’intera dimora, la sua originalità e identità. Anche due case adiacenti, costruite secondo lo stesso design standard, diventeranno diverse l’una dall’altra se le loro facciate vengono rifinite con tecniche e composti di intonacatura diversi. E il punto qui non è tanto nelle soluzioni a colori, anche se può essercene un numero illimitato, che non può che piacere ai designer e agli sviluppatori, ma piuttosto in un disegno sottile, così come una trama unica pronunciata.

Intonaco decorativo per facciate reso semplice

Lo scopo puramente decorativo degli intonaci per facciate è senza dubbio per molte persone, sebbene la loro funzione principale sia quella di proteggere le strutture e gli elementi portanti, nonché gli strati funzionali, ovvero l’isolamento esterno con il metodo dell’isolamento incollato. E, in effetti, c’è qualcosa da proteggere. Prima di tutto, è l’umidità atmosferica, e in secondo luogo, ecc. – si tratta di influenze meccaniche, luce ultravioletta solare, chimica aggressiva delle emissioni industriali. Si ritiene che, nonostante gli strati di finitura relativamente sottili, l’intonaco della facciata funga da ulteriore strato isolante e fonoisolante, è un’eccellente protezione antincendio di un edificio rivestito con polistirolo espanso.

Un parametro importante dei rivestimenti protettivi per facciate di finitura è la loro permeabilità al vapore e, allo stesso tempo, l’elevata resistenza alla diffusione dall’esterno..

I rivestimenti per facciate a strato sottile trattengono bene l’espansione giornaliera della temperatura dei materiali per pareti più esterne, questi indicatori sono incomparabilmente migliori di quelli della torta “liscia”: “intonaco sabbia-cemento – rete – stucco per facciate – pittura per facciate”. L’intonaco protettivo della facciata insieme al rinforzo fornisce un bozzolo affidabile con uno spessore di circa 7-9 mm e gli stucchi sono destinati a strati più sottili.

I cerotti per facciate possono nascondere, in una certa misura, le irregolarità locali nelle pareti. A causa della trama, è possibile evitare di eseguire il tipo più difficile di lavoro pittorico: lo stucco “per dipingere”, specialmente in circostanze aggravanti, come grandi aree e una potente fonte di luce laterale in costante movimento, che è il sole. Gli intonaci colorati non devono assolutamente essere dipinti.

Va notato che le proprietà degli intonaci sono simili a quelle delle pitture per facciate basate sugli stessi leganti, solo che sono più pronunciate a causa dello spessore del rivestimento di lavoro. La selezione e il dosaggio dei componenti polimerici forniscono moderni intonaci per facciate con buone caratteristiche di consumo, tra cui: elasticità, potere coprente, eccezionale adesione, anche su supporti non minerali (legno, acciaio …), semplicità e facilità di preparazione e applicazione, lunga durata, chiarezza ricette, tavolozze di colori corrispondenti, a volte autopulente.

Come scegliere un rivestimento protettivo per facciate

Con la scelta dell’intonaco, che userete sulla facciata della casa, infatti, iniziano i lavori sulla sua applicazione, poiché non tutti sono universali, alcuni richiedono una preparazione speciale della base, primer speciali, ecc..

Al momento, non è difficile trovare un rivestimento decorativo e protettivo per facciate ideale per scopi specifici. Il mercato è saturo di intonaci per elementi di facciata per vari scopi, con determinate proprietà e per ogni budget. I produttori nazionali importati e notevolmente migliorati stanno conducendo una concorrenza senza compromessi. Sempre più spesso è possibile trovare servizi come: forniture complesse di materiali, colorazione gratuita direttamente sull’oggetto o in studio, organizzazione di seminari di formazione e masterclass. Le tecnologie di produzione vengono costantemente migliorate, i costi diminuiscono, l’assortimento si espande. I composti per intonacatura vengono venduti sotto forma di miscele secche o paste polimeriche pronte all’uso, pigmentate nella massa o che richiedono una successiva verniciatura. Differiscono per tipo di legante, consistenza, dimensioni e tipo di riempitivo granulare. Diamo un’occhiata ai principali tipi di intonaci per facciate e scopriamo come scegliere quello giusto.

Intonaco decorativo per facciate reso semplice

Intonaci decorativi mineraliper le facciate sono realizzate sulla base di cemento, sono anche chiamate “cemento polimerico”. Sono forniti, di regola, sotto forma di una miscela secca pronta per l’uso in polvere, che deve essere diluita con acqua immediatamente prima di iniziare il lavoro e mescolata alla consistenza desiderata usando un utensile elettrico a bassa velocità. Sono applicati sui piani principali dei substrati minerali, pretrattati con primer fissanti con sabbia di quarzo. Gli intonaci polimero-cemento hanno una resistenza molto seria e resistenza all’abrasione, proteggono bene dall’umidità e hanno anche una buona permeabilità al vapore. Il loro unico inconveniente può essere considerato una piccola elasticità, che provoca una debole resistenza alle sollecitazioni meccaniche e alla comparsa di microcracking. L’indubbio vantaggio di questo tipo di intonaci è il loro prezzo accessibile, anche se ci sono opzioni VIP con trucioli di marmo, glitter, ecc. Le composizioni minerali non sono assolutamente infiammabili, quindi sono ampiamente utilizzate su facciate isolate con polistirolo espanso. Di solito, un cerotto così secco ha un colore bianco, è quasi impossibile colorarlo alla rinfusa, quindi, dopo aver applicato lo strato di finitura, sarà necessaria la pittura. È abbastanza semplice lavorare con intonaci polimero-cemento, anche un maestro alle prime armi può farlo.

Intonaci acrilici appartengono alla classe dei materiali sintetici, sono basati su polimeri ad alto peso molecolare – resine acriliche. Sono venduti come una formulazione pronta per l’uso e dispersibile in acqua. Gli intonaci acrilici hanno una buona adesione ai materiali minerali, sono molto elastici e resistenti alla deformazione del supporto. Le resine acriliche forniscono un bassissimo assorbimento d’acqua del rivestimento finito; pertanto, tali intonaci sono raccomandati per l’uso in condizioni di forti precipitazioni. Tra gli svantaggi va notato l’infiammabilità dei cerotti a base acrilica. La sfumatura principale è la bassa permeabilità al vapore e la difficile diffusione dell’anidride carbonica, di conseguenza non è consentito l’uso di intonaci acrilici su facciate isolate con lana minerale. Si scopre che l’umidità non passa attraverso il film acrilico e si deposita sulle piastre isolanti, riducendo drasticamente le loro proprietà di isolamento termico.

Intonaci ai silicati realizzato sulla base di vetro “liquido” di potassa. Tali rivestimenti sono molto idrofobici e hanno un’eccellente permeabilità al vapore e sono applicati su lana minerale. Le facciate rifinite con intonaco silicato non si rompono a causa dell’elasticità del rivestimento, che è anche antistatico, quindi non attira la polvere ed è facile da pulire. Sono presentati pronti; prima di applicare, devi solo mescolare la composizione. Gli svantaggi degli intonaci ai silicati comprendono la necessità di una rapida applicazione e, quindi, gli artigiani hanno una certa esperienza e abilità. La gamma di colori dei cerotti ai silicati è piuttosto limitata; sotto di essi devono essere utilizzati speciali primer ai silicati.

Intonaci silicanici (silossanici) sono a base di resine siliconiche, che conferiscono eccellenti caratteristiche al rivestimento finale della facciata. In realtà, questi sono i cerotti più avanzati e tecnologicamente avanzati, sono molto flessibili, impermeabili e hanno la durata più lunga. L’elevata permeabilità al vapore e l’eccellente adesione consentono l’uso di tali intonaci su qualsiasi supporto. I rivestimenti in silicone sono lavati in modo eccellente e persino autopulenti sotto l’influenza delle precipitazioni, perché sono stati sviluppati appositamente per le megalopoli con un’atmosfera problematica. Possono essere utilizzati senza problemi in prossimità di strade polverose e impianti industriali. Gli intonaci siliconici sono colorati in massa, hanno un buon potere coprente e sono facilmente applicabili alla base. Forse l’unico inconveniente dell’intonaco di facciata in silicone è il costo piuttosto elevato. È indispensabile utilizzare primer al silicone.

Un criterio importante per la scelta di un intonaco di facciata è il suo aspetto, che è in gran parte determinato dalla trama del rivestimento finito. È molto importante qui quale tipo e dimensione di riempitivo granulare viene utilizzato nella produzione di composizione protettiva e decorativa..

La trama più diffusa dei rivestimenti per facciate è lo scarabeo di corteccia o Monaco. Nel riempitivo, tali intonaci per facciate hanno un certo numero di grani singoli, ciottoli di dimensioni variabili da 1 a 4 mm. Strofinando una soluzione quasi fresca, il maestro traccia il rivestimento con particelle rotolanti.

Intonaco decorativo per facciate reso semplice

A seconda della direzione di movimento della grattugia di plastica e del modo di lavorare di una determinata persona, si ottengono vari effetti: orizzontale, verticale, circolare, caotico. Il diametro della grana rende la trama più morbida o più espressiva. Dipingendo uno scarabeo di corteccia già colorato con un rullo a pelo corto, puoi ottenere un interessante motivo bicolore che enfatizza la trama.

La trama “a ciottoli” si ottiene utilizzando nell’intonaco molti granelli della stessa dimensione, che durante la stuccatura vengono compattati e acquisiscono la consistenza di piccoli ciottoli densi. Si chiama anche “sotto il ciottolo”, pile, agnello, pelle d’oca …

Il legante di alcuni cerotti sono resine trasparenti. Contengono un segnaposto di un colore specifico o una combinazione di colori. Può essere sabbia di quarzo, piccoli ciottoli, scaglie di marmo e altri materiali simili. Questi composti vengono applicati e levigati con frattazzo metallico, dopodiché l’indurimento si indurisce, formando un rivestimento colorato “vetro”. Questa trama è chiamata “mosaico”, è spesso usata negli scantinati di edifici, balaustre e altri elementi complessi..

Molte aziende offrono intonaci strutturali per la facciata, la cui struttura è modellata utilizzando vari strumenti ausiliari, come: spugne, rulli strutturali, spazzole, raschietti, cazzuole, cazzuole, ecc. L’aspetto di questi rivestimenti può essere molto vario, limitato solo dalla fantasia e dall’abilità dell’esecutore. Hanno una frazione di grano di riempimento relativamente fine e sono molto appiccicosi sul substrato, il che consente loro di essere spruzzati. Pertanto, gli intonaci strutturali sono indispensabili per la finitura di superfici curve e geometricamente complesse..

Intonaco decorativo per facciate reso semplice

Effetti interessanti si ottengono combinando trame diverse su una facciata. Ad esempio, le pareti principali sono rifinite con intonaco strutturato con una frazione grossolana, circa 3 mm e sporgenti elementi decorativi, pendenze – con un rivestimento più liscio, ad esempio, con una grana di 1 – 1,5 mm.

Intonaco decorativo

La tecnologia di utilizzo di vari tipi di intonaci per la decorazione della facciata ha molto in comune. Conoscendo i principi di base di tale lavoro, alcuni punti pratici, puoi applicare con successo in modo indipendente un rivestimento protettivo e decorativo alla facciata, non ricorrere ai servizi di specialisti altamente pagati.

Strumenti di base e materiali ausiliari

Quindi, abbiamo già acquistato la miscela di gesso e siamo pronti per iniziare i lavori di intonacatura. Per decorare manualmente la facciata, abbiamo bisogno di un piccolo set di strumenti speciali.

L’applicazione di intonaco alla base, di regola, viene eseguita con una grattugia in acciaio inossidabile con angoli arrotondati, alcuni artigiani preferiscono lavorare con spatole, raccogliendo il composto da un falco in gesso. È conveniente applicare la composizione finita su una grattugia con una spatola metallica. Per le aree difficili da raggiungere, possono essere necessarie spatole strette di varie forme. Per dare allo strato di intonaco la consistenza necessaria e sigillare lo stucco, utilizzare grattugie di plastica. Abbiamo già parlato di strumenti per conferire consistenza ai cerotti strutturali..

Intonaco decorativo per facciate reso semplice

L’adescamento delle superfici viene solitamente eseguito con maklavits, con alcuni tipi di primer è del tutto possibile far fronte a un rullo filamentoso. Se prendi un listello di legno lungo 1,5-2 metri, con una sezione di circa 40×30, esegui un taglio dall’estremità con un angolo di 45 ° e fissi un pennello maklavitsa con viti lunghe, sarà molto comodo innescare grandi superfici, che di solito sono le facciate degli edifici. A proposito, i pennelli con maniglie rotte ottengono una seconda vita in questo modo. Ma il rullo è più comodo da mettere su un’asta di pittura telescopica. In luoghi difficili sono utili spazzole piatte, flauto, spazzole di diverse dimensioni.

Per preparare la soluzione, devi avere almeno un secchio di plastica da 20 litri, in cui puoi mescolare 25 chilogrammi di materiale. Un altro contenitore, possibilmente un volume più piccolo, deve essere tenuto con acqua pulita nel luogo di preparazione della soluzione, in esso dopo ogni lotto è necessario risciacquare la frusta, quindi sarà sempre pulito. Affinché la composizione di intonaco sia rigorosamente conforme alla ricetta, è necessario un contatore dell’acqua.

Mescoleremo una miscela secca, pronta per l’uso o miscelata con acqua, con un trapano elettrico relativamente potente con un telaio o un ugello a vite. È importante che sia a bassa velocità – circa 400-800 rpm. Non utilizzare un martello perforatore con un mandrino adattatore per questi scopi, un lungo lavoro in modalità rotazione ha un effetto dannoso sulla durata di questo costoso strumento. L’opzione migliore è quella di usarne una speciale.L’opzione migliore è quella di utilizzare un miscelatore speciale per preparare soluzioni, sono relativamente economici e molto convenienti per questo tipo di lavoro, poiché hanno un ugello lungo, impugnature laterali affidabili, potenza e velocità adeguate.

Intonaco decorativo per facciate reso semplice

Per ottenere una copertura davvero di alta qualità, sarà necessario organizzare un’illuminazione laterale artificiale. Un faretto stradale con una lampada alogena può essere un’ottima fonte di luce. Vale la pena fare un treppiede per lui con materiali di scarto o acquistarne uno di fabbrica. Preparare una prolunga elettrica della lunghezza appropriata.

Al fine di proteggere le superfici finite e i vari elementi dell’edificio dalla contaminazione, è necessario fare scorta di nastro per mascheratura e materiale di copertura: cartone, polietilene.

Posto al lavoro

La cosa principale nel lavoro di facciata sono le impalcature e le impalcature correttamente esposte. È molto importante che gli artigiani abbiano libero accesso all’area della base, che è prevista per essere intonacata in un giorno lavorativo, di norma, questa è un’intera parete da un angolo all’altro.

Intonaco decorativo per facciate reso semplice

In modo che le cremagliere e le traverse delle impalcature non interferiscano con i processi tecnologici, devono essere ad almeno 20 cm di distanza dalle pareti e ad almeno 30 centimetri quando si applica l’intonaco a spruzzo. Gli specialisti più esperti preferiscono allungare una fitta rete sopra l’impalcatura, che protegge la soluzione appena applicata dalla luce solare diretta, dal vento, dalla pioggia laterale. Gli elementi di fissaggio dell’impalcatura alle pareti devono essere smontati e sigillati i fori.

Un’adeguata illuminazione delle superfici di lavoro dovrebbe essere dotata di lampade elettriche e faretti.

Raccomandiamo di coprire finestre, porte, guaine del tetto, varie staffe per facciate, tubi del gas e altri elementi con nastro adesivo. Nastro anche le possibili linee di separazione di trama e colori. Coprire l’area cieca, il tetto del portico o il bovindo con pellicola trasparente, cartone.

Preparare con cura il luogo in cui la soluzione verrà miscelata. Dovrebbe essere un’area piana di un’area sufficiente, preferibilmente sotto una tettoia o all’interno. È necessario posare il pavimento, coprire le pareti e vari oggetti situati vicino al muro con un foglio. Si consiglia di erogare acqua ed estrarre il materiale necessario per un turno di lavoro. A volte ha senso preparare in anticipo un alimentatore di riserva se sono possibili interruzioni nelle reti pubbliche.

In alcuni casi, nell’area di lavori pericolosi sulla facciata, ad esempio impalcature, è necessario limitare il passaggio delle persone e anche le auto parcheggiate troppo vicine possono interferire. Utilizzare nastro di allarme o recinzioni temporanee.

Tempo metereologico

L’intonacatura della facciata deve essere eseguita solo a una temperatura superiore allo zero stabile, la maggior parte dei produttori indica l’intervallo da +5 a +25 gradi. In estate, molti artigiani preferiscono lavorare al mattino e alla sera; proteggono la superficie dai raggi diretti del sole con una rete. Non sono richiesti requisiti meno gravi per l’umidità. Questo non è più del 10% per la base e non più dell’80%: l’umidità dell’aria consentita. Il forte vento e la pioggia possono anche danneggiare la qualità dello strato di intonaco. Non lesinare sulla preparazione del rifugio, controlla le previsioni del tempo per domani.

Ancora una volta sulla preparazione della superficie

Il muro dovrebbe essere uniforme, la trama dell’intonaco decorativo nasconderà solo piccoli errori sul piano, non dimenticare, il nostro rivestimento è molto sottile – da 1 a 4 mm. È necessario che la superficie abbia una resistenza sufficiente. I grani grossolani del riempitivo dovrebbero rotolare mentre la grattugia si muove, ma non premere nella base. Uno strato rinforzato realizzato con competenza sulla parte superiore dell’isolamento farà fronte perfettamente a questo compito..

Intonaco decorativo per facciate reso semplice

Quando si lavora con qualsiasi tipo di intonaco per facciate, le pareti devono essere innescate. Molto spesso, viene utilizzato un primer con sabbia di quarzo, che copre saldamente la base, fornisce un’adesione eccellente e, a causa della superficie ruvida, l’intonaco è molto facile da applicare. A seconda del tipo di legante dei rivestimenti polimerici protettivi e decorativi della facciata, i primer dovrebbero essere simili – silicato, silicone … A volte devono essere tinti del colore della finitura selezionata.

Preparazione e regole per lavorare con le soluzioni

Versare la quantità necessaria di acqua nel contenitore preparato, quindi versare gradualmente la miscela secca e mescolare accuratamente la soluzione per 1-2 minuti. Successivamente, l’intonaco deve essere infuso per diversi minuti, “maturare”, ora deve essere nuovamente mescolato. La miscela corretta è omogenea senza grumi e bolle d’aria. Il tempo di lavorare con la composizione pronta è limitato, non mescolarlo troppo. Non aggiungere acqua a intonaci polimero-cemento addensati, basta mescolarli con un trapano.

Gli intonaci sintetici pronti devono essere semplicemente miscelati prima dell’uso. Tenere chiusi i secchi di materiale. Quando si apre, assicurarsi che nessuna particella secca della composizione penetri nell’intonaco dal coperchio. L’ugello del miscelatore deve essere sempre pulito, sciacquarlo in un contenitore speciale.

Attenzione! Tutti i composti intonaci devono essere periodicamente miscelati durante il funzionamento..

Applicazione di malta al muro

Prendiamo l’intonaco dal secchio con una spatola e già applichiamo la soluzione finita al muro con una grattugia o una spatola di metallo. È molto importante che l’intonaco venga applicato in modo uniforme, senza spazi vuoti e cedimenti. Lo spessore dello strato dovrebbe essere uguale al diametro del grano aggregato; per questo, la miscela viene allungata sulla superficie come uno stucco fino a quando non compaiono piccoli graffi e scanalature. La soluzione in eccesso viene raccolta in un vassoio e mescolata. Lo strumento deve essere tenuto ad un angolo di circa 60 °, con una pressione moderata sulla base.

Mentre l’intonaco sintetico è bagnato, levigalo con una spatola metallica, conferendo al rivestimento la trama desiderata..

Le composizioni minerali, ad esempio, con una trama di scarabeo di corteccia, passano anche per la prima volta attraverso uno strato bagnato, praticamente senza pressione, usando una piattaforma di plastica con angoli arrotondati. Inoltre, se il materiale si attacca, ciò significa uno spessore eccessivo dello strato che deve essere rimosso. Se le scanalature non compaiono affatto sulla superficie, aggiungere la soluzione.

Intonaco decorativo per facciate reso semplice

La seconda volta che il rivestimento viene lavorato dopo un certo ispessimento del materiale sulla superficie, quando smette di aderire a una grattugia asciutta e pulita, di solito dopo 10-20 minuti. Ora i movimenti dovrebbero avere una chiara direzione da cui dipende il disegno, più pressione deve essere applicata. Il compito principale è quello di trovare la media d’oro tra la levigatezza del rivestimento e la visibilità delle scanalature. In ogni caso, è necessario un modello uniforme su tutto il muro..

Una volta terminata la formazione della trama, è necessario rimuovere immediatamente il nastro protettivo protettivo e rimuovere tutti i cedimenti vicino alle strutture che la racchiudono.

Raccomandazioni generali per la tecnica di lavorazione con intonaci per facciate

Non utilizzare composizioni con numeri di lotto diversi sulla stessa parete.

Fai delle prove di intonaco su piccole superfici, calcola l’ampiezza e la traiettoria dei movimenti, sperimenta la trama, il colore. I resti di muro a secco sono perfetti per questi scopi. Fissali verticalmente e non dimenticare di innescarli per primi.

Sulla facciata, per iniziare il lavoro, selezionare una parete piccola o sottile. Questo ti aiuterà a elaborare la tecnologia indolore..

È meglio applicare l’intonaco della facciata contemporaneamente su tutto il muro “da un angolo all’altro”, usando il metodo “bagnato su bagnato”. Se c’è un’interruzione e qualsiasi giunto si asciuga, sarà sicuramente visibile. Puoi facilmente interrompere la separazione di colori e trame, sotto i tubi del sistema di tempesta. In altri casi, si consiglia di attaccare il nastro protettivo sulla base lungo la linea verticale delle finestre, in modo che il giunto sia il più corto possibile, separando così il bordo. Successivamente è necessario applicare l’intonaco, formare completamente la trama e rimuovere immediatamente il nastro adesivo.

È meglio intonacare grandi pareti con gli sforzi di due persone. Allo stesso tempo, l’opzione ideale è se un master applicherà e livellerà la soluzione e un’altra persona che segue formerà la trama di finitura. Di solito iniziano a lavorare dall’angolo in alto, spostandosi verso il basso usando una “scala”.

Gli angoli interni ed esterni vengono eseguiti quando uno dei piani adiacenti è già finalmente pronto.

Controllare la qualità dell’applicazione della malta usando una luce laterale di un faretto.

Intonaco decorativo per facciate reso semplice

Prima di verniciare e verniciare, l’intonaco finito deve essere trattato con un fondo acrilico o silossanico penetrante, a seconda del tipo di rivestimento di facciata.

Rispettare le interruzioni di produzione tra le operazioni specificate dai produttori di materiali. Seguire esattamente le istruzioni per l’uso.

Valuta questo articolo
( Ancora nessuna valutazione )
Aggiungi commenti

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: