Costruzioni di scale

Ogni giorno, ognuno di noi deve ripetutamente scendere e salire le scale. Una scala è una costruzione così familiare ad ogni persona che poche persone pensano a come, di fatto, è organizzata una scala. Nel frattempo, una scala è un elemento integrale di un’abitazione umana, che deve essere costruita secondo determinate regole e proporzioni..

Disposizioni generali

La conoscenza e la comprensione di queste regole sono particolarmente importanti nei casi in cui è necessario fabbricare autonomamente scale in un locale residenziale o di servizio, ad esempio in una casa di campagna. È possibile creare diverse classificazioni dei tipi di scale in base alle caratteristiche di progettazione o ai materiali utilizzati. Tuttavia, nel nostro caso, è ragionevole dividere le scale in base al loro scopo funzionale, che può essere il seguente:

1. Scala che conduce da un livello dell’abitazione all’altro (scala a più livelli);
2. Una scala che conduce a un locale non residenziale, ad esempio, a un seminterrato o una soffitta (tale scala può essere semplicemente collegata);
3. Scala sulla strada di fronte all’ingresso della casa – scala esterna.

Storicamente, si sono sviluppati due tipi principali di strutture per scale: scale dritte e a chiocciola. Puoi persino designare i più antichi prototipi di tali strutture: questa è una serie di gradini disposti sul fianco della collina, che causano una salita in linea retta (scala dritta) e rami di alberi, che implicano un aumento a spirale (scala a chiocciola). Tra questi tipi estremi di scale, dovrebbe essere designato anche il tipo intermedio e più comune di scala girevole..


Figura. 1. Scala a chiocciola

In effetti, la salita in linea retta è la più comoda e richiede il minimo sforzo fisico, ma allo stesso tempo, una scala a volo singolo, anche in un volo, occupa una buona area utilizzabile. Una scala a chiocciola richiede un’area molto più piccola, ma allo stesso tempo presenta alcuni svantaggi in termini di movimento lungo di essa (vedi fig.1). Ciò è dovuto al fatto che ogni gradino di tale scala ha una larghezza ineguale nel piano, che aumenta con la distanza dal centro. Tali passaggi sono chiamati passi dell’avvolgitore. Il percorso ottimale per salire su una scala a chiocciola è il percorso al centro dei gradini.

Una fila continua di gradini della marcia della scala girevole fornisce un percorso rettilineo per la salita, mentre i voli stessi si trovano ad un angolo (90 o 180 gradi) l’uno rispetto all’altro, il che porta ad una diminuzione dell’area totale occupata dalle scale.

Puoi essere convinto dalla tua esperienza che salire una rampa di scale, che ha più di 10 gradini, non è molto conveniente. Pertanto, è consuetudine dotare le scale di piattaforme intermedie. Tali siti, in primo luogo, forniscono un po ‘di riposo durante la salita e, in secondo luogo, ti consentono di impostare la prossima marcia in una direzione diversa. Gli svantaggi di una scala a due rampe rotante comprendono l’inconveniente di trasportare oggetti ingombranti (ad esempio mobili) lungo tale scala.


Figura. 2. Scala a un quarto di giro

In pratica, per fornire la salita più accettabile sotto tutti gli aspetti da un livello (piano) a un altro, è sufficiente una scala con due rampe. Il secondo volo (superiore) può essere posizionato ad angolo retto rispetto al primo, in questo caso la scala viene chiamata un quarto di giro (vedi fig.2), o con un angolo di 180 gradi – scala a U (vedi fig.3). Se le due rampe di scale superiori si discostano dalla piattaforma intermedia in direzioni diverse, la scala si chiama altalena. Una scala che ha più di due voli è chiamata volo multiplo.


Figura. 3. Scala a semigiro

Inoltre, è possibile distinguere un tipo intermedio di scale tra le strutture rotanti e a spirale. (vedi fig.4). La sua particolarità sta nel fatto che al posto di una piattaforma intermedia, viene eseguito un segmento di una scala a chiocciola con gradini avvolgitore. Nella direzione di svolta tra i voli, si distinguono le scale destra (movimento in senso orario) e sinistra (movimento in senso antiorario).


Figura. 4. Tipo intermedio di scale

Ci sono alcuni standard che devono essere rispettati durante la costruzione e l’installazione di scale. Deve esserci una distanza di almeno 2 metri in verticale tra due voli o tra il volo e il soffitto per garantire la libera circolazione di un adulto. La larghezza della marcia dovrebbe consentire il movimento simultaneo di due persone su per le scale e in ogni caso non può essere inferiore a 600 mm.

Una recinzione affidabile è anche parte integrante della maggior parte delle scale. I recinti sono disposti in forma di corrimano con un’altezza di almeno 900 mm, in grado di sopportare i carichi corrispondenti.

Costruzioni per scale

Ora che abbiamo familiarizzato con i principi di base della costruzione di scale, possiamo dare un’occhiata più da vicino alla costruzione di una scala..

Ogni gradino della scala è costituito da due elementi: un battistrada e un montante. Le loro dimensioni e il rapporto determinano le proporzioni e, in una certa misura, la pendenza delle scale. L’esperienza pratica mostra che per creare le condizioni ottimali per salire le scale, si dovrebbe essere guidati principalmente dalle considerazioni sulla convenienza di questo movimento..

Il parametro principale per la scelta del rapporto tra la larghezza del battistrada e l’altezza del montante è la larghezza del gradino umano. Ogni gradino successivo su per le scale deve essere uguale a quello precedente. In effetti, è sufficiente solo immaginare di scendere o salire le scale con gradini di diverse altezze, poiché diventano evidenti tutti i vantaggi di una struttura con proporzioni costanti e corrette..


Figura. 5. Costruzione della scala
1 – battistrada;
2 – riser;
b – larghezza del battistrada;
h – altezza del montante

La larghezza del battistrada (b) è la distanza orizzontale tra i bordi anteriori di due gradini inferiori e superiori della scala adiacenti. Altezza montante (h) – la distanza verticale tra i piani dei gradini dei gradini adiacenti (vedi fig.5). La regola di base per ottenere la proporzione richiesta del gradino può essere formulata come segue: la somma raddoppiata dell’altezza del montante e della larghezza del battistrada dovrebbe essere di 600–650 mm. Ad esempio, se l’altezza del montante è di 160 mm, la larghezza del battistrada dovrebbe essere di 280–330 mm..

Tuttavia, non tutte le dimensioni che si adattano formalmente all’equazione di cui sopra possono essere applicate nella pratica. Ad esempio, un gradino con un montante alto 90 mm e una larghezza del battistrada di 470 mm soddisfa solo i requisiti specificati, ma non la comodità di salire le scale. Pertanto, l’altezza del montante ha determinate dimensioni che possono variare da 140 a 170 mm, con valori estremamente ammessi di 120 e 200 mm. In pratica, la larghezza del battistrada è compresa tra 280 e 300 mm, ma non inferiore a 250 mm. Di solito, la larghezza reale del battistrada viene persino leggermente aumentata rispetto a quella calcolata (di circa 20 mm).

Per determinare l’altezza del montante, prima di tutto, dovresti misurare la distanza tra i piani da collegare tramite le scale. Questo può essere fatto secondo il disegno, ma è meglio direttamente sul posto, poiché l’altezza reale a volte differisce in qualche modo da quella calcolata. Se l’altezza del montante viene scelta in anticipo, potrebbe verificarsi una situazione in cui il numero di gradini sulla scala non è intero. Pertanto, è più corretto dividere l’altezza delle scale per un numero intero di gradini, per ottenere di conseguenza l’altezza del montante richiesta e calcolare di conseguenza la larghezza del battistrada corretta.

In questo caso, dovrebbero essere prese in considerazione altre due regolarità per costruire una dimensione del gradino ottimale. Le più convenienti sono le scale con un rapporto battistrada-montante b – h = 120 mm. Questa equazione è chiamata “formula di convenienza”. Allo stesso tempo, per il movimento più sicuro, è più affidabile di una struttura con un rapporto di b + h = 460 mm (la cosiddetta “formula di sicurezza”).

Va inoltre tenuto presente che la larghezza del battistrada dovrebbe fornire la capacità di supportare in modo completo e affidabile l’intera superficie del piede su di esso. Se il battistrada è troppo stretto, la gamba potrebbe scivolare via quando si abbassa. Se il battistrada, al contrario, è troppo largo, quando si alza la gamba, di regola, non poggia sul centro dell’intero piede.

Il rapporto tra il battistrada e il montante determina la pendenza delle scale. Ci sono scale delicate (pendenza fino a 38 gradi) e ripide (pendenza da 38 a 45 gradi). Se la larghezza del battistrada è uguale all’altezza del montante, la scala ha una pendenza di 45 gradi, che è il limite per i locali residenziali. Le scale interne hanno in genere una pendenza di 38 gradi. Allo stesso tempo, le scale per i locali di servizio (ad esempio, verso l’attico) possono avere una pendenza di oltre 45 gradi. In tali casi, di solito sono resi allegati. Il rapporto più alto tra montante e battistrada per uso residenziale è 1: 2 (ad es. 150: 300 mm).

Il numero di gradini in una rampa di scale può essere compreso tra 3 e 18 (sebbene una rampa con più di 10 gradini non sia molto conveniente), in questo caso, è desiderabile che il loro numero sia dispari. La base strutturale per i gradini è di solito due travi inclinate. Nel caso in cui si trovino sotto e i passaggi si posino su di essi, i raggi sono chiamati kosoura. Se le travi si trovano sui lati e i gradini sono tagliati in esse o rinforzati con spine, le travi sono chiamate corde.

Materiali per la realizzazione di scale

Una vasta gamma di materiali da costruzione può essere utilizzata per la fabbricazione di scale. La loro scelta dipende sia dallo scopo funzionale delle scale sia dalla loro posizione. Per l’implementazione di scale esterne, sono più adatti materiali durevoli che non temono l’umidità e le variazioni di temperatura: mattoni, metallo o cemento. Il legno utilizzato per la fabbricazione di scale esterne richiede un trattamento aggiuntivo con antisettici.

Inoltre, è necessario tenere conto della possibilità di glassare sui gradini in inverno. Per aumentare la sicurezza di tali scale, le superfici del battistrada devono essere ondulate. Le scale esterne in mattoni o cemento possono essere ulteriormente rivestite con vari materiali di finitura. Per questo, vengono utilizzate piastrelle in pietra (granito o marmo) o piastrelle (incluso mosaico)..

Le scale interne sono generalmente in legno o metallo. Va notato qui che la fabbricazione di una struttura metallica richiede attrezzature speciali e, in termini di complessità e intensità di manodopera, è un ordine di grandezza superiore a strutture simili realizzate in legno. Allo stesso tempo, le scale in metallo sono molto più resistenti e affidabili di quelle in legno e in ogni caso sono più sicure in termini di sicurezza antincendio..

Nella fabbricazione di scale in legno, viene spesso utilizzato legno di quercia e pino (vengono utilizzate anche altre conifere – cedro o larice). La quercia ha una densità più elevata e, di conseguenza, più affidabile in uso. Le conifere sono notevolmente più morbide della quercia, ma più convenienti nella lavorazione. Il contenuto di umidità del legno utilizzato per la fabbricazione delle scale deve corrispondere al contenuto di umidità della stanza in cui verrà posizionato. La varietà esistente di modelli di scale consente di utilizzare sia legno che metallo per la loro fabbricazione..

Abbiamo esaminato le principali caratteristiche del design e le proporzioni delle scale. In futuro verrà data una descrizione più dettagliata della tecnologia per realizzare scale diritte e rotanti, a chiocciola, fisse ed esterne.

Valuta l'articolo
( Ancora nessuna valutazione )
Condividi con gli amici
Suggerimenti su qualsiasi argomento da parte di esperti
Aggiungi un commento

Cliccando sul pulsante "Invia commento" acconsento al trattamento dei dati personali e accetto la informativa sulla privacy