Prezzi degli appartamenti in aumento

L’offerta sul mercato immobiliare a Mosca nell’ultimo anno è diminuita del 40% e continua a diminuire. Il deficit ha portato al fatto che i prezzi delle case a Mosca sono aumentati di un altro 36,4%. Gli appartamenti con una camera nelle case a pannelli stanno diventando più costosi di altri.

Nel 2005, l’aumento dei prezzi degli appartamenti a Mosca è stato del 36,4% e nella prima metà dell’anno gli appartamenti sono aumentati in media solo del 9,7%. Ma nella seconda è iniziata la crescita attiva e gli appartamenti sono aumentati di un altro 24,4%. L’aumento dei prezzi è stato particolarmente evidente a dicembre, pari al 5,4%, che è stato il più alto dell’intero 2005. Queste sono le conclusioni raggiunte dagli esperti dell’agenzia immobiliare “Savva”.

Soprattutto i monolocali sono aumentati di prezzo. La crescita dei prezzi per tali alloggi ha raggiunto il 41,4%.

Innanzitutto, ciò è dovuto all’elevata attrattiva per gli investimenti degli appartamenti monolocali: tali alloggi vengono spesso acquistati per l’affitto successivo.

La crescita dei prezzi degli appartamenti bilocali e trilocali nell’ultimo anno è stata rispettivamente del 37,3% e del 33,1%.

I principali fattori che hanno influenzato l’aumento dei prezzi nel 2005 sono stati la crescita del benessere della popolazione e il maggiore afflusso di residenti non residenti per studiare e lavorare a Mosca, affermano gli esperti..

Gli esperti ritengono che un altro motivo per la carenza di nuovi edifici sul mercato sia la rapida domanda di alloggi, dal momento che il ritmo della costruzione di alloggi è molto indietro rispetto alla domanda esistente. Gli esperti associano la riduzione dell’offerta, prima di tutto, alla promulgazione prematura della legge sulla costruzione condivisa in vigore la scorsa primavera. “La legge sulla costruzione condivisa ha distrutto il consueto schema di finanziamento delle costruzioni e ha portato al fatto che le piccole aziende hanno iniziato a essere espulse dal mercato – dopo tutto, in conformità con le nuove disposizioni della legislazione, è diventato più difficile per loro attrarre finanziamenti per la costruzione di strutture. Di conseguenza, i piccoli e medi investitori stanno demolendo i loro progetti, le case rimangono incompiuti, il numero di offerte sul mercato primario sta diminuendo “, spiega Elena Masyutina, direttore dello sviluppo di ScanRealty.

“La legge sulla costruzione condivisa ha ridotto l’attrattiva degli investimenti dell’intero mercato nel suo insieme”, afferma Alena Brigadnova, capo del dipartimento immobiliare della città di Soho Realty.

La conseguenza del massiccio afflusso di non residenti a Mosca fu un aumento delle tariffe di affitto degli alloggi. In condizioni in cui il costo del noleggio di un “odnushka” inferiore era pari al pagamento mensile di un mutuo, molti hanno pensato di passare dagli inquilini agli acquirenti.

Tuttavia, secondo la testimonianza degli specialisti di ScanRealty, l’ipoteca oggi non è un fenomeno di massa tale da parlare del suo impatto significativo sul potere d’acquisto della popolazione, nonostante sia evidente la prospettiva del suo rapido sviluppo.

“Con la crescente concorrenza in questo settore, le banche commerciali stanno gradualmente riducendo i tassi, ma finora in modo non molto evidente – in media del 2%”, spiega Elena Masyutina. “Ma la tendenza sta crescendo e crediamo che in 3-4 anni la Russia sarà in grado di avvicinarsi alle norme europee – 5-6% all’anno “.

Tutte queste tendenze hanno portato al fatto che il settore immobiliare residenziale di classe economica è stato il leader nella crescita dei prezzi nel dicembre 2005. I record sono battuti dal costo per metro quadrato di un “pannello standard”, che è cresciuto del 7,62% solo a dicembre, e di un cosiddetto pannello con una piccola cucina (crescita – 6,23%). Alla fine dell’anno, si potrebbe osservare un aumento abbastanza uniforme dei prezzi in tutte le categorie, ad eccezione degli alloggi di lusso: pannelli di nuovi edifici e case di mattoni “stalinisti”, in cui la crescita era notevolmente inferiore e ammontava rispettivamente a circa il 23% e il 27%. Gli analisti ritengono che il fatto di un leggero aumento dei prezzi per i nuovi edifici a pannelli possa essere spiegato dal deflusso degli acquirenti dal mercato immobiliare primario a quello secondario, a causa dei rischi di investire denaro in nuovi edifici..

Nel dicembre 2005, il volume delle offerte di immobili residenziali è diminuito del 10,3%. Complessivamente, nel corso dell’anno, il volume delle proposte è diminuito del 40% (di oltre 11.500 appartamenti).

Secondo ScanRealty, la riduzione di dicembre del volume delle offerte sul mercato è stata in media del 13,4%, vale a dire ancora meno. Questo indicatore varia a seconda delle categorie di segmenti immobiliari e di mercato. Quindi, ad esempio, nella categoria delle case a pannelli a dicembre c’è stata la più alta diminuzione del volume dell’offerta – 17,6%, ma nella categoria delle case costose l’offerta di dicembre è diminuita solo del 7-8%.

“Per quanto riguarda gli indicatori dell’anno, a nostro avviso, le informazioni fornite sono in qualche modo esagerate, – osserva Elena Masyutina. – Nella prima metà del 2005, il mercato immobiliare era stagnante, un certo stock di oggetti accumulati, che sono stati successivamente venduti. Nel gennaio 2005 il numero di offerte sul mercato primario è diminuito del 20-25%. “

Valuta l'articolo
( Ancora nessuna valutazione )
Condividi con gli amici
Suggerimenti su qualsiasi argomento da parte di esperti
Aggiungi un commento

Cliccando sul pulsante "Invia commento" acconsento al trattamento dei dati personali e accetto la informativa sulla privacy