Cosa devi sapere in modo da non essere sfrattato dal tuo appartamento per i debiti delle case e dei servizi comunali

Sezioni dell’articolo



Nella legislazione russa, i motivi per lo sfratto di inquilini e proprietari di appartamenti sono molto diversi..

Motivi di sfratto degli inquilini

Il Codice abitativo afferma che lo sfratto da un appartamento di persone che vivono in loro con un contratto di lavoro sociale è possibile solo dopo che il pagamento delle bollette è stato ritardato di 6 mesi. Allo stesso tempo, lo stato è obbligato a fornire alla persona sfrattata altri alloggi secondo le norme dell’ostello (6 metri a persona).

Motivi di sfratto dei proprietari di appartamenti

Se l’appartamento, per il quale esiste un grande debito per i servizi pubblici, è l’unica residenza di un russo, non può essere sfrattato affatto. Ciò è espressamente vietato dall’articolo 446 del codice di procedura civile. Questo divieto non si applica ai proprietari di più appartamenti..

Come non perdere un appartamento per mancato pagamento delle utenze

Il codice afferma che le persone che vivono in alloggi sociali possono essere sfrattate dopo 6 mesi di mancato pagamento, ma non si fa menzione di alcun legame tra lo sfratto e l’ammontare del debito nel complesso residenziale. È sufficiente che il datore di lavoro paghi le bollette mensili per qualsiasi importo, anche il più piccolo (ad esempio, 100 rubli) per evitare lo sfratto.

Lo sfratto dall’appartamento avviene solo con una decisione del tribunale. Per evitare la perdita di un appartamento, durante il periodo di prova, è possibile fare riferimento a validi motivi che non hanno consentito il pagamento tempestivo delle bollette. Questi includono:

  • lungo ritardo nei salari;
  • la presenza di figli minori a carico;
  • licenziamento dal lavoro;
  • difficile situazione finanziaria.

Il tribunale ascolterà certamente gli argomenti del debitore, perché le decisioni di sfrattare gli inquilini da un appartamento per i debiti vengono prese molto raramente in Russia. Secondo il Comitato per le abitazioni, su 30.000 azioni legali per risolvere un accordo di lavoro sociale depositato nel 2014 presso i tribunali russi, solo 7 sono state soddisfatte..

Procedura di recupero crediti da parte dei proprietari di casa

Certo, è impossibile sfrattare il proprietario dall’appartamento, a condizione che non abbia altri alloggi, ma ciò non significa che il mancato pagamento dei servizi non lo minacci. Al momento in Russia la maggior parte delle case è nel bilancio delle società di gestione. Pertanto, in presenza di ingenti debiti per servizi di pubblica utilità, la società di gestione invia una lettera al proprietario della casa con la richiesta di estinguere il debito. Se l’inquilino prende contatto, la società di gestione può concordare con lui un piano di pagamento rateale o altri termini di pagamento preferenziali, se l’inquilino si rifiuta categoricamente di pagare, le parti si incontrano già in tribunale..

Se viene presa la decisione di riscuotere un debito, i dipendenti della società di gestione ricevono un atto di esecuzione e lo consegnano agli ufficiali giudiziari che iniziano a lavorare per riscuotere il debito. Gli esecutori, ovviamente, non possono impadronirsi dell’unica proprietà del debitore, ma questo divieto non si applica ad altre proprietà. L’arresto può essere imposto a:

  • elettrodomestici;
  • macchina;
  • altra proprietà mobile del debitore.

La proprietà sequestrata viene venduta all’asta, a causa della quale il debito viene estinto. Il debito può anche essere cancellato dal conto bancario del debitore.

Questo metodo di pagamento del debito costerà al proprietario dell’appartamento molto più del solito pagamento per le bollette, perché un ulteriore 7% viene aggiunto all’importo del debito (pagamento per gli ufficiali giudiziari). Non dimenticare il pagamento degli interessi, che si accumula durante il ritardo nel pagamento, e anche il fatto che dopo aver incassato le fatture attraverso il tribunale, la probabilità di ottenere un prestito dalla banca diminuisce.

Come richiedere un sussidio

All’inizio del 2015, una delle agenzie di raccolta a Mosca ha condotto uno studio sulle condizioni economiche dei inadempienti delle abitazioni e dei servizi comunali in uno dei quartieri della città. I risultati sono stati sorprendenti: più della metà dei non-pagatori hard-core sono persone piuttosto abbienti. Il motivo del loro crescente debito per l’edilizia abitativa e i servizi comunali è di solito la riluttanza a pagare per i servizi che non usano, la banale dimenticanza o il cambio di residenza (quando il proprietario di una quota in un appartamento si trasferisce, ma i debiti per l’edilizia abitativa e i servizi comunali continuano ad accumularsi in suo nome).

Ma spesso i non pagatori di alloggi e servizi comunali sono anche disoccupati o poveri russi. La ragione del loro debito crescente è di solito una – una banale mancanza di fondi. Per ridurre l’importo del pagamento per l’edilizia abitativa per i cittadini a basso reddito, il governo della Federazione Russa propone di erogare un sussidio che compensa parte dei pagamenti per i servizi di alloggio.

A chi viene concesso il sussidio

Secondo il Codice abitativo, può essere ricevuto sia dai proprietari di appartamenti che dalle persone che li abitano con un contratto sociale. Il livello di reddito che consente di beneficiare di una sovvenzione dipende dagli standard regionali per il costo degli alloggi e dei servizi comunali, stabiliti da ciascuna entità costituente della Federazione Russa.

Importo e termine dei pagamenti

L’importo degli aiuti di Stato varia in base al livello di reddito, al numero dei familiari e al costo degli alloggi e delle utenze. Ad esempio, a Samara la dimensione del sussidio per un disoccupato, a condizione che spenda circa 5 mila rubli in bollette, è di 2729 rubli al mese. I pagamenti vengono effettuati entro 6 mesi.

Procedura di registrazione

Per ricevere un sussidio, è necessario contattare l’ufficio distrettuale del Centro insediamento unificato. Lì, oltre a una domanda di sussidio, è necessario presentare i seguenti documenti:

  • documenti di identità;
  • documenti che confermano il diritto di possedere o utilizzare l’appartamento;
  • documento che conferma il pagamento per i servizi di utilità per l’ultimo mese;
  • documento sulla presenza o assenza di debito per servizi di pubblica utilità;
  • certificato di reddito degli ultimi 6 mesi;
  • dettagli e numero di conto bancario per il trasferimento della sovvenzione.

La decisione di concedere una sovvenzione viene presa entro 10 giorni dalla presentazione dei documenti.

Lo statuto delle limitazioni mito

È diffusa la convinzione che le bollette possano essere facilmente evitate. È sufficiente non pagare per tre anni e dopo che arriva lo statuto delle limitazioni, quindi il debito non può più essere riscosso.

In effetti, lo statuto generale delle limitazioni ai sensi della legge russa è di tre anni. E quando gli inquilini pagavano i servizi di pubblica utilità direttamente alle organizzazioni che forniscono servizi di pubblica utilità, questo modo di sbarazzarsi del debito era del tutto possibile. Gli avvocati di servizi idrici della città o gorgaz semplicemente non hanno avuto il tempo di presentare denunce contro tutti i debitori.

Ma nella realtà di oggi, non dovresti appuntare le tue speranze sullo statuto dei limiti: sempre più case vengono trasferite nel bilancio delle società di gestione (MC). In alcune entità costituenti della Federazione Russa, il 100% dei condomini è già elencato sotto il codice penale.

I contratti per il pagamento delle bollette vengono generalmente stipulati tra la società di gestione della casa e i fornitori di servizi di pubblica utilità e qualsiasi ritardo nei residenti dell’edificio con il pagamento per l’alloggio e le utenze porta a perdite per la società di gestione. Pertanto, non dovresti pensare che gli avvocati del codice penale aspetteranno tre anni per presentare una richiesta di recupero crediti..

Valuta l'articolo
( Ancora nessuna valutazione )
Condividi con gli amici
Suggerimenti su qualsiasi argomento da parte di esperti
Aggiungi un commento

Cliccando sul pulsante "Invia commento" acconsento al trattamento dei dati personali e accetto la informativa sulla privacy