Yurta fai-da-te – istruzioni passo passo

Yurta fai-da-te - istruzioni passo passo

Abbiamo toccato la storia della yurta quando abbiamo scritto sull’architettura preistorica. Tuttavia, ora siamo interessati a come costruire una casa così portatile con le nostre mani sulla nostra trama come un gazebo, una cucina estiva, persino una guest house. Confrontiamo tecnologie e materiali tradizionali che sono stati utilizzati per molti secoli con opportunità moderne che facilitano il processo di costruzione di una yurta su un terreno personale.

Yurta fai-da-te - istruzioni passo passo

I vantaggi di una yurta tradizionale includono:

  • Facilità di assemblaggio e disassemblaggio dell’intera struttura: con la giusta abilità e la presenza di un assistente, il processo non richiede più di un’ora o due;
  • Affidabilità. Grazie alla sua forma rotonda, la yurta resiste perfettamente ai forti venti, anche agli uragani, protegge dalle precipitazioni;
  • A differenza dei normali gazebo, è possibile utilizzare una yurta in inverno, se si installa una stufa all’interno e si garantisce lo spessore e la densità adeguati delle pareti. In estate, sollevare il feltro ti permette di ventilare la stanza e renderla molto fresca e confortevole;
  • La yurta sembra molto esotica, non lascerà gli ospiti indifferenti, al suo interno può essere decorata con tappeti, altri dettagli interessanti e in cima – con copriletti ricamati;
  • Una yurta portatile di solito pesa 150-200 kg, massimo – 300, quindi è facile da trasportare;
  • Tutti i materiali per una yurta sono tradizionalmente rispettosi dell’ambiente, anche se ora puoi sostituirli con controparti moderne, ma ci sono ancora opzioni ecologiche adatte.

Yurta fai-da-te - istruzioni passo passo

Quindi, la prima cosa di cui hai bisogno per costruire la tua yurta sono le doghe di legno. Tradizionalmente erano fatti di salice nero, salice di fiume o betulla. Ora puoi acquistare doghe già pronte, una striscia che costa da 12 rubli per metro corrente. Le stecche dovrebbero essere forti per la flessione, perché la yurta sarà rotonda. È facile da controllare: fai oscillare un lungo binario, se ha nodi e crepe, si romperà.

Le dimensioni approssimative delle doghe: spessore da 8 a 15 mm, larghezza – da 25 a 40 mm, la lunghezza dovrebbe essere di circa tre metri, è possibile 2,5 m, a seconda dell’altezza che avranno le pareti. Per lavorare con doghe in legno, hai bisogno di una sega a mano o di un puzzle per renderle della stessa lunghezza, oltre a un trapano per praticare fori per dispositivi di fissaggio e un cacciavite o un cacciavite.

Storicamente, le stecche erano fissate l’una all’altra in diagonale, con una gabbia obliqua, per fare buchi a forma di rombi, con cinghie di cuoio grezzo dalla pelle di bestiame al pascolo, legate in nodi. A tale scopo, sono stati praticati dei fori sui giunti delle guide. Ora i nodi delle cinture possono essere sostituiti con una cravatta per mobili di dimensioni adeguate, ma nessuno ha cancellato i fori precedentemente realizzati. Ad esempio, per una guida di 12 mm di spessore, sarà necessario un pareggio del profilo di scorrimento con una lunghezza del manicotto di 10 mm.

Yurta fai-da-te - istruzioni passo passo

Se la yurta è davvero portatile, pieghevole, è molto importante che il reticolo delle lamelle sia assemblato come una fisarmonica! Pertanto, le viti autofilettanti per il fissaggio delle rotaie non funzioneranno: basta ottenere una griglia fissa per il gazebo.

In alternativa, puoi assemblare un telaio metallico, non discutiamo, ma sarà più pesante, non autentico. Inoltre, trovare le stecche metalliche adatte è già più difficile e lavorare con il metallo può richiedere strumenti aggiuntivi, ad esempio una smerigliatrice e trapani metallici.

Yurta fai-da-te - istruzioni passo passo

Yurta fai-da-te - istruzioni passo passo

Le dimensioni delle cellule venivano tradizionalmente descritte in modo da far passare un pugno o due pugni di un adulto. Più piccoli sono i rombi sul reticolo della yurta, più forte sarà la struttura, ma verrà consumato più materiale. Scegli tu stesso la dimensione, ad esempio, 10-15-20 cm tra le doghe, la cosa principale è che tutte le celle sono uguali e ci sono almeno cinque elementi di fissaggio su una guida.

Di solito in una sezione del reticolo ci sono 44 o 48 doghe, 22 o 24 in ciascuna direzione, perché si sovrappongono. Una yurta standard è composta da 5 o 6 di tali griglie, che vengono separate e installate in un cerchio.

Yurta fai-da-te - istruzioni passo passo

Yurta fai-da-te - istruzioni passo passo

Yurta fai-da-te - istruzioni passo passo

Quando le pareti reticolari sono pronte, è tempo di iniziare a sistemare il tetto. Qui, la cosa più importante sarà scegliere la lunghezza delle travi per l’altezza e le dimensioni della tua yurta, oltre a creare un bordo leggero e fumante. Per quanto riguarda le travi che collegheranno le pareti al bordo che incorona l’intera yurta, puoi prendere travi incollate che possono sopportare un carico serio. Se la yurta è lunga sei metri, avrai bisogno di almeno 36 travi di tre metri di lunghezza e 90 x 40 mm in sezione trasversale. Per una yurta di otto metri di travi con una lunghezza di quattro metri e una sezione di 120 per 45 mm, sono necessari almeno 48. È anche possibile prendere una barra piena.

Importante! È facile calcolare il numero ottimale di travi: quante intersezioni hai ottenuto sulla parete reticolare – ci sono così tante assi superiori che si adattano esattamente al mirino.

La distanza tra le travi dovrebbe essere di almeno 60 cm, meno – più affidabile sarà il tetto. Ci sono yurte in cui il numero di travi supera il cento.

Per quanto riguarda il bordo, il foro di fumo chiaro nel tetto della yurta, era tradizionalmente realizzato con tronchi di betulla curvi. Questo legno non è così difficile da piegare, soprattutto se precedentemente imbevuto, il bordo può essere realizzato da due metà semicircolari che si uniscono. L’albero era inoltre piegato a vapore e piegato con picchetti.

Ora il cerchio del cerchio sul tetto della yurta può essere realizzato in compensato con uno spessore di almeno 20 mm. Avrai bisogno di un seghetto alternativo, morsetti manuali, una sega circolare a pendolo, compensato stesso e colla per legno.

Importante! In una yurta tradizionale, ci sono strisce ad arco sulla parte superiore della finestra del bordo, che consentono di coprire comodamente un’apertura delicata nel tetto. Tuttavia, ora puoi farne a meno..

Yurta fai-da-te - istruzioni passo passo

Yurta fai-da-te - istruzioni passo passo

I fori passanti devono essere tagliati attraverso il bordo per inserire le travi. Le travi del tetto della yurta sono tradizionalmente fissate al reticolo delle pareti con corde nei punti delle croci – i giunti delle assi. Sezioni separate del reticolo sono anche collegate con cinghie o corde. Si consiglia inoltre di allungare una corda, una cintura, una corda lungo l’intero diametro delle pareti della yurta per rendere la struttura ancora più affidabile.

Citeremo separatamente la porta. È preparato da assi, l’apertura standard è di 200 per 80 cm.È imperativo che vengano praticati fori passanti lungo gli stipiti laterali della porta per fissarlo alle grate del muro in cui si troverà. La porta è fissata con cinghie o corde. Nella parte superiore dello stipite sono praticati fori per l’inserimento di travi, pali a cupola.

La porta stessa può essere la più ordinaria, trovare una vecchia porta interna, se la yurta è inverno, scaldarla con una coperta o un tappetino in feltro. Se la yurta viene utilizzata solo in estate, sarà sufficiente a coprire la porta con un baldacchino, solo una bella tenda.

Yurta fai-da-te - istruzioni passo passo

Passiamo ora a coprire la yurta. Tradizionalmente, era ricoperto di feltro di lana di pecora. Ora puoi usare materiale moderno come holofiber. Sarà sufficiente coprire una yurta estiva sul tuo sito con una normale tenda da sole, telone, che protegge dalla pioggia e altri materiali di copertura. Puoi anche riscaldare e decorare le pareti con tappetini. Il reticolo del muro dall’interno dovrebbe rimanere in vista, è dipinto di rosso: questa è una tradizione e solo un’opzione di arredamento attraente.

Yurta fai-da-te - istruzioni passo passo

Di solito ci sono almeno due strati di rivestimento in una yurta: esterno e interno, quindi non puoi limitare la tua immaginazione e rendere la tua casa portatile sorprendentemente attraente sia dentro che fuori con l’aiuto di tessuti e tessuti non tessuti.

Per quanto riguarda il pavimento, tutto dipende dai piani per il funzionamento della yurta. Se servirà esclusivamente in estate, allora lascia che sia solo tessuti per terra, leggero, bello, comodo. O persino un prato su cui poggeranno panchine e un tavolo per le riunioni.

Per l’uso invernale, i tappeti da soli non saranno sufficienti, è necessario un pavimento in assi. Alcuni proprietari di case creano una base leggera, ma questa non è più una casa nomade portatile, ma un gazebo fisso.

Yurta fai-da-te - istruzioni passo passo

Yurta fai-da-te - istruzioni passo passo

Yurta fai-da-te - istruzioni passo passo

La stufa nella yurta è sempre posizionata al centro, sotto la luce e il foro del fumo. Un camino è esposto al suo interno e la stufa può essere una normale stufa installata su una lamiera per sicurezza.

E infine, in modo da capire chiaramente cos’è una vera yurta e quanto sia facile assemblarla con le tue mani – video tematici:

Valuta l'articolo
( Ancora nessuna valutazione )
Condividi con gli amici
Suggerimenti su qualsiasi argomento da parte di esperti
Aggiungi un commento

Cliccando sul pulsante "Invia commento" acconsento al trattamento dei dati personali e accetto la informativa sulla privacy