Test del mucchio di viti

Sezioni dell’articolo



Le fondamenta stanno diventando sempre più popolari nella costruzione di case private. E come afferma la nota legge economica, la domanda crea offerta, il che significa che il mercato offre sempre più scelta. Abbiamo acquistato pile di viti di vari produttori e organizzato dei test per loro.

In apparenza, tutti i prodotti sono uguali: tubi d’acciaio con lame all’estremità, rivestiti con vernice all’esterno. Proviamo a capire se differiscono in termini di qualità. Non abbiamo avvisato i produttori in merito ai test dei loro prodotti.

Abbiamo acquistato pile dai seguenti produttori:

  1. “Fabbrica di pile a vite” (campione n. 1).
  2. “Pile Structures Plant” (campione n. 2).
  3. “SvayBur” (esempio n. 3).
  4. HelixPRO (campione n. 4).
  5. “Kalita” (campione n. 5).
  6. KKZM (campione n. 6).

Test del mucchio di viti

Definiamo i parametri con cui valuteremo i campioni presentati:

  1. spessore del muro.
  2. Qualità dell’acciaio, adesione del rivestimento.
  3. Spessore del rivestimento protettivo.
  4. Blades.
  5. Qualità delle saldature.
  6. Comportamento durante il montaggio e lo smontaggio.

E così, su tutto in ordine.

Spessore della parete del mucchio: ogni millimetro conta

Cominciamo controllando lo spessore del metallo della canna del palo. Più spesso è il supporto, più a lungo durerà. Dopotutto, la ruggine richiederà più tempo per “mangiare” l’acciaio. Vediamo alcuni calcoli. Secondo l’Eurocodice, il tasso di corrosione per i terreni tecnogenici va da 0,015 mm a 0,030 mm all’anno e il valore medio è di 0,0225 mm all’anno. Secondo i produttori, tutti tranne uno dei campioni presentati nel test hanno uno spessore delle pareti di 4 mm. Questo è lo spessore normale delle pareti per pile con un diametro di 108 mm. Di conseguenza, per scoprire dopo quanti anni i supporti si arrugginiranno della metà, è necessario dividere 2 mm per 0,0225 mm e abbiamo 89 anni. E questo senza tenere conto della protezione anticorrosiva. Non male!

Effettuiamo una misurazione reale della parete di ogni palo utilizzando un misuratore di spessore elettronico. Risultati nella foto.

Campione n. 1 – 3,6 mm:

Test del mucchio di viti

Campione n. 2 – 4,1 mm:

Test del mucchio di viti

Campione n. 3 – 3,6 mm:

Test del mucchio di viti

Campione n. 4 – 4,3 mm:

Test del mucchio di viti

Campione n. 5 – 3,3 mm:

Test del mucchio di viti

Campione n. 6 – 4,1 mm:

Test del mucchio di viti

Quindi, il primo e il terzo campione sono più sottili di quello dichiarato di 0,4 mm. Il secondo, il quarto e il sesto campione sono più spessi del valore nominale, il che è positivo. Il quinto campione, con uno spessore di metallo dichiarato di 3,5 mm, è inferiore di 0,2 mm. Il prossimo passo è verificare la qualità dell’acciaio.

Qualità dell’acciaio, adesione

Per ridurre il costo delle pile di viti, i produttori possono utilizzare tubi arrugginiti o usati. Naturalmente, per gli acquirenti i prezzi finali risultano essere più interessanti, ma la qualità della fondazione installata su tali supporti non garantisce la durata d’uso. Iniziamo a controllare i campioni.

Campione n. 1:

Test del mucchio di viti

È stato utilizzato un tubo con tracce di ruggine sotto un rivestimento anticorrosivo. Il tubo potrebbe essere stato utilizzato o conservato all’aperto per lungo tempo.

Esempio n. 2:

Test del mucchio di viti

Non trovare difetti nel campione. Il rivestimento sul tubo tiene bene, l’adesione è normale.

Campione n. 3:

Test del mucchio di viti

Il campione merita attenzione non solo per l’acciaio, ma anche per la sua buona adesione. Ci vuole uno sforzo considerevole per rimuovere lo strato protettivo. A proposito, l’acciaio è fresco.

Campione n. 4:

Test del mucchio di viti

Quarto campione Sotto lo strato anticorrosivo – zincato. Doppia protezione del metallo dalla corrosione.

Campione n. 5:

Test del mucchio di viti

Campione n. 6:

Test del mucchio di viti

Il quinto e il sesto campione sono zincati a caldo per garantire l’uso di acciaio fresco.

Spessore del rivestimento protettivo

Passiamo alla misurazione dello spessore dello strato di rivestimento protettivo. Questo indicatore influenza direttamente la durata delle pile a vite. I tecnologi raccomandano di applicare anticorrosivi in ​​due strati di 20 micron, rispettivamente, le letture minime dei campioni testati dovrebbero essere di almeno 40 micron.

risultati:

Campione n. 1 – 0,062 mm.

Test del mucchio di viti

Campione n. 2 – 0,017 mm.

Test del mucchio di viti

Campione n. 3 – 0,031 mm.

Test del mucchio di viti

Campione n. 4 – 0,129 mm.

Test del mucchio di viti

Campione n. 5 – 0,090 mm.

Test del mucchio di viti

Campione n. 6 – 0,069 mm.

Test del mucchio di viti

Lama

Spessore della lama

Oltre al tubo, la lama determina anche la qualità della pila. Cominciamo controllando lo spessore della lama. Questo indicatore dovrebbe essere uguale a 5 mm *.

Campione n. 1 – 5,0 mm.

Test del mucchio di viti

Campione n. 2 – 5,0 mm.

Test del mucchio di viti

Campione n. 3 – 4,9 mm.

Test del mucchio di viti

Campione n. 4 – 5,3–5,4 mm.

Test del mucchio di viti

Campione n. 5 – 2,6 mm.

Test del mucchio di viti

Campione n. 6 – 5,8 mm.

Test del mucchio di viti

Il produttore ha determinato lo spessore di 2 mm, il dispositivo ha mostrato 2,6 mm.

* – Al numero 5 abbiamo un campione di una pila a più giri, il cui spessore della lama è più sottile, a causa del maggior numero di giri. Secondo il merito del produttore, lo spessore della lama è superiore ai 2 mm nominali dichiarati.

Geometria della lama

Il diametro della lama elicoidale è responsabile della capacità portante dell’intera fondazione. Per tutti i campioni (ad eccezione del quinto), il diametro deve essere di 30 cm. Per una pila a più giri – 10 cm.

misure:

Campione n. 1 – 28 cm.

Test del mucchio di viti

Campione n. 2 – 29 cm.

Test del mucchio di viti

Campione n. 3 – 29,5 cm.

Test del mucchio di viti

Campione n. 4 – 30 cm.

Test del mucchio di viti

Campione n. 5 – 9 cm.

Test del mucchio di viti

Campione n. 6-30 cm.

Test del mucchio di viti

Alcune pile sono più piccole di quanto indicato. Ma tenendo conto della leggera deviazione dalla norma, possiamo dire che i campioni hanno superato questo test.

Prestare attenzione anche alla posizione geometrica della lama, che influisce sulla velocità e sulla facilità di installazione..

In attesa dell’installazione, è facile intuire che la pila numero 5 supererà i suoi concorrenti in termini di velocità di installazione, ma perderà in termini di “capacità portante”. Ciò è dovuto al piccolo diametro e al numero di giri della lama.

saldare

Le pile di viti selezionate per il test hanno estremità saldate. Pertanto, un criterio di qualità altrettanto importante è la cucitura.

Esistono diversi tipi di saldatura utilizzati nella produzione di pile a vite: automatiche, semiautomatiche e manuali. La differenza sta nel processo di alimentazione del filo e nella qualità del suo attacco al metallo della lama e della canna.

L’unica pila in cui la lama viene saldata automaticamente è la pila numero 5.

Test del mucchio di viti

Per tutti gli altri campioni, i produttori hanno utilizzato la saldatura semiautomatica..

Test del mucchio di viti

Test del mucchio di viti

Test del mucchio di viti

Test del mucchio di viti

Test del mucchio di viti

Comportamento del mucchio durante l’erezione e lo smantellamento

Ora siamo passati alla parte più interessante dei nostri test: la modifica. Cosa succede se si installano le pile di viti alla profondità di lavoro e si svita di nuovo? diamo un’occhiata.

Vale la pena notare che il rivestimento protettivo sul bordo della lama ha consumato tutte le pile. Tuttavia, non c’è nulla di insolito in questo, poiché la lama fa diverse rivoluzioni nel terreno. Questo è uno dei motivi per cui è reso più spesso dell’albero del palo..

Test del mucchio di viti

Test del mucchio di viti

Le pile galvanizzate sono rimaste invariate. Solo nel campione n. 5 si è piegato il giro della lama.

Test del mucchio di viti

In generale, non ci sono stati cambiamenti significativi.

Riassumiamo

J campione n. 1 perso con i concorrenti in termini di spessore del metallo. Notare anche la ruggine esistente sull’albero del palo..

Il campione n. 2 presenta uno strato di rivestimento protettivo troppo sottile, ma nonostante ciò l’installazione nel terreno ghiacciato ha subito un botto.

Il campione n. 3 si è distinto per l’adesione del rivestimento protettivo alla superficie del tubo. Tuttavia, lo strato protettivo è sottile e anche lo spessore del metallo non raggiunge il valore nominale.

Il campione n. 4 vanta una finitura zincata. Rimangono comunque piccoli graffi durante l’installazione.

Il campione n. 5 è un palo multigiro, è installato più facilmente degli altri, ma perde molto in termini di capacità portante. Una delle lame piegate durante l’installazione.

Campione n. 6 – pila galvanizzata, durante le prove di cui non sono stati rilevati svantaggi.

Riassumiamo i risultati in una tabella:

Campione n.fabbricanteLunghezza del mucchioDiametro del barilottoSpessore del mucchio dichiaratoSpessore del mucchio misuratoSpessore della lamaDiametro lama dichiaratoDiametro della lama misuratoZnSpessore anticorrosivoCosto, sfregamento.
1“Fabbrica di pile a vite”150 cm108 mm4 mm3,6 mm5 mm30 cm28 cm0,062 mm1200
2“Pile Structures Plant”165 cm108 mm4 mm4,1 mm5 mm30 cm29 cm0,017 mm1200
3“SvayBur”150 cm108 mm4 mm3,6 mm4,9 mm30 cm29,5 cm0,031 mm1150
4HelixPro150 cm108 mm4 mm4,3 mm5,4 mm30 cm30 cm+0,129 mm1300
cinque“Kalita”150 cm114 mm3,5 millimetri3,3 mm2,6 mm10 cm9 cm+0,090 mm4200
6KKZM150 cm108 mm4 mm4,1 mm5,8 mm30 cm30 cm+0,069 mm1850
Valuta l'articolo
( Ancora nessuna valutazione )
Condividi con gli amici
Suggerimenti su qualsiasi argomento da parte di esperti
Aggiungi un commento

Cliccando sul pulsante "Invia commento" acconsento al trattamento dei dati personali e accetto la informativa sulla privacy